Dzeko ed El Shaarawy out, fermi per una ventina di giorni

di Francesco Gorzio 83

Da una parte il recupero di Pastore e Perotti, dall’altra c’è il forfait di Dzeko ed El Shaarawy fermi per una ventina di giorni.

La Roma ha gli uomini contanti per la partita contro l’Inter (domani stadio Olimpico ore 20.30): se da una parte c’è il recupero di Pastore e Perotti che giovedì sono tornati ad allenarsi con la squadra, dall’altra c’è il forfait di Dzeko ed El Shaarawy, fermi per una ventina di giorni.

Ieri Edin si è sottoposto ad ulteriori controlli che hanno certificato lo stop in vista delle prossime tre partite (Inter, Cagliari e Viktoria Plzen) per via della lesione al flessore sinistro, discorso simile per El Shaarawy (flessore destro) e Coric (polpaccio). Tutti e tre puntano al Genoa , 16 dicembre.

In divenire la situazione di Lorenzo Pellegrini, fermo per un infortunio al flessore, rimediato a Udine: oggi il centrocampista si sottoporrà a un provino per strappare la convocazione, ma al momento la sua presenza è in forte dubbio. Lo staff medico preferisce prendersi qualche giorno in più per non rischiare ricadute per recuperi lampo, più probabile che Lorenzo rientri con il Cagliari.

Domani in mezzo al campo il titolare sarà ancora una volta Zaniolo che giocherà sulla trequarti con Pastore pronto a subentrare (ha solo tre allenamenti sulle gambe e sarebbe rischioso schierarlo dall’inizio).

(Il Messaggero, G. Lengua)

Lascia un commento

Commenti (83)

  1. Che Eusebio sia un gradino sotto (forse anche qualcosa di più) ad Allegri ed Ancelotti non lo dico io, parla il loro curriculum.
    Però mi sembra si possa dire che Eusebio sia sui livelli di Inzaghi, forse meglio di Gattuso e non troppo lontano da Spalletti che quanto ad esperienza e capacità di fronteggiare le avversità ha sicuramente una marcia in più rispetto al nostro DiFrancesco.
    Tutto questo per dire che alla guida delle squadre che stanno lottando per lo scudetto ci sono 2 fuoriclasse, mentre tra le compagini che arrancano e puntano il 3 ed il 4 posto troviamo allenatori meno talentuosi e capaci.
    Siccome io penso che la nostra squadra svolterà non tanto per le prestazioni di senatori come Pastore o NZonzi ma principalmente grazie all’energia ed al talento dei giovani, chi meglio di Eusebio può esaltare le loro potenzialità!
    Francamente non vedo in giro allenatori in grado di poter fare meglio di Eusebio.
    Sousa ha allenato sinora squadrette, Basilea e Fiore il suo massimo; sulla carta non dà garanzie di essere meglio di DiFra.
    E scordatevi Conte, non possiamo pagarlo 10 ml all’anno!

    1. Non concordo caro down: Inzaghi con una squadra nettamente inferiore alla roma e oggi con la stessa squadra dello scorso anno ma con un savic, alberto e de vrij in meno ( i primi due per rendimento sono peggio dello strootman dell’anno scorso ) e anderson sta andando meglio della roma e lo scorso anno meritavano ( e sono sportivo pure verso i lazialotti ) la champions. Gattuso nell’anno solare sarebbe terzo con una squadra che tolto higuain e suso, sono solo discreti giocatori.

      Spalletti neanche lo metto a paragone.

      Down, ma con tutto l’amore del mondo, ma come fai ancora a sostenere id francesco un allenatore di buon livello… Questa roma meritierebbe MINIMO il terzo posto per l’organico che ha… come lo scorso anno facemmo un campionato MEDIOCRE, con il recordo di sconfitte in casa nell anostra storia.

      A ME BASTEREBBE uno che ha un idea di gioco e la mette in atto.

      Poi passo per quello che PER FORZA vuole attaccare di francesco… la champions dello scorso anno a molti di voi vi ha annebbiato un po di cose su di francesco… ALLORA DI MATTEO che ha vinto la champions è un fenomeno… semplicemente i giocatori in chamopions hanno altri stimoli.

      1. Non concordo caro Lory 😂
        Eusebio mi piaceva come allenatore al Sassuolo. Per questo ho gradito il suo acquisto.
        Nonostante avesse ereditato una squadra più debole di quella Spallettana l’ha comunque portata al 3 posto (come vedi non cito la CL e non ne sono annebbiato).
        Dire che Inzaghi gli è superiore è una forzatura. Un’allenatore che ha toppato sempre sul più bello, prima col Salisburgo in coppa e poi in casa contro l’Inter nella sfida Champions.
        Gattuso superiore ad Eusebio credo sia una figura retorica: qualcosa tra ossimoro ed anacoluto.
        Spalletti invece ci sta che gli sia (non di molto) superiore e l’ho scritto.

  2. Concordo con Down rispetto ai giudizi di Lorysan su Difra.

    Già alcuni giorni fa Lory attribuiva gli infortuni direttamente alla gestione di Eusebio, a mio parere dimenticando mesi e mesi di discussioni qui sul sito a proposito della gestione atletica dei nostri passati allenatori.

    “Bella, ma fragile”, veniva definita la Roma di Spalletti. Cito un articolo:

    “Salgono a 19 gli infortuni da quando il tecnico è tornato a Roma nello scorso febbraio, sei quelli muscolari da inizio stagione. L’infortunio del brasiliano (Peres) arriva dopo quelli di Rüdiger, Mario Rui e Vermaelen. Praticamente la linea difensiva titolare fatta eccezione per Manolas”

    Ricordo anche che Spalletti volle cambiare l’assetto atletico lasciato da Garcia, proprio per provare a limitare gli infortuni. Ricordiamo la Roma di Garcia?
    Vediamo:

    “TOROSIDIS FUORI 2-3 SETTIMANE, 12° INFORTUNIO MUSCOLARE – Ai più attenti non sarà sfuggita nemmeno la frequenza di guai muscolari in cui incorrono i giocatori della Roma. L’ultimo è il greco Vasilis Torosidis, costretto a saltare la trasferta di Palermo per una lesione di primo grado al retto femorale destro. Non meno di 2-3 settimane di stop. Si tratta del dodicesimo infortunio muscolare occorso alla Roma dall’inizio della stagione, problemi che hanno ormai riguardato tutti: dal portiere De Sanctis (risentimento ai flessori) ai centrocampisti De Rossi e Keita”.

