Di Francesco in conferenza stampa prima di Atalanta-Roma

di Francesco Gorzio Commenta

Eusebio Di Francesco torna a parlare ai giornalisti nella conferenza stampa alla vigilia di Atalanta-Roma.

Le parole di Eusebio Di Francesco alla vigilia di Atalanta-Roma.

De Rossi è tornato in gruppo, come ha reagito? È a disposizione?
“Sono molto contento di come ha reagito, a differenza di Roma-Genoa, quando l’ho convocato per sostegno morale, in questo momento è a disposizione. Non ha i minuti nelle gambe, ma il ginocchio ha reagito abbastanza bene. Siamo soddisfatti”.

Quali sono le insidie di questa partita?
“Ho molta stima di Gasperini e della squadra che ha costruito, fisica, che sa quello che vuole, che si allena in un determinato modo. Le insidie sono tantissime, la bravura nostra deve essere avere la stessa fisicità e aggressività. Contro le grandi l’Atalanta ha sempre fatto bene, dobbiamo imporre il nostro gioco”.

Zaniolo a destra si potrà rivedere dall’inizio?
“Abbiamo avuto qualche problemino fisico con Florenzi e Pellegrini, la formazione è in bilico. Sono tutte opzioni valide, ma devo valutare. Anche Florenzi e Kluivert possono fare quel ruolo, Schic ha dimostrato di poter coesistere con Dzeko”.

A che punto è Dzeko?
“Questa settimana si è allenato veramente bene, sapendo che gli mancano un po’ di minuti. Penso che l’aspetto psicologico sia molto importante, un attaccante deve fare gol, ma lui è stato entusiasta e disponibile verso i compagni. Lui sa mandare i compagni in porta, è normale che debba far gol, sono convinto che lo farà presto”.

La Roma ha quattro diffidati, di cui tre a centrocampo: influirà sulle sue scelte?
“Cerco di non pensarci, mandando in campo la squadra più opportuna. Poi valuteremo”.

Karsdorp è pronto per fare tre partite di fila?
“Secondo me sì, anche perché c’è stata una settimana differente. Ha riposato un po’ di più visti i carichi. È in ballottaggio con Santon”.

L’Atalanta è un avversario per il quarto posto? L’Inter può essere risucchiata nel gruppo?
“Ovvio che dobbiamo cercare di arrivare quarti, per restare in Champions League. L’Inter ha un buon vantaggio, ma le gare vanno giocate. L’Atalanta è molto temibile, non ha le coppe, ha solo la Coppa Italia, lavorando costantemente fa paura. Ha tutte le carte in regola per poter ambire al quarto posto. È un ambiente particolare che ti permette di lavorare in un certo modo”.

Gasperini ha parlato dell’interesse per Mancini: che idea ha del calciatore?
“Puoi fare un’altra domanda. Non parlo di giocatori che non sono della Roma, specie in sede di mercato non è corretto, creerebbe situazioni non simpatiche. Sono molto corretto”.

Nzonzi è pronto per rientrare?
“Al di là del pressing, perché pressiamo anche noi, l’Atalanta è una squadra fisica e lui è un giocatore fisico. Si è allenato tutta la settimana, ha superato tutti i problemi”.

Di mercato non parla…
“Non è questione di mercato in entrata o in uscita, voi mi parlate di elementi, non di mercato.”

State valutando qualche cessione? Coric, Pellegrini…
“Stiamo facendo valutazioni, ma è ancora presto per poterlo dire. Tutte le parti devono essere d’accordo, anche in base alla volontà dei calciatori. Hanno poco spazio, ma ce li teniamo stretti. Abbiamo tre partite molto importanti in questa settimana, al mercato pensa il direttore sportivo.”

E’ meglio accettare i duelli fisici o metterla più sulla qualità?
“Io credo che l’Atalanta, se guardiamo gli elementi che ha davanti, ne ha di qualità. Ha Ilicic, ha Gomez, ha qualità. Effettuano tanti dribbling. Dobbiamo mettere in campo la qualità, ma anche il fisico. Sarà una partita molto aperta, in un campo non facile.”

Lascia un commento