Le pagelle di Roma-Istanbul Basaksehir: Zaniolo non lo ferma nessuno

by Daniele Pace 0

Ci sono molti spunti interessanti che possiamo estrarre dalle pagelle di Roma-Istanbul Basaksehir, match estremamente importante, attraverso il quale la squadra giallorossa ha già messo in chiaro le cose nel proprio girone di Europa League. Un segnale importante, che giunge a dirla tutta dopo un primo tempo non particolarmente entusiasmante e sbloccato solo da un’autorete che ha facilitato le cose ai ragazzi di Fonseca.

La pagelle di Roma-Istanbul Basaksehir

Provando a scendere maggiormente in dettagli, le pagelle di Roma-Istanbul Basaksehir non sono così complesse, visto che tutti i giocatori mandati in campo dal tecnico giallorosso sono andati tranquillamente oltre la sufficienza, nonostante qualcuno ancora non riesca a convincere. Proviamo ad esaminare le partite di tutti:

Pau Lopez 6,5: alcune uscite che hanno dato sicurezza a tutto il reparto. Per il resto, ordinaria amministrazione in un tranquillo giovedì sera di fine estate;

Spinazzola 6: deve indubbiamente ritrovare la migliore forma dopo aver iniziato alla grande il precampionato. Segnali incoraggianti, ma siamo solo all’inizio del suo percorso;

Fazio 6: un errore non da lui nel primo tempo che per puro caso non complica la serata della Roma. Poi nessun grattacapo e serata di puro relax.

Juan Jesus 6: riesce a farsi ammonire addirittura in una partita del genere. Non commette grossi errori, ma è chiaramente indietro rispetto ai compagni di reparto;

Kolarov 6,5: probabilmente avrebbe potuto riposare e tirare il fiato. Solita partita di sostanza, pur senza lasciare andare mai il solito sinistro;

Diawara 6: sufficienza, sulla fiducia. Come Juan Jesus, è nettamente indietro nelle gerarchie e non fa più di tanto per ribaltare le carte in tavola agli occhi del mister;

Cristante 6,5: sempre più a suo agio davanti alla difesa. Con Veretout è destinato a crescere e magari a prendersi qualche licenza extra;

Zaniolo 8: di gran lunga il migliore in campo, anche nel primo tempo quando i compagni partono a marce basse. Nella ripresa un gol e un assist. Che altre chiedergli?

Pastore 6,5: mezzo voto in più per alcuni spunti degni della sua classe. Ci sono ancora speranze per lui;

Kluivert 7: cresce in convinzione e tenta finalmente giocate che lo scorso anno lo terrorizzavano. Il gol è il giusto premio alla sua serata;

Dzeko 7: solita intelligenza e generosità. Il gol, come sempre, è un dettaglio extra dopo l’ennesima buona partita.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami