L’agente di Zaniolo: “La sua caratteristica è quella di avere un grande fame quindi non si fermerà”

di Francesco Gorzio 197

Stefano Castelnovo, agente di Nicolò Zaniolo, ha parlato a Radio Sportiva del proprio assistito dopo la grande partita contro l'Inter.

Stefano Castelnovo, agente di Nicolò Zaniolo, ha parlato a Radio Sportiva del proprio assistito:

Sulla partita contro l’Inter
“Anche col Real aveva fatto bene. Ora deve continuare a lavorare e stare con i piedi per terra. I complimenti di Totti fanno piacere, si può solo ringraziarlo. Il rigore su di lui era plateale, c’è poco da aggiungere”.

Sull’arrivo a Roma.
“L’operazione fatta in estate rientrava in un discorso per il quale l’Inter aveva bisogno di un giocatore pronto e la Roma di prendere sul mercato i migliori giovani, credo l’affare lo abbiamo fatto tutte e due. Noi dobbiamo ringraziare Fiorentina ed Inter se oggi Nicolò è arrivato in A è anche merito loro, non ci sono rimpianti sono state fatte delle scelte ma io voglio ringraziare tutti. Il padre ha giocato a livelli medio-alti, quindi un aiuto gli è stato dato anche da lui, si sentono quotidianamente e arrivano i consigli giusti. La sua caratteristica è quella di avere un grande fame quindi non si fermerà”.

Sul valore di mercato attuale di Zaniolo.
“Le valutazioni sono difficili da fare, è il mercato che determina il prezzo di un giocatore. Dipende da quante squadre si presentano alla società che ne detiene il cartellino: nei prossimi mesi avremo le idee più chiare”.

Lascia un commento

Commenti (197)

  1. Bellissima partita, squadra ritrovata e gioco finalmente all’altezza.
    Sto scherzando. Questa vittoria è purtroppo molto amara perché raggiunta con la sensazione di avere un gruppo di giocatori singoli e non una squadra. Ho provato, come altre volte, una sensazione palpabile di debolezza. Il Genoa, che è al momento una squadra in buona forma, sembrava aleggiare pericolosamente sulla nostra area quasi a piacimento, e questo è inammissibile.

    Appena arrivato, si paventava che Difra sarebbe caduto a causa del suo integralismo nei confronti del 4-3-3. Sta accadendo il contrario: il modulo di riferimento non viene nemmeno più nominato, e al suo posto ci sono continui tentativi, “per dare una mano ai ragazzi a giocare meglio”. Questo significa mettersi in una situazione di debolezza nei confronti della squadra, che aspetta inconsciamente che sia l’allenatore a trovare la formula magica giusta.
    Oltre al modulo, le convinzioni di Difra crollate a Roma sono diverse e tutte gravi:

    1)Il pressing alto. “Bisogna tenere gli avversari lontani dalla nostra area” diceva Difra. La sua Roma, invece, li lascia agire a centrocampo per contrastarlo solo quando stanno per andare al tiro.

    2)La squadra corta. È rarissimo quest’anno non vedere i reparti divisi e sfilacciati. La difesa, in particolare, sembra una cosa a sé rispetto alla squadra.

    3)”Si gioca come ci si allena”. Un altro mantra del primo Difra, sostituito da:”Facciamo delle cose in allenamento, ma in partita ne vedo altre”.

    4) I fraseggi. I giocatori tendono a stare lontani tra di loro, laddove Difra li vorrebbe vicini a dialogare.

    Il calcio di Difra non c’è. Qui a Roma, a meno di scossoni sempre meno probabili, sarà ricordato come un allenatore che non è riuscito a esprimere la filosofia che lo caratterizzava. Da questo punto di vista hanno ragione i tanti tifosi che lo vorrebbero vedere esonerato, e che potrebbero essere presto accontentati: giocarsi la panchina contro il Genoa e rischiare fino all’ultimo minuto di perderla è un segno di debolezza estrema che non può dare sicurezza a quei pochissimi, come me, che sono stanchi di questa instabilità in panchina, che non amano il personaggio Conte o che non vogliono provare l’ennesima scommessa, da continuare a fare il tifo per Eusebio.

  2. Venendo infine al sorteggio, a parte il Porto le altre sono una peggio dell’altra e non saprei chi scegliere.
    Mi basterebbe evitare Barca e City.

  3. Venendo alla partita di ieri accetto e rispetto i commenti di tutti, ma non concordo con chi dice che la squadra gioca contro il tecnico.
    Anzi, tra le poche cose da salvare c’è stata proprio la voglia dei giocatori in campo di rimontare lo svantaggio, per la prima volta quest’anno, per ben 2 volte, ciò nonostante le evidenti scorie lasciate dall’incredibile rimonta subita contro il Cagliari in 9.

  4. Buongiorno a tutti.
    Tempo fa segnalavo quello che a mio avviso è un “bug” del var che ci aveva giocato contro nei match vs Inter e Fiorentina.
    Lo stesso corto circuito nell’attuale sistema arbitrale ci ha favorito ieri.
    Il problema scatta nei caso in cui l’arbitro non sia certo della decisione da adottare.
    In quei casi, consapevole del “paracadute” var, è portato a prendere posizioni di comodo, confidando nell’eventuale rettifica del collega al video.
    Sennonché l’arbitro a video tende ad intervenire raramente in valutazioni non oggettive e quasi mai dove deve esprimere una supervalutazione (nel nostro caso su intensità e rilevanza della spinta di Florenzi) rispetto a quellla già compiuta in diretta dal primo fischietto,
    Così accade che uno strumento di giustizia come il var diventa causa di errori che magari, in assenza del predetto paracadute, non verrebbero commessi.
    Chiamiamolo effetto ponzio pilato alla seconda.

  5. Su Olsen: dopo 4 mesi di difesa colabrodo senza neanche una sbavatura oggi, al primo errore, viene fatto passare come l’ultimo degli scemi… boh

    1. Per quanto mi riguarda ha dei problemi gravissimi per un portiere
      1 non comanda la difesa
      2 è totalmene incapace di uscire; ad ogni partita se ci fate caso c’è qualche giocatore della roma che gli urla contro perché non è uscito su un calcio d’angolo o su un’azione perciolosa( ieri nzonzi, due partite fa manolas, tre partite fa fazio etc)… questo toglie sicurezza a tutta la difesa.
      Paradossalmente nonostante gli errori da ciarlatano di ieri tra i pali è un discreto portiere. Non siamo ai livelli di goicochea per intenderci

    2. E comunque è proprio con le difese colabrodo che i portieri sembrano più forti. È difficilissimo il ruolo del portiere quando devi parare un tiro a partita. Se ne devi parare 10 a partita paradossalmente è più facile

  6. Vedo solo tanto disfattismo in giro. Giusta la contestazione, giusto lo sciopero del tifo, primo tempo da dimenticare con zaniolo falso nove totalmente fuori ruolo, molto meglio la ripresa con il più classico dei 352 (alla conte) con le due mezzali a fare benissimo entrambe le fasi (eccellente soprattutto cristante), questa è la strada da seguire almeno fino alla sosta, poi il solito cambio scellerato, eppure avevamo avuto altre occasioni per chiuderla. In ogni caso abbiamo vinto e avremmo dovuto vincere anche a cagliari e contro l’inter e oggi saremmo terzi e agli ottavi di champions. Oggi di fra è il nostro allenatore e va sostenuto fino alla fine, anche se commette errori talvolta grossolani, chi tifa contro dovrebbe stare a casa.

  7. Partita di una bruttezza quasi grottesca. Non sono riuscito a tenere il conto degli errori della roma. Non ha funzionato niente. Olsen lasciamo stare, più o meno ce l’avevano tutti chiaro il fatto che ci siamo indeboliti nel ruolo.
    Squadra che non segue più l’allenatore, un allenatore tra l’altro senza idee.
    Dopo la juve occorre cambiare subito di francesco e monchi. Così da dare tempo al nuovo allenatore di prendere in mano la squadra durante la sosta.
    Occorre una scossa immediata

  8. Bravo Difra ottima lettura della partita. La finiremo poi di fare regali. Poteva finire ,5-1… Levatevi sta scimmia di dosso. Non si può piu perdere contro queste squadre. Forza Magica Roma

  9. capitolo Var…. dopo i vari torti avuti con le dirette contendenti Ecco l’aiutino Con le squadrette, tutto già visto ed ampiamente pronosticabile, mi chiedo allora a che serve la var? Ieri di Francesco per l’ennesima volta ha provato a non vincere la partita con i suoi soliti cambi e devo dire che non c’è riuscito per pochissimo…

    1. Senza aiutino questa partita non l’avremmo mai vinta. Questa è la verità

  10. Sabato prossimo sara’ una partita bellissima… per i tifosi della Rubentus.
    Oggi siamo stati graziati dall’arbitro, alla fine il rigore su Pandev poteva pure esserci. Squadra priva di idee, priva di giocate organizzate, schemi mancanti, e se ci si mette pure il portiere, andiamo bene andiamo

  11. Vittoria soffertissima.
    C’è gente che ancora non ha capito che sta giocando in un campionato professionista.
    Abbiamo assistito al festival delle bestialità,della cialtroneria,della spacconeria e della demenza.
    Come è possibile che siano stati comprati questi inetti travestiti da calciatori ?
    Sabato prossimo,lo ricordo a tutti,dobbiamo giocare contro la juve…
    Se la Roma ,contro la juve,dovesse giocare come ha giocato oggi, sarà un vero massacro.

  12. giornata di contestazione, striscioni Pallotta maiale e Pallotta go home ovunque in città
    meglio sarebbe disertare lo stadio
    gia in tanti salteranno la trasferta di Torino (65 euro)
    Guardando la classifica sembra quasi un errore eppure é tutto vero

    Un saluto ad Ave, Lupogio, Lorysan… che non scrivono da un po sul sito

  13. finalmente siamo nella colonna di destra della classifica……grazie di tutto e li mortacci vostra !!!!!

  14. Non sono un’amante della difesa a tre ma trovo che stante la mediocrità del nostro pacchetto arretrato opterei per un “primo non prenderle”.
    Schick ha fallito miseramente, comprendo che quindi Eusebio provi altre soluzioni.
    Se avessimo tenuto in rosa Tumminello invece di darlo all’Atalanta dove fa comunque muffa, questa sarebbe stata la sua partita.
    Però fatemi dire che essere arrivati a giocarci partite importanti senza Perotti, Elsha e Dzeko e dover mettere in campo giocatori che non “vedono la porta” a parte Under, è triste, soprattutto considerando che in avanti sono stati spesi molti soldi.
    Schick 42, Defrel 20 e Kluivert 19, insieme fanno 81 ml: goal segnati sinora (inclusa la passata stagione) = 4
    Stasera incontreremo un Genoa che con Kouamé e Pjatek ha un’attacco più valido del nostro costato quest’estate 5 ml (Kouamè) e 4,5 ml (Pjatek) totale meno di 10 ml e ben 14 goal complessivi in questa stagione.
    Si può dire che il DS del Genoa mangia in testa a Monchi?

  15. opinione xsonale: solo il mercato di gennaio può aggiustare la situazione, ma credo ke difra sia agli sgoccioli dlla sua avventura romana.
    anke una vittoria stasera nn porterebbe a nnt se poi alla proxima ripiombi nl grigiore.
    e cmq x stasera tanto vale fare un 4-4-2; cn i problemi difensivi attuali mi sembra un tantinello azzardato la difesa a 3 coi giocatori veloci ke si ritrova il genoa.

    1. abbi fede, Ruga…
      il genio in panchina sa quello che fa……

  16. quando alle certezze vengono sostituiti i carneadi…..e parlo di tutti,..giocatori, dirigenti (tutti..nessuno escluso…..proprio TUTTI….con la u e anche con la o)…quando l’ improvvisazione sale al potere mascherata da sapienza calcistica….
    ..i risultati non possono essere che questi….

    attenzione….

    mio padre mi raccontava di quello che avveniva nel 51…si rideva e si scherzava e poi si perdeva 3-1 con la Pro Patria ed in casa 0-1 col Novara…si rideva e si scherzava e si perdeva 7-2 con la JUVE E 6-0 CON L’ iNTER……si rideva e si scherzava certi che una squadra come la Roma non doveva temere nulla…

    …alla fine del campionato non si rideva più.

  17. Stasera si prova ad uscire dalla crisi con il piccolo (di età ) zaniolo come centravanti alla Hidegkuty…Capisco che si tratta di tentativi disperati per salvare un qualcosa che neppure Padre Pio potrebbe rendere degna di un miracolo…..magari gli dice culo e supera le prossime 48 ore….ma la vergogna per aver avallato le scelte del cassiere sivigliano rimane tutta…..siamo nelle mani del Signore.

    AMO TUTTI I TIFOSI DELLA ROMA.

  18. Mi è piaciuta la conferenza di Eusebio.
    Ha mostrato calma e serenità.
    Spero che domani sia un’inizio e non una fine.

    1. anche se fosse un inizio, ti sembra normale arrivare ad una soluzione dopo 4 mesi?
      A me la sua Roma non piace proprio, troppo fulnerabile in difesa, squilibrata a centrocampo e sterile in attacco.
      Basterebbe partire da una fase difensiva meno spregiudicata visto che in attacco non hai gli interpreti per il gioco offensivo.
      A parte Under non c’é nulla in attacco.

      1. Peter se avessi la certezza che il problema è Eusebio ti direi: “esoneriamolo subito, chiunque ma non lui!”.
        Io questa certezza non ce l’ho.
        Vedo un’allenatore che di volta in volta ha dovuto fronteggiare svariate difficoltà:
        – smantellamento rosa con perdita di certezze e personalità
        – inserimento dei nuovi
        – ammutinamento della vecchia guardia
        – poca qualità dai nuovi arrivi
        – infortuni a manetta
        – penalizzati da episodi VAR
        Vedo invece una squadra mal assemblata e credo che qualunque tecnico faticherebbe a trovare il bandolo della matassa.
        Accetterei ora un cambio tecnico solo se arrivasse un’allenatore top.
        In giro vedo solo Conte, Wenger e Zidane.
        Gli altri allenatori che ci vengono accostati hanno storie di fallimenti a ripetizione, quindi anche no!

      2. caro Down,
        come si dice a Roma……poteva fasse uscì er fiato prima…….

        anzichè avallare ogni scelta secellerata …..della società o del suo mèntore sivigliano.

        Oggi purtroppo è tardi.

      3. chiaramente…intendasi….SCELLERATA

  19. spifferi da trigoria parlano ke difra potrebbe cambiare modulo ed optare xun 3-4-3 col “falso nueve” e cn schick (finalmente) in panca.
    ecco, qsto vojo da un mister. ke cerki soluzioni, varianti e nn si fossilizzi su uomini e skemi

    1. ha avuto tutto il tempo a disposizione, ci arriverà probabilmente dopo 4 mesi, anche se ho i miei dubbi.
      Il problema resta la squadra sbilanciata ed i suoi interpreti, meglio fare le cose in modo equilibrato.

  20. Alla querele sul toto allenatore che negli ultimi giorni ha visto i nomi di P.Sousa, Wenger, Montella e Donadoni, c’è da aggiungere un articolo sulla Gazzetta, che oltre al portoghese seleziona un range di altri papabili, composto da San Paoli, Villas Boas, Blanc e Capello.

    A parte l’ultimo, noto una costante che li accomuna, hanno tutti fallito. 😂

  21. LA PERLA DELLE PERLE,DEGLI ACQUISTI DEL GENIO:
    “Schick è al bivio. Anche l’alibi della scarsa continuità ormai è venuto meno, Patrick è sceso in campo dal primo minuto per 6 gare consecutive (4 di campionato e 2 di Champions). Domani, a meno di sorprese, sarà la settima.

    I numeri, che poi non sono altro che lo specchio delle prestazioni, sono inquietanti. Considerando esclusivamente il campionato, l’ex Sampdoria ha disputato 9 gare. In quasi 600 minuti ha segnato un gol (proprio contro i doriani) ma il dato che lascia perplessi, paradossalmente, è un altro. Si tratta dei tiri in porta. Appena 11. Tradotto: 1,2 a gara. Tutti effettuati dentro l’area di rigore, nessuno da fuori. Sette nello specchio della porta avversaria, due al lato e uno respinto. E in più: zero assist, 20 palle perse, soltanto 9 falli subiti, 2 dribbling riusciti, altrettanti falliti.”

    1. Ciao Pierrot.
      Io sono uno di quelli che crede nelle qualità del ceco, ma oggettivamente un’attaccante deve avere numeri diversi. Le occasioni le ha avute e le ha tutte fallite. Ora serve concretezza.
      Se come sembra Eusebio schiererà una difesa a 3 con Zaniolo falso nove, penso che la squadra potrebbe girare meglio.

  22. Se tra Empoli, Udinese, Cagliari, Chievo, Frosinone, Spal e Bologna raccogli 2 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte vuol dire che la squadra non affronta le partite con la necessaria concentrazione e determinazione.
    Per quanto depotenziati dall’operato di Ramon la Roma ha una rosa adeguata a raggiungere il 4 posto, mentre ora ristagna a centro classifica.
    Di Francesco ha pagato per suoi errori, per la sua inesperienza a gestire situazioni di crisi, per una rosa mal assemblata dall’ispanico e per i mal di pancia dei senatori dopo le cessioni eccellenti in estate.
    Anch’io speravo noi si aprisse un ciclo con Eusebio, ma la realtà ci pone davanti alla scelta tra un cambiamento in panchina per salvare il salvabile (una scelta di scopo) e la scelta di perseguire un progetto con DiFrancesco col rischio concreto di non centrare l’obiettivo ma con la prospettiva, se le cose dovessero girare per il verso giusto, di costruire qualcosa di più duraturo.
    Siccome ritengo il 4 posto una condizione indispensabile, penso che un cambio tecnico con le garanzie che darebbe un’allenatore top (Conte o similia) sarebbe ora la mia opzione preferita.
    Ma se la prospettiva fosse invece di passare a Sousa o a Montella allora onestamente direi di continuare con Eusebio.

    1. Si ma se cambi allenatore e gli poni l obbiettivo del quarto posto poi usciamo da coppa Italia e Champions, come sempre ci è successo. Anche con quel semo di spalletti. Resistere e prendere una punta decente a gennaio.

  23. Io credo si ripongano troppe speranze in ciò che un allenatore come Conte potrebbe fare.

    Si vede in lui la soluzione ai nostri problemi, ma allo stesso tempo si dice che con questa società è impossibile pensare di fare reali progressi.

    Mi sembra che queste due affermazioni si eliminino a vicenda, a meno che Conte non abbia una forza tale da cambiare da solo la politica della società (con lui non si vende più nessuno perché è un duro), da essere più forte del cosiddetto ambiente.

    Io non credo che ci sia un allenatore che da solo possa fare questo. Un sergente di ferro può raddrizzare una stagione e darci un posto in Champions, cioè quanto andiamo spesso ottenendo in questi anni. E poi?

    Forse la penso così perché attribuisco solo in parte l’ultimo scudetto al carattere inflessibile di Fabio Capello. Una fondamentale parte di merito stava nei titolari di quella squadra (Batistuta, Totti, Samuel, Emerson), e un’altra ancora nella panchina (Montella e Nakata). E, quindi, si tratta di meriti da ascrivere soprattutto alla gestione Sensi, che ha deciso di assemblare una squadra con l’intento preciso di vincere in campionato, con il classico “costi quel che costi” (infatti la cosa è costata molto e forse i benefici-un unico scudetto- sono stati minori rispetto allo sforzo economico sostenuto).

    Quanto costerebbe, oggi, un Batistuta? Un Nakata? Un Montella? Un Samuel? Un Emerson? Immagino alcune centinaia di milioni. Un sergente di ferro, teso a rilanciare anche la propria immagine, probabilmente non verrebbe qui proprio perché consapevole di tutto ciò.

    L’unica altra possibilità di vittoria è correre diversi rischi: comprare a poco dei campioni un attimo prima che esplodano. E, quando esplodono, coprire le spese del monte ingaggi vedendoli o alzando loro il contratto, cioè venderne alcuni per tenerne altri. Molto rischioso, ovviamente.

    1. Ciao Val,
      di solito condivido molte cose che dici ma questa volta vado controcorrente :P.
      Io credo che Capello sia stato molto importante per lo scudetto vinto. Certo, aveva fior fiori di giocatori ma io ricordo che le altre (Juventus e Lazio su tutte) avevano squadroni. A Torino c’erano Zidane, Del Piero, Trezeguet, Davids, Zambrotta, ecc. Nella Lazio giocavano Nesta, Mihajolovic, Simeone, Nedved, Verón, Crespo, Salas, Lopez, ecc.
      Diciamo che allora si trovò il giusto mix tra giocatori di valore e tecnico preparato.
      Conte è bravo, lavora molto sulla testa dei giocatori (è un martello) e quindi è quello che ci vuole in una città malata, che esige di vincere (a torto o a ragione, già mi sono espresso più volte su questo, e forse è giusto così, non vedo perché bisogna accontentarsi della mediocrità) anche se storicamente ha parecchi fantasmi e pochi titoli.
      Purtroppo la società ha altri interessi ed è gestita da gente che la pensa diversamente, si puntarà su un profilo di allenatore che li ringrazi per l’opportunità e accetti le scelte.
      Il problema è che questo modello non ti porterà mai a vincere (opinione personale). O si cambia o la giostra continuerà a girare a vuoto…

      1. Ciao Mago,
        figurati! Mi sono espresso male su Capello: volevo dire che si tratta di un allenatore spesso indicato come artefice quasi unico del nostro successo, e non sento mai nominare Batistuta, Montella, Nakata, ecc. che sono stati altrettanto fondamentali.

        Ammetto di avere poca simpatia per Conte. Non mi piace come persona per quello che vedo e quello che leggo, e questo sicuramente incide sul mio giudizio. So che darebbe un grosso sprint alla Roma, ma temo che anche lui durerebbe più o meno quanto gli altri. Nel caso remoto di un suo arrivo lo sosterrò anche se contro voglia. In ogni caso non darei per scontato il suo perfetti adattamento a Roma.

        Ps: ai suoi “agghiaggiande” preferirei ascoltare ancora a lungo i continui “Per questo” e “Per quello” di Difra, ma credo di essere rimasto quasi solo nel sito a pensarla così 😑

  24. Inquietanti le analogie tra la stagione in corso e l’ultima iniziata da Garcia. Allora fu proprio una vittoria col Genoa a rinviare la sentenza sul francese poi arrivata a gennaio.
    qsto dimostra cme in 8anni la società ha ripetuto sempre gli stessi errori.
    ora si fa il nome di lopetegui, magari sarà pure bravo, ma ke ennesima minkiata sarebbe prendere un tecnico spagnolo ke nn sa nulla dl campionato italiano?

  25. qndo si sbagliano tutte le scelte: dirigenti (siamo l’unico club in italia col ds straniero), mister e giocatori sul mercato, il risultato è lo sfacelo attuale.
    ma è naturale ke ki guida la nave è un capitano ke di pallone nn ne capisce nnt, uno nn dovrebbe neanke stupirsi + di tanto.
    spero ke pallottolone, presa coscienza ke lo stadio nn si farà mai, venda e si leva dalle balls

  26. Buongiorno a tutti, vista la situazione mi pare difficile trovare un colpevole unico. Appare evidente che tutti sono responsabili di questa stagione fallimentare fino a questo momento e con prospettive pure peggiori per il futuro prossimo. Credo però che sia altrettanto evidente che l’allenatore abbia fatto molto poco per cercare di risolvere i problemi più urgenti. Cambiare allenatore credo che sia oggettivamente l’unica soluzione attuabile, per dare una scossa all’ambiente. Certo meglio sarebbe se il cambio fosse con un allenatore vero, Conte per esempio, ma come molti di voi lo ritengo difficile per tanti motivi. Non fare niente lo vedo come un altro schiaffo verso i tifosi

  27. Da tempo non scrivo più per troppa delusione e amarezza… noto però che oggi la stragrande maggioranza dei partecipanti al sito scrive quello che io scrivevo tempo fa – in tempi non sospetti – sia sul cassiere di Siviglia sia sull’americano.

    Non sono il tipo da “te l’avevo detto” o quello che vuole fare il figo… non m’interessa, anzi vorrei davvero che la Roma fosse in ben altra situazione e lottasse per il vertice. Ma purtroppo, per tutti i motivi sui quali ormai concordiamo, ciò non è e non crfedo sarà fino a che rimarrà questa dirigenza.

    Concordo in particolare – e lo dico con amarezza – con il post di Aleste: “Monchi non prenderà mai uno come Conte perché quelli come Conte comandano. Monchi vuole il senza palle alla di francesco che sta zitto se la squadra vende sistematicamente i più forti in rosa. Monchi vuole comandare, con Conte sarebbe lui ad essere comandato”.

    E’ la pura verità, e questo ci fa capire quanto sarebbe importante che i primi ad essere fatti fuori da Trigoria dobrebbero essere i dirigenti e dopo, e solo dopo, casomai allenatore e alcuni giocatori.

    Anche se DiFra ormai lo vedo fuori contesto, non sono convinto che cambiando allenatore si farebbe meglio… per prendere chi poi? Paulo Sosa? Sarebbe l’ennesimo fallimento annunciato.

    La cosa più triste è che questa squadra e questa società si stanno facendo comandare da uno spagnolo (che prende ordini dall’America…) il quale oggi come oggi è quanto di più lontano si possa immaginare dalla realtà del nostro calcio e della nostra Roma.

  28. Monchi ha fatto bene solo e soltanto nel Siviglia sua squadra sostanzialmente da sempre, nn si è mai confrontato con nessun altro club o campionato. basta leggere il curriculum per capire che pecca di esperienza. una sola clamorosa e imparagonabile a sabatini.

  29. Nelle partite che contano, nei momenti decisivi ed in quelli difficili, escono fuori i giocatori forti, i campioni ed i giocatori con personalità.
    Monchi ha ceduto in 18 mesi qualità e personalità senza rimpiazzarle adeguatamente.
    Di qui la nostra crisi
    Il discorso è semplice, tutto qua.
    Da una parte Salah che segna il goal decisivo contro il Napoli ed un’ Alisson che erge un muro sulla linea di porta, dall’altra un gruppo sconclusionato, più debole, più insicuro, con uno Schick che non segna nemmeno con le mani e portieri che fanno solo l’ordinario.
    A prescindere da possibili exploit dei giovani il downgrade è stato notevole.

    1. Mi domando come Monchi, all’estero, possa godere ancora di tutto questo credito, alla luce dei recenti sfacelo di mercato.

      Mi pare che sia stato indicato come mago del mercato e valore aggiunto del club in un recente articolo sulle squadre europee. Mi chiedo se adesso il mondo si stia rendendo conto che la Roma è stata massacrata. Sabatini era di un livello superiore, magari aveva meno appeal europeo ma lo rimpiango a questo punto, non avrebbe mai ridotto così il parco tecnico.

      1. Sabatini aveva dei colpi a dir poco geniali, anche se poi a volte si perdeva in un bicchier d’acqua. Monchi e’ quasi sempre mediocre, uno che se ha una scelta da fare la sbaglia quasi sempre. Per dire, tra Torreira e Cristante lui prende sempre Cristante.
        La differenza tra Sabatini e Monchi e’ come la differenza tra Maradona e Ortega.

  30. Questa Roma difficilmente batte il Genoa. Le dimissioni di EDF sono molto vicine. Speriamo che mi sbagli

  31. Non credo che Difra ieri avesse la sensazione di giocarsi il posto, ma nonostante ciò le sue parole sembrano suggerire una prospettiva diversa rispetto a quella avuta finora. Fin qui il nostro mister ha sempre fatto intendere che un buon allenatore non molla la nave che rischia di affondare perché sarebbe disonorevole (e a me sembra un tipo che possa anteporre questi ragionamenti ai soldi da prendere malgrado le figuracce, ma non lo conosco personalmente).
    Lo scorso anno continuava a ripetere che i goal sarebbero arrivati, segno evidente di una persona che sente comunque di avere la situazione sotto controllo. I fatti alla fine gli hanno dato ragione. Ieri ho avuto l’impressione che Eusebio stia cominciando a confrontarsi con una forma di impotenza: sente di averle provate tutte per portare risultati, eppure nulla sembra funzionare. La sua ricetta del “lavorolavorlavoro” si scontra con i magri risultati di questo atteggiamento. Di qui lo spettro delle dimissioni temo inizi a realizzarsi nella sua mente.

    Al di là delle sue caratteristiche, io credo che chi sottolinea una mancanza di carattere della rosa abbia qualche ragione dalla sua parte. In due stagioni la Roma ha perso Totti, Nainngolan e Strootman. Atleti in calo rispetto alle migliori stagioni, ma pur sempre dotati di un carisma che non ha avuto degni sostituti. A me sembra che i giocatori più maturi arrivati quest’anno avrebbero dovuto essere scelti anche in base a questa caratteristica. Pastore e ‘NZonzi non sono due uomini spogliatoio, e così restiamo con un gruppo di giocatori in cui ognuno fa il proprio, e quando accade qualche intoppo sembrano dirsi l’un l’altro:”Ma non dovevi pensarci tu? Mica è una mia responsabilità.”. Non credo esista nessuno schema la cui sola esecuzione assicuri la vittoria contro chicchessia. Non mi faccio illusioni sul mercato di gennaio: abbiamo già visto che, per un Nainngolan che arriva, ci sono dieci giocatori che bisogna aspettare almeno fino a marzo.

    Un nuovo allenatore darebbe secondo me l’unica scossa di mischiare le carte e rinnovare le implicite gerarchie del campo, laddove ognuno avrebbe la necessità di costruire un nuovo rapporto professionale nel migliore dei modi. In questi anni abbiamo spesso proceduto in questo modo.

  32. Ciao a tutti
    io non mi capacito proprio di come sia possibile mettere insieme tutti questi invertebrati ,una massa di giocatori senza carattere,senza voglia,senza neanche un minimo di amor proprio
    Io non sopporto di perdere neanche le partitelle di calcetto con i miei colleghi del lavoro ,questi invece hanno sempre la stessa faccia inespressiva,ma possibile ?
    ma avete notato che a malapena esultano nelle rare occasioni in cui facciamo gol ???

  33. @Ermo1987 Rispondo qua che sotto non mi lascia.
    Credo poco a Conte sponda neroazzurra…non si è lasciato benissimo con Marotta, l’Inter è ancora sotto l’occhio del FPF con 3 acquisti dello scorso anno praticamente in prestito, rivale storica dei bianconeri, ecc.
    Poi è chiaro che il Dio Denaro cambia tante cose, ma nel caso lo vedo più nella Milano rossonera…
    Ovviamente spero venga da noi…

    1. grazie per avermi risposto, la mia frase è stata scritta molto di getto, dettata sicuramente dalla delusione del momento.
      La tua mi sembra molto più ragionata ma nonostante questo dubito che un allenatore vincente come Conte scelga questa Roma.
      Navighiamo a vista, speravo molto in Marotta (che le palle le ha) ma anche questo va via, in una società che ci è stata dietro ma con risorse finanziare decisamente maggiori della nostra.
      Certo, entrambe per ora sono su alti e bassi ma hanno molte più possibilità i nerazzurri di trovare la quadra, che nonostante il FFP prende campioni e trattiene più forti.
      Al momento vedo tutto a pezzi, nessuna programmazione, nemmeno una linea giovane che al primo scintillio si svende anche ad una diretta concorrente…
      magari mi sbaglio, e ritroviamo la retta via, sia con Monchi/Pallotta che con DiFra, ma al momento sono davvero depresso (come tutto il gruppo mi pare, hanno capito bene di essere solo di passaggio da queste parti nonostante una semifinale di Champions), e pure lo Stadio va a farsi benedire!

