Radja Nainggolan in conferenza stampa prima di Bate Borisov-Roma

di Francesco Gorzio Commenta

Le parole del centrocampista belga della Roma

Radja Nainggolan in conferenza prima della partita contro il Bate Borisov:

“Non è un problema, quella di domani è sempre una sfida di Champions League ed è fondamentale per il nostro cammino: dobbiamo dimostrare in campo quanto valiamo e dare il massimo per la squadra. Tutti noi giocatori dobbiamo poi scendere in campo molto concentrati per raggiungere il nostro obiettivo, che è quello di cercare di vincere”.

Senza Keita potresti essere schierato come regista: potrebbe essere il tuo ruolo del futuro?

“Io faccio il giocatore e mi metto sempre a disposizione, per me è sempre importante giocare e il ruolo che devo ricoprire lo decide il mister. Il regista l’ho fatto diverse volte: sicuramente non è il mio ruolo naturale, ma ogni volta che si gioca bisogna imparare. Quindi quando il mister me lo chiederà scenderò in campo sfruttando le capacità che ho”.

Come ti senti fisicamente rispetto alla scorsa stagione?

“Ho avuto qualche problema in più, lo scorso anno non ho giocato in Nazionale come in questi ultimi mesi e avevo avuto quindi più giorni di riposo. Per la mia struttura fisica ho bisogno di più preparazione per stare in forma, ma piano piano sto tornando al cento per cento. Vorrei giocare sempre e quindi cerco di non pensare mai alla stanchezza: però sono un essere umano e certe volte si sente. L’importante è dare sempre il massimo e pensare a fare il mio dovere di giocatore”.

Totti è effettivamente triste in questo periodo?

“Subire due infortuni in pochi giorni non è una cosa bella e chiunque sarebbe triste, ma lui è un tipo sempre ottimista e allegro. Adesso è molto più concentrato sul fatto di rientrare il più velocemente possibile”.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento