Vicino l’addio di Pastore alla Roma: due soluzioni per l’argentino

by Daniele Mesto 182

Pastore

Potrebbe essere più vicino del previsto l’addio di Pastore alla Roma. L’argentino proprio non riesce ad ambientarsi a Roma, anche se il discorso potrebbe essere più generico a proposito di un giocatore apparso ormai in parabola discendente. Del resto, se con diversi allenatori e vari sistemi di gioco non sia mai riuscito a rendere secondo le proprie potenzialità, il problema per forza di cose dovrebbe andare al di là della piazza e dei tecnici che ha avuto in poco più di un anno.

Anche in Europa League, come vi abbiamo riportato analizzando le pagelle dell’ultima sfida che ha visto in campo i giallorossi, Pastore non è mai stato in grado di incidere. Alcune indiscrezioni interessanti sul suo futuro sono state riportate in queste ore dal Corriere dello Sport, secondo cui per l’ex Palermo e Paris Saint Germain sono state aperte le porte del campionato argentino. Occhio in primo luogo al Racing, visto che Diego Milito sembra essere molto interessato a lui:

“Il Racing sarebbe molto interessato a questa possibilità e potrebbe pescare un jolly importante per far sì che questo avvenga. L’eroe del Triplete dell’Inter Diego Milito è segretario tecnico del club di Avellaneda e potrebbe convincere l’attuale numero 27 della Roma a vestire la casacca biancoceleste. I due già si conoscono considerando l’esperienza in comune al Mondiale del 2010 con l’Argentina guidata da Diego Armando Maradona”.

Soluzione Atletico Talleres per Pastore

Occhio però ad una strada alternativa, in quanto per Pastore si prospetta anche un possibile ritorno all’Atletico Talleres, club nel quale il fantasista argentino è cresciuto calcisticamente. Secondo la suddetta fonte, non a caso, sarebbe proprio questa l’opzione numero uno per il calciatore:

“L’Atletico Talleres è il club del mio cuore e sogno sempre di tornare. È stata la mia prima scuola, il posto dove ho iniziato a crescere come persona e come giocatore. È stato magico perché lì ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza e ho avuto la fortuna di incontrare molte persone che mi hanno aiutato, è il posto dove avrei sempre voluto essere”.

Staremo a vedere come andrà a finire questa vicenda, ma le probabilità che Pastore possa lasciare la Roma già durante la sessione di calciomercato di gennaio sono elevate e crescono giorno dopo giorno.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Comments (182)

  1. È stata una buona partita della roma. Finalmente si è vista un’idea tattica di fonseca, l’aver messo mancini in Interdizione davaNti alla difesa è stata una buona mossa. Sugli arbitri sorvolo, mai vista una cosa del genere

  2. Io temevo che non avremmo vinto, ma pareggiare così non è accettabile. Ennesimo scippo. Perchè i fischietti continuano ad essere una casta di impuniti che non paga mai per gli errori commessi? E menomale che lo hanno anche ammesso che non era rigore! Purtroppo però sono due punti scippati.

    E adesso sotto con Orsato… tanto è un film già visto decine di volte. Sarà anche vittimismo, tutto quello che volete, però quando è troppo è troppo.

    Certo, Florenzi poteva segnare, si poteva raddoppiare ecc. ecc. però farsi derubare in quel modo è scandaloso. Vediamo se al ritorno in Germania ci “risarciranno”…

    Per una volta vorrei vedere una situazione invertita, un rigore farlocco per noi al 95°. Ma di sicuro non accadrà domenica con Orsato.

    Nel calcio, come nella vita, non c’è nulla di peggiore di sapere che le cose andranno in un certo modo prima ancora che accadano.

  3. Il commento migliore sull’arbitraggio: quello di Pallotta stavolta.
    Sembra Rodwell la scelta numero uno di Petrachi a centrocampo ed in effetti tra gli svincolati è forse il giocatore migliore per qualità ed età ………. se integro.
    Col Milan è stata designata la coppia, a noi tanto cara, Orsato Irrati alla quale siamo legati da innumerevoli dolci ricordi.
    Strano incontrare non solo uno dei due ma addirittura entrambi proprio contro il Milan, per il quale noi siamo considerati il pericolo n 1 per il raggiungimento del 4 posto.
    Chissà perché?

    1. Beh, ad essere onesti su Orsato hai piena ragione, ma sull’essere noi il pericolo numero uno per il Bilan… guarda che prima ci sono Atalanta e Napule!

  4. Un vecchio detto del calcio dice che un bravo arbitro è quello che non si fa notare,
    Noi ne ricordiamo tantissimi ,troppi …
    Sia italiani che stranieri
    Per la cronaca domenica ci aspettano Orsato in campo e Irrati al var …..

  5. mortacci sua lo stesso arbitro del fallo di Taison quando Fonseca era nostro avversario…. me fate capi perchè la var parte solo dopo i gironi? C’ hanno le bollette da pagà e vanno al risparmio? A questi livello so sordi pesanti ci vuole più attenzione.

  6. Peccato per il regalo dell’arbitro, resta il rimpianto.
    Ma la Roma del secondo tempo é stata troppo rinunciatrice anche se non ha rischiato molto.
    Strano che questo VAR funzioni solo quando gli pare.
    Con Florenzi in campo vedo una Roma iellata

  7. Peccato avevamo fatto una bella gara contro una squadra comunque prima in bundes e che in questo momento poteva stare meglio di noi. Poi quell’arbitro maledetto e quel rigore inesistente e il var che nn c’è e nn si sa perché ed eccoci a commentare l’ennesimo pareggio. Sono molto incazzato stasera quindi nn aggiungo altro.

    Speriamo in una vittoria contro il Milan

    Forza Roma

  8. Com’era? I moscerini che deviano le traiettorie del pallone?

    1. a frankie ma vattene a… formello

      1. Ti passo a salutare

      2. ..nn ti scomodare, mi trovo a londra a casa dl tuo amico baldini.

  9. dove stanno quelli del “niente piu alibi”?

    La ro,a ha subito una ladrata colossale al netto di quelli che successe contro il iverpool…

    LA roma ha gli infortunati? alibi.

    La roma subisce torti arbitrali? alibi…

    UN BEL VAFFA CI VORREBBE…

    1. Lory dai nn fare così 😆

  10. Rigore al Borussia per fallo di mano di un giocatore del Borussia.

    Questa mi mancava.

  11. In culo a Capello!↑→∟▲▼”#$

    1. e inculo all’arbitro,mortacci sua e del var che non serve a ncazzo.

  12. Flamini e halfredson ???
    Ma vuole mandarci in b?

    1. purtroppo gli slot x extracomunitari sno occupati e nn ci sno tante alternative. ci sarebbe montolivo e rodwell (xetà il profilo migliore) xò tutto sommato flaminì nn sarebbe malaccio, anke se io prenderei donati o abate spostando così flo a centrocampo.

    2. Ma flamini quelli che stava al
      Milan ? Ma quello ha 50 anni !! 🙄😁

  13. @@@ la Roma americana ha commesso un grande sbaglio secondo me.
    Quello di voler partire subito alla grande e volersi mettere al paro dei gobbi.

    @@ ogni cosa ha i suoi tempi.
    Non siamo mai stati una squadra da vertice, abbiamo sofferto,
    patito sconfitte incredibili
    Liverpool
    Inter
    Lecce

    @ ma siamo stati sempre lì.

    +++ un anno due in più non faceva differenza.

    ++ volevamo una seria programmazione.
    Niente proclami ed una società vicino ai tifosi.

    + non avremmo vinto?
    saremmo stati là.

    @@@ abbiamo raggiunto una semifinale di C.L.

    @@ saremmo falliti?
    Falsità.

    @ dovevamo ripartire con umiltà, sacrifici e lavoro.

    Noi saremo stati là!

    FORZA ROMA SEMPRE!

    1. Ciao Ave. Come ho detto altre volte nessuno considera che lo stadio e ancora in altomare mentre avrebbe dovuto giocarci pure totti. Nonostante questo siamo arrivati a pochi punti dallo scudetto e ad un passo dalla finale mancata per colpa di un cornuto.

      1. @@@ Ciao Gambero, buongiorno.

        È vero quello che dici.
        Purtroppo nello stadio ci si è impantanati e sinceramente non so quale sarà la situazione finale.

        @@ secondi e terzi posti, li abbiamo raggiunti anche prima dell’avvento americano.

        @ io appartengo alla schiera dei delusi, pensavo che con il tempo ci sarebbe stata un’inversione di tendenza per quello che riguarda la storia della Roma.

        Vedremo.

        Intanto un saluto 👋
        e buona giornata.

        FRS

      2. Si, ma non in 3 anni.
        Questi sono i risultati di 10 anni di gestione.
        Tutte le squadre che stanno dal primo al settimo posto hanno vinto qualcosa in questi 10 anni. Noi no

      3. anke cn le pezze al c*** dll’ultima gestione roselliana stavamo xvincere lo scudo… dovrebbe cedere il club visto ke da grande imprenditore si è pure infognato sullo stadio…

    2. si infatti, uno sui trofei (la nostra bakeca parla kiaro..) se ne fa una ragione.
      ma xsonalmente nn accetto + una società affollata di opaki dirigenti, e gestita a c**** di cane da un ologramma falso e irrispettoso nei confronti dlle bandiere, ke continua a sparare minkiate tutte le volte ke interviene, ke professa amore xla squadra qndo nn mette piede a roma da + di un anno, e ke soprattutto ne capisce di calcio qnto io di fisica qntistica….

  14. Vabbè stringiamoci e speriamo in una bella vittoria domani è contro il Milan domenica

    FORZA ROMA BATTI DUE COLPI 😜

  15. sono sempre più convinto che la roma americana ha avuto una grande fortuna, quella di essersi affidata per anni a sabatini. dalla sua dipartita la costante crescita anche economica (mister plusvalenza) si è interrotta e nn credo sia una casualità. i giocatori presi dal fumante (eslusi gli abbagli, come ad esempio iturbe) hanno dimostrato gradi rendimenti a costi abbordabili. in più aveva messo anche dei giocatori con gli attributi, su tutti strottman, naingolan, benatia, allison, Dzecko. ora sinceramente fedo solo figure di contorno ma nessun protagonista.

    1. Bravo Ludovik.
      Eppure Sabatini si è preso comunque una marea di insulti anche qua dentro.
      Ricordo anni fa uno scambio di battute con un’utente che si chiamava “Il Cannibale” col quale si concordava sul fatto che Sabatini aveva fatto un lavoro egregio e che in caso di addio sarebbe stato rimpianto a lungo a Roma.
      Purtroppo eravamo stati tristi profeti.
      All’epoca Sabatini era saldamente al timone nel ruolo di DS della Roma e non c’erano ancora segnali di una suo possibile addio.

      Se Monchi è stato un bluff, Petrachi per me è stato sinora una mezza delusione. Anche perché era uno di quelli sui quali puntavo e del suo arrivo me ne rallegravo.
      Senza Baldini forse non sarebbero arrivati sul gong Smalling e Mkhitaryan e forse pure Zappacosta: sarebbe stato un’altro mercato.
      Non ha risolto l’annosa questione del vice Dzeko e la toppa messa last minute con Kalinic non sembra all’altezza.
      Soprattutto non ha colto alcune occasioni che il mercato offriva e nemmeno tanto difficili da raggiungere.
      Mi riferisco ai vari Tonali, Bennacer e Malinovski per il centrocampo, al ritorno di Frattesi, alla possibilità più unica che rara di poter mettere le mani su giovani della Juve come Kean, Demiral o Rugani.
      Ora leggo di Hallfreddson o Rodwell per il centrocampo. Francamente siamo talmente mal messi che meglio uno anche scarso piuttosto che nulla.
      Certo, persi Diawara e Pellegrini per lungo tempo forse su Bertolacci potevamo andarci noi piuttosto che lasciare che l’ex Roma si accasasse alla Sampdoria!

      1. Io non rimpiango assolutamente sabatini. C’è chi di lui si ricorda solo i grandi colpi… io ricordo che cambiava 15 giocatori a sessione di mercato comprando spesso tanti pipponi conclamati. Poi comprando 20 giocatori l’anno ha spesso fatto anche grandi colpi, ma con il suo modo di lavorare non si può mai puntare a vincere. La sua mediocre carriera l’ha dimostrato, non credo che squadre costruite da lui abbiano mai vinto niente.

    2. Petrachi ha iniziato da qualche mese il suo lavoro qui, vi ricordo i primi mesi di sabatini. Anche allora andava rivoluzionata la rosa, arrivarono parecchi giocatori in prestito e i risultati fino all’arrivo di Garcia, ben due anni dopo cominciarono ad arrivare. Naturale è che sabatini prendeva una situazione tra le mani più complicata, ma è anche vero che i risultati di oggi sono di gran lunga meno deprimenti. Come proporzioni ci siamo.
      Concordo comunque sul giudizio su sabatini, che ha fatto un gran lavoro qui. Ma non dimentichiamoci i primi due anni. Petrachi ha già iniziato meglio.

      1. Come sottolinei tu Petrachi ha raccolto ovviamente una rosa più competitiva ma quanto ad acquisti non capisco come tu faccia a sostenere che Petrachi ha iniziato meglio.
        Meglio?
        In che senso?
        Sui risultati credo si debba ovviamente aspettare ma sulla qualità degli acquisti si può invece già fare un’analisi.
        Sabatini ha preso nei primi 2 anni Lamela, Pjanic, Osvaldo, Castan, Marquinos, Borini, Dodó, Bradley …… tutte plusvalenze (tranne il povero Castan) e pure parecchio sostanziose.
        Petrachi invece ha preso a titolo definitivo giocatori che difficilmente porteranno grandi plusvalenze. Di certo non Spinazzola e Pau Lopez. Forse Mancini, Diawara e Veretout ma non così sostanziose considerato il prezzo d’acquisto. Probabilmente la migliore plusvalenza sarà Cetin.

      2. Vabbe io per adesso confronterei il primo di sabatini con il primo di petrachi. Per me a parte pjanic e lamela (entrambi venivano insultati) come giocatori forti(quello dovrebbe essere l’obiettivo) c’è ben poco, tutte meteore le altre. Secondo anno buoni castan Marcos. Magari mi scordo qualcuno ed è presto per dire chi floppa quest’anno (spero nessuno), ma grandi delusioni tra gli acquisti non ne vedo al momento. E gli acquisti sono 11. Ci sono buone possibilità che nel lungo termine si riveleranno utili più giocatori di quanti sono sopravvissuti tra il primo e il secondo anno di sabatini.
        Difficile come paragone lo so, circostanze paragonabili fino a un certo punto, però ricordo anche i vari bojan, piris, goicochea, Bradley,taxidis ecc.. una lista infinita di flop i primi due anni. E concorderai che prima con una disponibilità economica maggiore (andammo in rosso di 50 ml spesi sul mercato) e prezzi dei cartellini più bassi il mercato era anche più facile.
        Quando c’era da fare rivoluzioni sabatini ha deluso anche lui.
        Non sarebbe facile per nessuno fare rivoluzioni, vedremo petrachi quando avrà, se avrà la possibilità, come sabatini post Garcia di fare meno acquisti su una buona base.

      3. paragonare Sabatini a petrachi pure prendendo delle finestre temporali di 6 mesi o un anno o 10 anni è impossibile ed inappropriato. Sabatini è uno dei migliori ds che ci sono stati negli ultimi 20 anni in italia. Petrachi spero lo diventi per ora solo una grossa delusione. con noi sabatini ha fatto un ottimo lavoro anche se molti si ricordano solo l’ultimo periodo ed i bidoni come iturbe…faccio solo presente, visto i nomi che hai riportato, che bojan veniva dalla cantera del barcellona ed era il mglior marcatore delle giovanili…poi fu un flop ma di certo era considerato un ottimo giocatore, tacsidis fu una richiesta esplicita di Zeman l’anno seguente e lì centra poco o niente Sabatini, Bradley magari ci fosse a centrocampo un giocatore come lui ora…prese il primo anno anche Osvaldo che piaccia o no segnò e parecchio con la roma…ma credo che su internet troverai tutti i giocatori acquistati sotto la sua gestione e ti renderai conto di come fin dal suo arrivo fece degli investimenti di grande profilo con pochi soldi ed ovviamente prese qlche abbaglio ma sulla bilancia delle cosiddette plus e valori tecnici sempre largamente in attivo.

      4. Pochi soldi? I primi anni americani sono stati gli unici dove andando incontro alla lente del fpf, andavamo in rosso di parecchio per far mercato. Un mercato pre neymar al psg. Dove i giocatori li pagavi la metà.
        Osvaldo preso per fare l’ala non lo annovererei tra i colpi di sabatini. Bojan ha floppato alla grande, delle potenzialità e delle belle cose fatte nella giovanili cosa ne facciamo? Per coerenza non si può giudicare un mercato in base alle promesse che gli acquisti si portano dietro prima di aver giocato con la maglia giallorossa. Con questo ragionamento dovresti amare monchi..

      5. scusa ma abbiamo opinioni diametralmente opposte. ovviamente opinioni. sabatini a mio avviso è stato un grande DS e la dimostrazione è che nelle squadre un cui è andato, comprersa la roma ha fatto sempre bene. basta vedere i nomi dei giocatori che ha scoperto e a che cifre. vorrei capire i tuoi parametri di DS chi sarebbe qsti così bravi e migliori di sabatini? chi sono i marotta??? i paratici?? giusto per capire.. cmq sabatini per risponderti nel merito x te ha fatto male… osvaldo ha fatto male da noi ?57 presenze e 28 gol poca roba vero…. bojan forse eri piccolo e nn ti ricordi come era considerato nel barcellona delle meraviglie poi..e qsti, di certo, nn sono i suoi miglior acquisti…basta solo Dzecko, pianic, marquinhos, benatia, lamela, pjanic, naingollan, strottman, castan…giusto alcuni. e con pluvalenze che hanno retto il bilancio della roma

      6. su monchi poi nn capisco proprio il riferimento…e credo quindi tu nn abbia compreso appieno cosa intendevo su sabatini, visto che il monchi per me è stato una sciagura. forse son io che mi spiego male

      7. Mi parli di bojan, quello è il riferimento, che ce ne facciamo di ciò che sarebbe dovuto essere? Conta ciò che è stato, un flop. Monchi ha comprato un campione del mondo. Ma è stato un mezzo flop. Questo conta. E non ho detto che sabatini fosse un ds scarso. Ho argomentato un paragone tra petrachi e sabatini, nel primo anno. Non mì va di ripetermi. Sabatini come ho anche scritto ha fatto grandi cose, ma nel corso di parecchi anni. Se prendi in considerazione il primo anno di sabatini e petrachi, ha fatto meglio petrachi, con meno soldi.

      8. Opinione che rispetto ma che nn condivido assolutamente, per me restano imparagonabili fin dall’inizio. Bojan era considerato un ottimo attaccante e veniva dal Barcellona pluricampione. Mica uno zonzi qualunque a 30 anni e pagato un fottio e nn in linea l’allenatore ed il suo modulo mentre bojan veniva per Luisa enrique…ma ovviamente nn sono qsti 2 ad essere la discriminante

  16. qnto agli svincolati.
    ci sno giocatori ke sicuramente rivedremo nel 2020. altri ke sno sempre a riskio ricaduta. altri ke manco si sa qndo rientreranno. avessimo da pescare in primavera magari, manco qllo.
    andare avanti così è un suicidio, cioè sè fermato pure santon xfebbre…

  17. a franco famme capì… quindi se tifo la roma e al contempo critico perennemente la dirigenza sul sito nn va bene! mentre se vado allo stadio a sostenere la lupa e al contempo smerdo continuamente la società va bene? bel ragionamento di minkia.

    1. Immagino sia una risposta al mio post, che in tutta onestà non ho capito. Ti faccio capire si, invitandoti a rileggere il mio commento. Saluti

  18. L’analisi perde la sua “onestà” nel momento in cui, come spiegato nei miei commenti precedenti, la critica diventa accanimento senza cognizione di causa.
    la Roma ad esempio non fa niente di così diverso rispetto alla altre squadre da giustificare l’attuale situazione infortuni. Il 50% dei campi d’allenamento della serie a è più duro dei nostri probabilmente, tutti lavorano in palestra tra i professionisti.
    Non confondiamo come sempre “il diritto di critica” con il diritto di sparare a zero senza cognizione di causa. Incolpare pallotta per gli arbitraggi scandalosi o per la sequenza infinita di infortuni è pretestuoso.
    Non esiste una sola cosa negativa stranamente, tra i tifosi romanisti in questi ultimi anni, che non dipenda direttamente da pallotta e i suoi dirigenti. È una singolare coincidenza, non trovate? Per me è facilissimo capire che potrebbe anche cadere un asteroide sull’olimpico domenica, e sarebbe colpa di pallotta.

    Per me e non solo per me, questa situazione sfortunata non era affatto preventivabile, è qualcosa a cui sicuramente si devono delle riflessioni, per ovviarne la casualità, ma che non possono essere assolutamente pretesto per la solita contestazione alla proprietà americana. Se si vuole essere onesti.
    Una Roma falcidiata in questa maniera per me andrebbe difesa, non solo durante i 90 min, perché la colpa di questa situazione non è ascrivibile a nessuno.
    Ripeto, se alla stampa, agli arbitri, si aggiunge questo pretestuoso brusio da parte dei tifosi, che fa eco al chiacchiericcio delle radio infami, alle quali di essere onesti importa meno di zero, si aggiunge solo benzina sul fuoco.
    Almeno in questo momento secondo me si dovrebbe uscire dal tunnel dello sfogatoio alla cieca, della gara a chi la spara più grossa a cui certi opinionisti in radio ricorrono praticamente da sempre per accaparrarsi ascoltatori. Perché non ve n’è motivo. Ora più che mai.

    Opinione personale che non vuole in alcun modo arrogarsi il diritto di censurare il sacrosanto diritto di espressione. Nell’insoddisfazione e nella convinzione che pallotta possa non essere un buon presidente si può comunque cercare di fare, come qualcuno scriveva prima di me, un’analisi onesta.

    1. se vai allo stadio in Curva o in alcune parti dei Distinti noterai che si canta dal 1 minuto fino al 90, e che non ci sono momenti di silenzio come negli altri stadi vedi Stadium, Manchester..

      1. Ho capito, siamo qui per cazzeggiare, nel cazzeggio vi chiedo: quali sono le colpe di pallotta o dei dirigenti se diawara fa un contrasto e si rompe il menisco, cristante fa un contrasto e si rompe il tendine, dzeko va in contrasto aereo e si rompe lo zigomo, etc..?
        Che colpa ha se gli arbitri hanno questo atteggiamento nei nostri confronti?

        Non esistono dati a carico di queste tesi.
        Perché allora fare proprie tesi fantasiose per continuare a sfondare pallotta e co?
        La risposta è nei commenti precedenti, non si scappa. Poi che si canti allo stadio non c’entra nulla, così come le altre risposte che mi sono pervenute.
        La risposta è una sola:

        pallotta lo sfondiamo a prescindere perché lo abbiamo sul ca. E non ci importa nulla se la drammatica situazione attuale sia dipesa da lui o da chi per lui, noi cantiamo allo stadio ma se c’è da dare colpe all’attuale proprietà siamo sempre in prima linea. È un pretesto è abbiamo tutto il diritto di farlo perché siamo insoddisfatti. E non ci importa se a fonseca e la squadra potrebbe giovare un atteggiamento opposto e “protettivo” in un momento in cui la Roma è accerchiata dai nemici.

        So che è questa la risposta sottintesa, che cazzeggiando ho mostrato di non condividere.

    2. ma se gestiscono male tutto il cucuzzaro ke vuoi ke li applaudo?
      inoltre vorrei sottolineare ke il mio accanimento vs la società, nn è legato solo all’attuale stagione, ma all’accumulo di minkiate e figure barbine ke continuano a collezzionare…

      1. Sto parlando di casi specifici, di cui si è discusso. Accanirsi per infortuni e arbitraggi contro pallotta non ha senso per me. Perché generalizzi discorsi specifici?
        Mo pare che abbia detto di non criticare e di applaudire. Boh, rimango perplesso.

      2. xdonami se la mia critica feroce, è influenzata dal lungo cammino di minkiate iniziate nel 2011, xò se vojamo andare sullo specifico, facciamolo.

        1) xte è normale ke se i calciatori si sono lamentati già dalla passata stagione dei campi duri, prima restaurano tutta trigoria e alla fine decidono di rifare i campi a campionato in corso? certo nn cè certezza ke alcuni infortuni siano dovuti al fondo, ma scaccia l’alibi iniziando dai campi no e nn farli a ottobre!!

        2) arbitraggi scandalosi? se vabbè, mettiamoci pure i moscerini ke deviano le traiettorie dei tiri.
        la verità è ke hanno preso un vice-dzeko in condizione atletica pessima, ke nn segna dalle calende greke e mò sè pure rotto. elsha nn è stato sostituito. e in attacco (levato miki) abbiamo gli stessi attaccanti ke hanno già ampiamente dimostrato ke sottoporta nn la buttano dentro manco se sviene il portiere…

      3. Cone fai a fare una disamina così dettagliata della rosa se sono tutti rotti?
        Dall’infermeria è difficile buttarla dentro..

        Degli arbitri ho parlato perché a pallotta si è rimproverato di non fare la voce grossa alla Lotito..Non li ho messi in mezzo a caso nonostante sia oggettivo che qualche partita l’hanno condizionata in negativo. Ma evidentemente va bene così, sono alibi ecc… l’importante è criticare chi lavora per la Roma anche senza tesi credibili.

      4. La storia dei campi poi non ha senso se si rompono durante scontri di gioco. In ogni caso è ingenuo pensare che chiunque in serie a, ma pure in b(perché si allenano anche in b) abbiano campi migliori dei nostri. È record il nostro, per incidere le motivazioni che qualuno in radio ha fatto girare sull’incidenza degli infortuni, dovremmo avere i metodi d’allenamento, i campi e gli attrezzi peggiori del calcio professionistico. Non farei fatica a credere che qualche irreprensibile critico di pallotta possa pensarlo, nonostante sia più che improbabile.

      5. ma prima ke si rompesse pellegrini a lecce, qnti gol avevano segnato nlle ultime 3 uscite. ma te le partite le vedi tanto x?

      6. qnto alle tesi credibili sull’operato di paperino… ripercorri gli 8 anni e vedrai ke i fatti brillano di luce propria. xò te ne cito 1 bello fresco.
        sai nnt cosa è successo xliberare petraki?

      7. Avevamo uno dei migliori attacchi. Tu che fai durante le partite? Il vodoo con il pupazzetto de pallotta?
        Ripeto, parlavo di argomenti specifici, e la butti in caciara. Sto dicendo, ripeto, che gli infortuni non sono una colpa di pallotta. Secondo me, poi se vuoi continua con il vodoo.

  19. @@@ la critica ci sta, ci deve essere.
    Guai se così non fosse.

    @@ io critico, ma non per questo non tifo Roma fino alla morte.

    @ se alcune cose non vanno, giusto sottolinearle.

    *** quello che non va, è quella a prescindere, quella prevenuta.

    ** in questi anni, ne abbiamo avuto di farlo.

    * poi ci sono quelli a cui tutto va bene,
    che magari si rifiutano di guardare certe realtà.
    * quelli che stanno a metà.
    * quelli che invece sono “feroci” nei confronti della società.

    C’è posto per tutti
    E tutti Tifiamo Roma.

    FORZA ROMA SEMPRE!

  20. Come si fa a non attribuire responsabilità alla società per la situazione infortuni?
    Ma i campi di trigoria chi ha la responsabilità di tenerli in condizioni adatte a preparare una stagione di una squadra professionistica?
    I preparatori atletici chi li ha assunti?
    La scellerata campagna acquisti Che ci porta ad avere un ex giocatore come kalinic come unica riserva chi l’ha fatta? Noi tifosi forse?
    Spero che fonseca si svegli e butti nella mischia riccardi tanto peggio di così a centrocampo non può andare

    1. ma poi ci fosse un tifoso della roma ke mi sa spiegare xkè noi abbiamo + di metà squadra scassata, mentre gli altri club al max ne contano 3.

  21. Criticare e sostenere la squadra sono due concetti differenti.
    I tifosi della Roma erano presenti a Marassi, lo saranno in Germania, in Turchia.. indipendentemente da come andrà la squadra saranno (saremo) li a cantare i cori, ma una onesta analisi la si puo’ pure fare?

  22. Non sono d’accordo con Frankie (additare come al solito la proprietà americana e i suoi dirigenti per ogni situazione negativa…) e mi ritrovo di più in ciò che scrive Minciotti.
    Qui non si tratta di gettare fango per partito preso sulla dirigenza, non si tratta di “accerchiare” la società, ma di riconoscere gli errori, alcuni molto gravi, che sono stati fatti. E sono tanti, troppi.

    1) Se si rompono 20 giocatori in un anno non si può onestamente sostenere che sia solo un caso o sfortuna. Ci sono delle responsabilità? Bisogna trovarle e cambiare strategia. Subito.

    2) Se ti ritorvi ad ottobre senza attaccanti, non mi puoi dire che va bene così e che non ci sono responsabilità societarie, perchè non esiste che una squadra che punta alle prime posizioni e gioca in Europa sia ridotta in queste condizioni. E se puta caso si ferma Dzeko chi ci mettiamo là davanti?
    Davvero non era possibile prendere qualcuno migliore di Kalinic, oppure aggiungere un’altra punta giovane e tignosa, anche panchinaro, anche dalla serie B, che però oggi ti servirebbe come il pane?

    3) Tralasciando la perdita di campioni come Alisson, Salah, Pianic ecc. ecc. sui quali ormai abbiamo tanto discusso, ripenso ad esempio ad uno come Elsha (che pure gioca ancora in nazionale). Non si poteva trattenerlo, accontentare le sue richieste piuttosto che buttare i soldi in giocatori inutili o mezzi rotti? Vogliamo parlare del caso Under, tanto per fare un esempio? Ha 20 anni, dovrebbe mangiare l’erba del campo, era dipinto come il Dybala turco… ha giocato 5 partite in un anno!

    Infine faccio una considerazione: non mi sento di biasimare i giocatori se – come leggo – hanno paura di farsi male. In questa situazione surreale posso anche capirlo. Sta di fatto che domani affronteremo una squada tedesca in forma fisica e agonistica (in vetta alla Bundesliga) e domenica arriverà il Milan. Se questi tirano indietro la gamba, sono due sconfitte assicurate. E per di più in casa.
    Forse sarebbe il caso di prendere decisioni anche clamorose, per dare una scossa all’ambiente e smuovere in qualche modo quel che resta della rosa giallorossa.

    Ave scrive “Superemo anche questo brutto momento”… spero sia così, ma temo che quando accadrà, le altre squadre che ci precedono (a parte le prime due che faranno campionato a sè) saranno già lontane 10 o 15 punti.

    1. concordo pienamente, sopratutto per la campagna acquisti fortemente deficitaria che di fatto nn ha colmato nessun precedente gap per avere una squadra competitiva almeno per il 4° posto. in più abbiamo giocatori che storicamente mostrano delle difficoltà fisiche, giusto l’esempio di under che ogni volta che si fa male muscolarmente sta fuori il doppio rispetto agli altri. mi chiedo oltre a kalinic nn si poteva investire in un goìvane attaccante? ed il regista basso? soldi male investiti per tipologie di giocatori che di certo nn ti fanno fare il salto di qualità, piuttostoo arrancare in posizioni di metà classifica. pensate sia il caso ad averci portato in qsta situazione? sicuramente gli infortuni sono troppi per essere casuali e nn riconducibili a qlche elemento sbagliato negli allenamenti, sia che siano attrezzature e campi che metodi di allenamento. nn farsi qste domande sarebbe da sciocchi. ci stiamo arrendendo all’evidenza di avere una squadra mediocre. Dzecko e kolarov che sono i 2 che tirano la carretta oramai sono nell’età del pensionamento e se mollano loro chi c’è in squadra ad avere capacità ed attributi? nessuno. nei momenti negativi servono giocatori come loro e noi nn ne abbiamo più in squadra perchè nessuno ha rimpiazzato quelli che sono stati svenduti…. poi vogliamo parlare dell’involuzione tecnico tattica di Zaniolo?

  23. Petrachi non ricorrerà agli svincolati.
    Giusto?
    È un’errore?
    Il centrocampo è decimato con i soli Veretout, Zaniolo e Pastore arruolabili.
    Diawara salterà le prossime 4 gare.
    Pellegrini ne salterà almeno 10.
    Cristante lo rivedremo a febbraio se va bene e salterà praticamente un’intero girone.
    Essendo poi infortuni traumatici bisognerà vedere la ripresa e come andrà la fase di riatletizzazione.
    Oddio volendo essere ottimisti abbiamo a centrocampo risorse interne.
    Florenzi può fare la mezzala (ma bisogna cambiare modulo), forse il trequartista, non il mediano.
    Secondo Fonseca Santon può giocare a centrocampo (?) mentre il lusitano non sta calcolando Riccardi.
    Mentre per me Fazio e Kolarov possono giocare tranquillamente in mediana e fare anche bene.
    In attacco Kalinic mancherà almeno per 12-14 partite. Qui la situazione è numericamente meno preoccupante ma se si fermasse pure Dzeko giocheremo senza centravanti di ruolo.

    Detto questo appare chiaro come saremo stati molto più sereni e coperti se avessimo avuto in rosa, come mi auspicavo, un terzo centravanti, anche giovane, che si fosse alternato tra primavera e prima squadra e se a centrocampo avessimo riportato a casa Frattesi uno che adesso servirebbe come il pane e che ora è protagonista assoluto ad Empoli.

    Quindi?
    Dal momento che Pastore è di cristallo e che l’emergenza a centrocampo durerà per almeno 10 partite, cioè fino al rientro di Pellegrini, non sarebbe sciocco puntare su uno svincolato che conosca bene il nostro campionato, anche perché il mercato inizia solo a gennaio.
    Se si sceglie bene si possono fare buoni affari.
    Lo svincolato Bertolacci contro di noi è stato il migliore in campo della Sampdoria ed ora sarebbe stata per noi una buona opzione oltre che un gradito ritorno.
    Rimane MONTOLIVO, giocatore prono ad infortuni ma tatticamente e qualitativamente ottimo: io lo prenderei.
    Per l’attacco invece potremo anche rimanere così visto che non si vedono grandi alternative in giro.
    Ma a gennaio uno come IBRAHIMOVIC potrebbe essere quello che potrebbe portare qualità, personalità e goal per raggiungere il 4 posto.

    1. a me preoccupano di più i limiti tattici che oltre il 4231 non ci sia nulla e il poco gioco visto fino ad oggi.

  24. @@@ un passo alla volta.
    Oggi siamo noi in difficoltà per via degli infortunati.
    Il campionato è lungo e non è detto che prima poi non tocchi anche ad altri.

    @@ avranno i nostri stessi problemi.

    @ l’unica cosa negativa e che i nostri sono di lunga durata.
    Superemo anche questo brutto momento.

    *** anche io sono consapevole dei punti persi contro squadre inferiori, spero solo che all’ultimo non siano decisivi e mi incazzo per genoa cagliari samp atalanta, come tutti.

    ** ma il mio motto è sempre lo stesso
    FORZA ROMA SEMPRE!
    FINO ALLA FINE

  25. Si cerca disperatamente di additare come al solito la proprietà americana e i suoi dirigenti per ogni situazione negativa. Gli arbitri sono arroganti e in malafede con la Roma? È colpa di pallotta che non si comporta come Lotito!
    Si rompono 10 giocatori? È colpa della palestra, dei campi, dei preparatori, dell’aria di montagna che non hanno respirato per colpa di pallotta!
    Gli svincolati poi? Petrachi è un incompetente perché non prende montolivo!

    In un momento difficile, per tutti questi aspetti, la cosa che riesce più facile fare, come al solito è puntare il dito ai dirigenti che sono incompetenti, al propietario che è fesso e disinteressato, ai giocatori che sono pippe, scarti o ex giocatori. Complimenti.

    Con ogni probabilità una Roma in difficoltà accerchiata da stampa, arbitri e tifosi, farà la solita fine di sempre. Possiamo parlare già dalla prossima stagione, del prossimo ds, del prossimo allenatore.

    1. Non posso che quotarti.
      Le critiche alla società in questo momento di difficoltà oltre ad essere ingiustificate sembrano oggettivamente fuori luogo visto che ai maltrattamenti cui siamo oggetto si aggiunge pure il fuoco amico.

      Approfitto per rispondere qui ad un tuo post precedente dove ti domandavi dove fossero finiti i detrattori di Mancini.
      Siccome mi sento chiamato in causa ti rispondo qui.
      Dal mio punto di vista l’acquisto di Mancini ha iniziato ad avere un senso una volta arrivato Smalling.
      Era ovvio che venduti Manolas e Marcano servissero almeno 2 centrali forti meglio 3.
      L’investimento più importante doveva essere fatto per un giocatore dello stesso livello del greco e Mancini non lo era, almeno non ancora, per quanto fosse già un buon difensore.
      Per fortuna il MU ci ha graziato prestandoci uno dei loro migliori difensori, altrimenti non avremo avuto le risorse per prendere un giocatore del livello di Manolas qual è appunto Smalling.
      Detto questo mantengo ancora qualche riserva sulle qualità di Mancini. Ritengo i 25 ml spesi eccessivi. Ad ora ha alternato buone prove ad altre meno. La prestazione contro la Samp è stata forse la migliore. Felice di ricredermi e fare mea culpa, se a fine stagione si sarà dimostrato all’altezza di fare il titolare della nostra difesa.

      1. Non ricordavo fossi tra i suoi detrattori, comunque a me fomenta già parecchio, per il suo agonismo oltre che la sua doti tecniche, io non ho già più dubbi su di lui. La testa diventa fondamentale a questi livelli e lui ce l’ha. Qualche errore lo commetterà sicuramente, serviranno ad accumulare esperienza, per me a prescindere che giochi con Fazio o smalling, manolas non è più un rimpianto.

    2. Disperatamente frankie noto che la società dopo la finale di champions ha distrutto tutto portandoci in una condizione di classifica di umore e di gioco quasi insopportabili. Come posso considerarmi soddisfatto di questa cosa?

      1. Non è questione di essere soddisfatti, è una questione di non buttare benzina sul fuoco. Sempre se si hanno a cuore le sorti della squadra, senza speculare su una situazione complicata, che probabilmente non è colpa di nessuno in società, almeno per quanto rigurada infortuni, stampa che ci deride h24 e “sviste” arbitrali. Speculare in un momento di difficoltà perché si ha antipatia verso pallotta o chi che sia. Professandosi romanisti.
        Il resto sono tesi populiste, “non c’è da essere soddifatti” ovvio, “dopo la semifinale di Champions siamo calati” altrettanto evidente, ma non sono giustificazioni valide a mio parere per unirsi alla mattanza in quanto tifosi della Roma.

      2. Io sono d’accordo sia con Frankie che con Alessandro, perché penso dipenda da cosa intendiamo esattamente con “buttare la benzina sul fuoco” e quanto questo sia diverso dall’esprimere dei pareri o fare lecitamente delle critiche. È vero che il tifoso della Roma sembra a volte avere momenti di sadismo nel modo in cui può arrivare a detestare alcuni giocatori o alcuni dirigenti, ma è altrettanto vero che sarebbe ingiusto inserire in questo calderone tutti i tifosi che fanno delle critiche a squadra e società, anche quando le critiche sono specifiche e motivate con chiarezza.

  26. Nel calcio moderno l’integrità fisica di base del giocatore è più importante delle qualità tecniche. Un giocatore fortissimo che corre poco o con una struttura muscolare o tendine a fragile serve meno di uno robusto e che corre tanto.

    Noi grazie alla politica degli ultimi tre anni di pallotta e baldini siamo costretti a prendere gente rotta o fragile o peggio ancora gente che gioca ai due all’ora tipo pastore o nzonzi o Schick.

    Per finire guardatevi into training su Roma tv e vedrete che questi passano metà giornata in palestra a rafforzare strutture muscolari inadeguate generando però così sovraccarichi pericolosi nei oeriodi di grande attività con tre partite a settimana.

    Tutto questo è figlio di una proprietà nebulosa che delega a manager e operatori sportivi sopravvalatutato la gestione di un business che Evidentemente gli interessa il giusto.

    1. Ciao Alessandro.
      Ho letto con interesse la tua disanima e devo dire che trovo peró alcune incongruenze.
      Giusta l’analisi sulle qualità atletiche dei giocatori: l’Atalanta ne è la dimostrazione.

      Non ho ben compreso però i riferimenti al mercato.
      Il ricorso a giocatori rotti (Rudiger) in quanto a prezzo di saldo, se vogliamo alla fine è stato anche premiato. Ma la Roma non mi sembra abbia seguito questa politica, cioè quella della Clinica di riabilitazione.
      Piuttosto si è puntato su giocatori poco utilizzati o scontenti nei rispettivi club, la maggior parte dei quali sono arrivati integri.
      E così sono arrivati i vari Dzeko, Fazio, Smalling, Spinazzola, Zappacosta, Kolarov, Pastore, Diawara, Santon, Mkhitaryan, NZonzi giusto per fare alcuni nomi.
      Quindi i soldi, e tanti, sono stati spesi, ma in più di un’occasione piuttosto male.
      Non sono stati premiati in genere gli acquisti onerosi di giocatori trentenni come Pastore e NZonzi.
      E sono state scelte errate perché i 55 ml spesi per i due potevano essere destinati ad obiettivi più giovani e con ingaggi più contenuti.
      Poco da dire sugli acquisti di giovani di prospettiva. Quelli sono indispensabili.
      Certo quello di Schick presentava rischi alti per via delle condizioni di salute del giocatore ed è stato un’errore visto che poteva garantirci in alternativa un vice Dzeko invece arruolabile ed affidabile.

      1. Vero, Down,
        aggiungo che paradossalmente la disfatta di Shick è avvenuta non per i temuti problemi fisici, ma per il mancato salto di qualità che si sperava facesse. In questo ha giocato in parte il carattere del ragazzo, arrivato già sparito dalla responsabilità fissate dal prezzo del suo cartellino (come si intuiva da alcune dichiarazioni) e, in parte, alla politica poco lungimirante di acquistare giocatori che si suppone siano forti al di là dei ruoli da coprire in squadra.

        La Roma, come noti anche tu, è caduta quando ha voluto fare degli acquisti “grandi”.

        Detto questo, la speranza della società era quella di far esplodere Shick per poter rivendere Dzeko. Possiamo quindi dire che la volontà di restare sempre con non più di un attaccante di valore sia una tendenza piuttosto marcata di qiesta società. Non ne comprendo le ragioni.

    2. Rispetto le vs opinioni ed è possibile che mi sbagli del tutto o in parte ma invece a me sembra che la Roma degli ultimi tre anni sia proprio un lazzaretto pieno di ex giocatori e stelle in prospettiva che invece stentano a dare il minimo sindacale. Schick si è fatto male quattro volte il primo anno e due il secondo ed è normale che nn potesse mai realmente far vedere alcunché perché era sempre in rehab. Under negli ultimi due anni nn ha quasi mai giocato pastore si è rotto almeno tre volte lo scorso anno Perotti idem e mi limito a questi perché la lista è lunga.

  27. @@@ la formazione scritta da Under, mi piace, ed è quella che schiererei io.

    @@ a patto che Zaniolo giochi alto a destra.
    È una forza della natura.
    Tigna.
    Salta l’uomo.
    Non tira indietro la gamba.
    Va su tutti i palloni.
    Buon tiro.

    @ personalmente lo vedo rendere di più in quella posizione.

    1. Anche secondo me AVE ora Zaniolo rende meglio esterno, magari più avanti in carriera potrebbe cambiare ruolo. Come trequartista dietro la punta deve giocare troppo spesso in posizione centrale rinculando nell’area di competenza dei mediani e questo ne limita la pericolosità in quanto la sua dote migliore è la progressione in velocità, dote che può sfruttare meglio quando sta in fascia.

  28. Ho visto la partita di Genova.
    Non ammettere che quella partita sia stata figlia degli eventi è malafede.
    Abbiamo giocato contro un’avversario che era ultimo in classifica ma valeva molto di più di quella posizione.
    Avversario rigenerato da un cambio di panchina evidentemente richiesto anche dai giocatori.
    Una squadra, la Samp, che ha badato solo a difendersi.
    E noi non eravamo nelle migliori condizioni.
    Schieravamo un centravanti di scorta che non è agli stessi livelli del titolare, infortunatosi poi presto e sostituito da un giocatore (Dzeko) che era a sua volta al 20% delle sue possibilità.
    Abbiamo giocato con un centrocampista (Cristante) menomato da un’infortunio patito in nazionale e che poi si è puntualmente rotto.
    Abbiamo giocato con un’ala sinistra (Florenzi) che da tempo fa il terzino e che ha contribuito zero alla fase offensiva.
    Mettiamoci pure la scarsa vena di Zaniolo e Kluivert ed ecco spiegata la sterilità offensiva.
    Perché poi fino alla trequarti la Roma c’era.
    Il pallino della gara è sempre stato il nostro e loro hanno solo giocato di rimessa.
    Insomma con un’attacco al 50% delle proprie possibilità (per dire tanto) era abbastanza prevedibile che la squadra stentasse.
    Per quelli che sono i valori della rosa per me la formazione tipo è la seguente:
    Dzeko
    Mkhytarian
    Pellegrini
    Zaniolo
    Veretout
    Diawara/Cristante
    Spinazzola
    Smalling
    Mancini
    Kolarov
    PauLopez

    Quante volte l’abbiamo vista in campo? MAI!!!!
    E ieri di questo ne mancavano praticamente 4 è quasi tutti in attacco.

    Proviamo a togliere:
    Lukaku-Sensi- Lautaro all’INTER
    Ronaldo-Higuain-Pjanic alla JUVE
    Milik- Mertens- F. Ruiz al NAPOLI
    Zapata-Gomez- Malinovski all’ATALANTA

    Sono sicuro che le relative squadre avrebbero chi più chi meno, seri problemi a buttarla dentro!

  29. È vero che in avanti abbiamo latitato parecchio, è anche vero che non vogliamo alibi, però le assenze di under, miki, Pellegrini, Perotti appena rientrato, dzeko senza testa, florenzi rientrato dall’influenza e kalinic rotto dopo un tempo sono sicuramente causa di questa sterilità offensiva. Inutile fare i severi oltremisura, perché una situazione di emergenza c’è a prescindere da chi o da cosa siano dovuti questi infortuni.
    Parlando di aspetti positivi, vorrei sentire chi criticava l’acquisto di Mancini, giocatore che dopo 7 partite pare avere un gran presente e un futuro ancora più grande.
    Vorrei anche capire chi critica pastore, dopo aver ascoltato fino alla nausea come Totti potesse giocare anche da fermo per la sua immensa classe. Pastore non avrà la classe di Totti, ma corre anche il triplo rispetto all’ultima versione del pupone. Ultima versione che mi ha fatto sorbire una marea di discorsi atti a giustificare il fatto che giocassimo in 10 + 1 fermo fino all’arrivo di spalletti, a cui sarò sempre grato di aver messo fine ad una psicosi di massa che sembrava inguaribile. Non ho nulla contro totti, ma ho sempre mal digerito i suoi fedelissimi tifosi. E non sempre essere tifosi di totti coincideva con l’essere tifosi della Roma, nei fatti. Ma è un discorso lungo che un giorno qualche sociologo analizzerà. Inutile dilungarsi. Il punto è che Pastore di classe ne ha da vendere, le critiche nei suoi confronti, ora che per la prima volta in due anni sta ritrovando la condizione sono del tutto gratuite, inutili, cattiverie inutili. Non sarà un fulmine di guerra, non lo è mai stato pastore, se ne avete mai apprezzato il giocatore dovreste saperlo, ma non si può dire che non corra, non serve stare allo stadio o a bordo campo per vederlo. Serve solo che metta minuti nelle gambe e che non si rompa, ed è un giocatore forte, utile, il resto so chiacchiere. Per me può consacrarsi al secondo anno come dzeko.

  30. Buongiorno ragazzi
    Trovo la considerazione di Alessandro Minciotti relativa al dazio/aspetto negativo della maggior parte dei giocatori in prestito, una delle più giuste lette sin qui e dal momento che non l’avevo mai letto, gli do il benvenuto 👋👏
    Per quanto riguarda il capitolo svincolati auspicato da ruga, inizialmente non mi trovavo d’accordo o meglio lo ero in linea teorica ma non pratica dal momento che data la situazione finanziaria (riscatti-monte ingaggi e opportunità a gennaio – Hsyaj su tutti) avrei preferito preservare i fondi, ma alla luce di questo infame, disarmante e sciagurato trend non posso che dargli ragione. Ho letto che Sanogo centrocampista ex Young boys, seguito nella passata sessione invernale si sarebbe svincolato causa controversia stipendi.
    Per finire francamente non capisco l’accanimento su Lory, oltre a ingiustificato, fuori luogo e gratuito lo trovo al quanto fastidioso dato ricorre quasi ciclicamente. Le considerazioni di Ave circa la possibilità di cambiare opinione sono a dir poco sconcertanti secondo il mio modesto avviso
    Nel bene e nel male forza magica sempre

    1. Grazie mille KNVB io penso che gli infortuni Siamo da ricollegare al fatto che prendi giocatori che hanno giocato poco o che si sono allenati poco e che provano a rilanciarsi ma che giocoforza pagano lo sforzo non alla prima partita ma dopo una serie di partite comunque sempre impegnative dal punto di vista fisico. Altro aspetto è che sei sempre costretto a spremere quelli che stanno così così come Cristante e te li giochi. Poi nelle fratture ai piedi o nei crociati ci sta la sfiga ma quello è un male comune a tutte le squadre. Anche gli altri hanno i loro infortuni ma noi siamo maestri nell’andarci a cercare i guai.

  31. Non voglio fare il saccente, però una domandina me la faccio: non sarà mica che tutti ‘sti infortuni (un record mondiale) siano dovuti alla errata preparazione estiva? Guarda caso sono due estati che restano a Roma anzichè andare in montagna e sono due campionati che si rompono a go-go…

    Dall’inizio della passata stagione, in cui si è registrata la cifra record di oltre 50 ko muscolari, sono ben 195 le indisponibilità dei giocatori della Roma per le 58 partite disputate sotto la guida di Di Francesco, Ranieri e Fonseca. Nelle 48 gare del 2018/19 tra lesioni muscolari, risentimenti e affaticamenti più o meno pesanti, eventi traumatici per le articolazioni, influenze e febbri sono state conteggiate 154 assenze totali. Quest’anno invece, in 10 match, si arriva già a 41, ma i lunghi stop di Kalinic, Cristante, Zappacosta e Pellegrini faranno lievitare notevolmente tale cifra.

    1. Ciao Alex, è indubbio che vi siano dei benefici figli dell’ossigenazione in alta quota – ad ogni modo tolta le stagioni che prendo in esame il trend non è che fosse così diverso malgrado non abbia numeri alla mano per sostenere questa considerazione

  32. O.T.

    comunicazione di servizio.
    Articolo nuovo.

    Pagelle Samp-Roma.

  33. @@@ caro Val,

    sto per scrvere una cosa che è una frecciata al cuore
    e che mi provoca crampi allo stomaco.

    @@ il discorso di ieri, degli attaccanti che puoi trovare
    senza spendere molto.

    @ “gli innominabili” ne hanno comprato uno a due soldi
    e vede la porta.

    +++ venduto dallo stesso ds, che ci ha fatto spendere 42 ml
    per un fantasma.

    ++ credo che con DZeko avrebbe formato una bella coppia.

    + ecco perchè dico che bisogna avere fiuto nello scovarli
    e cogliere al volo le occasioni.

    @@@ qui ho l’impressione che la gente pensi che più un calciatore costi,
    più sia forte.

    @@ per me non è così.

    Un saluto 👋

    1. Sono d’accordo con te. La Roma americana-al di là del fatto che poi li vendesse- ha scovato bravi difensori, bravi centrocampisti, bravi portieri. Attaccanti no. Se facciamo l’elenco degli attaccanti che vedono la porta acquistati in questi anni dalle varie squadre, non solo da quelle con più disponibilità finanziare, credo che l’elenco sia abbastanza nutrito, ed è strano il fatto che la Roma non ne abbia mai intercettato nemmeno uno. (Ricordo che considero Dzeko non far parte di questo elenco in quanto già ampiamente affermato e acquistato grazie a u a congiunzione astrale favorevole).
      Un abbraccio

      1. Ma anche i gregari attaccanti di provincia andrebbero bene malgrado si dice che a Roma non reggerebbero le pressioni o discorsi gratuiti e senza fondamenta del genere. In panchina al posto di Kalinic che mi pare costi 5m tra prestito oneroso e stipendio avrei portato tutta la vita Cornelius, Petagna o Calicedo. Senza contare che c’era Balo svincolato e che Muriel che aveva appena finito di fare fuoco e fiamme con la Samp veniva 18

    2. Mi trovo in completa sintonia con ciò che scrivi.
      Lo scugnizzo formellese fu pagato una decina di milioni e segna a raffica.
      Noi ne abbiamo sperperati 20 volte tanto per ritrovarci in questa situazione e non riuscire a fare un gol alla Sampdoria derelitta.
      Incassandone 3 dal Genoa penultimo.

  34. la butto così xridere e nn piagne: e fu così ke la extraordinaire società americanitaliota tirerà fuori dal cilindro, lui… mortolivo!!

  35. @@@ comunque non scherziamo.

    Dire che Pastore potrebbe giocare alla Pirlo e diventare un regista della sua portata, è un insulto al calcio.

    Ma lo avete mai visto dal vivo?
    Come stava in campo?
    Anzi in qualsiasi zona del campo.

    La tv da un’immagine distorta delle partite.
    Fa vedere solo dove si sviluppa l’azione, i tempi sono diversi e non inquadra esattamente quello che fa un giocatore.

    Pirlo ha fatto delle stagioni esaltanti.

    p.s. doveva venire da noi, ma dichiarò che non sapeva con chi parlare.

    Scelse altri lidi.

    1. Tu fai l’errore di giudicare complessivamente le caratteristiche di giocatore basandoti soltanto sull’ultima stagione, se si guarda a quello che pastore ha fatto vedere in passato il paragone con pirlo a livello tecnico ci sta, poi sul fatto che sono anni che non è più un giocatore di calcio degno di questo nome siamo d’accordo ma questo non può fare di lui una pippa assoluta, le sue doti tecniche non si possono rinnegare. Vogliamo dire che è una pippa? Diciamolo, ma allora pure Totti a 40 anni che non si muoveva lo era.

      1. @@@ no, non ho detto che sia una pippa,
        solamente che non lo vedo accostato a Pirlo.

        Poi magari il tempo smentira’ questa mia idea.

        Pronto al mea culpa.
        Come sempre.

  36. Da qui a gennaio in attesa del formidabile mercato di riparazione dove avremo da spendere 8 euro possiamo contare sui seguenti centrocampisti

    Veretout pastore riccardi Zaniolo Florenzi, possiamo anche adattare fazio in cabina di regia e il mi nonno in mutandine all’occorrenza.

    E nn giocheremo sempre con squadre meno forti di noi anzi arriveranno tour de force considerevoli x quantità di partite e qualità degli avversari.

    Speriamo che gli altri continuino ad andare piano come noi e che l’Atalanta rallenti sennò quest’anno è ancora più dura dello scorso.

    I mercati fatti a prestiti hanno questo inconveniente che prendi gente nn allenata da mesi o che nn gioca da un pezzo o che è rotta da sempre tipo kalinic (un calcio e si è rotto)

    Certo nn siamo ai livelli di monchi che è riuscito a pagare 42 mio per Schlick scartato alle visite dalla juve e 30 mio per pastore che era due anni che faceva le foto ai turisti sulla torre eiffel

  37. Non ho capito perché non prova riccardi come regista. Tanto non lo abbiamo in squadra, provasse lui

    1. ..adesso sarà costretto a farlo giocare, forse pure alla proxima.

  38. è un mese ke scrivo di prendere uno svincolato!!! e adesso ne servono pure 2!!
    ma se lo prendevi alla pausa-nazionali era già bello pronto x giocare e invece?
    io ripeto la solfa: cme sempre (in tutto qllo ke fa..) la società ha valutato superficialmente il momento delicato e il problema infortuni e ora sno c**** amari.
    petraki dovrebbe spolverare gli scarpini xkè cè bisogno di lui, ma in campo…

  39. no vabbè cristante e kalinic fuori dai 2 ai 3 mesi…nn ho parole, è ovvio che c’è un problema negli allenamenti, nelle attrezzature, nei campi……su è ovvio che devono rivedere tutto e nel breve. ripeo se fossi un giocatore della roma oltre a preocuparmi denuncerei il datore di lavoro perchè nn rispetta le regole sulla sicurezza

  40. A parte gli infortuni, e la scusante sulla condizione fisica di certi giocatori, ieri zero occasioni create e diciamo che la Sampdoria non ha dovuto neanche fare più di tanto per strappare il pareggio.
    Squadra senza idee e gioco… peccato aver perso in cosi poche partite tutti questi punti.
    Con un calendario facile come il nostro avremmo dovuto avere almento 6 punti in più.

  41. Si parla di Roma deludente…questa è la lista degli infortunati o degenti: diawara, cristante, pellegrini, mkhitaryan, under, Perotti, kalinic e dzeko con la maschera.

    Secondo voi Fonseca o un X allenatore potrebbe fare di più? Il suo gioco si basa sulla qualità dei singoli ma se ti viene a mancare queste sono le conseguenze.

    Mi dispiace ma non posso criticare questa Roma.

    1. Aggiungo Zappacosta.

  42. La Roma ha il record di infortuni e di pareggi. Ma non dovevavamo vedere lo Zeman2 quest’anno? Invece, tanta noia, lentezza e poca incisivita’. Con un po’ piu’ di coraggio e verticalizzaioni, oggi ne avremmo perse due di piu’ e vinte due di piu’. Avremmo piu’ punti in classifica. A che serve tenere palla per lunghi tratti senza combinare niente?

  43. Per quanto riguarda le polemiche sugli sbiaditi, mi limito a dire che forse uno dei due rigori c’era, ma di sicuro NON tutti e due.
    Detto questo, mi torna in mente che qualche tempo fa i “tifosi” sbiaditi accusavano la Roma di ricevere favori arbitrali arrivando a scrivere “Rigoria”(senza la T)… chissà cosa dicono adesso quei lerci topi di fogna.

    Sul braccio di De Ligt sorvolo, tanto ormai è inutile, una battaglia persa in partenza. Calciopoli è stata solo un episodio isolato, un momento di cronaca italica che non è servito a nulla. E la Var, utilizzata così male, è soltanto una presa in giro da parte di un sistema marcio fino al midollo.

    Ricordo che Biscardi fece una battaglia lunga 30 anni per avere la moviola in campo… ma si “dimenticava” che la moviola non serve a nulla se poi a decidere sono sempre i soliti corrotti e collusi.

  44. Che dire? Premesso che la situazione infortuni è da record mondiale (non credo ci sia altra squadra di calcio al mondo che perde due pezzi ogni partita), per tutto quanto il resto il giudizio ad oggi è totalmente negativo e fallimentare.
    Non vinci contro l’ultima in classifica, ti fai scavalcare dal Cagliari, non segni, non vinci più, gioco e idee zero… cosa altro aggiungere?
    Giocatori nervosi, ammonizioni a iosa, ieri addirittura un’espulsione (sarebbe da mettere in castigo per 3 mesi per aver lasciato in estrema difficoltà una squadra che già ha gli uomini contatissimi).
    Finora abbiamo affrontato squadre di medio bassa classifica, cosa accadrà d’ora in poi contro quelle forti?

    Io sostengo da tempo che il momento di Pallotta e& C. sia finito e che se ne debbano andare, lasciando spazio a qualcuno che almeno abbia un progetto sportivo e societario valido, lungimirante.
    Altrimenti la questione stadio sarà soltanto l’ennesima presa in giro per noi tifosi, che ormai ne abbiamo sentite troppe.

  45. Il problema e’ sempre lo stesso dell anno scorso. L attacco.. Gli esterni ieri inesistenti. Florenzi zero.. Klujvert due!! Come puoi pretendere schemi offensivi se gli esterni non sfregano palla. Comunque tatticamente va bene cosi… Se il momento non ti gira almeno non prenderle….

    1. Gambero ma non fano un tiro in porta… significa che manca gioco. Al di là dei reparti.
      Comunque la zona dove siamo più in affanno è senz’altro il centrocampo. Abbiamo giocatori mediocri che non sono capaci di fare gioco. Veretout ci prova ma si vede che non è un regista vero

    2. ma pure + indietro andrei.. è da qndo è partito salah ke in attacco abbiamo cominciato a fare sempre + skifo. d’altronde se nn sostituisci i giocatori in modo adeaguato e prendi mezze pippe sotto porta, qsti sno i risultati…

  46. Sicuri che i giocatori della roma si allenano? perche trovo abbastanza strano che appena allungano un po si rompono, addirittura sulle scale per entrare allo stadio.

    C’è qualcosa di strano ragazzi, non possono essere solo i campi… c’è anche da dire che però, corrono i giocatori, ma si rompono con una facilità disarmante.

  47. Oggi, complice l’infortunio di Cristante si è vista in mediana la coppia Veretout – Pastore, che da tempo auspicavo Fonseca prima o poi provasse a centrocampo.
    L’esperimento è parzialmente riuscito visto che gli altri interpreti del centrocampo oggi latitavano.
    Pastore non ha più il dinamismo dei tempi di Palermo ma non è lento, anzi.
    Difetta in forza, nei contrasti, nell’1 contro 1 ma la visione di gioco è di gran lunga superiore a quella dei compagni di reparto e con un cagnaccio come Veretout a coprirgli le spalle può ancora essere una soluzione valida a centrocampo.
    Per il resto gara difficile come prevedibile e l’emergenza infortuni ha messo a nudo in maniera chiara le lacune della rosa non sanate dal mercato estivo.
    Centrocampo con soli 6 elementi che andava completato da un’altro tuttocampista come Frattesi.
    E invece di prendere Spinazzola a 29 ml, potevamo con 27 ml assicurarci Kean.
    Due operazioni che potevano regalarci ben
    altre prospettive.

    1. Down buonasera!! cominci bene ma finisci nelle tue catene mentali e mi spiego meglio: Su pastore concordo in pieno, ma io non reputo pastore, tecnicamente e calcisticamente superiore a quelli oggi in campo dei nostri, ma uno degli ultimi capostipiti di un calcio tecnico che non c’è piu ahime.

      Detto ciò, parlare di kean come se fosse un fenomeno e addirittura dire “Due operazioni che potevano regalarci ben altre prospettive”, mi sembra al quanto esagerato tanto piu vedendo che in inghilterra non sta strusciando palla e che si riparla di un ritorno in italia.

      è un talento, ma sarebbe stato inutile alla causa.

      Spinazzola non sta brillando, ma sta facendo il suo in una squadra che forse gioca il peggior calcio in italia non perche si è scarsi, ma perche mancano i protagonisti alla roma poiche tutti rotti.

      Metti spinazzola nella roma senza infortuni, cion pellegrini, mkhitaryanm under, perotti e poi vediamo se non riesce a performare; ci siam dimenticati che gioca in un ruolo non suo, cioè a destra e non a sinistra e per un terzino fa tutta la differenza del mondo, come per un esterno di attacco.

      1. Il discorso Spinazzola è semplice.
        Non ce l’ho col giocatore che sinora è stato anzi uno dei più positivi, ma con l’operazione in se stessa.
        Si era a giugno. La Juve era alla disperata ricerca di vendere i propri giocatori, alcuni dei quali dallo stipendio bello pesante.
        Juve e Roma fecero plusvalenze per superare il FPF (operazione che io non avrei fatto).
        Così facendo mise le mani su Pellegrini, giocatore che seguiva da tempo.
        Tra tutti i giocatori della rosa juventina considerati in esubero (Matuidi, Khedira, Perin, Dybala, Higuain, Mandzukic, Demiral, Rugani, Spinazzola, Kean) Petrachi scelse Spinazzola.
        Per me Spinazzola sarebbe stata l’ultima scelta o quasi.

      2. Aggiungo, prendendo Kean (ceduto poi per 27 ml) invece di Spinazzola (29 ml), avremmo preso un giocatore col quale fare poi plusvalenza. Spinazzola a 29 ml è una minusvalenza certa.

  48. QUANTI GIOCATORI “LENTI” da trequartisti sono diventati registi? pirlo? per ultimo paredes? riquelme? de rossi?

    Perche non può succede con pastore? Il porblema di pastore è sempre stata la debolezza fisica nei contrasti nella fase avanzata del campo dove eri a contatto con i mastini avversari, quelli ti mordono le gambe, giocando invece davanti alla difesa può garantire la sua tecnica e visione di gioco sublime, proprio come ha fatto oggi.

    Come ho detto sotto secondo me abbiamo trovato il regista che ci serve.

    1. @@@ i registi veri sono i Monicelli, Leone, Fellini etc etc

      Pastore lasciamolo al suo destino.

      p.s. per uno poi che lo scorso anno sosteneva che la Roma
      non avevesse bisogno di un regista,
      mentre io sostenevo il contrario,
      è il massimo.

      @@ comunque il non essere coerenti con le proprie idee
      fino all’ultimo,
      è un pregio non un difetto.

      1. Non capisco a cosa ti riferisci… Partendo dal presupposto che solo gli stupidi non cambiano idea, io ho sempre confermato e sostenuto che la roma avesse bisogno di un regista puro, tanto piu che io impazzivo per paredes che lo volevo a roma al posto di ddr, quindi non mi ritrovo in quello che sostieni.

        Io voglio anche ricordare, cosi per gioco, che le caratteristiche di pastore sono le medesime di pirlo ( fare attenzione ): tecnicamente sublimi, grandi piedi e grande visione di gioco, ma fisicamente deboli e quasi nulli in fase difensiva.

        Pastore ha sempre sbagliato nel considerarsi un trequartista, ma che avrebbe fatto molta piu strada da regista.

        La sua tecnica puo esser eun fattore importante.

      2. Pirlo e pastore sono categorie differenti di giocatori. E comunque pirlo non era così nullo in fase difensiva come sostieni

      3. @@@ menzogna!!!
        Sostenevi che la Roma non avesse bisogno di un regista.

        @@ poi guarda che il cambiare idea, quando uno si accorge che è sbagliata e non affossare con lei, è sintomo di intelligenza.

        @ mi riferivo a questo.

  49. La situazione è molto semplice, SEMPLICISSIMA: pellegrini, under, mkhitaryan, perotti… 4 giocatori che lavorano la palla e che sanno fare sia goal che assist. Togli questi alla roma e vedrai difficoltà a creare vere occasioni da rete.

    Il gioco di fonseca si basa ESCLUSIVAMENTE sullo sfruttare le doti tecniche dei suoi giocatori.

    Non è un caso che oggi pastore è entrato come mediano/regista ( guarda te che abbiamo trovato il tanto agognato regista ) e si è vista la differenza tecnica rispetto a tutti gli altri.

    Florenzi, kluivert e zaniolo non sono giocatori che ti creano gioco, anzi… a centrocampo avevi cristante e vertout, ergo è LOGICO AL 100% che produrre azioni da goal diventa difficile. L’apalissiana.

    Se tu sulla 3/4 hai mkhitaryan, pellegrini e under/zaniolo LOGICO che crei il gioco di fonseca trova una sua quadratura, addirittura potrebbe migliorare con un regista tecnico davanti alla difesa.

    NON CI RESTA ALTRO CHE ASPETTARE GLI INFORTUNATI perche con questi uomini fonseca e il suo gioco è limitato e non mi sento di dargli responsabilità si tal argomento.

    MA RIMANGO FELICE DI UNA COSA: finalmente abbiamo trovato una coppia di difesa solida e forte. Mancini sta maturando tantissimo vicino a smalling che sta dimostrando di essere anche migliore di manolas.

    PS: ma questi giocatori come is allenano? ma soprattutto, si allenano? perche non è possibile che dopo mezzora di gioco ti rompi.

  50. @@@ gran gol di Nainggolan oggi.
    Ha fatto vedere come si tira da fuori area.

    @@ A volte sono soluzioni che possono risolverti
    la partita.

    @ Ci ha provato Florenzi
    stanno ancora cerando il pallone…
    a Genova si chiedono dove sarà finito…

    +++ giorni fa Bruno Conti ha detto che non ci si allena
    più sui cross.

    ++ Finiti gli allenamenti, lui ed altri preposti a tal scopo,
    si fermavano a Trigoria e si esercitavano per le teste
    di Pruzzo e Graziani.

    + Vedendo la Roma degli ultimi anni, è impossibile
    non essere d’accordo con lui.
    Su 10 ne riesce 1.

    @@@ E’ ora che si rimetta tutta scarpette e faccia vedere
    come adoperava il sinistro.

    @@ Gli attaccanti, sapevano già dove sarebbe finito il pallone.

    @ Niente palloni sulle rive del Tevere o a Ponte Milvio…

    1. Ciao Ave,
      mi riallaccio in parte a quanto dici per mettere in luce un aspetto: al di là del livello di gioco mostrato in questi anni e al di là degli infortuni, la Roma ha da diversi anni un problema cronico nell’acquisto degli attaccanti. Aver individuato un solo attaccante di livello(Dzeko) nel giro di molti anni è una pecca grave. Un attaccante con l’istinto di buttarla dentro non deve essere necessariamente un top player. Quanti attaccanti di livello ha avuto il Napoli più o meno nello stesso periodo? Cavani, Higuain, ecc.
      Un attaccante vero – non necessariamente un campione- non ti risolve tutti i problemi, ma ti fa portare a casa alcune partite. Portiere che para, attaccante che segna: non per essere riduttivo, ma abbiamo trovato una semifinale Champions anche e soprattutto grazie a questi elementi.

      Senza contare che, se hai un ottimo fiuto nel trovare gli attaccanti, la tattica del vendo-per-comprare riesce meglio: i centravanti sono spesso i giocatori che si adattano prima a una nuova squadra, sono quelli che vendi di solito al prezzo più alto, e questo particolare ti permette di mantenere l’ossatura della squadra intatta per diversi anni.

      Se aspettiamo di vincere una partita quando tutti fanno un gioco perfetto…difficile Andare lontano.

      1. @@@ Ciao Val,

        in questi anni ho sempre sostenuto e scritto che alla Roma
        sia mancato il “killer” d’area di rigore.

        Quello che magari non tocca un pallone in tutta la partita,
        ma alla prima occasione, prende, la butta dentro e ti fa vincere
        la gara.

        @@ difficile trovarli? Non ce ne sono più?
        Non lo so.
        Bisogna avere fiuto come dici tu nel trovarli?
        Allora secondo me, bisogna prima trovare
        uno che abbia fiuto.

        @ l’ultimo grande che io ricordi, è stato Batistuta.
        Arrivato con un grande sforzo economico
        e purtroppo a fine carriera.

        +++ una “bestia” dentro l’area,
        sapeva fare tutto.
        Con lui vincemmo lo scudetto.

        @@@ portieri
        se ne sono avvicendati tanti

        ma mai contemporaneamente la Roma ha avuto
        due numeri uno del calibro di
        Alisson e Szczesny,
        persi purtroppo entrambi.

        @@ è vero che non tutti i giocatori possono fare la partita perfetta,
        ma se su undici, otto giocano bene la vinci.

        @ alla Roma accade il contrario.

        Un saluto 👋

      2. Ciao Ave,
        hai ragione, ma Batistuta era un campione a tutti gli effetti!
        A noi non serve una bestia che sappia fare tutto o un killer, perché oggi quella bestia la paghi delle cifre per noi difficilmente sostenibili. E quando abbiamo fatto la voce grossa per fare acquisti del genere (Iturbe, Shick) ci siamo scavati la fossa da soli, purtroppo.

        Io mi riferisco semplicemente ad attaccanti che segnino. Non tre goal a partita; non in tutte le partite; non da tutte le posizioni. Semplicemente attaccanti che, tendenzialmente, segnino. Quello che ci manca da molto è il fiuto per trovarli.

        Non vorrei sbagliare le cifre, ma Ciro Immobile è costato alla Lazio meno di 10 milioni. Mertens è andato al Napoli per 9. Icardi è costato circa 13. Dybala è andato al Palermo più o meno per la stessa cifra.

        Sabatini aveva un ottimo fiuto, e lo dimostrano i molti acquisti che hanno rafforzato la la squadra. Ha anche comprato uno dei portieri più forti del mondo quando tutta la tifoseria diceva che non era abbastanza bravo per essere titolare a Roma. Ma per gli attaccanti le cose sono andate in modo diverso e, purtroppo per noi, da troppo tempo.

        Tu dici che se otto giocatori giocano bene la partita la vinci, e può darsi che tu abbia totalmente ragione, ma io temo che non si tratti solo del gioco. Ricordo che addirittura durante il periodo peggiore di Garcia la Roma creava delle buone occasioni. Il problema era che nessuno segnava. “Ma se quello sbaglia a tu per tu con il portiere, l’allenatore cosa deve fare?”: questa era una domanda che serpeggiava a volte tra i tifosi.
        L’attaccante che sia garanzia di una media goal discreta è qualcosa di cui siamo orrendamente manchevoli. Possibile che dall’acquisto di Dzeko (che era un giocatore già affermato all’epoca) non siamo riusciti a scovarne nemmeno uno?

  51. Il fallo di mano di bonazzoli credo, e’ la stessa ostruzione in ripartenza di klujvert. Gli arbitri sono attentissimi . la roma mi sembra pesante… Mancini e Smolling i migliori. F.M.R.

    1. Clamoroso, che dire….. facile che dopo accanirsi in maniera imbarazzante quanto paradossale su Mancini e Zaniolo la terna arbitrale abbia deciso di mischiare un po’ le carte, per stare a passo coi tempi in questo mondo dinamico. Ormai inizia ad essere fine a se stesso segnarsi questi avvenimenti, dato che ogni giornata se ne presenta uno nuovo – spero che la sud riporti in auge quel coretto sull’arbitro, per quanto rozzo è liberatorio

  52. @@@ brutta partita
    brutta Roma.

    @@@ infortuni a parte, sembra che oramai giocare
    con lo sterile possesso palla,
    fatto di inutili passaggi in orizzontale
    che non portano a nulla,
    sia entrato nel nostro dna.

    @@ cambiano allenatori, giocatori,
    non la musica.

  53. Ennesimo pareggio zero gioco mille infortuni a partita la cura del sor pallotta e del sor Baldini comincia a fare effetto. Chissà se in 11 contati riusciremo a fare tre partite a settimana per un mese. Aspettiamo fiduciosi l’intervento di baldissioni/lorysan con le sue leggendarie maiuscole con cui difende la società e invoca l’esonero di Fonseca.

  54. Squadra mediocre che non riesce a vincere neanche con una squadra che c’ha un piede in serie B. Veramente poca cosa Altroché quarto posto Se tutto va bene Speriamo di arrivare in Europa League. Serve qualità in mezzo al campo servono giocatori esterni che sappiano sistematicamente saltare l’uomo e poi mi diceva Spinazzola la scuola calcio l’ha fatta non riesce a fare un cross. Mi dispiace dirlo ma se devi costruire molto meglio Florenzi che diventato un po’ un pesce fuor d’acqua oltre il centrocampo. Abbia avviso bene Mancini e bene smalling. Però quello mi spiegasse perché quando facciamo farlo noi anche cartellino giallo Mentre gli altri no pure oggi ho visto almeno 4 divisori non discutibili ma sicuramente sbagliate contro di noi.
    E poi I telecronisti di Sky ragazze ma ci prendono in giro? Vabbè che la partita sullo 00 e senza emozioni Ma si galvanizzando per degli interventi normali Si esaltano per banali chiusure, lo stesso Adani che uno di quelli che apprezzo un po’ di più ha avuto certe uscite con un trasporto da finale di Champions. Sono molto deluso

  55. Sembra la Roma di Garcia senza Totti e Gervinho.
    Forse non si e’ ancora compreso che questo e’ un campionato a 3 punti, i pareggi non servono

  56. La manovra è troppo lenta. Non riusciamo a tirare in porta neanche contro una quadra che ha preso 16 gol in 7 partite. Unica nota Positiva i due centrali di difesa

  57. Prima che l’azione della Roma riparte si fa notte. Certe cose sono da Partita del Cuore.

  58. I giocatori della Roma ormai non fanno piu’ degli scatti o del pressing per paura di farsi male. Situazione ridicola!

  59. Telecronaca su Sky di Trevisani e Adani vergognosa

  60. Buongiorno a tutti
    con il var a disposizione certe decisioni fanno indignare ancora di più,
    L’assegnazione del primo rigore di Immobile viene ritenuta corretta,quindi tutti i calciatori ora sono legittimati a buttarsi appena sentono di venire sfiorati …..
    Poi voglio vedere se un rigore del genere lo fischiano contro la Juventus ….
    Detto questo spero vivamente che nessun giocatore della Roma si comporti come Immobile

  61. Ormai quella dei falli di mano in area è diventata una comica, con i difensori che non sanno più dove mettere le braccia.
    Vedere i difensori difendere in area o correre con le braccia dietro il corpo “alla Napoleone” per evitare tocchi con gli arti superiori è diventato uno spettacolo raccapricciante.
    La regola è folle, io tornerei alla volontarietà.
    Ancor più disgustoso se poi il fallo viene fischiato ad squadram.
    Se ti chiami Juve quello di DeLigt non è fallo se ti chiami Roma quello di Mancini è fallo.
    Eppure la dinamica è la stessa.
    Entrambi i giocatori in movimento verso la palla, entrambi vengono sorpresi da un mancato intervento, De Ligt perché manca l’intervento ciccando il pallone col sinistro e la palla va a sbattere NETTAMENTE sul braccio largo, Mancini perché ingannato dal mancato intervento di Smalling che cicca la palla non fa in tempo a portare il braccio dietro il corpo “alla Napoleone” con la palla che rimbalza FORSE tra torace e braccio.
    In tutta questa sospetta discrezionalità una sola granitica certezza: per la Gazzetta il fallo di Mancini c’è mentre quello di DeLigt no (la stessa Gazzetta per la quale ci sono i due rigori per la Lazio 😳).

    Siccome 1 + 1 = 2
    Quali squadre vengono avvantaggiate se la Roma perde punti e se l’Atalanta non va in fuga?
    Quali sono le squadre di riferimento della Gazzetta?

  62. @@@ non ho visto la partita,
    non guardo mai gli sbiaditi, tranne in alcune circostanze.

    Ho sentito dei pareri ed opinioni.

    Lotito comanda in lega
    in federazione
    di conseguenza l’aia.

    Sarà un caso…
    del nostro non si hanno tracce…
    Si occupa di marketing.

    Non gli è mai interessato entrare nel
    mondo politico del calcio
    (non so se sia mai andato in lega o in federazione)
    e fare la voce grossa quando era il momento di farlo.

    Ha sempre delegato.

    Poi ci accorgiamo (e lamentiamo) di rigori dati, non dati, torti subiti.

    Non è un piangrsi addosso,
    è una considerazione personale.

    Lascio fuori la squadra, perchè qui non si
    parla di calcio giocato…

    Anzi sì, ma non su un tappeto d’erba.

    FRS

    1. Quindi se ho capito bene il nostro presidente sarebbe dovuto entrare nel mondo del calcio per poter sperare in dei favori.

      1. @@@ no non intendevo questo.
        Non ho mai chiesto favori per la mia squadra.

        Ma la presenza costante di un presidente è importante.
        Viola e Sensi lo facevano, ma non è bastato.

        Figuriamoci per uno sempre assente.

    2. È una scelta AVE.
      Anche a me piacerebbe maggiormente un Pallotta più presente ma comunque la Roma è sempre rappresentata ed è quello che conta.
      E se il sistema fosse marcio, onestamente preferirei che la mia società ne stesse fuori e non si siedesse a tavola con certi personaggi.

      1. @@@ non lo voglio neanche io under.

        Conoscendomi da anni, mi sorprende che pensi
        che io voglia la Roma coinvolta nel marciume.

        Forse hai dimenticato o non letto quello che scrivevo.

        @@@ o forse mi sono espresso male io
        o sono stato frainteso.

        @@ resta il fatto che ritengo fondamentale la presenza
        del presidente.
        Anche per quello che riguarda lo spogliatoio
        e la società nel suo complesso.

        @ ogni tanto un’alzata di voce non fa male.

      2. Ho frainteso, scusa.
        Pensavo volessi un Pallotta che lavorasse in Federazione “alla Lotito”.

  63. Rocchi colpisce ancora!
    Il miglior (??????) arbitro italiano protagonista all’Olimpico grazie alle performance del prode Ciro versione stunt-man.
    Due rigori inesistenti resuscitano la Lazio.
    Mi chiedo come in epoca VAR delle decisioni palesemente sbagliate non possano essere corrette da chi usufruisce di immagini e replay.
    Eppure la tecnologia avrebbe dovuto correggere proprio questo tipo di errori.
    Probabilmente in entrambi i casi il contatto c’è, ma chi ha giocato a calcio sa bene che nel primo episodio la caduta non è figlia del contatto ma di un carpiato, nel secondo caso è il laziale che cerca il contatto.
    Se questa è la VAR allora io dico che se ne può fare anche a meno.

    1. il primo rigore ci puo’ stare, il secondo é assurdo poiché sembra che Immobile faccia fallo

      1. Nessuno dei 2 Peter.
        Nel primo Immobile cade non per il contatto (minimo) ricevuto che se significativo avrebbe dovuto avere come diretta conseguenza l’immediata caduta a terra, ma solo dopo una frazione di secondo, l’intervallo di tempo necessario per formulare il ragionamento “Palomino mi ha toccato il piede, quindi adesso mi tuffo in area per ricevere il rigore”.
        Nel secondo caso come anche tu scrivi è il laziale a cercare le gambe dell’avversario, e quindi a fare fallo (DeRoon vola per aria come una bici alla quale uno abbia piantato un bastone tra i raggi della ruota).

  64. ma poi.. ha senso parlare di totti ke manco è + in società e oggi vive da semplice cittadino romano? boh.

  65. L’ agire di Totti è sicuramente frutto della somma dei “consigli” che gli prevengono dalle persone e lui vicino. Dal mio punto di vista è consigliato male, ma solo perché a me interessa solo la Roma, il calcio. La gestione dell’immagine viene in secondo piano. Dal punto di vista “tottiano”, dove il personaggio è sopra ogni cosa e deve continuare a rimanere sulla cresta dell’onda, si può dire che si muova piuttosto bene e questo è indubbio. Non perde visibilità, con strategie di marketing piuttosto apprezzabili dal punto di vista della gestione di un personaggio e la sua immagine, senza paura di spaziare anche al di fuori dello sport e della professionalità, di cui chi non si chiama Totti non può fare a meno. Pena, il dimenticatoio. Naturale che nel pubblicizzare un personaggio si possano anche creare una folta schiera di detrattori, i famosi haters che affollano il pubblico di ogni personaggio in vista.
    Tutto molto legittimo, ma capisco chi auspicasse ad un Totti che miri a rimanere un professionista del calcio, anche dopo aver appeso gli scarpini da gioco.
    Ha preferito la visibilità all’ anonimo lavoro a cui un ex giocatore va incontro per iniziare una carriera da dirigente o da allenatore. Non lo biasimo, ma io avrei preferito una scelta più lungimirante e ambiziosa, che gli avrebbe permesso di mettersi alla prova, e soprattutto non si fosse limitata alla gestione di pochi anni di visibilità post ritiro, ma alla formazione di una più duratura carriera da professionista di questo sport.

    1. Condivido la tua analisi, Frankie. Forse chi, come me, è critico nei confronti dell’ultimo Totti calciatore e del Totti post-campo, non è propriamente un hater, nel senso che non è un piacere criticare qualcuno per il quale si è provato, e in una certa misura ancora si prova, un certo affetto.

      Anche io ho l’impressione che Totti sia molto consigliato, a mio parere male. Non nel senso che tu non abbia ragione quando parli di marketing: intendo nel senso di ciò che Totti sembra desiderare: restare nel mondo del calcio e farlo ad alti livelli.

      Non posso sapere cosa succeda esattamente a Trigoria. Si è detto che la società abbia marginalizzato Totti per usarlo semplicemente come bella statuina, ma io credo anche che Francesco non sia totalmente privo di responsabilità rispetto alla situazione creatasi. Penso anche che questo sia il suo maggior difetto: non ascrivere a se stesso nessun tipo di errore o di mancanza in tutte le situazioni che lo riguardano.

      Io credo che Totti, con impegno, studio e umiltà, si sarebbe ripreso la Roma, perché la Roma è una società dall’assetto confuso, senza una leadership forte. Il tipo di società che a un certo punto si affida a chi c’è.
      Totti ha dimostrato di essere abbastanza confuso circa il proprio futuro e ha passato il primo periodo della sua seconda carriera sebza sapere davvero cosa fare. In parte questa fase continua anche adesso. Ma anche così la storia di un Totti marginalizzato e senza possibilità di movimento cozza con i meriti che gli vengono ascritti: scegliere Ranieri, intavolare una trattativa con Conte. Se così è, non possiamo dire che la società non lo abbia seguito in queste sue iniziative.
      Infine, se Totti è stato, come lui stesso mi pare abbia detto, sostanzialmente cacciato dalla Roma, credo sarebbe onesto dire che, per motivi che non conosciamo, chi voleva cacciarlo non era solo a Boston o a Londra. Le intercettazioni di qualche mese fa, dopo roboanti minacce, non hanno prodotto alcuna querela. Lo stesso Pallotta ha ammesso che in fondo si trattava di cose vere. E in quelle intercettazioni si leggeva di uno spogliatoio non proprio amico del Capitano.

      1. Si, hater era per semplificare un concetto. Una persona in vista che si vende come Totti ha persone che gli fanno baciare i figli tipo papa e gente a cui non sta simpatico. È fisiologico, nel mezzo ovviamente ci sono tante altre persone.

  66. Io ho la sensazione che se la partita di Genova sarà rinviata, come sembra molto probabile, il campionato della Roma finisce già ad ottobre.
    Ritrovarsi domenica sera all’ottavo o nono posto in classifica sarà, a livello psicologico, una batosta difficilmente rimediabile.
    Anche perchè, in questo nostro calcio assurdo e marcio, una partita rinviata non si gioca dopo 3 giorni ma dopo 3 mesi, se va bene.

    1. Se la squadra comincia a vedere la classifica sbaglia di grosso. Deve soffermarsi sul campo e puntare a migliorare ogni volta. Avere più tempo per rientrare dall’emergenza infortuni non può che farci bene, se non stiamo a guardare la classifica. Spero non facciano questo errore qualora venga rinviata la partita.

      P.s.
      Io spero si giochi, perché sono in astinenza da Roma.

  67. Ah rega scialla
    State a fa un dramma, specie il commento prima del mio, che francamente ha dell’assurdo poiché contesta il fatto che altri si siano soffermati sul fatto che abbia fatto degli errori ma conclude dicendo che gli ha fatti ma non sa da cosa furono mossi, sorvolando sui toni perché immagino abbia usato questo foro per impiegare una mole di energie che aveva da parte – e dato che di base apprezzo molto i suoi modi nonché considerazioni – di ciò (ipoteticamente parlando) sono contento!

    Comunque fatta questa considerazione, sono molto fiducioso: per me la Lazio pareggerà, il Sassuolo è un incognita e penso che De Zerbi possa aver sfruttato al meglio la pausa per prepare la partita mentre purtroppo penso che il Milan beneficherà del cambio allenatore.

  68. @@@ Ludovik75

    non devi meravigliarti delle cose che dicono di Totti su questo sito.

    Per anni i tanto “conclamati” romanisti!?!?

    hanno spalato merda e veleno verso Francesco.

    @@ smentire quello che affermo, è essere infami

    e codardi nascosti dietro una tastiera.

    @ il più forte giocatore che la Roma abbia mai avuto,
    trattato come una pezza da piedi.

    *** magari per poi esultare vedendogli fare gol impossibili
    (Genova su tutti)
    vedere San Siro alzarsi in piedi per lui.

    ** a Milano ce lo invidiavano (specialmente sponda Milan)
    e quel “piccolo uomo”, neanche ha avuto la sensibilità di concedergli
    5 minuti, per ricevere il giusto riconoscimento che si deve ad un
    FUORICLASSE!

    * i tuttologi sparlavano
    lui segnava oltre trecento gol con la stessa Maglia!

    Osannato e riconosciuto come fenomeno, anche
    “fuori dal Raccordo Anulare”…

    …ora tenetevi Pastore.

    p.s. la sua vita privata appartiene a lui
    e può farne ciò che vuole.

    Negli ultimi anni ha commesso degli errori
    dettati da non so che cosa.

    Da tifoso, l’ho criticato quando mi sono sentito di farlo.
    Non ho condiviso il suo modo di lasciare la Roma,
    ma mai dimenticando le EMOZIONI che mi ha fatto vivere.

    AVE FRANCESCO!

    Un saluto 👋

    FRS

    1. Ma… io non capisco la “merda” che si è sparata… totti non è mai stato trattato come pezza da piedi, anzi. Totti è empre stato trattato da dio a roma, non inventiamoci cose.

      Bisogna saper dividere il totti calciatore dal totti uomo sportivo.

      Totti per me non è un dio, mai lo è stato e mai lo sarà nessuno, ma come giocatore lo ho amato tantissimo, in quanto il suo modo di veder il calcio lo rpeferisco a qualsiasi altro.

      PS: state facendo un tragedia dove non c’è.

  69. Curioso di vedere Kalinic all’opera nel caso si giocasse.
    Superfluo aggiungere che se arrivasse in doppia cifra sarebbe un’innesto fondamentale.

    1. Secondo me faticherà ad arrivare ad una cifra sola

      1. A me basterebbe che riuscisse a sostituire Elsha nel numero di segnature.
        Peraltro il faraone visto in nazionale è sembrato una spanna superiore a tutti gli altri nostri attaccanti quanto a pericolosità.
        L’abbiamo veramente ceduto per due spicci.

      2. concordo, secondo me, non capendoci nulla di calcio, quando è stato messo in campo ha sempre fatto vedere qualcosa, anche quando ha sbagliato goal a tu per tu con il portiere. Bravo a fraseggiare con i compagni, deve solo trovare fiducia o anzi ritrovarla.

  70. Ludo si può criticare totti anche SENZA essere un suo detrattore, perche non sto criticando un essere divino, ma un essere umano che nel giocare a calcio era un fenomeno ma che da UOMO mi ha deluso non poco.

    Avere un idolo non vuol dire essere ciechi di fronte ad esso, ma riconoscerlo nel bene e nel male.

    Io non accetterò MAI quella conferenza stampa che mise la roma e i giocatori della roma sotto i riflettori di un ambiente che non vedeva e vede tutt’oggi l’ora di sputare merda sulla roma e lui ne è stato assoluto protagonista in questo. Ha nutrito per anni questa città sia cibo buono ma anche di cibo avariato.

    Su spalletti tutt’oggi continuo a pensarla come la pensavo anni fa, ENTRAMBI HANNO ANTEPOSTO LA ROMA PER I LORO AFFARI PERSONALI.

    Ludo io non parlo con pregiudizio ( potrei accusarti di fare lo stesso, ma non lo faccio in quanto riconosco la tua stima infinita verso totti ) ma con i fatti in mano. Non dico che uno piu uno fa tre, ma che fa due.

    è un po come dire che tu sei d’accordo che a roma ci sono le montagne e io non lo sono; no, sono cose concrete, fattuali, cronaca.

    Se totti voleva LA ROMA e provare a scalare le gerarchie in maniera umile stava ancora alla roma, ma la voglia di “cazzeggiare” ha prevalso, anche incoraggiato dalla moglie che lo ha sempre spinto ad essere sopra a tutto, insieme, purtroppo a molti di noi.

    PS: io non ricordo un giocare ( qualsiasi ) che per 20 e pass’anni ha mangiato dalla roma, dove gli americani lo hanno ricoperto di oro, di tempo, di concessioni ( di tutto ) poi voltare le spalle e comprotarsi cosi. Ripeto ludo, io scindo il totti calciatore da totti uomo: Calciatore FENOMENO, uomo ( sfera sportiva e non personale in quanto non lo conosco ) sportivo insufficiente.

  71. @@@ Ludovik

    Caro Ludovik sono spesso i grandi amori a lasciare grandi disillusioni.
    Questo almeno è capitato a me.
    Io ho adorato Totti, avevo solo le sue magliette. E ho pianto quando, dato ormai per finito, segnò il goal vittoria contro il Torino in pieno recupero.
    Ma il suo fine carriera è stato purtroppo una delusione, tra polemiche e personalismi.
    E così verso la fine ho sentito più De Rossi come mio capitano piuttosto che Francesco.
    A volte le bandiere rimangono fedeli alla società anche una volta appesi gli scarpini al chiodo.
    Penso a Butragueno, Giggs, Rumenigge tanto per citarne tre a caso.
    Questo è quello che avrei sperato da Totti.
    Che si mettesse con umiltà al servizio della società, diventando un punto di riferimento per i giovani.
    Ha deciso altrimenti.
    Non gliene faccio una colpa.
    Ognuno è libero di gestire la propria vita come vuole.
    Ma anch’io sono libero di rammaricarmi nel vederlo buttarsi via in attività varie ultima delle quali, se è vera la notizia, quella di procuratore, una delle figure più controverse dell’attuale mondo del calcio.

  72. Non c’è solo la macumba infortuni ma anche quella di Genova… come l’anno scorso la partita sarà quasi sicuramente rinviata ed è una iattura perchè come sappiamo bene in Italia per recuperare una partita ci vogliono dai 3 ai 4 mesi… ciò significa che domenica sera ci ritroveremo tra il settimo e l’ottavo posto con conseguenze pessime sull’umore generale che già è a terra.

    Incredibile che in quello stadio di una grande città non riescano a prevenire il fenomeno nemmeno ben conoscendo da anni la situazione meteo in questo periodo.

    L’anno scorso rimandarono già con giorni di anticipo e poi si resero conto che si poteva giocare comunque.

    1. Sinceramente per come siamo messi che rinviano la partita di Genoa a mio avviso è una speranza perché ad oggi funestati dagli infortuni preferirei rigiocare la partita tra qualche settimana Sperando nel frattempo che la catastrofe degli infortunati sia rientrata

  73. Se è vero che viviamo in un continente libero io difendo il diritto di under di manifestare l’appoggio alla SUA nazione. Inoltre non sappiamo chi abbia chiesto ad i calciatori turchi di appoggiare questa guerra, magari con qualche velata minaccia. Facile giudicare da qui, ma della storia tra la turchia ed i curdi cosa sapete?
    Qualcuno ha protestato con i francesi quando hanno fatto la guerra in libia ? Non sono forse morte delle persone anche li?

    1. Io credo che siano obbligati a fare quei saluti infatti.

  74. So che l’amico Tottijo non sarà concorde con quanto sto per dire ma le ultime notizie su Totti mi hanno parecchio deluso.
    Non ho mai avuto grande considerazione del Totti uomo per quanto invece abbia amato alla follia il giocatore.
    Ma vederlo correre ancora dietro ad un pallone per ricevere gli applausi del suo pubblico osannante, vederlo partecipare a reality show come un Malgioglio qualunque, vederlo nelle vesti di consulente del viperetta e leggere che a breve dovrebbe diventare procuratore un mestiere che per me è anticalcio anzi è il cancro di questo sport, sono le ennesime conferme di una triste parabola discendente.

    1. buonasera down!! probabile che la coscienza di totti si sia persa tra le MONTAGNE di roma.

      Scherzi a parte, non peccare di arroganza, ma in cuor mio sapevo sarebbe finita cosi; lancia una bomba atomica con quella conferenza stampa che visto il post, è stata una buffonata.

      Voleva piu potere, voleva essere ascoltato, VOLEVA senza aver dato nulla DA DIRIGENTE.

      La roma mise tutto su carta che quello era l’ultimo anno da calciatore, con 7-8 anni di contratto da dirigente e una promozione da DIRETTORE SPORTIVO, ma ahime questi implicava studio ma soprattutto tempo H24 da dedicare alla roma.

      Voglia e tempo che lui non aveva, la realtà è questa purtroppo e chi la nega, nega l’evidenza della realtà, non mia.

      Dove sono i lavori in altri club? al CONI dell’amico malagò? dove sono? tutto inventato per poter mandare avanti la sua vita da RE… Non sai l’inglese, si è ritirato dal patentino di allenatore e da dirigente, voleva fare la voce grossa in un ambiente non suo.

      Grande delusione.

      DDR è quasi la stessa cosa: “se io fossi direttore mi sarei rinnovato il contratto”, contestato in argentina per essere oramai un ex giocatore. Un giocatore che è sempre fermo ai box per guai fisici.

      IL PROBLEMA SIAMO NOI PURTROPPO, che facciamo credere ai giocatori di essere eterni, ineluttabili, ma non è cosi… Il tempo rende sempre giudizio, sempre.

    2. Ciao Down, ciao Lory,

      Non era difficile immaginare un Totti nel mondo dello spettacolo, ma personalmente credo che presto si sentirà un pesce fuor d’acqua anche lì. Anche il ruolo di procuratore non mi sembra che il ruolo di procuratore faccia al caso suo.

      la verità mi pare sia questa: Totti sta cercando disperatamente di rimanere nel mondo in cui è cresciuto, quello del calcio. Vorrebbe farlo, però, continuando a sentirsi protagonista e non facendo un passo indietro rispetto alla sua vita da calciatore. L’allenatore, il dirigente con pieni poteri, il procuratore: tutte figure che sono spesso in prima linea e, in qualche modo, in vetrina.

      Il suo problema, difficile da comprendere per noi, è la vita che fatto per troppi anni. Non il calcio in sé, non la serie A, non la ricchezza, non lo scudetto né il Mondiale vinti. Queste sono esperienze che condivide con tanti suoi pari. C’è però una cosa che Totti non condivide con nessuno: l’adorazione semi-totale per ogni sua azione o parola; l’essere trattato come un Dio in terra per così tanti anni.
      Nessuno potrebbe vivere un’esperienza così senza perdere la misura delle cose. Totti è Totti, e per lui è inconcepibile che questo non sia sufficiente per essere trattato ancora da Totti. E, dal suo punto di vista, ha ragione.
      Di fronte a sé ha due strade: continuare a vagare come ha fatto in questi primi anni post-campo, oppure essere il primo ad azzerare totalmente la propria figura e ripartire in un certo senso da zero.
      Io gli auguro di percorrere questa seconda via, perché mi è impossibile non provare affetto nei suoi confronti.

      1. Ciao LORY e VAL.
        Apprezzabili le vostre analisi.
        Ma al netto di tutto rimane la grande delusione per un giocatore che non si è voluto spendere nel calcio in ruoli sportivi preferendo le luci dei riflettori.
        Con la sua intelligenza calcistica e il suo carisma sarebbe stato un fantastico allenatore dei settori giovanili.

      2. sono romano e di roma ed ho vissuto totti prima nelle giovanili e poi l’ho visto crescere mi ricordo tutto di quello che ha fatto e subito nel corso della carriera in una italia calcistica che l’ha ripudiato per anni per il suo esser romano, so quello che ha dato alla roma che nessun mai potrà toglierci sia dentro il campo che fuori. ma devo dire che leggere commenti contro di lui pieni di pregiudizi e rancori, in primis verso l’uomo, sinceramente li trovo ingrati e fuori luogo (per usare un eufemismo). nn riesco proprio a capire come dei romanisti possano sempre trovare il modo di criticare totti per partito preso e pure con rancore. dobbiamo 20 anni di un certo livello soprattutto a lui e lo devono presidenti e allenatori, oltre che giocatori. e qui invece che si fa ? si vuole criticarlo anche dopo che ha lasciato la roma. vi ricordo che nell’ultimo periodo post monchiano er pupone prima ha contattato ranienri che grazie a lui è venuto a sostenere una squadra allo sbando, secondo aveva preso Conte per la roma ma la dirigenza ha detto chiaramente no…. e conte veniva a roma solo grazie a Totti. terzo è vero che gli avevano promesso di promuoverlo, anche prima del fattaccio di londra, che di fatto l’ha defenestrato, ma volevano lasciarlo ai margini delle decisioni e lui se ne è andato. aggiungo anche che de rossi l’avrei tenuto tutta la vita anche solo per fare da chioccia al gruppo. era di fatto per il suo carisma, cosa che nn aveva totti, il capitano dentro e fuori dello spogliatoio, grande uomo squadra e uomo società, ma è stato fatto fuori anche lui. cosa avreste fato voi al posto di totti e di de rossi?? fatemi il piacere, sputare su totti e come sputare contro se stessi. e tengo a precisare che nn condivido tutte le sue scelte anzi ma lo rispetto per tutto qlle che ha dato alla roma da qndo aveva 11 anni fino allo scorso anno, so rendermi conto di quanto da tifoso, qnto sono in debito verso di lui. vorrà fare il clow? lo facesse cosa cambia? vuole fare il procuratore, giocare a calci8, su di lui ogni volta si scatenerà una tempesta mediatica dei detrattori e di chi lo adora perchè resta la figura più grande della storia della roma. ora vi identificate solo nella maglia?? ma la maglia la portano i giocatori, ed ora nessuno è in grado di farci immedesimare con i nostri colori come hanno fatto loro 2. scusate lo sfogo

      3. Ciao Ludovik!! Nessuno va contro l’uomo o nega ciò che lui è stato e ha fatto per la Roma, ma quello che ha fatto dopo essere stato giocatore.

        Il mese dell’addio si è detto di tutti, si è distrutta la Roma come se quest’ultima sia stata a cacciarlo, ma in realtà è lui stesso che ha abdicato.

        Lui sapeva la Roma come agiva, come pensava, allora perché un anno e mezzo dopo ( da dirigente ) se ne è uscito così?

        Lavori da parte del calcio offerti a Totti da ogni dove ma oggi è a fare il nullafacente proprio come faceva da dirigente nella Roma che lo teneva solo per il nome, perché sotto il punto di vista professionale ha sempre lasciato a desiderare ( inglese mai saputo e patentino da dirigente e allenatore abbandonati per la scarsa voglia di studiare e questo è un fatto di cronaca ).

        Conte? Totti contattó conte senza L’ausilio del team di lavoro. Conte alla Roma non c’è mai stata una vera possibilità ma tantissima speculazione.

        De Santis? Che c’entra Morgan? In città lo si insulta perché è messo in contrapposizione con Totti o DDR:”lui dirigente e DDR e Totti cacciati da Roma” quando in realtà Morgan ( portiere di Napoli e Roma, non di Pescara e salernitana ) comincia da portaborracce nella Roma e con serietà ed intelligenza ( e con molta umiltà ) scala le gerarchie in società facendo corsi di inglese e studiando infederazione.

        Questo è il punto, l’UMILTÁ, cosa che purtroppo Totti per colpe non sue secondo me, ma molto della moglie , non ha più da molto tempo.

        C’è un solco tra Totti e DDR a fatto di intelligenza e di lavoro.

        DDR voleva giocare ( emblematiche la notizia delle parole sullacquisto di nzonzi ) e lo ha fatto altrove , dove ha capito ( sperando ) che ormai non ha più il fisico per giocare a questi livelli.

        Ludo, non è “accanirsi” o “mancare di rispetto” ma fare CRONACA e commentarla, stop.

        Nessuno sputa a nessuno.

      4. le tue sono opinioni e restano tali e si fondano su certezze che tu solo hai e cronache tue. in realtà le basi su cui poni le tue opinioni si chiamano pregiudizi. ti leggo lo sai da anni e lo sei sempre stato un detrattore di totti pure qndo giocava, non solo negli ultimi 2 anni, ricordo con spalletti in particolare. avete un’antipatia per l’uomo, ok, e rimarrà tale, ma nn provate a giustificare l’antipatia distorcendo la realtà ovvero perchè lui n si comporta come vi aggrada. conte è un fatto!! nn dicerie, straconfermato. fatti ad informare. che sia stato defenestrato perchè nessun potere gli è stato dato ma è stato utilizzato solo come immagine e come icona. vuoi che totti abbia umiltà certo, per fare un piacere a te? totti lo volevi umile pure qndo faceva il pallonetto all’inter?? nn puoi pretendere che le persone si snaturino per te. a roma c’ha provato a fare il dirigente, mi sembra abbia lui fafto più di altri, ripeto ranieri è suo o no??? nullafacente perchè qndo decidevano lo facevano alle spalle, perchè per tenerlo buono gli promettevano ruoli senza potere??? e no a lui interessa di più andare a giocare nelle vecchie glorie che stare a trigoria vero??e ma lui deve imparare l’inglese altrimenti nn può fare qsto mestiere….se per qsto pure l’italiano, ma essere totti e aver masticato con tutti i grandi del calcio degli ultimi 20 anni vale di più di un corso di inglese??? e ma deve essere UMILE….. e su derossi sono starconvinto che qll parole su zonzi a seguito di promesse nn mantenute di Monchi De rossi le abbia pronunciate, ma sono anche sicuro che il giorno dopo si sia scusato come ha detto e confermato, xchè io le partite della roma le vedo e pure gli allenamenti e ti assicuro che de Rossi con Zonzi o senza ha sempre tirato il gruppo di fatto smentendo qll parole con i fatti non con le tue opinioni.
        ognuno ha le proprie opinioni ed il mio sfogo nn era mirato a far cambiare idea a chi nn la pensa come me, piuttosto era diretto a riportare nella giusta aurea i fatti e nn i pregiudizi

    3. e ke dovrebbe fare, kiudersi in casa? almeno xora si diverte visto ke lo hanno costretto ad abbandonare la roma… nn lo sto difendendo, ma io veramente certe polemike nn le capisco.

  75. Sono molto deluso da pastore, dopo i due gol di tacco il nulla assoluto per guai muscolari. Lui non e assolutamente piu in grado di superare una certa soglia di sforzo. Spero in qualche partita da migliore in campo. Per quanto riguarda Under, e’ turco e gioca per la Roma. Per quanto mi riguarda aveva il sole negli occhi.

  76. cacciamo al più presto Under

    1. Di sicuro il cartellino di Under si è svalutato.

    2. Ciao Franco,
      La realtà potrebbe -forse- essere ancora più inquietante.
      Appare chiaro quanto Erdogan apprezzi le esposizioni pubbliche in suo favore da parte dei calciatori. Per questo diverse persone suggeriscono che da qui al fare delle richieste più o meno pressanti ai calciatori turchi il passo sia breve.

      Non so quanto l’idea di un calciatore minacciato a distanza fino a questo punto sia probabile (certamente possibile) ma aprirebbe una prospettiva ancora più delicata.

      Se, da un punto di vista umano si potrebbe essere totalmente solidali con il calciatore (ricordando anche che chi fa un lavoro molto redditizio fuori dalla propria patria ha qualche possibilità in più di ribellarsi a un regime rispetto a chi è in una situazione diversa), da un punto di vista societario non posso non notare quanto sarebbe urgente liberarsi subito del calciatore.

      Cosa accadrebbe se un domani Under si spingesse ancora più in là, scrivendo -qualcosa che approvi ancor più esplicitamente azioni come dei bombardamenti sui civili? Dovrebbe la società calcistica As Roma chiedere al Governo turco se può gentilmente smettere di minacciare i propri giocatori?

      Ci troveremmo anche noi in ostaggio di un dittatore, dovendo chiedere al nostro Governo di intervenire. Sembra- e forse è- fantapolitica, ma sappiamo quanto i dittatori abbiano sempre guardato allo sport come a un mezzo di propaganda eccezionale, e la situazione-qualora fosse così- sarebbe per noi estremamente difficile da gestire.

      1. se si hanno le palle, si resiste alle minacce più o meno velate, specie se si vive all’estero e nell’agiatezza, vedi Hakan Sukur e il cestista turco Nba; posso capire il popolo (che ha votato contro Erdogan nelle ultime municipali ad Istambul), ma questi sono proprio dei pagliacci

  77. Buongiorno.
    Via Pastore se c’è qualcuno che lo prende
    Poi via Under rimandiamolo nel suo paese, così può smettere di dare calci al pallone e può andare a invadere la Siria con i suoi amici
    Pezzo di m.

    Non togliete questo commento.

  78. una volta volevo una vita spericolata, ora voglio una vita alla Pastore

  79. La realtà è che ora piuttosto che pensare a dove vorremo mandare Pastore dovremo sperare nella sua resurrezione e Fonseca dovrebbe pensare a come utilizzarlo al meglio visto che con Pellegrini e Diawara ai box per molto tempo, a centrocampo siamo contati con 4 giocatori per 3 posti.
    Poi a gennaio o a giugno si spera che le nostre strade possano separarsi se l’esperimento non riuscisse.
    Io a gennaio piuttosto che spender soldi per Hisaj spenderei 2 soldini per prendermi Koopmeiners, il quale potendo giocare sia in mediana che come difensore centrale sarebbe ottimo nelle rotazioni di centrocampo ma all’occorrenza potrebbe anche liberare un posto in difesa consentendo a Mancini o a Cetin di poter fare il terzino destro in un modulo a 4 dietro con il terzino un po’ bloccato (tipo Rudiger con Spalletti).

    1. xora puoi metterlo solamente tra i 2 di centrocampo, xkè (sempre se..) se recuperiamo perrotti ed under, il pastorello il campo lo può vedere col binocolo.
      qnto al mercato: andrebbe piuttosto preso adesso uno svincolato ke aspettare gennaio, visto ke le partite incombono e ti ritrovi cn la rosa all’ossobuco..

  80. ..io + ke altro lo spedirei in casa dell’innominato de sevilla. e se ne sta lì a pensione a sbafo finkè er pelado nn gli trova una squadra ke si accolli tutto l’ingaggio…
    tuttavia si consoli il pastorello triste. xkè rimarrà sì nlla storia giallorossa dei bidoni cartellino-stipendio-resa, ma in ottima compagnia coi vari iturbe shick doumbià etc..

    1. Fare un contratto del genere della durata di addirittura 5 anni ad un giocatore alla soglia dei 30 una follia inaudita
      Le precarie condizioni fisiche nelle quali si è quasi sempre trovato Pastore peggiorano il quadro

      1. la follia è cme certi dirigenti siano lasciati liberi di fare disastri. ci vorrebbe un organo di controllo uefa ke gli si sequestri la licenza di fare minkiate col botto

      2. Su Pastore probabilmente non sapremo mai come sia andata. Era un acquisto talmente lontano dalle operazioni tipiche di Monchi che, nel momento in cui si ipotizzava, io scrivevo qui di essere certo che non fosse vero. Uno che prende giovani a poco per rivenderli poi a tanto decide di prendere a tanto uno che poi rivenderà a poco (data l’età).
        Talmente inspiegabile che ho iniziato a considerare plausibili tutti i tipi di spiegazione: qualcuno ha parlato di un’insistenza della Qatar Air; del tipo:”Se lo prendete vi facciamo da sponsor, altrimenti no”. Possibile? Io direi di no, anche perché non avrebbe senso prendere dalla Qatar per poi spendere su Pastore.
        Altri hanno indicato in Balzaretti colui che ha insistito per l’acquisto. Che uno come Monchi si facesse convincere da un ex calciatore che voleva a Roma il proprio compagno dai tempi del Palermo? Altrettanto improbabile.
        Temo che il file Pastore resterà aperto a lungo…