  34. questo scempio annunciato da tempo con l’arrivo di Monchi é frutto di una dirigenza perdente
    sprecati 7 anni di vantaggio sulle milanesi
    Vendo Salah, poi compro Mahrez, anzi no prendo Shick non c’entra un cazzo ma va bene lo stesso, poi vendo Manolas, lui non vuole allora via Palmieri Paredes Rudigger, vendo Dzeko a gennaio, non vuole.. vendo Alisson Radja e prendo finalmente un esterno noo Malcolm va al Barca allora prendo pastore ed altri 5 trequartisti..
    Secondo voi c’é una logica in tutto questo movimento idiota?
    La dirigenza pensava che avrebbero avuto la solita fetta di culo con tutti sti ragazzini?
    Ma secondo voi davvero Kluivert puo’ fare la differenza? e davvero giocherebbe nella Juve o Napoli? E Pastore, Cristante, Marcano..?
    Il giocattolino s’é rotto e dubito che con un cambio in panchina la Roma diventi top come alcuni volevano far credere in questo forum.

    1. Se sono sincero penso che oggi il solo Manolas sarebbe titolare a Napoli o Torino (e non sono sicuro al 100%). Il resto farebbe panchina o si alternerebbe con i titolari (ma giusto 2/3)…

  35. E’ fatta…esonerato Di fra.
    alle 17 presentano Bortolo Mutti.

    Finalmente uno schema di gioco, classico 4-4-2, pochi fronzoli e tanta sostanza!
    Benvenuto Bortolo.

  36. La Roma di ieri è praticamente quella del ‘genio Ramón’: Mirante, Santon, Marcano, Kolarov, Cristante, Nzonzi, Under, Pastore, Kluivert e Shick…
    Praticamente togliendo Manolas, tutto il resto sono acquisti di Monchi. Se escludiamo Under e Kolarov, che definirei comunque acquisti azzeccati, il resto è IMBARAZZANTE!
    Noi ‘tifosi che di calcio non capiamo nulla’ avevamo già questo presentimento quest’estate quando ti presenti con giocatori infortunati, in ruoli che non sono quello che servono, senza carattere, ecc.
    I danni di Monchi sono enormi e, visto che al peggio non c’è mai fine, toccherà pure vedere chi sarà il prescelto per la panchina (do per scontate le dimissioni di Eusebio domenica prossima se non si vince con il Genoa)…

  37. Monchi non prenderà mai uno come conte perché quelli come conte comandano. Monchi vuole il senza palle alla di francesco che sta zitto se la squadra vende sistematicamente i più forti in rosa.
    Monchi vuole comandare, con conte sarebbe lui ad essere comandato

  38. A roma serve un allenatore con le palle ragazzi. Non smetterò mai di dirlo
    Se si continua a puntate su presunti esteti del calcio si fallisce.
    Ci serve conte. Gli altri non mi interessano…
    Non è un caso che quel poco che abbiamo vinto è stato portato a casa da allenatori di grande carisma

    1. Condivido. Serve Conte. E ho anche la sensazione che lui verrebbe volentieri, per dimostrare al mondo juventino che si sono sbagliati con lui…
      Il problema è ovviamente la proprietà: Conte vuole garanzie…che garanzie possiamo dare noi?

      1. Conte va all’Inter, chiamata di Marotta

  39. Ieri sera c’è stato il definitivo segnale che di francesco ha perso il controllo totalmente. Perdere contro quella squadra di scappati di casa è offensivo per i nostri colori.
    La partita di ieri ha fatto capire anche la rosa corta che abbiamo, a dofferenza di ciò che sostengono molti commentari sportivi.
    Marcano non può giocare nella roma… ieri abbiamo chiuso con kolarov centrocampista centrale, Santon è inadeguato alla champions league. Nzonzi non è un regista non ha i tempi e la tecnica per farlo.
    Non c’è umiltà in questo sport… monchi e di francesco dopo i disastri combinati dovrebbero fare un passo indietro. Lo spogliatoio è una polveriera, i giocatori si incolpano tra loro e danno la colpa alla società.
    Annata disastrosa

  40. Monchi e’ stato in grado di vendere il lentissimo Strootman e sostituirlo con giocatori ancora piu’ lenti di lui. Aveva l’occasione di trasformare il centrocampo della Roma prendendo gente come Torreira e incontristi aggressivi e invece alla fine ci ritroviamo nella stessa situazione di un anno fa, se non peggio. Monchi e Di Francesco sono complementari nella loro mediocrita’.

  41. Mentre monchi difende ancora di Francesco dicendo che ha totale fiducia in lui di Francesco ha detto che a gennaio sarà necessario intervenire nel mercato bocciando di fatto l’operato finora di monchi manolas accusa i giovani di non rientrare non fare riparto e non coprire adeguatamente Perché ricorda che ci si difende in 11 Florenzi dice che ora di assumersi delle responsabilità Non solo da parte dei giocatori e dell’allenatore ma da parte di tutti a Trigoria…… ormai è un Tutti contro tutti… con Pallotta che sottobanco sta cercando di vendere la società, e nel frattempo traccheggia senza prendere alcuna decisione e lasciando in mano tutto quanto a monchi. La situazione è drammatica Perché non si vede luce non si risolverà eliminando Eusebio che resta un buon allenatore ma non da grande squadra confermando ciò che pensavo fin dal suo arrivo, i problemi restano nella gestione della società. Se non si saprà a breve Il destino della società navigheremo a vista senza prospettive. Abbiamo giocatori senza carattere e senza spina dorsale, Un allenatore inadeguato, un direttore sportivo impreparato per una piazza come Roma e con delle grosse lacune. Una presidenza assente e distratta.

  42. Io sono convinto che Eusebio sia un buon allenatore e secondo me potrebbe diventare col tempo anche un’ottimo allenatore.
    Speravo che questo processo di crescita potesse farlo con noi invece la Roma dimostra di essere una sorta di buco nero che inghiotte tutti i tecnici.
    In quella squadra allo sbando che prende a Cagliari un goal da amatori io ci ho visto una mancanza di attenzione, di spirito di gruppo, di determinazione che a volte sono le prime avvisaglie di un tecnico che ha perso il controllo della rosa. Anche la scialba prestazione di stasera ricalca quanto scritto e mi conferma la sensazione che DiFrancesco non abbia la necessaria forza per tirarsi fuori da questa situazione.
    Perché sono sicuro che se in difesa c’erano CUCS, Peter, Dero e Pierrot (Lory in Tribuna) col cazzo che Sau segnava.
    Piuttosto l’avrebbero trattenuto, falciato, placcato ma in porta da solo non c’arrivava.
    Per questo ritengo che se si vuole ancora puntare al 4 posto Pallotta dovrebbe considerare un cambio tecnico con un’opzione di livello. Non farlo porterebbe con sè il rischio di fare un campionato anonimo o con alti e bassi.

    1. è un mister da squadra tipo sassuolo, qlla è la sua dimensione.
      il problema è ke avrebbero dovuto prendere un tecnico + navigato, ma ne serviva 1 cn ingaggio “abbordabile”. ora ke si sno incasinati cn le loro mani (toh ke novità) ovvero prolungandogli il contratto e aumentandogli lo stipendio a 3milioni. si sno impantanati.
      tra l’altro l’esonero di difra sarebbe la pietra tombale dl progetto monchi, vista ke nn solo l’ha scelto lui, ma hanno costruito la squadra insieme. quindi figurati se lo manda via..

  43. e cmq nn vojo dare troppe responsabilità alla difesa, anke se santon e marcano stasera: terribbbiliiii! i guai sno a centrocampo e attacco.
    le cessioni di radja e strotty nn hanno solo levato xsonalità ma il mazzo ke si facevano in copertura. l’attacco poi è una pietà, un giocatore pagato quasi 40ml ke nn la butta dentro manco se il portiere sviene e un pastore ke và più lento di mia nonna centenaria. boh..

  44. esonerare in ordine monchi, pallotta e difra.
    poi a gennaio sbolognarsi pastore, schick, marcano, karsdorp e comprare giocatori veri.

    cmq, complimenti alla società è veramente difficile ripetere sempre gli stessi errori, ma loro ci riescono alla grande. mi rendo conto ke il problema nn è solo il mister, ma oggi mi è parso di vedere il fantasma di garcià ke suonava il violino.

  45. E’ inutile ripetere sempre le stesse cose. Mi sembra evidente quali misure una societa’ normale dovrebbe prendere.

  46. Ho sentito Manolas ( “squadra troppo giovane,con i giocatori in attacco che non rientrano/tornano e,così,prendiamo sempre il contropiede…”) e Florenzi ( ” a Trigoria bisogna iniziare a remare tutti nella stessa direzione…”) delle cose che mostrano chiaramente che c’è un clima bruttissimo nello spogliatoio;uno spogliatoio spaccato e litigioso ( ci sono troppi galli a cantare e tutti vogliono comandare ma ,poi,non si capisce chi sia il vero capo).
    Anche questa sera,un’altra bellissima figura di merda !!!
    Giocatori piccolissimi uomini.Squadra con un presidente inetto,spocchioso e incompetente con una dirigenza vergognosa: peggio di così non poteva andare !!!

  47. Uno schifo totale, molto probabile che tornero’ a scrivere quando sti due scemi da cabaret (DiFra e Monchi) non lavoreranno più per la Roma
    salvo solo Cristante e lo striscione Pallotta Go Home

    1. “salvo solo Cristante e lo striscione Pallotta Go Home”
      Sintesi perfetta!

    2. io, invece, salvo solo lo striscione.

      1. siamo tutti sul minimal…..

  48. Inqualificabili oggi.. mah

  49. Molto probabile che ritornerò a commentare dopo il cambio del mister, perche mi sembra chiaro che la squadra giochi senza voglia, senza unione di intenti, con gente che neanche si guarda negli occhi e si parla.

    Non è questo il calcio che voglio vedere.

    Il calcio è gruppo, si vince facendo gruppo, cosi non si fa altri che fare figuracce e insultare la gente.

    Io spreco 90 minuti della mia vita per vedere gente del genere… gente che neanche ha voglia di combattere… UNICO GIOCATORE che ci ha messo il cuore è stato cristante che ha combattuto in mezzo al campo DA SOLO, accerchiato ogni volta da 3-4 giocatori non è si è mai arreso.

    Per il resto indegni tutti, SI VERGOGNASSERO che hanno sputato in faccia a quei tifosi CORAGGIOSI che hanno sfidato il freddo e soldi per vederli.

    PS: se non arrivasse l’esonero di di francesco stasera si sotterrassero.

    1. Concordo su tutto.
      Cristante unico vero uomo.
      la partita non contava nulla.
      L’unico valore che potevano dargli era quello negativo.
      Fatto.
      Difra è una brava persona – uomo perbene – ma mediocre.
      E’ ora che cambino.

