Un voto al mercato invernale della Roma a gennaio 2020: Petrachi insufficiente

by Daniele Mesto 19

Analizzare il mercato invernale della Roma, dopo la sconfitta rimediata sabato scorso sul campo del Sassuolo, non è impresa semplice. Lasciarsi trascinare dall’emotività e bocciare senza appello l’operato di Petrachi, infatti, è una tentazione molto forte e forse potrebbe indurre chiunque a giudizi ingenerosi. Al netto di questa premessa doverosa, però, alcune critiche alla rosa allestita appaiono più che lecite, al di là di quanto è stato mostrato dalla squadra contro i ragazzi di De Zerbi.

Il voto al mercato invernale della Roma

La valutazione finale sul mercato invernale della Roma, a prescindere da tutto, è insufficiente. Capita infatti di considerare il pacchetto difensivo, nei ruoli centrali, senza alternative. Soluzioni che sarebbero assai gradite a Fonseca, anche perché un ragazzo come Mancini per forza di cosa può avere passaggi a vuoto. E li avrà anche in futuro. Florenzi non è stato degnamente sostituito e le incognite tra i terzini sono tantissime. Spinazzola deve star bene, Kolarov deve rifiatare, Santon ha evidenti limiti e Zappacosta resta un’incognita sulla sua tenuta.

A centrocampo, una volta infortunato Diawara, sono dolori. Anche qui occorreva prendere una terza soluzione rispetto al duo composto da Veretout e dall’ex Napoli. Con le ali ci si può arrangiare, ma tutto dipenderà dalla capacità di adattamento di Perez al calcio italiano e all’idea di gioco del suo nuovo allenatore. Pellegrini inamovibile, ma anche lui non ha alternative degne di questo nome. Infine, un capitolo a parte per Dzeko. Alla sua età, avere un ricambio in grado di farlo arrivare bene a fine stagione sarebbe fondamentale, ma evidentemente in casa Roma hanno fatto altre considerazioni.

La speranza è che il campo smentisca sensazioni su questa Roma al momento per nulla positive ed incoraggianti. Staremo a vedere già contro il Bologna nel prossimo anticipo di Serie A.

ACQUISTI

BRUNO PERES (Dif, Sport Club Recife, FP) – IBANEZ (Dif, Atalanta, D) – VILLAR (Cen, Elche, D) – CARLES PEREZ (Att, Barcellona, D) – NZONZI (Cen, Galatasaray, FP)

CESSIONI

CELAR (Att, Cremonese, P) – ANTONUCCI (Att, Vitoria Setubal, P) – FLORENZI (Dif, Valencia, P) – NZONZI (Cen, Rennes, P)

FORMAZIONE TIPO (Allenatore: Fonseca)

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Mancini, Smalling, Kolarov; Diawara, Veretout; Kluivert, Lo. Pellegrini, Perotti; Dzeko.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
19 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Barbarossa
Barbarossa
4 mesi fa

Fonseca via dalle palle, uno che difende sta banda di imbecilli non ha capito nulla!

rugantino
rugantino
4 mesi fa

” si dvono adattare. in spagna nessuna squadra gioca a uomo. qua sì, ci vuole tempo xi nuovi” parole a caldo dl mister. sottointeso: bel mercato di m****. il tempo ke si ambientano e il campionato è bello ke finito, qnto agli obiettivi stendiamo un velo pietoso… sno rassegnato e bisognoso di un fegato nuovo.

rugantino
rugantino
4 mesi fa

se io fossi il ds (sìc) prenderei uno svincolato.
da sempre sno un grande estimatore di diego tardelli e lo prenderei al volo. lo stesso dicasi x pepito rossi. il brasiliano cn passaporto italiano ha 34anni, l’altro ha avuto 300 infortuni, ma sno sicuro ke rispetto a tutti i nostri attaccanti (levato dzeko ovvio) porterebbero da soli almeno 10 gol!!

ludovik75
ludovik75
4 mesi fa

se veramente petrachi ha stgmatizzato le parole di Dzeko del dopo gara con il sassuolo allora è meglio che il nostro ds prepari la valigia……

MARCO SECONDO
MARCO SECONDO
5 mesi fa

A mio parere la colpa di un mercato deludente sta nel fatto che Pallotta sta alla fine di questa presidenza. Dovremmo conoscerlo ormai ha venduto i migliori giocatori di sempre a tutta Europa. Secondo me è semplicemente una questione di soldi. Con i soldi puoi acquistare calciatori fortissimi e già pronti ed investire sui giovani attraverso prestiti. Pertanto non mi sento di buttare la croce addosso a petrachi o Fonseca, così come i precedenti allenatori. Senza soldi in questo calcio non vai avanti a meno ché non fai come quelli che ci precedono e non vendi nessuno per anni. Cosa… Leggi il resto »

rugantino
rugantino
5 mesi fa

mah, io so solo ke vedendo tutte le difficoltà offensive dlla squadra, nn solo dovevi prendere un 9 ma anke giocatori pronti. un pedrito e no un perez, tanto xdire un giocatore ke hanno pensato di prendere e ovviamente sbagliando la scelta. ma evidentemente i geni nn hanno considerato lo score dei nostri giocatori d’attacco, ke se paragonato a qllo dlle squadre ke ci stanno avanti o appaiate in classifica. noi siamo qlli ke abbiamo un reparto offensivo da piazzamento europa-league.

ludovik75
ludovik75
5 mesi fa

voto 4.
Ha acquistato 3 giovani di speranza e ceduto Florenzi senza sostituirlo. tutto belle se nn fosse che abbiamo una rosa abile ristretta a 12, 13 elementi, non abbiamo ricambi e, in alcuni ruoli, nn abbiamo i titolari, es. a destra o centrocampo. abbiamo solo un difensore centrale di livello che nn è neanche nostro, in attacco abbiamo solo una punta di 34 anni che nn rifiata mai. ma lui va negli spogliatoi ad arrabbiarsi….ma quando Fonseca alla prima conferenza del 2020 ha detto che era preoccupato per chi era il messaggio?

