Il Manchester United ora esagera: richiesta alla Roma per Smalling davvero eccessiva

by Daniele Mesto 0

Smalling

Continua ad essere particolarmente complicata la questione che riguarda Smalling ed il suo possibile futuro alla Roma. Col senno dio poi, infatti, non ha pagato la scelta di non imporre una cifra precisa per il riscatto del difensore inglese durante l’ultima sessione di calciomercato. In tanti danno erroneamente per scontato che i giallorossi godano di un diritto di riscatto nei confronti del Manchester United, tramite il quale Petrachi potrà assicurarsi il cartellino del giocatore senza sorprese. In realtà, le cose non stanno così.

Le ultime sul possibile riscatto di Smalling

Il quadro preciso della situazione ci è stato mostrato nel corso delle ultime ore dal Corriere dello Sport, secondo cui il riscatto della Roma per Smalling non è mai stato tanto lontano. Le prestazioni del giocatore, nel corso delle ultime settimane tornate ad essere più che convincenti, pare abbiano indotto lo stesso Manchester United ad alzare la posta. Arrivati a questo punto, infatti, l’investimento richiesto al club giallorosso potrebbe andare oltre il budget inizialmente stanziato per tenere il ragazzo. Questo quanto riportato dalla fonte nel corso delle ultime ore sull’affare:

“La società giallorossa, che l’estate scorsa in sede di trattativa puntava a un diritto di riscatto intorno ai 17 milioni, prima di virare verso il prestito secco, ovviamente è chiamata a riflettere. Non sarà proprio “scioccata”, come si legge sui media britannici, ma deve riconsiderare la situazione alla luce degli ultimi sviluppi. Non è intenzionata però a chiudere il discorso prima di aver fatto tutti i passi possibili, anche perché Fonseca ha già fatto capire di reputare l’inglese fondamentale anche in chiave futura”.

A rendere la situazione ancora più complicata, al di là delle performance di Smalling che ne hanno fatto alzare il prezzo non di poco in questi mesi, anche i pesanti investimenti fatti dal Manchester United. I Red Devils, infatti, devono monetizzare il più possibile con le cessioni di quei giocatori ritenuti non centrali nel progetto tecnico. A prescindere da quale sarà la guida tecnica nella prossima stagione.

Ecco perché, qualora la Roma non fosse propensa a sborsare quasi 30 milioni di euro per Smalling, allora si potrebbero cercare altri acquirenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>