Roma-Atalanta, uno tra Nainggolan e De Rossi, entrambi diffidati

di Francesco Gorzio Commenta

Immerso nella bufera mediatica scatenata dalle dirette Instagram di Nainggolan, Di Francesco cerca di pensare solamente alla partita contro l’Atalanta.

La Repubblica, F. Ferrazza

Immerso nella bufera mediatica scatenata dalle dirette Instagram di Nainggolan, Di Francesco cerca di pensare solamente alla partita contro l’Atalanta, ultimo impegno prima di una sosta che potrebbe aiutare a far rifiatare il poco brillante gruppo romanista. Il tecnico non sembra troppo turbato da quanto si dice in giro: ha parlato con il ragazzo — che verrà multato — e sembra intenzionato a far giocare Radja sabato in campionato, non condizionato dagli interventi disciplinari societari, così come non lo era stato dopo il rosso rimediato a Genova da De Rossi.

Quello che però potrebbe frenare Eusebio nelle sue scelte, è il fatto che Nainggolan è diffidato — così come lo stesso De Rossi — e un’eventuale ammonizione gli farebbe saltare la sfida contro l’Inter, di Milano, in programma dopo la sosta. La diffida col centrocampista non gli ha impedito di schierarlo con il Cagliari, la settimana prima di Juve — Roma, ma in questo caso potrebbe essere diverso. Di Francesco potrebbe decidere di schierare solamente uno tra il Ninja e il capitano giallorosso, insieme a Pellegrini e Strootman. Come potrebbe scegliere di far giocare solo uno tra Dzeko e Schick, preoccupato che la ricerca degli equilibri in campo tra i due, costi troppi punti all’interno di una stagione strapiena di impegni.

Si sta muovendo nel frattempo sul mercato (che apre ufficialmente oggi), Monchi. Il ds spagnolo potrebbe cedere Bruno Peres, che ha offerte da Portogallo e Brasile, prendendo un altro terzino. Vedi Juanfran, dell’Atletico. In attesa del rientro di Karsdorp, che intanto dichiara: «Se penso che non gioco divento pazzo. Non vedo l’ora di tornare in campo».

Lascia un commento