    Si vede che anche un infortunio subito da un portiere non è un evento nuovo.

    È giusto criticare per i giusti motivi. Di Francesco né ha fornito più di uno. Lo ammetto pur da suo estimatore. Trovarne altri che pre-esistono al suo lavoro mi sembra ingiusto.

    1. Ripeto val, io guardo l’ultimo anno di Sassuolo quando c’era lui e lo staff dei preparatori da lui voluto anche quest’anno.

      Stesse identiche dinamiche.

      Poi fai.

      E lo dirò in eterno, negare responsabilità tecniche, tattiche e caratteriali da parte del mister è negare la realtà, come sarebbe negare la realtà gli errori di MONCHI fatti sul mercato; viaggiano in syncro. E permettimi di dire che le responsabilità di un mister sono SEMPRE più rilevanti di quelle di un DS.

      PS: conte, Mourinho o guardiola che sia.

      1. nessuno mette in discussione le carenze tattico-tecniche di DiFra, ma molte di queste crisi esistenziali sono quasi esclusivamente dovute ad un mercato astratto.
        Poi chiaramente un tecnico che ci mette 3 mesi per trovare una soluzione che ancora oggi non garantisce equilibrio e efficacia .. non é certamente un grande.

      2. Lory,
        rispetto il tuo pensiero, ma quello che per te è la realtà a mio parere è invece un punto di vista che può approssimarsi in modo più o meno netto alla realtà.

        Nel momento in cui il Sassuolo di Di Francesco era decimato dagli infortuni, la Roma di Spalletti era criticata per il medesimo problema. Anche questo è un punto di vista, lontano o vicino dalla causa reale che vorremmo tutti capire.

        Limito il mio argomento in questo caso alle presunte responsabilità nella preparazione atletica, che considero un argomento da trattare a parte rispetto alla tattica, al carisma, ecc. Ovviamente una incide sull’altra, ma a volte mi pare ci sia una sorta di automatismo nel considerare le difese di un utente delle difese in toto. Considero Difra responsabile della situazione, semplicemente perché è nella natura del suo ruolo essere responsabile degli insuccessi. Anche dei successi, però.

        Se poi guardiamo nel particolare, il mercato non lo ha fatto lui e ci sono dinamiche che noi non conosciamo, e che immagino cambino di società in società. La sua responsabilità in questo campo la misuriamo sulla base di ciò che pensiamo un allenatore dovrebbe fare rispetto a certe situazioni, forse azzeccandoci, forse no.

        Sulla fame e sulla voglia: io credo che derivino in parte dall’allenatore ma in parte maggiore dalla società.

        Sulla questione tattica: credo che qui siano le responsabilità maggiori di Difra in questo momento. Da allenatore con un’identità tattica fin troppo forte si è trasformato in un allenatore che fatica a dare un’identità netta alla propria squadra. Una situazione paradossale che lo pone in un’emergenza continua in attesa di una stabilità tattica da realizzarsi in un futuro incerto.

        Nonostante tutto, continuo a preferire lui in panchina che rivedere il solito copione di allenatori-vincenti-e-poi-perdenti che abbiamo da alcuni anni a questa parte.

        Pazza idea: forse però, se è vero come è vero, che la Roma gioca bene solo in situazioni di emergenza e di grande emotività, il continuo ricambio di allenatori potrebbe addirittura aver giovato per una squadra che, negli ultimi anni, ha due volte migliorato il proprio record di punti in campionato. Altro paradosso.

  3. AGGIUNGO un pensiero: La roma la reputo la squadra piu tecnica dopo la juve, anche piu del napoli, che dalla sua ha un gioco collaudato e un sistema di gioco che ESALTA i suoi giocatori.

    Olsen, florenzi, kolarov, ci metto anche fazio ( che sembra diventato un brocco ), ddr, nzonzi, pellegrini, pastore, zaniolo, coric, cristante, under, kluivert, perotti, el sharawy, dzeko, shick… è possibile che con tutti questi giocatori dalla tecnica sopra la media la roma non ha un gioco?

    Il napoli con mario rui, hsay, koilbaly, l’altro centrale che non ricordo, allan, hamsik, diawara, rog, zielinsky, insigne, mertens, callejon, milik, ounas, verde, tecnicamente è piu forte dei nostri?

    IO NON CREDO AFFATTO.

    Di francesco doveva essere un allenatore alla zeman che basava il proprio credo sul gioco offensivo con fraseggi veloci, movimenti ed esaltazione dei giocatori tecnici grazie al gioco, invece si sta vedendo il contrario.

    Il napoli in questi 3 anni ha esaltato e sta esaltando un gruppo che solo quello puo fare, solo quel gioco puo fare.

    La roma DOVREBBE basare il proprio gioco sul possesso, sul gioco, invece non lo fa.

    ecco perche sulla panchina della roma vedrei bene un allenatore alla paulo sosa, non come persona, ma come PROTOTIPO di allenatore, uno che da un impronta alla propria squadra, un impronta di gioco spagnolo.

    Ovviamente parlando sempre di allenatori medio alti, quindi possibili.

    1. Con Paulo Sousa in panchina la Roma arriva decima in classifica.

      1. “ecco perche sulla panchina della roma vedrei bene un allenatore alla paulo sosa, non come persona, ma come PROTOTIPO di allenatore, uno che da un impronta alla propria squadra, un impronta di gioco spagnolo.”

        Ti riporto bene il testo e te lo spiego per bene: per allenatore intendevo uno che facesse un gioco tecnico, spagnolo, quindi che valorizzasse la tecnica individuale; Paulo Sousa, tra gli allenatori prendibili è quello che esprime di più questo concetto, ma si poteva pure chiamare Pippo o Peppino, non faceva differenza.

        Poi prima di screditare un allenatore guarda prima cosa ha fatto e come si è comportato in carriera da mister; fatto bene in Spagna , in Italia e vinto con Basilea e avventure precedenti.

        Non è l’ultimo arrivato.

        E cmq non ti stai accorgendo che siamo quasi decimi e peggio di così non puoi fare.

  4. DiFra prevedibile e con poca personalità, ma Monchi ha sbagliato quasi il 50% degli acquisti
    si parla della Roma delle plusvalenze e poi si comprano vecchi rottami alla Nzonzi e Pastore che peseranno per 5 anni sui bilanci
    o giocatori unitili con stipendi d’oro alla Moreno e Marcano, e rotti alla Karsdorp.
    Ma tanto i testimoni di Pallotta diranno che va sempre tutto bene e che Monchi non ha sbagliato nulla.

    Poi chi ha detto che senza Pallotta la Roma rischierà il fallimento?

    1. Speriamo allora che, quando Pallotta se ne andrà, saremo tutti soddisfatti dal nuovo presidente!😉

  5. Non credo servisse il Politecnico per sancire qualcosa nota ad ogni abitante del luogo.
    Se questo comune è così inetto da lasciarsi sfuggire 1 miliardo di investimenti privati per riqualificare un’area dismessa a fronte di un aiuto pubblico minoritario, mi dispiace in primis per la mia Roma, meno per chi vive a Roma e li ha votati sapendo quali erano le loro intenzioni.

  6. Ragazzi bollono in pentola novità importantissime, in negativo purtroppo.

    La studio di Torino delegato dal comune di Roma ad esaminare l’impatto che il nuovo stadio avrà sui flussi del traffico e sulla viabilità ha definito in modo chiaro e inoppugnabile, il progetto, catastrofico.

    Credo che questa sia la pietra tombale sul progetto stadio, Pallotta quasi certamente lascierà la società come ha minacciato più volte. Forse la notizia era nell’aria già da un po’ negli ambienti vicini al presidente, si spiegherebbe questa sorta di ammutinamento della squadra.

    1. Mi sembra logico che un progetto del genere crei traffico, come QUALSIASI altro stadio al mondo.

      Non hanno considerato mezzi con cui arrivarci e tante altre possibilità per non prendere la macchina.

      Ammutinamento della squadra? Cosa?

      Il progetto non è a rischio.

      1. Il progetto non sarà a rischio solamente se il comune deciderà deliberatamente di ignorare i pareri conclusivi del Politecnico che sono impietosi, in sostanza dicono che il progetto così come è concepito è improponibile.

        Riporto:

        QUADRO CATASTROFICO

        – Il commento del Politecnico di Torino, scrive Il Tempo, mette tutti in allarme: «Lo scenario in presenza di evento sportivo restituisce un quadro “catastrofico”». La sentenza del Dipartimento Trasporti dell’Ateneo torinese è una netta bocciatura. La viabilità del nuovo impianto romanista, così come modificato dall’amministrazione 5Stelle che ha tagliato le opere pubbliche di mobilità pubblica e privata per ottenere la riduzione delle cubature, non funziona. Ci sono delle problematiche: le previsioni di traffico, le simulazioni e le analisi non sono sbagliate ma neanche esaustive. Mancano, inoltre, le verifiche sulle «grandi problematiche» di macro area.

  7. @@@ LORY

    Mah, mi sembra che il tuo ragionamento sia forzato in ogni punto, pur di dimostrare che la colpa di tutto sia Eusebio.
    Io non ho strumenti per giudicare l’operato degli attuali preparatori, ma di certo non rimpiango Norman e Lippie che per secoli a venire manterranno saldamente il record di crociati rotti sotto la loro gestione.
    Non può essere solo un caso.
    Stiamo parlando di decine di milioni di danni per deprezzamento dei giocatori, oltre all’impoverimento della rosa e relativi effetti sui risultati sportivi.
    Detto questo non posso che riscontrare anch’io un eccessivo numero di infortuni muscolari, spesso ai flessori, sintomo di qualcosa di sbagliato che è stato fatto è che è meglio non si ripeta.
    Quello che invece non vedo è una scarsa voglia, almeno non ora.
    Ad inizio stagione avevo anch’io avuto l’impressione che alcuni giocatori (Dzeko su tutti) giocassero svogliati.
    Ma ora mi sembra che l’impegno non manchi.
    Piuttosto vedo poca qualità e vedo ruoli scoperti.
    Abbiamo 5 giocatori che giocano meglio dietro le punte (Pastore, Coric, Pellegrini, Zaniolo e Cristante) e solo due che preferiscono la mediana, NZonzi e DDR.
    Tu che difendi Monchi mi spieghi il perché?
    Se anche cambiassimo schema tornando al 4:3:3 potremo utilizzare solo uno tra NZonzi e DDR come vertice basso e mettere gli altri a giocare come mezzali dove però rendono meno bene.
    Infatti Cristante non ha il passo della mezzala, Pellegrini e Pastore avrebbero il necessario dinamismo ma non le capacità di interdizione, a Coric mancherebbe quasi tutto tranne i piedi eccelsi, l’unico buono sarebbe solo Zaniolo.
    Insomma come la giri una squadra costruita a caxxo di cane.
    A proposito di Nicoló.
    Monchi ha avuto il merito di sceglierlo come contropartita, ma qui dobbiamo ringraziare soprattutto Spalletti che pur di avere Radja ha forzato Ausilio al sacrificio di Zaniolo.
    Le colpe di Eusebio?
    Sicuramente ci sono.
    In primis quella di aver insistito l’anno scorso col 4:3:3 all’inizio invece di proseguire col 4:2:3:1 che aveva esaltato la rosa l’anno prima.
    Quest’anno l’aver provato un solo modulo in estate salvo poi cambiare a campionato iniziato.
    Ma io ti chiedo.
    Perché Monchi non gli ha preso giocatori adatti al 4:3:3?

    1. Rispondo a te e a Rebel!!

      Difendo MONCHI?

      Difendo la logica caro down.

      Zaniolo in una recente intervista ha affermato che lui è una mezzala, idem pellegrini lo è ( lo faceva al Sassuolo e in primavera ), come il mediano può farlo anche cristante che in carriera lo ha fatto e lo sta interpretando, a mio modesto parere, molto bene alla Roma crescendo di partita in partita.

      Questa squadra a detta di molti allenatori, PUÓ giocare con il 4-3-3, ma dipende ciò che chiedi di fare alle mezzali. Se a cristante, pellegrini o coric chiedi di fare il radja della situazione, non potranno mai performante. È abbastanza insolito che il centrocampo del Sassuolo era fatto da pellegrini mezzala, un altra mezzala completa e un mediano forte fisicamente quando alla Roma hai tutte queste cose.

      Concordo anche io sul fatto che MONCHI poteva fare molto di più, ( i 10mln e passa per bianca gridano vendetta per esempio ) ma quando io ti riporto quei 5 punti la sotto, sono punti, come ho poi scritto subito dopo, attinenti alla realtà.

      Ti ricordi l’ultimo anno di Sassuolo? Se te lo ricordi, saprai perfettamente che di Francesco è recidivo, in quanto siamo nella stessa situazione dell’ultimo anno di di Francesco al Sassuolo.

      Al centrocampo dello scorso anno che NON CREAVA gioco ma era deputato allo spezzarlo, non dovevi dare ordini di chissà quale natura, ma quest’anno con l’organico che avevi io mi sarei aspettato un gioco convincente, invece siamo peggio dello scorso anno… Paradossale che un centrocampo tecnico fatichi più di un centrocampo muscolare come quello dello scorso anno ( pellegrini ha già superato strootman e DDR per assist e goal per dire dello scorso anno ).

      Mancanza di gioco, di grinta, tantissimi infortuni, scarsa preparazione fisica… Questa è realtà down e Rebel, poi su MONCHI concordo con voi a metà, ma su di Francesco c’è poco da dire.

      Ad inizio anno cambiava formazione ogni partita… Di fra ha avuto la squadra completa il primo luglio e da allora non ha trovato in due mesi una formazione o un gioco per la squadra senza contare una preparazione fisica vergognosa.

      PS: A me interessa zero criticare di Francesco e non si neanche pagato per farlo, ma quando si leggono certe cose mi sento di rispondere… “Infatti Cristante non ha il passo della mezzala”, perché strootman lo scorso anno aveva il passo? Io ricordo che cristante due anni fa all’Olimpico sotterró radja e strootman a centrocampo. Ripeto, dipende sempre cosa chiedi al giocatore di fare e che movimenti fare.

      QUESTA SQUADRA SAREBBE STATA PERFETTA per Luis Enrique e mi scommetto i soldi, TUTTI, che in mano a lui il centrocampo VOLAVA, non perché è un fenomeno, ma perché il palleggio e la tecnica sono la qualità migliore dei nostri giocatori a centrocampo.

  8. Allora Lorysan ne fa una questione di preparazione fisico/atletica e di inesistente modulo di giuoco sia difensivo che offensivo. Io ti posso anche dire che non hai tutti i torti,ma è innegabile anche il pauroso impoverimento della rosa,e l’aver speso ingentissimi capitali per acquistare e pagare fior di ingaggi a gente che sul campo ha poi fatto pena,oppure si è rivelata del tutto estranea alle esigenze di gioco del tecnico,o che peggio ancora in campo non ci è praticamente mai scesa perché arrivata a Roma con situazioni fisiche già compromesse. Così come è innegabile l’aver forse sopravvalutato eccessivamente giocatori come Fazio o come Perotti o Kolarov per vari motivi che possono essere tecnici,fisici o di età. Insomma sicuramente Di Francesco non è assolutamente un tecnico da grande squadra, ma la Roma di oggi,così come è stata codtruita,non ha assolutamente nulla di una grande squadra se non gli ingaggi multimilionari di alcuni suoi (inutili sul campo) giocatori.

  9. UN DATO RECORD sono i 29 infortuni MUSCOLARI in 110 giorni ( come riporta il corriere dello sport ), cosa non nuova per di francesco che ebbe tantissimi infortuni anche il suo ultimo anno di sassuolo con i suoi preparatori.

    Anche olsen ha avuto un problema muscolare, addirittura un portiere.

    Quando diciamo, sentiamo o leggiamo codesta frase DIFRA HA LA COLPA DI AVER AVALLATO IL MERCATO, anteponiamo gli errori veri a questa frase stupida quanto logica per un allenatore di periferia come lui.

    Se dovessimo dire i VERI problemi di questa squadra, riconosceremmo che sarebbero tutti riconducibili al mister:

    1- disastrosa preparazione fisica
    2- troppi infortuni
    3- scarsa capacità nel trasmettere rabbia e foga agonistica
    4- mancanza di identità e di gioco
    5- deve SEMPRE sbatterci la testa prima di trovare un modulo azzeccato

    QUESTO non è il loryPensiero, ma è la REALTA delle cose.

    Senza infortuni, ma anche solo con la metà, oggi la roma era SICURAMENTE piu avanti di dove è oggi.

    NELL’ANNO DELLA CONFERMA di francesco ha fatto ESATTAMENTE come al sassuolo, ha deluso e sta continuando a deludere.

    POi se dobbiamo parlare anche di monchi, oggi il suo lavoro è negativo, ma per lui bisogna aspettare piu avanti per giudicarlo a pieno, perche solo il colpo zaniolo in prospettiva vale tanta roba.

    RIPETO, vediamo come vanno le cose, ma una cosa è sicura, a meno che la roma non vinca qualcosa quest’anno, anche una coppa italia, di francesco sarà esonerato a fine stagione.

  10. rebel boy 5 dicembre 2018 il 10:20

    Guarda a me starebbe bene pure uno scambio di prestiti Schick/Quagliarella. Almeno l’italiano segna e pure con regolarità. In difesa vorrei Rugani e via immediatamente Moreno 2 la vendetta, ovvero Marcano. Rugani fa panchina perché davanti ha la miglior difesa d’Italia ovvero Chiellini,Bonucci,Benatia e Barzagli.

    ________________________________________________________

    il calcio caro mio rebel non è come football manager, ci sono altri ragionamenti dietro.

    La roma HA due attaccanti che insieme hanno segnato 3 goal, il che fa pensare che il problema NON è tanto la loro vena poco realizzativa, ma l’incapacità della roma di creare palle da goal.

    Se tu metti quagliarella nella roma, fa coem shick o dzeko, perche non è che shick si mangia i goal sotto rete, ma perche non esistono queste possibilità.

    Shick è un miracolo se riceve un cross sulla testa o un passaggio filtrante fatto bene, a partita.

    Metti pure che qualgiarella ha giocato quasi il triplo di shick in campionato in sistema di gioco che lo esalta, come esaltava il ceco due anni fa.

    NOI NE FACCIAMO SEMPRE UNA QUESTIONE DI GIOCATORI, ma quello che non va è il sistema offensivo e quello difensivo.

    Se tu metti rugani che in 4 anni ha una media di 10 partite complete a campionato, ti fa tanto meglio di juan jesus? di fazio?

    QUello che bisogna recuperare è altro, non comprare un singolo giocatore.

  11. ma che sono questi editoriali tristi e lunghi?
    dove sono finiti gli utenti allegri e quelli che rendevano meno noioso questo forum
    a botte di cazzate (cit Kolarov), previsioni ottimistiche e ramanzine filo societarie li avete allontanati tutti

    per fortuna ci pensa Francesco:
    forza-roma.com/122300/fifa-club-benefits-la-roma-incazzato-12-milioni-dollari

    la Roma ha incazzato 12 milioni

    1. Ahahahah
      Secondo me sono incazzati perché hanno preso solo 1,2 ml 😂

      1. pensa un po’ il tifoso

  12. Guarda a me starebbe bene pure uno scambio di prestiti Schick/Quagliarella. Almeno l’italiano segna e pure con regolarità. In difesa vorrei Rugani e via immediatamente Moreno 2 la vendetta, ovvero Marcano. Rugani fa panchina perché davanti ha la miglior difesa d’Italia ovvero Chiellini,Bonucci,Benatia e Barzagli.

    1. La risposta era per Down…

      1. Con me sfondi una porta aperta: Rugani sarebbe tanta roba.
        Per me è tra i primi 4 centrali italiani con Bonucci, Chiellini e Romagnoli.
        Ma prezzo (40 ml?) e recente infortunio di Barzagli lo renderanno inarrivabile.

  13. L’ultima di campionato ci ha lasciato una certezza.
    Il Milan e l’Inter vengono sospinte in alto da decisioni VAR. Il rigore del Milan ci può stare ma nel primo goal di Cutrone Chalanoglu è sulla traiettoria del tiro ed in fuorigioco.
    Il Milan sicuramente si rinforzerà a gennaio (Ibra potrebbe rappresentare un fattore decisivo in un senso o nell’altro) forse è il caso che lo si faccia pure noi.
    Per migliorare la rosa servirebbero :
    1) uno che la butti dentro con regolarità. Dzeko 2 reti, Schick 1 rete hanno segnato quanto Kolarov dopo 14 giornate: bottino pietoso. Oggi ho letto di ARNAUTOVIC: oddio meglio di niente, ma 25-30 ml per un 29enne mi sembra una follia. L’ideale sarebbe uno che già conosce la serie A.
    2) un quinto centrale tecnico e veloce.
    3) un centrocampista dinamico, rubapalloni a centrocampo.

  14. Cagliari fuori
    Victoria P. fuori
    Genoa in casa

    Questo il rullino di marcia prima della Juve, gara nella quale si spera dovrebbe rientrare Dzeko (per Elsha è più lunga).
    L’inutile gara di CL servirà a dare un’ultima chance a chi della rosa non ha brillato sinora: tipo Pastore, Karsdorp, Luca Pellegrini e Coric.

  15. Ancora con la storia del pallotta non caccia i soldi?

    La strategia della roma è molto semplice quanto complessa da accettare: rendere il club forte economicamente tramite risultati come la champions, sponsor e cosi via, mantenendo il club competitivo per rimanere ad alti livelli in serie A, ma vendendo ogni anno per poter crescere prendendo giocatori potenzialmente piu forti di quelli andati via.

    Difficile da accettare ma è cosi.

    Si farà cosi finche non si avrà una potenza economica notevole e tutto questo passa dalla costruzione dello stadio che è il vero obbiettivo del presidente della ROMA; di per se non è un male, anzi, ci guadagna lui ma anche la ROMA, perche quest’ultima ne beneficerà in ogni suo elemento, tecnico ( perche i giocatori immagino siano invogliati a giocare in uno stadio avveneristico che in uno come l’olimpico… nella tua casa gocheresti ) ed economico ( la roma aumenterà il suo fatturato ogni anno sempre id piu ).

    Il discorso si fa differente quando non riesci a costruire una squadra che gira pur avendo piu di 100mln da investire in una campagna acquisti e non dovevi sostituire cr7, ma strootman e radja ( olsen per me sta giocando come giocava alisson ) che per onestà hanno dimostrato quest’anno chi sono.

    Sia per un allenatore non capace di gestire una rosa con certi caratteri e un direttore sportivo che non è riuscito a dare giocatori che potessero dare una mano subito ( secondo me usciranno nel lungo ).

    Il presidente è l’ultimo dei colpevoli di questa situazione.

    Questa, REALISTICAMENTE, è una squadra non piu debole di inter, lazio e milan, con la sola differenza che noj non abbiamo gioco, che non abbiamo un identità e che abbiamo tutti infortunati, colpa di di francesco e del suo staff ( da lui voluto ), altro che norman e lippie…

    Noi stiamo giocando TUTTI sotto livello a differenza di milan, inter e lazio che stanno dando tutto.

    BASTEREBBE POCO per poter risalire la china.

    IN TUTTO QUESTO, ritornando al discorso iniziale, la ROMA ha un futuro chiaro davanti, di gocatori talentuosi, a cui bastano pochi giocatori di esperienza per far girare il tutto e un allenatore capace di trasferire CARATTERE E CAZZIMMA alla squadra ( cosa che sta facendo gattuso al milan che nell’anno solare sarebbe terzo con una squadra che a parte higuain e suso è una banda di maniscalchi e non sto esagerando, una discreta squadra, nulla piu ).

    SERVE CORAGGIO ED IDEE.

    1. Olsen sta giocando bene, ma al momento non ricordo gare determinate da sue prestazioni.
      Alisson era un’altra cosa.
      Il brasiliano determinava i risultati.

      1. non è mai bello quando un portiere è il migliore in campo, per me Olsen è il portiere che ci serve

    2. Mantenersi con i risultati in Champions e vendendo ogni anno quelli con più mercato,sperando di beccare sempre gente che si riveli più forte di quella appena venduta. Tutto questo attendendo la panacea di tutti i mali: Lo Stadio. Ma lo leggi quello che scrivi??? Lo stadio non sarà della Roma ma di Pallotta and friends. I giocatori forti dovrebbero venire a giocare alla Roma perché ha uno stadio bello??? Che c’è dobbiamo ridere o cosa?!?!?!? E poi mi spieghi come fai a migliorare ogni anno vendendo i migliori ogni anno?!?!? Con un DS come Monchi poi che non ne azzecca una?!?!?!? Purtroppo però sulla gestione della Roma hai ragione tu,ogni anno questi vogliono i soldi della Champions più quelli delle cessioni illustri. Però quest’anno il giocattolo si è rotto. Perché dopo che han venduto 7 titolari in 3 sessioni di mercato, senza peraltro sostituirli adeguatamente, ora la Roma si ritrova al pari di Torino,Parma e Sassuolo. Stai bene così. E non sperare che Zaniolo esploda troppo, perché altrimenti max 2 anni e si rivendono subito pure lui.

      1. Ah…Olsen non vale manco un guantone di Alisson. Alisson faceva lanci che manco De Rossi li fa…era un portiere che oltre a fare parate determinanti aveva visione di gioco e nelle uscite era fenomenale. Lascia stare dai…

    3. Lory la tua difesa di questa società è ammirevole, davvero.
      Anche se leggendo tra le righe comincia a scricchiolare. Hai sempre difeso monchi, ora il tuo giudizio sta cambiando.
      Purtroppo non è semplicemente possibile crescere ogni anno quando ogni anno vendi e smantelli la squadra. Oltretutto diventi un porto di approdo temporaneo per i giocatori… tutti si sentono provvisori e non danno il sangue in campo come dovrebbero fare. A pallotta della Roma calcio non importa nulla, vuole solo lo stadio per vendere.
      Dopo una semifinale di champions e tanti soldi entrati una campagna acquisti come quella estiva è offensiva verso l’intelligenza dei tifosi.

  16. CUCS, rispetto il tuo noto punto di vista.
    Anche a me piacerebbe un Presidente più vicino alla squadra.
    Ma onestamente non ne vedo in giro molti meglio di Pallotta.
    Tra i cinesi di Suning, l’Agnelli di turno, Elliott, Lotirchio e il cinepanettaro, mi tengo il nostro.
    Questa la formazione presa in mano da Monchi:

    La rosa della Roma 2016/17

    PORTIERI: 1 Wojciech Szczesny, 19 Alisson , 18 Bogdan Lobont

    DIFENSORI: 3 Juan Jesus, 2 Antonio Rudiger, 13 Bruno Peres, 15 Thomas Vermaelen, 20 Federico Fazio, 21 Mario Rui, 33 Emerson Palmieri, 44 Konstantinos Manolas, 99 Abdullahi Nura

    CENTROCAMPISTI: 4 Radja Nainggolan, 5 Leandro Paredes, 6 Kevin Strootman, 16 Daniele De Rossi, 24 Alessandro Florenzi, 30 Gerson, Grenier

    ATTACCANTI: 9 Edin Dzeko, 10 Francesco Totti, 11 Mohamed Salah, 22 Stephan El Shaarawy, 8 Diego Perotti

    Sono passati solo 18 mesi e di questa squadra giunta a 4 punti dai gobbi ne sopravvivono solo 8.
    Io non sono contrario a cambiare.
    Ma secondo me si è esagerato nel turnover facendo spesso acquisti peggiorativi.
    Un caro saluto.

    1. Caro down Under,
      Innanzitutto un carissimo saluto a te.
      Poi – mia opinione – nelle tue ultime tre righe c’e la sintesi della mia opinione .
      Per me l’eccesso di turn-over è il motivo per cui perdiamo posizioni e dietro tale strategia c’e La visione del
      presidente
      Che per me è la causa del nostro ridimensionamento
      Io la vedo così

  17. Pallotta i soldi ce li ha sempre messi sul mercato.
    Se poi il miglior DS al mondo potendo spendere 250 ml in 3 sessioni di mercato riesce nell’impresa di indebolire la squadra non è certo colpa di James.
    Il colpevole maggiore è solo uno, fatevene una ragione.
    Le colpe di Pallotta, Baldini, Baldissoni, Gandini, Totti e Di Francesco sono minime.
    Stiamo pagando a caro prezzo il cambio di DS.

  18. Se non cambia il Presidente James Anzalone non ne usciamo ….

    1. Ah ah ah!!! James Anzalone…pura verità…se non cambia lui la musica sarà sempre la stessa…

      1. Infatti

  19. Vorrei rispondere ad Ivan Gamberini. Non so che lavoro fai,ma in Italia, al giorno d’oggi,se sei un lavoratore dipendente in un’azienda privata,se durante l’anno solare collezioni più di sei mesi ( sei mesi ed un giorno per la precisione e nemmeno continuativi) di assenza per malattia,puoi essere legittimamente licenziato. E,purtroppo, non parliamo di emolumenti milionari come quelli dei calciatori. Questo tanto per delucidarti su quella che è la normativa tuttora vigente nel mondo del lavoro privato in Italia. Ma comunque ed in ogni caso i calciatori non sono dei “dipendenti”, ma hanno dei contratti da professionisti che nulla hanno a che vedere con quelli di noi comuni mortali. A mio parere dovrebbero essere pagati a prestazione e con variazioni anche significative di pagamento a seconda del loro rendimento. Vedi come trotterebbero in campo poi…..

  20. Calcio sempre più spudoratamente truccato, ma che lo guardiamo ancora a fare dico io, intanto con l’Inter non l’ho vista ma non solo per gli arbitri, questo smontare la squadra ogni anno mi ha fatto disaffezionare. Siamo solo un giocattolino nelle mani di imprenditori senza scrupoli. A sto punto preferirei uno con poche risorse ma tifoso della Roma che ha il sogno e l’obiettivo di vincere qualcosa, non di fare salire il valore di un pacchetto da vendere al miglior offerente. In cinque anni avevamo consolidato la superiorità sulle milanesi, ora tutto è vanificato, cinque anni per ristabilire i vecchi equilibri degli anni novanta, complimenti a Pallotta e soci.

    1. Commento che condivido al
      100 per cento.
      Parola per parola.
      Roma Inter l’ho vista per inerzia .
      Rigore solare negato, ma distacco dalla 1 (-20) e dalla seconda (-12) alla 14^ da Rometta anni 70.
      Tutto molto
      Triste .

      1. 17 mesi fa abbiamo chiuso il
        Campionato a -4 dalla
        Juve a 87 punti.
        Sembrano passati 10 anni

      2. Gli ulteriori commenti scritti sotto
        Sulla stagione volevo postarli qui ma ho sbagliato…
        L’eta….

  21. Cagliari Genoa Juve Sassuolo Parma. Per piacere 15punti. Forza Magica Roma

  22. Ciao a tutti
    quello che viene considerato il miglior arbitro italiano non vede ben due rigori solari,Fabbri al Var ci spiegassero per quale motivo non è intervenuto (domanda retorica,noi romanisti lo sappiamo bene ….)
    A fine partita è penoso il tentativo di Spalletti di equiparare il rigore negato su Zaniolo con il contrasto di spalla Manolas-Icardi

    ancora avevo il sangue avvelenato per Roma Inter della scorsa stagione,figuriamoci adesso ……. praticamente sto vedendo rosso come i tori che hanno davanti la muleta !

  23. speriamo che il rientro degli infortunati Perotti Dzeko Fazio Karsdorp.. proceda lentamente perché é l’unico modo di vedere i giovani all’opera

  24. Comunque un pacco di soldi lì metterei per Cutrone . E proprio forte .

    1. Concordo

      1. Anche la qualità delle recriminazioni ( rigore negato – evidente ci mancherebbe – etc, aiuta a non pensare ai numeri degli ultimi 18 mesi ).
        Zaniolo – splendido con Ínter senza essere Maradona meglio ricordarlo – esaltato dopo 2 partite buonissime.
        Se continuiamo così rischia di essere il nuovo Scarnecchia .
        10 partite buone in serie A
        Tutto
        Molto anni
        70, purtroppo….

      2. Ovviamente in Campionato.
        Il cammino in CL invece è migliore e resta unica possibilità di dare un po’ di lustro ad una stagione quattro passi indietro rispetto a 2 anni fa

  25. Ad oggi sono sei i punti persi per gli arbitraggi. Comunque le partite vanno giocate molto meglio. Florenzi può fare solo il terzino e non è il massimo pure lì se non è fisicamente al 100 per 100. Non mi è piaciuta la scelta di difra di mettere Florenzi a sinistra con Kolarov che ti spinge. Tanto valeva mettere Klujvert specialista del ruolo.

    1. Tra l’altro non ha mai giocato li. Kluivert è in rampa di lancio ed è l’unico della rosa che in questo momento salta l’uomo con continuità. Di francesco o non lo fa giocare oppure lo mette a destra.
      Zaniolo invece nota positiva, grande personalità e migliora ad ogni partita.
      In ripresa schick ieri, finalmente è sembrato un giocatore di calcio

  26. Buongiorno a tutti.
    Non so voi ma io con la questione arbitrale ho raggiunto la saturazione.
    In costanza di VAR per due Roma-Inter di fila abbiamo subito un clamoroso torto su cui l’arbitro davanti al video ha sorvolato.
    L’anno scorso fu Orsato, guarda caso, che dalla postazione Var non si accorse (solo lui) del nettissimo rigore su Perotti.
    Qiest’anno è toccato all’accoppiata Rocchi-Banti.
    Visto che l’immagine chiara era chiaramente disponibile entro il minuto di consultazione VAR si fa fatica a non pensare alla mala fede.
    Che poi noi ci mettiamo anche del nostro è vero, ma per me è evidente il disegno del Palazzo di far qualificare il Milan per la champions.
    Ai torti che noi abbiamo subito a ripetizione da inizio campionato (anche il rigore confermato dal VAR su Simeone Ha dell’incredibile) corrispondono i favori arbitrali concessi alla squadra di Gattuso.
    Zeman sarà anche un soggetto originale e sui generis, ma quando dice che certe cose vengono pianificate dal palazzo io ci credo.
    Che la squadra più titolata a livello internazionale d’italia Torni in Champions corrisponde ad un interesse economico di chi manovra le leve e questo credo sia alla base di tutto.

    Venendo alla partita, oltre all’eccellente Zaniolo, evidenti segnali di ripresa per giocstori come Florenzi, Kolarov, Cristante e Schick, quantomai importanti per le prossime partite viste le assenze.
    Nzonzi è apparso stanco e questo invece preoccupa in vista dei prossimi impegni, stante anche l’assenza di DDR.
    Male infine la coppia di centrali. Salvando Kostas che resta un elemento fondamentale nonostante qualche sbavatura resta il problema del suo compagno, visto che Fazio è JJesus possono al massimo essere buone riserve e Marcano non è ad oggi pervenuto.
    Forse un avvicendamento in questo reparto, con la cessione di Marcano e magari uno tra Jesus e Fazio e l’acquisto di un titolare serio nel ruolo di centrale di sinistra è ad oggi la priorità del mercsto di riparazione a mio parere.

    1. Caro Dero, il nuovo presidente ( o amministratore delegato ) del Milan, è l’ex Presidente Eni.
      Gente potente e capace.
      Spiega molto .

      1. Già 😜

  27. L’unico modo per rilanciare Karsdorp è “rilanciarlo” da dove è venuto. E fargli pure una bella causa per procurato danno, dato che da quando è arrivato prende in pieno il suo bell’ingaggio milionario ma ha contribuito zero alla causa giallorossa. Anzi è stato un giocatore in meno.

    1. Da quando la tua ditta ti paga se sei malato o infortunato?

  28. non capisco perché si crei tanto clamore per il rigore non dato su zaniolo, quest’anno siamo stati nettamente sfavoriti da diversi episodi arbitrali magari meno clamorosi.
    a memoria ricordo bene il rigore non dato su dzeko a Napoli, quello subito a Firenze su Simeone e se non sbaglio a Udine non è stato chiamato il VAR su un fallo su under nel primo tempo. Anche ieri Zaniolo subisce nettamente fallo sull’azione che porta all’1 a 0 di Keita, episodio che andava sicuramente rivisto e ora gli interisti si stanno invece attaccando a un presunto fallo su Icardi nel finale. ma con che faccia…

  29. Qualcuno deve spiegarmi il significato di mettere florenzi alto a sinistra, invece di mettere kluivert.
    Doveva giocare con florenzi al posto di santon e dentro kluivert, di francesco fa degli errori bambineschi.

    1. invece secondo me Florenzi ha fatto una partita più che dignitosa, con el shaarawy infortunato, perotti ancora convalescente e con la possibilità di rilanciare karsdorp, penso che edf lo riproporrà in quella posizione.

      1. Kluivert è per distacco il miglior esterno sinistro della rosa. Non lo fa mai giocare

    2. Non concordo Aleste.
      Visto che loro, come è noto, attaccano spesso crossando sul palo opposto era importante avere terzini in grado di farsi valere nel gioco aereo, tanto più che da quelle parti gravitava Perisic che è forte di testa e sfiora i 190cm.
      Non è un caso che in quel modo abbiamo preso il gol di Keita.
      Da qui la condivisibile preferenza per Santon in luogo di Florenzi.
      Peraltro Flore in quel ruolo ha potuto sfruttare la possibilità di accentrarsi sul piede destro per il tiro, come nel caso del clamoroso palo su assist di Schick.