Downunder
Downunder
5 mesi fa

Con Friedkin alle porte la domanda più importante da fare è se e come si vorrà mettere mano al management. Smantellare tutto non avrebbe senso ma allo stesso tempo bisogna ripartire con una discontinuità, sanando delle anomalie. Spero che Friedkin potenzi la governance con dirigenti che abbiano conoscenze sportive. Fondamentale è che il DS abbia sopra di lui un DG che capisca di calcio in grado di controllarne l’operato: due teste ragionano meglio di una. Su Petrachi mi sono già espresso. È la mia delusione più grande. Francamente non so se è il caso che la società lo confermi anche… Leggi il resto »

aleste85
aleste85
5 mesi fa
Reply to  Downunder

Sottoscrivo tutto

rugantino
rugantino
5 mesi fa
Reply to  Downunder

e no caro down, qua sta l’inghippo, sno le troppe teste di cazzo ke hanno causato danni… abbiamo avuto: paperino, zecca, baldini, ds di turno, baldissoni totti e ora fienga. vai a vedere la rube e la lazio cme sno strutturate. poi vabbè è logico, se ci metti un muratore (cn tutto il rispetto) a costruire un’impianto elettrico..

Downunder
Downunder
5 mesi fa
Reply to  rugantino

Ruga, alla Roma il DS è il tuttofare, mentre invece dovrebbe semplicemente operare sul mercato. E così abbiamo avuto un Sabatini che di fatto per anni ha inpersonificato la società, poi è stato il turno di Monchi ed ora di Petrachi. Era Petrachi che doveva andare nello spogliatoio a strigliare la squadra o il Presidente o chi lo rappresenta ovvero il DG? Era Petrachi che doveva lamentarsi degli arbitraggi in TV oppure il Presidente o in sua vece Fienga? Ma ti rendi conto che nella Roma certi dirigenti chiedono numi o consigli ai senatori della rosa? Basta! Serve gente che… Leggi il resto »

franco baldini
franco baldini
5 mesi fa
Reply to  Downunder

Sembra che sia stato contattato Capello come DG… nientepopodimento che dal figlio di Friedkin, quello che a Roma dovrebbe stabilirsi e diventare il tanto desiderato presidente presente in società.

rugantino
rugantino
4 mesi fa
Reply to  Downunder

ma infatti è qllo uno dei problemi… se tu ds vai a sentire una parola di là, un consiglio di lì.. ti kiudi in conclave cn 4 teste xdecidere giocatori e mister, è normale ke la confusione regni sovrana.
xkè se nè andato sabatini? o se rimaniamo al recente passato, xkè se nè andato totti? gli altri alla riunione carbonara e lui a fare il puppiddo.
ma cme si fa a gestire una squadra di calcio così?

Downunder
Downunder
5 mesi fa

Il mercato della Roma è stato da 5.
Un’insufficienza legata al fatto che il mercato stesso è stato insufficiente.
I giovani presi vanno bene ma serviva anche altro.
È possibile che Petrachi abbia sondato giocatori e abbia ricevuto risposte negative ma prevale in me il sospetto che in realtà non ci fosse nel nostro DS tutta questa volontà di prendere altri giocatori.

KNVB
KNVB
5 mesi fa
Reply to  Downunder

Non c’erano soldi ma di che parli?

Downunder
Downunder
5 mesi fa
Reply to  KNVB

Vero che Petrachi non aveva budget o perlomeno il suo budget era quello che avrebbe potuto ricavare dalle cessioni. Ma non riuscire a cedere è una situazione che dipende anche dalle capacità di un dirigente non solo dalla qualità dei giocatori. Tutti son buoni a vendere Elsha a 16 ml, Manolas a 34 con contropartita, Sadiq a 1,4 ml, Gerson a 11 e Luca Pellegrini a 22 plusvalenzando Spinazzola a 29 ml. I bravi DS cedono pure Karsdorp, NZonzi, Olsen, Coric, Schick ……… non li prestano. Però comunque Villar lo abbiamo pagato 4 ml sull’unghia e Perez 1 di prestito.… Leggi il resto »

franco baldini
franco baldini
5 mesi fa
Reply to  Downunder

… concordo, ma se kalinic non accetta il trasferimento e come lui jesus e via dicendo chi vendi? Zaniolo azzoppato? Pellegrini? Quelli sono i soldi che ti danno mica puoi andare con il coltello ed il passamontagna e chiedere il doppio.
Per gli acquisti, a meno di stravolgimenti Perez (quello con la “z”) e Villar vedrai ti stupiranno in positivo, su Ibanez nutro ottimismo ma non ti so dire molto.

Downunder
Downunder
5 mesi fa
Reply to  franco baldini

Franco, con i limiti delle rose noi non avevamo problemi.
Potevamo tranquillamente acquistare senza dover cedere.
Le cessioni erano solo propedeutiche ad una riduzione dei costi.
Quindi un terzo attaccante poteva aggiungersi a Edin e Kalinic.
Quanto ai giovani io non ho espresso alcuna contrarietà.
Anzi il contrario!
Ho criticato Petrachi perché in estate non ha puntato su giovani di talento come Villar, Perez ed Ibanez, preferendo l’usato sicuro.
Troppo poco il solo acquisto di Cetin.

rugantino
rugantino
5 mesi fa

nll’articolo vi siete dimenticati alla voce cessioni: sadiq (regalato x 1,7ml).
voto? 5

19
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x