Focus sulle pagelle di Juventus-Roma in Coppa Italia: Smalling tra i pochi a salvarsi

by Daniele Pace 1

Ci sono indicazioni importanti che non possono essere ignorate da Fonseca dopo il match di Coppa Italia Juventus-Roma, considerando il fatto che i giallorossi hanno dimostrato di essere ancora lontani anni luce dalla compagine bianconera. Al netto delle assenze di Dzeko per squalifica e di Zaniolo, infatti, i capitolini hanno mostrato evidenti limiti nel corso del primo tempo che a conti fatti spiegano la grossa differenza in classifica tra le due squadre.

Le pagelle di Juventus-Roma

Scendendo in dettagli, effettivamente ci sono diversi aspetti da analizzare con grande attenzione dopo questo Juventus-Roma. Troppi giocatori, infatti, stanno evidenziando discontinuità di rendimento e l’approccio avuto con il 2020 non è certo stato dei migliori. La solita vittoria di Marassi contro il Genoa, dopo aver a lungo sofferto contro una squadra che di certo non vive un momento così brillante, deve necessariamente indurre Fonseca a ragionare sui limiti di una rosa forse sopravvalutata. Ecco le pagelle:

Pau Lopez 6: non ha particolari colpe sui gol, ma sulla rasoiata di Cristiano Ronaldo forse poteva scendere un pochino meglio per smanacciarla. Siamo però ai dettagli;

Florenzi 4,5: disastro assoluto nel primo tempo. Gol del portoghese sulla sua coscienza, pesante sulle gambe. Non riesce a tenere nemmeno il passo di Rabiot. Un po’ meglio da esterno alto, ma “un po’” per davvero;

Mancini 5: troppo morbido in occasione del gol di Bentancur. Errore non da lui che a conti fatti compromette tutta la partita;

Smalling 6,5: l’unico a non perdere la testa in difesa, nemmeno quando si mette male nel primo tempo. Grandiosa ripresa, sempre in anticipo su Higuain;

Kolarov 5,5: non soffre tantissimo Douglas Costa paradossalmente, ma la sua spinta è praticamente nulla;

Diawara 6: costantemente sotto pressione, fa quello che può e non affonda quando la Juve sale di giri;

Cristante 5: brutta prova. Lento e compassato, non fa filtro ed accompagna raramente l’azione, anche quando viene spostato più in avanti;

Kluivert 4: sbaglia tutto quello che si può sbagliare nel primo tempo e Fonseca lo lascia giustamente negli spogliatoi;

Pellegrini 5: altra prova opaca contro una big. Massima fiducia in lui, ma deve svegliarsi contro le squadre di “fascia alta”. Il derby sarà un bel banco di prova;

Under 6: il gol è formalmente suo, al netto del tocco di Buffon. Ed è una perla che salva una prova abbastanza scialba;

Kalinic 4: pazienza finita con lui. Non è nelle condizioni di vestire questa maglia. A tratti imbarazzante, l’ombra di sé stesso e del giocatore apprezzabile di Firenze.

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
rugantino Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
rugantino76
Member
rugantino76

partita spekkio dlla società. ora tralasciando l’emorraggia di infortuni (ottimo si è rotto pure djawarà, il migliore di qsto ultimo xiodo), mi sembra kiaro ke hanno e stanno sottovalutando il problema gol. in estate nn è stato preso il sostituto di elsha. hanno tenuto giocatori ke se fanno 2partite di fila è già un miracolo (pastore/perotti) in + hanno aggravato la situazione prendendo ql brocco di kalinic e nn acquistando un altro centravanti (o magari tenendosi un sadiq). sno settimane ke il mister rilascia interviste in cui kiede a sti “dilettanti allo sbaraglio” di intervenire sul mercato.. continuiamo così. facciamoci… Leggi il resto »