      1. A me florenzi è parso completamente spaesato. Il palo l’ha preso su una giocata clamorosa di schick… tra l’altro avrebbe potuto fare molto meglio di così.

    3. Giusto. Con Kolarov che ti spinge nei venti metri non ha senso .

  30. Il Var,l’arbitro Rocchi,i pali… Vero. Tutto vero. Giusto incazzarsi. Ma questa rimane una Rometta. Una Rometta dagli ingaggi milionari certo, ma proprio per questo fa più rabbia. Il Torino, una squadra ridicola come il Torino, ha un punto più della Roma in classifica. Sassuolo e Parma a pari punti. Juve in un’altra galassia, secondo e terzo posto lontanissimi. Tutto questo però è normale per la proprietà della Roma, perché ancora non è saltato nessuno. Davvero tristissimo.

  31. Buongiorno a tutti,
    la partita di ieri dimostra due cose:
    1) che i giocatori della Roma giocano quando vogliono loro…ieri mancavano 5-6 titolari ma la squadra ha dato tutto. Anche sotto di un gol, ha continuato a fare un calcio di qualità (ieri ho visto cose interessanti). Come ho detto e ridetto, per batter Spal, Chievo, Bologna e Udinese non c’era bisogno di Messi e Guardiola…
    2) che la VAR non è ancora riuscita a eliminare ‘l’errore umano’. Ieri rigore evidente e nessuna chiamata a Rocchi. Non mi piace pensare a complotti e roba simile ma la Roma viene spesso penalizzata e le milanesi aiutate…l’anno scorso la Lazio con qualche svista in meno sarebbe entrata in Champions al posto dell’Inter. Quest’anno tocca al Milan? Vediamo di eliminare ogni dubbio vincendo 3-4 partite di seguito e superandoli di nuovo 😉

  32. Comincio a pensare che ci sia un accanimento degli arbitri contro la Roma. Non si puo’ usare la moviola in campo cosi’ male

    1. secondo me c’è la volontà del Palazzo di mandare le Milanesi in UCL.. se non invertiamo la rotta da soli questi ci riescono.

  33. Buon punto.
    Discreta prestazione.
    Ma in due anni, in campionato, ne sembrano passati 10.
    Abbiamo buoni/ottimi giovani su cui puntare.
    Il futuro potrà essere roseo.
    Il presente è- 20 dalla Juve alla 14^ e -9 dalla seconda è dalla terza .
    Sono tornati i tempi della Roma di Anzalone.
    Il risultato peggiore .
    Se avessimo vinto avremmo potuto riprendere a correre con un po’ di forza.
    Se è avessimo perso forse sarebbe saltato Difra, in tempo per fare una mezza rivoluzione prima degli 8^ di CL, unico vero obiettivo rimasto.
    Il pareggio farà continuare l’agonia in camipionato.
    Il 4 posto un miraggio.
    Rometta, volenterosa e nada más.
    Anzi si.
    L’inter Mediocre.
    E Rocchi indegno.
    In un mondo civile non arbitrerebbe più .

    1. Tanto i giovani buoni li vendono, sappiamo già come funziona.
      Adesso stiamo crescendo zaniolo, appena avrà terminato il suo percorso e sarà pronto per fare la differenza verrà ceduto

  34. La squadra ha reagito molto bene.Hanno tirato fuori gli attributi !!!
    Gol mangiato ( per me è così ) e RIGORE NETTISSIMO NON DATO A NOI SULLO ZERO A ZERO !!!!!!!! CHE [email protected]@@O CE STA A FA’ ER VAR ????????????? LI MORTACCI VOSTRA E DER VAR !!!!!
    Sempre Rocchi c’è di mezzo .Sempre LUI a danneggiare la ROMA !!!!
    Per legge, quando un reato è stato commesso da tre persone in su,c’è la fattispecie dell’associazione per delinquere. Qui i presupposti ci sono : banti,rocchi,orsato e i rigori non dati. Il dolo è palese.
    Ho sentito che è intervenuto Er Capitano ,incazzandosi con l’arbitro e il Var.

    Daje Roma !!!!

  35. Modernamente soddisfatto per la prestazione più di inerzia e cattiveria che di idee..
    Sbagliamo sempre le uscite palla e spesso siamo infilati centralmente nei centrali di centrocampo scoprendo la difesa quasi in 1vs 1
    In fase di attacco poi sembra che ci si affida sempre di più alla caparbietà del singolo.. Zero movimenti senza palla a chiamare le giocate anzi si fa a gara a nascondersi.
    Nota positiva la costante crescita di Cristante che inizia a prendere iniziative nel palleggio cosa che può fare tranquillamente.
    NZonzi è alla frutta fisicamente e ha perso di lucidità
    Schick non saprei.. Fa delle cose assurde con la palla perdendo tempi di gioco importanti.. E spalle alla porta è disorientato.

  36. buona gara da cui partire, anche se il primo tempo contro il real non era cosi male
    continua a preoccuparmi comunque la fase difensiva e le varie amnesie in difesa
    e l’assenza di veri bomber in attacco
    Buono anche il recupero di Perotti e Pastore

    Peccato perché il palo e l’arbitro ci hanno levato un paio di gol

  37. roma che meritava la vittoria e che l’arbitro gliela ha negata.

    Detto ciò è possibile che schick e dzeko insieme fanno 3 goal in campionato? record negativo in serie A.

  38. NOI SAREMO ANCHE DELLE SEGHE TERRIFICANTI, MA NON PER QUESTO MERITIAMO DI ESSERE TRATTATI AL PARI DELLA MERDA.

    1. Ciao,Attilio !!!!

      Concordo con te al 100% !!!

      Ad Maiora !!!

  39. Non mi era dispiaciuta la gara fino al gol di quella merda ex laziale
    poi una (delle tante) disattenzione in difesa ed ora c’é da sudare

    Arbitraggio comunque scandaloso sia sul rigore e sul fallo su Zaniolo

  40. Chissà perché mandano Rocchi ad arbitrare la Roma …….

  41. Viste le ricadute di Pastore e Perotti non andrei a forzare il recupero di Pellegrini,anche perché al suo posto giocherà Zaniolo che seppur giovanissimo fa ben sperare;
    Il punto è che a svegliarsi devono essere altri giocatori,sulla carta molto più importanti di un ragazzino di 19 anni …..