      1. Cristante si sarà pure impegnato ma è una sega che non sa nemmeno stoppare la palla e non può giocare nei due di centrocampo. Tutti inguardabili

    2. Certo non è un top player…
      Ma stasera è stato l’unico a metterci un po di grinta…
      Robetta sia chiaro ….

  50. si vede la mano di DiFra e quella di Monchi = uno schifo!

  51. che poi tra tutti questi centrocampisti non ce n’é uno che sappia lanciare gli attaccanti
    nessun attaccante che sappia saltare l’uomo..

  52. PRIMO TEMPO IMBARAZZANTE… Rischiamo ogni volta che ci attaccano, lenti e senza schema alcuno.

    Mi domando se si puo entrare in campo in queste condizioni.

    Fa freddo, ok, ma io vedo gente che non sa minimamente cosa fare in campo, sembrano giocar eper la prima volta insieme in una partita di mezza estate dopo un pranzo con 2 primi, 2 secondi e 3 terzi…

    Io mi metto nei panni di shick, che comunque cerca di combinare qualcosa: ma uno che non riceve un assist, uno che pur facendo i movimenti non viene servito cosa dovrebbe fare? è un caso secondo voi che u nostri attaccanti sono fermi a 3 goal in campionato in due?

    Mi sembra chiaro che se questa è la reazione del dopo ritiro, allora siamo messi molto male.

    I giocatori sono egoisti e non si guardano in faccia se non per lamentarsi ognuno con l’altro.

    è preoccupante come cosa.

    1. Concordo soprattutto sulle ultime frasi

  53. miiiinchia che noia
    e ce andata anche bene
    l’unica cosa degna di nota: lo striscione PALLOTTA GO HOME

    1. La pensiamo assai simile….
      Ho appena scritto la stessa cosa

      1. lo so che in molti vedono un abbandono di Pallotta come una tragedia, io invece come una speranza e una svolta

      2. io come un sogno che si realizza….

  54. Io tifo Pallexit

  55. Oggi partita con pessime prospettive. Se giocassimo bene vincendo 5-0 non conterrebbe nulla. Se perdessimo o pareggiassimo conterrebbe moltissimo.

  56. scusate, ma a me di inter e napoli fuori dalla Champions nn me ne frega niente.
    io guardo alla roma e ai nostri problemi iniziati dopo torino-roma. e sinceramente cn sta squadra malata anke un entella a gennaio ci può buttare fuori dalla coppa italia.

    cme e sempre la società è assente, già da tempo difra andava esonerato, rimane solo xkè i geni gli hanno recentemente rinnovato il contratto a 3milioni. interverranno sul mercato forte e bene a gennaio? me lo auguro, ma certo nn mi stupirei se il “cassiere di siviglia ” vendesse pure dzeko, xpoi acquistare il solito giovane xfarci la plusvalenza.

  57. Quando le cose vanno male é colpa di DiFra, quando vanno bene invece é merito di Monchi e dei suoi acquisti.
    Ma che ragionamenti assurdi sono?
    Pfffff… non ne posso più dei Pallottaboys, gran parte del disamore é dovuto anche ai loro commenti allucinogeni.
    Si attaccano ad ogni cazzata, esce il Napoli e per loro é il trionfo della Roma, segna Salah e ti ricordano che anche con lui Radja e Alisson non si é vinto un cazzo comunque..
    Mai una critica alla società, mai una parola dura.. sempre il solito rimandare ad un futuro indefinito i problemi ed i trionfi della Roma.
    Fino a rendere l’orgia di un titolo paragonabile ad un raggiungimento della Champions. Olé, il nostro scudetto virtuale!

  58. Intanto il grande Napoli e il grande Inter escono dalla Champions e confermano ciò che ho scritto in precedenza sugli investimenti.

    La Roma sta deludendo, perché se stesse dando anche solo il 50% starebbe terza sicuro a ridosso del Napoli.

    1. stranamente ad eliminarli sono stati: Salah ed alisson
      svenduti dall’ebete di Siviglia

  59. Non difendo mai nessuno per partito preso. Di Fra ci ha portato in semifinale di champions (il merito fu principalmente suo che tirò fuori quella formazione atipica in roma barca) monchi ha vinto alcune scommesse, altre le ha perse (per oggi shick su tutte). Loro 2 hanno ancora credito verso noi tifosi. Le cause di questa disastrosa stagione sono principalmente legate agli infortuni (e qui bisognerà trovare un colpevole urgentemente) e alla sfiga (episodi arbitrali e non), da qui oltre ai problemi di risultati spuntano fuori come fantasmi i soliti problemi di autostima (under vs madrid ne è emblema) e di fiducia verso il lavoro di allenatore e dirigenza di cui soffrono sia i giocatori che i tifosi. Teniamo duro sono “tempi cupi”

    _________________

    Allora per coerenza dovresti anche dire che la responsabilità dell’uscita col Torino è da imputare a di Francesco, record di sconfitte nella nostra storia in casa è merito di di Francesco. Idem la situazione di oggi.

    Quello che non si capisce ancora è che i giocatori sono come cavalli selvaggi, in quanto in Champions giocano perché hanno stimoli, mentre in campionato no.

    Quella di la partita del popolo, del cuore, del coraggio e dei giocatori!!! L’allenatore fu bravo, ma non si può vivere di rendita per una partita quando per il resto sei una sciagura…. Quante partite abbiamo perso per errori da stracciare il patentino da allenatore? Ti rispondo io, TANTISSIME!!

    Vinte per merito suo? POCHISSIME!!

    1. Però, se così fosse, dovremmo proseguire il ragionamento e dire che allora la Champions fu tutta merito dell’arrivo di Monchi o dell’addio di Totti, perché gli anni precedenti questi cavalli di razza non la sentivano poi così tanto, questa competizione, pur avendo una squadra con un Salah in più l’anno prima, o un Totti e un De Rossi molto più giovani per diversi anni precedenti. Dire che ci siamo arrivati proprio lo scorso anno e non prima solo perché tutti sentono la Champions è una spiegazione molto parziale, secondo me.

      Di Francesco compie diversi errori. Di Francesco ci ha portati in semi-finale Champions.
      Spalletti ci ha fatto fare il record di punti in campionato. Spalletti ci ha fatto fare alcune figuracce memorabili in Europa.

      Non si tratta a mio parere di concetti che si escludano a vicenda, ma di realtà ambivalenti che ci portano a vedere le cose solo per metà.
      Tante cose hanno pesato lo scorso anno. L’addio di un allenatore e di un giocatore le cui schermaglie continue avevano appesantito-suppongo- l’ambiente di Trigoria, la conseguente presa di responsabilità di alcuni giocatori, l’arrivo di un allenatore votato ad attaccare sempre e comunque, almeno negli intenti. E, più di tutto, il fatto che Difra ci credeva davvero. Ci credeva di poter vincere il girone, di poter battere il Barcellona e anche di andare in finale. “Chi non ci crede può restare a casa”. Una fede folle può alimentare molti cuori. Il problema maggiore di quest’anno, al di là di tutto, è quello di un Difra scorato che ha iniziato da tempo a tenere il peggio è a volerlo evitare.

  60. Leggo ancora commenti in difesa di di Francesco o di Monchi, mi stupiscono molto, ma molto, non so cos’altro debba dimostrare x far capire che è inadatto a sedersi sulla panchina della Roma. Capisco che molti di voi avendolo stimato e avendo festeggiato al suo arrivo ora si trovino in enormi difficoltà a dover ammettere l’incapacità sia tecnica, sia nella gestione dello spogliatoio che nella comunicazio cdel ns tecnico, elementi fondamentali per un allenatore di una grande squadra. Buon che ha costruito la squadra senza una spina dorsale vera senza leader e uomini di spogliatoio ad eccezione di De Rossi Chiunque abbia giocare a calcio sa quanto contano questi aspetti e non solo gli elementi tecnici ma anche lì ha fallito le sue sono scommesse che possono essere valide per altre squadre squadre blasonate vincenti che hanno uno zoccolo duro e dove si può anche Investire soldi per un eventuale Schic o nel tentativo di far risorgere pastore ma nn nella Roma

    1. Forse tu eri uno di quelli che esaltavano Napoli e Inter? Intanto noi rispetto a loro abbiamo ancora tre obbiettivi. È sicuro che ora come ora facciamo schifo… Ma non conviene nemmeno paragonare il nostro gioco con quelli Delle altre squadre esclusa la Juve.

      1. che commento infantile e patetico

      2. sinceramente nn capisco molto il tuo commento. ad ogni modo il napoli ha Ancellotti e si vede! chiunque abbia visto il napoli quest’anno si è reso conto di quanto può fare la differenza un grande allenatore.

  61. Non difendo mai nessuno per partito preso. Di Fra ci ha portato in semifinale di champions (il merito fu principalmente suo che tirò fuori quella formazione atipica in roma barca) monchi ha vinto alcune scommesse, altre le ha perse (per oggi shick su tutte). Loro 2 hanno ancora credito verso noi tifosi. Le cause di questa disastrosa stagione sono principalmente legate agli infortuni (e qui bisognerà trovare un colpevole urgentemente) e alla sfiga (episodi arbitrali e non), da qui oltre ai problemi di risultati spuntano fuori come fantasmi i soliti problemi di autostima (under vs madrid ne è emblema) e di fiducia verso il lavoro di allenatore e dirigenza di cui soffrono sia i giocatori che i tifosi. Teniamo duro sono “tempi cupi”

    1. Sono uno dei difensori di Di Francesco e per quanto mi riguarda, a parte concordare con Coco sui meriti di Difra rispetto alla semi-finale (ora sembra sia stato merito di tutti tranne che suo…), credo che non ci sia nessuno sul sito che non riconosca gli errori commessi tanto da lui quanto da Monchi. Non sono però così sicuro che un nuovo DS e un nuovo allenatore ci renderebbero più contenti, e immagino che, dopo un migliiramento iniziale, vedremmo copioni simili.

  62. Piccola curiosità: voi avete notato che in serie A si spendono molti più soldi per arrivare/rimanere in Champions che per vincere lo scudetto?

    Il Napoli che doveva fare il salto di qualita vende Jorginho e prendere verde e Fabian Luiz; va via sarri e arriva Ancelotti ma il grande salto di qualità non c’è stato, perché de Laurentis sa benissimo che vincere lo scudetto non dipende Neanche dallipotetico arrivo di un Cavani ( che meglio di Mertens non farebbe ) , ma dalla Juve stessa che ormai ogni anno, a meno di catastrofi, fa più di 90 punti.

    La serie A è diventata partecipazione, se non una corsa per la sola Champions luege e Coppa Italia.

    È questa la cosa triste.

    Se dovesse venire una proprietà nuova, non sarebbe che un ricominciare la corsa per la Champions, perché questa è la serie A…

    A meno che, non arrivi in al khelaifi, che ci compra 4-5 campioni VERI… Vero… Non potrebbe, visto che il FPF esiste…

    Staremo da capo a dodici.

    Chi ancora pensa allo scudetto, si mettesse seduto, perché è un qualcosa che è fuori dal tuo orizzonte, tanto più che l’ultimo lo hai vinto all’ultima giornata contro una Juve meno forte. Hai vinto con 75 punti, contro i 73 della juve, in un epoca dove fare 70-80 punti voleva dire vincere lo scudetto… Oggi la quota di è alzata fino ai 90-100 punti…

    Io non mi illudo più, perché so in cuor mio che la Roma anche delle 11 vittorie consecutive si è piegata al sistema ( Juve Roma da ladri ), come si piegó il Milan con il goal non dato a muntari.

    La nostra mira sarà SEMPRE rimanere in Champions, POI se il destino o il buon fato lo consentira, anche di attaccare la Juve per lo scudetto, ma solo se il caso vorrà.

    Sono entrato nella mondo dei perdenti? No semplicemente in quello dei realisti che analizzano ciò che è e ciò che è possibile.

    Il mio scudetto, da realista, è stato Roma Barcellona, il resto, i desideri, le voglie da scudetto le lascio ad altri.

    Amare parole di una coscienza terrena e realista.

    1. siiii.. tu realista? ahahahaha
      panpallottiano

    2. ps che pietosa l’ultima parte sul “tuo scudetto”.
      più che realista, cupo e deprimente

      1. Apri gli occhi Peter, la serie A è vuota e deprimente… Una squadra che fara forse il record di punti nella storia della serie A, rende il proprio campionato, per le altre pretendenti, una mera corsa per la Champions, tutto qua e Inter e Napoli dimostrano questo.

        A Roma Barcellona ho provato momenti come la vittoria di uno scudetto, una cosa che difficilmente rivivremo per emozione.

        Se contesti anche questo non so allora te cosa vedi il calcio a fare… La Roma mi ha regalato un emozione equiparabile ad uno scudetto.

      2. si vede che non hai mai vissuto uno scudetto e non sai minimamente cosa significhi vincerlo. Ma anche una misera e schifosissima coppa Italia..secondo me.

  63. e lo sapevo io.
    l’agente di kouamè a trigoria.
    se il “cassiere di siviglia” pensa di rinforzare l’attacco cn qsti elementi tanto vale far rientrare defrel. qua servono giocatori forti e maturi forti no l’ennesimo giovane (21enne) ke dopo mezza stagione già passa x campione!!

  64. il più probabile, ad ora, è Gigi Cagni.

    con Dzeko davvero ad un passo dal Chelsea, si vira decisi su Antonio Lupoli della Fermana.

  65. D’accordo con CUCS su Kolarov. Parole irrispettose verso chi fa girare il mondo del pallone che lo paga profumatamente…
    Su Di Fra e Monchi c’è ben poco da dire. A me Ramón piace ma gli errori commessi sono veamente tanti, così come Eusebio, che ormai è entrato in un vertice pericoloso…entrambi andrebbero cacciati prima di fare altri danni.
    `Per quanto riguarda i calciatori, grandi responsabili anche loro, purtroppo toccherà aspettare giugno per l’ennesima rivoluzione Pallottana…

    1. Un saluto, caro mago.
      Tocca attendere Giugno……

  66. Ottima notizia: 800 milioni
    il Pallottolino fissa il prezzo, che tutto il male non venga per nuocere!
    Mi compro tutto il set di magliette dovesse avverarsi questo sogno.

  67. Leggo dei commenti che non ho paura a definire surreali. Non so neanche quanti punti abbiamo in meno dell’anno scorso, siamo a metà classifica al pari di squadre come parma e sassuolo… e molti sostengono che di francesco e monchi stiano facendo un buon lavoro.
    Dobbiamo retrocedere per farvi notare la pochezza del loro lavoro?
    I giocatori non seguono l’allenatore perché in caso contrario non prendi gol quasi volontariamente in 11 contro 9 negli ultimi secondi di partita. O si cambia tutta la rosa o cambi allenatore

    1. fallimento annunciato e rimandato negli anni solo perché le altre facevano cagare più di noi.
      Dovrebbero sparire tutti! a calci in culo: Monchi DiFra Baldini Baldissoni e Pallotta.

    2. nn è tanto il nn seguirlo, è la fragilità mentale e gli errori grossolani ke ha combinato difra a partita in corso: ha fatto 3 cambi allucinanti, oronzo canà style.

      1. Difra mi piace sempre meno….

  68. Reputo il gol di Sau uno dei più grissi traumi romanisti degli ultimi anni e attribuisco principalmente la colpa a edf, a caldo avrei voluto il suo esonero immediato, ma quello che ha fatto lo scorso anno gli dà tanto credito e oggi ragionando a freddo ho visto una squadra ben messa in campo per 80 minuti persino a Cagliari che ha creato decine di palle gol nitidissime, poi quei cambi scriteriati e il triste epilogo.
    Analizzando con un po’ di obiettività la stagione penso che il mercato della Roma sia, conti alla mano un buon mercato, Zaniolo Olsen Cristante e Santon hanno superato le aspettative, Kluivert e forse un po’ meno zonzi, sono in linea con quanto ci si poteva attendere gli altri coric marcano bianda e in parte pastore non sono neanche classificabili e ció che ci manca oggi non sono (i deludenti) Strootman e Nainggolan bensì PASTORE PEROTTI DE ROSSI a cui si aggiungono oggi DZEKO ELSHARAAWY e PELLEGRINI. Quando sento dire che ci mancano 3 big dello scorso anno ceduti guardo bene e mi rendo conto che in realtà ad oggi ce ne mancano 8… 8! Come si fa a criticare il DS o l’allenatore (cambi a parte) quando vai quasi con una under 21 a dominare a Cagliari con mezza rosa in infermeria o convalescente. Non saremo da scudetto ma fino ad oggi ha girato tutto storto dagli infortuni ai pali (record per il secondo anno di fila), dagli errori clamorosi del var ai gol al 95’ di cutrone e sau. Siamo ancora in lotta per il 4 posto e agli ottavi di champions e di certo peggio di così non ci può andare, si può ancora salvare la stagione (con o senza Di Francesco)

    1. Temo, caro Coco, che la stagione non sia – in campionato – salvabile.
      Vedere Sau, non Salah (!!) , uno contro 5, pareggiare al 95^, è un’onta che solo una finale di CL, potrà lavare…..
      Forse.
      Per questo vedo assai vedo dura, salvare la stagione.
      L’unica cosa che si salverà, saranno gli stipendi e i contratti di DIFRA, Monchi e dei giocatori.

  69. grande storia e grande persona CUCS
    su Kolarov la penso come te ed anche su DiFra, solo che su Monchi la penso come Down..
    Per me sono degli incompetenti tutti e due, anzi con baldini tutti e tre.
    Il mio sogno ribelle? vedere il settore ospiti vuoto! cosi come la prossima in casa, tutto lo satdio vuoto.

    1. Grazie Peter!
      il tuo sogno lo condivido.
      Andrò allo Stadio (allo Stadium) il 22 solo per tradizione, e perchè mio figlio torna il 21 sera per le vacanze di Natale e vuole esserci…
      ma solo per la maglia…..

  70. Buonasera a tutti.
    Mi sottraggo dalla discussione su chi sia il principale colpevole perché, come molto qui sanno, sono un da sempre m un fan di Eusebio ed un estimatore della prima ora di Monxhi, ma dopo il gol di Sau li avrei volentieri presi a calci entrambi, sicché temo che non scroverei nulla di coerente o comunque di interessante.

    Vorrei invece segnalare una cosa a mio avviso scandalosa che sta passando sotto silenzio.
    I biglietti per il settore ospiti del Rubentus stadium in occasione di Rube-Roma costeranno 65 euro + 3 di prevendita, una cosa vergognosa, sopratutto se si considera che quelli dell’equipollente settore riservato ai tifosi bianconeri costeranno 20euro in meno.
    Così CR7 se lo fanno pagare dai tifosi avversari. Ladri nell’anima…..

    1. “Così CR7 se lo fanno pagare dai tifosi avversari. Ladri nell’anima…..”
      Proprio vero.
      Ci saremo solo per testimonianza e per tradizione natalizia, anche con mio figlio.
      A – 22 manco si soffre……
      Magari è la volta buona che non perdiamo.

  71. @@@CUCSaliasavvocatodifensoredimonchi

    Ciao CUCS.
    Belli gli aneddoti sui tuoi inizi lavorativi.
    Su Kolarov comprendo il tuo punto di vista, ma forse pretendi troppo da una categoria (quella dei giocatori) mediamente viziata ed ignorante, che ha la presunzione di dire chissà quali profondi concetti quando gli viene posto sotto il naso un microfono.
    Oggi ho letto l’intervista di Giannini.
    Sgradevole l’attacco ad Eusebio ma assolutamente condivisibile l’invito ad aprire i cancelli di Trigoria ai tifosi. Forse questi privilegiati respirando gli umori dei tifosi capirebbero un po’ meglio cosa significa indossare quella maglia e invece di giocare per i loro interessi o a gettone a seconda del blasone dell’incontro, affronterebbero le gare con più cuore e maggior senso di responsabilità.
    Su Monchi sai come la penso.
    Gli errori rimangono, purtroppo per noi.
    Se dovesse andarsene non mi strapperò i capelli, se dovesse rimanere in sella lo valuterò con obiettività per i risultati conseguiti e per le prossime operazioni.
    Quando a giugno sembrava stesse per prendere Soyuncu, Barella, Ziyech, Coric, Kluivert, DeJong, Talisca e Malcom per me era un semidio.
    Poi gli obiettivi sono cambiati e così pure i miei giudizi.
    Ma per quanto su-espresso se a gennaio dovesse portare a Trigoria Weigl, Balerdi e Pjatek tornerebbe ad essere un semidio 😂

    1. Ma mi “accontenterei” anche di Tuminello, Tonali e Rugani 😅

      1. Ciao Down under,
        mi fa piacere che anche tu hai un’idea dei giocatori simile alla mia (esistono alcuni giocatori che sono dotati di sensibilità, vero attaccamento e rispetto del mondo che li fa vivere da nababbi, meglio non generalizzare).
        So che tu sei molto critico nei confronti di Monchi, mentre, ad esempio, Lorysan, ritiene che le colpe maggiori siano del tecnico.
        Io la penso come Lorysan.
        penso che il problema principale sia a monte, e cioè nella gestione annuale della rosa, finalizzata alle plusvalenze.
        All’interno di questo problema – tutte le grandi squadre europee, tengono l’ossatura migliore della squadra e fanno acquisti mirati migliorativi, mentre noi facciamo il contrario o quasi – è necessario non sbagliare un acquisto, e non sbagliare una cessione.
        Monchi di errori ne ha fatti, numerosi, specie se si valuta l’oggi.
        La squadra sta rendendo in modo pessimo, in Italia e il subire un goal al 95^ a Cagliari, in 11 contro 9, è un’evento che farà storia – negativa – in modo simile all’autogoal di Goicoechea (sempre con il Cagliari).
        ma guardando al futuro, gli acquisti non sono male, per niente.
        Ottimo Olsen.
        Stanno crescendo Cristante e Zaniolo, italiani e giovani.
        Under ha lampi di classe.
        Kluivert, non so ancora……
        Mi piace Coric.
        Sono i leaders che mancano.
        Due ne avevamo, oltre a De rossi, li hanno venduti.
        Ma la squadra vale il terzo posto, per me.
        E se arriveremo 5^, 6^ o 7^ come temo, sarà colpa di Difrancesco e delle plusvalenze.
        parere personale, ovviamente!
        un saluto

  72. Ciao Cucs!

    Sono contento che tu sia tornato a scrivere!

    Su Kolarov:
    questa cosa ti ha davvero avvelenato! Mi pare di ricordare che il tup lavoro riguardi il campo giuridico, per questo vorrei chiederti: al di là della veridicità/non veridicità delle parole di Kolarov, e al di là della loro opportunità/inopportunità, quello che tu vorresti dalla società mi sembra sia una squalifica professionale (la tribuna) per un reato di opinione. È tecnicamente possibile che una società, seria o non seria, faccia una cosa del genere? Non si tratta di una domanda retorica, ma di una curiosità per un’idea che a me sembra difficilmente percorribile. Un conto sarebbe se fosse diventato un elemento dagli atteggiamenti non professionali a Trigoria, svogliato, poco attento alla vita fuori dal campo, ecc. Tutt’altro conto aver espresso un parere, sprezzante quanto si vuole, e per questo essere punito.

    Monchi:
    Purtroppo il punteggio impietoso porta a non fare prigionieri nelle critiche, non senza diverse ragioni.
    Anch’io provo ancora una certa simpatia nei confronti dello spagnolo, ma credo abbia delle responsabilità che non si possono ascrivere ad altri. A ciascuno il suo. Per questo credo che le responsabilità di Di Francesco siano da dividere con Monchi.

    Se il tuo allenatore ti dice che gli serve un’ala oppure un trequartista, non è forse il Ds quello che, di fronte a un giocatore di altro tipo, si prende la responsabilità di dire si può adattare a questo ruolo non suo? Dovrebbe farlo l’allenatore?

    Se un giocatore ha fama di essere fragile, non è forse il Ds che deve valutare che tale giocatore garantirà la continuità necessaria?

    Se un giocatore arriva con un’operazione in clinica già prenotata, non è forse il Ds che deve valutare se si tratta di un giocatore integro in tempi brevi oppure no?

    Non è forse il Ds che deve riuscire a chiudere i contratti e non farsi prendere per il naso da altre società, o anche questo è colpa di Difra?

    Se no potremmo dire: Monchi prende un Pastore incline agli infortuni. Il suddetto giocatore puntualmente si infortuna. Colpa di Difra?

    Monchi prende un giocatore da adattare. Il giocatore non si adatta. Colpa di Difra?

    Monchi si è preso dei rischi, ma ha fin qui perso più di una scommessa. Se si prendono diversi giovani da aspettare, si presuppone che gli altri giocatori siano invece da usare subito con successo. Pastore, Karsdorp, Moreno, Marcano, ecc. dovevano dare il tempo di crescere a Zaniolo e Kluivert, non il contrario. Ho la speranza che tutti questi giocatori, che sono ottimi, si riprendano presto e ci diano buone soddisfazioni, però è ovvio che fin qui qualcosa non abbia funzionato. Non sono sicuro che, con Spalletti in panchina, avremmo assistito ai progressi di Kluivert e Zaniolo, date le sue abitudini con i giovani. Almeno questo bisogna riconoscerlo al nostro attuale allenatore.

    Io credo che Monchi e Difra si siano incontrati più da un punto di vista umano che non professionale. Monchi ha fornito giocatori poco adatti al gioco dell’allenatore, forzando Eusebio ad abbandonare il modulo in cui credeva di più. Eusebio non ha mai aperto una guerra contro lo spagnolo, a costo di sembrare aziendalista, e credo che Monchi dia valore a una cosa del genere, soprattutto in un ambiente che non conosce.

    1. Caro Val,
      molto piacere nel leggerti.
      Chiarisco la mia posizione solo su Kolarov, da vecchio tifoso, che a 19 anni quando ha iniziato a lavorare, non aveva nulla.
      Nulla.
      A 23 anni, con un buon stipendio, sono stato catapultato a Torino, portando con me tutto ciò che avevo.
      Tutto ciò che avevo entrava facilmente nel bagagliaio della macchina che mi ero comprato a rate.
      Due adolescenti di oggi hanno trolley più forniti del mio a 23 anni.
      Questo, confesso, mi fa guardare con una certa severità i giocatori – milionari a 20-25 anni – che sputano nel piatto dove mangiano con tanta abbondanza.
      Il piatto dove mangiano glielo forniamo noi, caro Val.
      Direttamente con i costi dei biglietti e delle magliette.
      Indirettamente con i canoni che paghiamo alle pay-tv.
      Quando le cose vanno bene, li applaudiamo, e li adoriamo, allora siamo competenti.
      Quando qualcuno – a fronte di un rendimento ridicolo in campionato, a fronte di stipendi sempre meravigliosi – li critica – civilmente, ben s’intende -diventa uno che non capisce un ca**o.
      Inaccettabile.
      Arrogante, volgare, e irrispettoso.
      A mia modesta opinione.
      Ma aggiungo.
      Io faccio l’avvocato, da 19 anni, prima, nei 21 anni di lavoro precedente, avevo compiti dirigenziali.
      Quando vinco le cause vengo pagato ed elogiato dai miei clienti.
      Quando le perdo, qualche soldo – meno – lo prendo ancora, ma assai meno elogi, ed anche qualche critica.
      Se ai clienti cui perdo cause importantissime, non concedessi il diritto di critica, e dicessi, “stia zitto che non capisce un ca°°o di diritto”, al mio studio non chiamerebbe più nessuno e morirei di fame.
      Meritatamente.
      Un saluto

      1. P.S.
        Nessuna norma di diritto – a meno che il contratto non lo preveda – consente che il mio desiderio si realizzi (Kolarov in Tribuna).

  73. Scusate se faccio il difensore di Monchi, ma essendo “anziano”, lavoro da 40 anni e seguo la Roma da 50, ho un certo rispetto per le storie di vita.
    Per la reputazione che le persone si costruiscono, negli anni, che dice – almeno quasi sempre – la verità.
    Monchi (negli ultimi 2 mesi e mezzo sono stato in Spagna 5 volte, quasi 20 giorni complessivi, mio figlio studia e vive a Madrid) in Spagan è considerato un Dio del calcio.
    ciò in una nazione che ha vinto le 3 ultime Champion, insomma in un posto dove di calcio si capisce molto (solo Kolarov potrebbe pensarla diversamente….a proposito me lo auguro in Tribuna e poi venduto al più presto, qualsiasi sia il suo rendimento in campo…).
    Può essere diventato un cretino ?
    Per me NO.
    Abbiamo buoni giocatori, tanti giovani, una rosa ampia e numerosa che tutti in questo sito hanno accolto con lodi sperticate, o quasi.
    Ci manca, oltre al Presidente, fatto acclarato, l’allenatore, temo che questo sia il problema principale.
    Non ha valorizzato nessun acquisto, in questi due anni, tranne, forse Zaniolo.
    Dzeko dello scorso anno, non è un acquisto di Monchi.
    Ci manca consapevolezza della nostra forza, ci manca personalità quando andiamo sotto, o negli ultimi minuti, come con il Cagliari o il Chievo.
    Ci mancano dei leaders in campo, e personalità in panchina.
    Il nostro allenatore prende a pugni la panchina, con l’atalanta in casa e in un altro caso.
    Simbolo di debolezza estrema.
    Spero arrivi presto il cambio.
    I giocatori ci sono, manca chi li assembli bene.

  74. Il prossimo giugno tireremo le somme ci restano Champions e coppa Italia….

  75. noi siamo l’unica società al mondo senza presidente.
    paperino delega il potere decisionale ai dirigenti, capirete ke essendo stato monchi a scegliere difra e a costruire sto ectoplasma di squadra, nn lo esonererà mai xkè vorrebbe dire sconfessare il suo progetto.
    se poi gli altri uomini forti sno baldissoni, + attento al dossier stadio e totti + attento a gigionare tra spot pubblicitari, promozione libro etc. bè…

    noi siamo l’unica società al mondo ke nn impara mai dai propri errori, quindi xkè stupirsi se siamo precipitati indietro di 8anni all’era spagnola di luis Enrique?

  76. Io credo che la Roma quest’anno sia questa. E che anche se dovesse arrivare,per assurdo, Conte al posto di Di Francesco,non cambierebbe molto. Questo perché purtroppo la rosa,della Roma è stata distrutta e ricostruita malissimo. Senza alcun criterio né tecnico/tattico né tantomeno economico. Quindi ora non credo si possa più fare molto,l’idea poi che Monchi sia chiamato a gennaio a porre rimedio alle sue disastrose mosse di mercato della scorsa estate e di questa appena passata è a dir poco terrorizzante. Davvero ho paura di vedere quali altri disastri sia capace di combinare. Credo che qui si veda tutta la pochezza di questa proprietà che affida ancora ad un simile personaggio la responsabilità di gestire altri capitali. L’ho detto e lo ripeto,Di Francesco non è assolutamente un allenatore da grande squadra, ma questa Roma della grande squadra ha solo il monte ingaggi, e null’altro.

  77. scrivo poco sul sito, ma leggo spesso.
    volevo solo esprimere un concetto riguardo monchi: tanti, anche su questo sito, dicevano più volte che alla roma servivano giocatori italiani e giovani per cementare la squadra.
    beh monchi ci ha portato cristante e zaniolo, ci ha riportato lorenzo pellegrini e confermato luca (che con sabatini sarebbero stati venduti entrambi subito al milan o alla juve, senza passare da trigoria, romagnoli docet). mi sembra che come discorso ci possa stare, essendo forse i tre centrocampisti italiani in prospettiva più forti.
    in più ha preso alcuni giocatori di prospettiva ambiti da diverse squadre, come schick e kluivert, alcune promesse che stanno sbocciando come under e un buon portiere per sostituire alisson.
    forse dove ha sbagliato sono stati i giocatori più esperti, marcano, nzonzi, defrel e la cessione all’ultimo di strootman.
    io non vedo questo disastro, vedo alcuni errori ma anche alcune mosse azzeccate, come l’affare naingollan-zaniolo, che tutti criticavano. vedo poi la volontà di costruire una squadra più giovane e italiana, che reputo una cosa positiva.
    a mio avviso abbiamo una squadra più forte di lazio e milan, sicuramente molto più forte di parma e torino e la classifica non rispecchia il valore dei giocatori.
    tuttavia, nè quest’anno nè la scorsa stagione la roma ha un’identità di gioco, è sempre apparsa una squadra molto vulnerabile in difesa e poco prolifica in attacco, con una manovra piuttosto scontata e noiosa, poco organica. di chi sono a questo punto le maggiori responsabilità?

  78. Concordo con Attilio: DiFra e Monchi hanno fatto proprio uno schifo!
    ottima lettura e bella sintesi di DOWN UNDER:
    Unici acquisti validi di Monchi estate 2018: Olsen, Coric, Zaniolo, Kluivert (totale 40 ml).
    Spesa globale acquisti 150 ml.
    Praticamente 110 ml che potevano essere spesi meglio.
    Mi chiedo caro Lory, cosa cazzo deve fare un DS per essere accusato di essere un’incompetente?
    E tutto questo dopo aver fatto una campagna acquisti nell’estate 2017 spendendo a cazzo per giocatori il cui apporto è stato zero la scorsa stagione e zero in questa (Schick 42, Karsdorp 19, Defrel 20, Gonalons 5 = 86 ml).
    Riepilogando quasi 200 ml buttati nel cesso in 12 mesi.

  79. DOWN non proteggo monchi, infatti ho detto che ANCHE lui è causa di questa situazione. Ciò che volevo dire è che IL MAGGIOR responsabile di tutto ciò è il mister e negarlo vuol dire negare l’evidenza.

    Poi “Olsen, Coric, Zaniolo, Kluivert (totale 40 ml).”… coric valido? realisticamente è un giocatore che non esiste ( pur essendo un suo estimatore ), proprio perche il mister nn lo vede e non so il perche visto che in precampionato è stato uno dei migliori.

    Aggiungi anche cristante che in queste ultime 4-5 partite è sempre tra i piu positivi e sempre uno che ti regge il centrocampo con qualità e sostanza a differenza proprio di nzonzi che sembra LONTANISSIMO parente di quello visto al siviglia.

    Poi che si siano sprecati una miriade di soldi CONVENGO CON TE, basti pensare ai soldi per bianda, ma LA ROMA HA UNA CIFRA TECNICA e qualitativa SUFFICIENTE per poter stare in champions TRANQUILLAMENTE e questo è un altro dato di fatto.

    Ti faccio un giochino, ruoli ( prendo in esame i giocatori dello scorso anno )!!

    strootman/cristante, sta rendendo piu l’italiano, sia per voti che per goal ed assist, gia doppiato l’olandese in fatto di goal ed assist 1-1 per l’olandese e 2-2 per l’italiano.

    Radja/pellegrini-zaniolo, i due italiani per rendimento e continuità stanno dando come il belga.

    Alisson/olsen, lo svedese pur subendo QUATTRO VOLTE quello che subiva il brasiliano sta avendo un rendimento che lo porta ad essere uno dei migliori tre portieri in A.

    QUELLO CHE PURTROPPO non si capisce è che quello che sta mancando è la sfera tecnica/tattica, cioè il contributo del mister. Questo manca… Poteva chiamarsi peppo o peppino, ma sempre questa figura manca.

    MONCHI HA DELUSO, DI FRANCESCO VALORE IN MENO.

    La sicurezza non la ha nessuno, ma io sostengo da tempo che con un allenatore che fa un calcio tecnico e di possesso, questa squadra volerebbe, perch ei valori li ha tutti.

  80. Altri pipponi targati Monchi in arrivo. Adesso si dice che segua Zappacosta e Darmian

  81. la realtà ci dice che i cosiddetti meravigliosi e incommensurabili progetti, in effetti sono solo una sorta di oppio dei popoli….non se ne conosce la scadenza, l importanza o la fattibilità…

    anche io alla mia età faccio ancora progetti che inevitabilmente saranno cestinati dallo scorrere del tempo…

    i progetti…e spero che non ci si propini più tale sostantivo, mi fanno semplicemente schifo al cazzo.

    Siamo la patria di Orazio e non abbiamo ancora capito un cazzo del CARPE DIEM.

    Auguri di buon Natale a tutti.

    1. a te caro Attilio.
      ma ce li faremo più avanti, spero…

  82. @@@ VAL
    E comunque visto che in questi frangenti bisogna essere concreti, pragmatici e prendere decisioni nette, io ritengo che la cosa prioritaria da fare sia centrare il 4 posto ed evitare la svalutazione del parco giocatori.
    In quest’ottica, il progetto caro VAL passa in secondo piano. Bisogna salvare il salvabile affidando la barca ad un sergente, ad un motivatore non ad un filosofo. Temo che Eusebio non abbia la forza, l’esperienza ed il carisma per farlo.

    1. Caro Down,
      sarà certamente come dici tu e capisco quanto il mio punto di vista sia difficile da sostenere (anche Attilio è stato esplicito in merito😉).

      La Roma in questi anni ha preso molte decisioni concrete e molto spesso, da Luis Enrique fino a oggi. Non si tratta di “certi momenti”. L’emergenza e la sua risoluzione estrema sono ormai la nostra normalità, e leggendo il sito in questi anni non mi sembra che i tifosi abbiano mai sentito qualcosa di soddisfacente in generale. Per me Di Francesco era l’ultima possibilità per uscire da una modalità che considero malata e provare a costruire qualcosa di importante con i mezzi che ci sono, senza aspettare un Messia ricchissimo, romano e romanista a sollevarsi dalle nostre miserie. Non che il presente mi piaccia, eh!

      1. caro Val, grazie per la citazione (anche se probabilmente ho usato termini un po’ forti e per i quali mi scuso…….ma questo ti dà la misura di quanto sia imbestialito anche un tifoso vecchietto come me…).
        Sicuramente hai ragione quando dici che EDF era l’ ultima possibilità per uscire da un circolo vizioso che pare non aver mai fine.
        Non mi piaceva fin dall’ inizio..non lo ritenevo adatto ad una piazza come la nostra (colpevolmente tutti gli organi di stampa giallorossi o meno, preferivano relegare nel dimenticatoio il fatto che fosse stato esonerato anche dal suo magico Sassuolo, il cui patròn Squinzi,al contrario del bostoniano nostro, non fa sconti a nessuno…). Pur tuttavia lo reputavo l’ unico che, conoscendo l’ ambiente, potesse sostituire quello che ancora oggi, Totti family permettendo, reputo un grandissimo allenatore, capace di dare un’ anima al club che sapientemente lo sceglie come trainer.
        Purtroppo, forse per mancanza di autorità, forse per troppo amore per questi colori, quando la società di trading che lo stipendia lautamente ha scriteriatamente messo in mano al cassiere sivigliano un’ autorità che forse lo ha sovrastato in tutto e per tutto, il nostro, che come tutti tiene famiglia, ha girato la testa dall’ altra parte…
        Inutile ora dire che la squadra non lo segue…che i giocatori sono sempre colpevoli…che questo e che quello…….

        Come dicevo all’ amico Cucs, da ragazzi avevamo la rometta….ma sapevamo in partenza che fosse tale….

        Oggi grazie a questi scienziati la rometta 2.0 crede di essere un top club e si atteggia a tale…un po’ come quel tale (perdonami la scurrilità) che non mise mai le mutande e la prima volta che le indossò, si cacò sotto.

        un caro saluto.

      2. Se la società avesse difeso Eusebio a spada tratta starei ancora ragionando come te.
        Perché anch’io mi auguravo la permanenza del tecnico per lungo tempo.
        Peraltro al Sassuolo le cose migliori le ha fatte al terzo anno di permanenza.
        D’altronde DiFra l’ho sempre sostenuto.
        Ma è chiaro che fosse per Pallotta il tecnico sarebbe già stato esonerato da un pezzo.
        Se è ancora lì è grazie al sostegno di Monchi.
        In una situazione simile la chiarezza e le decisioni nette sono sempre le migliori.

      3. Attilio figurati, non posso non capire lo scoramento del momento e condividerlo.

        Avevo pronosticato a inizio anno una Roma sempre in bilico tra cadute e belle prestazioni. Non mi aspettavo però profondità delle prime e l’esiguità delle seconde…

        Il vero campanello di allarme che tenevo in considerazione e mi spaventava è l’aver sentito troppe volte Difra dire:”Non riesco a capire il motivo di questi cali” oppure:”Conosco un solo antidoto: lavorare”.
        Credo ci sia una conoscenza ancora troppo acerba dei funzionamenti di certi “agglomerati umani”, anche se la psicologia dei gruppi ha fatto passi da gigante, e credo che Eusebio abbia cercato le soluzioni sbagliate non sapendo affrontare il problema in modo diretto.

        Io ancora non voglio crederci, ma è difficile non leggere la partita di ieri come un punto di non ritorno.

  83. LorySan 9 dicembre 2018 il 13:00 Essendo più realistici questo è il FALLIMENTO tecnico di monchi, non inteso come compravendita di giocatori ( in piccola parte ), ma come guida tecnica…

    Unici acquisti validi di Monchi estate 2018: Olsen, Coric, Zaniolo, Kluivert (totale 40 ml).
    Spesa globale acquisti 150 ml.
    Praticamente 110 ml che potevano essere spesi meglio.
    Mi chiedo caro Lory, cosa cazzo deve fare un DS per essere accusato di essere un’incompetente?
    E tutto questo dopo aver fatto una campagna acquisti nell’estate 2017 spendendo a cazzo per giocatori il cui apporto è stato zero la scorsa stagione e zero in questa (Schick 42, Karsdorp 19, Defrel 20, Gonalons 5 = 86 ml).
    Riepilogando quasi 200 ml buttati nel cesso in 12 mesi.
    A cui si aggiungono perle uniche come Salah ceduto a 50 e che ora ne vale 150.
    Rudiger venduto a 38 che ora ne vale 70.
    Alisson venduto a 70 che ne vale 90.
    Totale 150 ml di svendita che sommati a quelli buttati nel cesso rendono bene l’idea del disastro fatto.
    Ora Eusebio non sarà un’allenatore top e difatti nessuno l’ha mai affermato, ma non credi che dopo aver depauperato la rosa in maniera così netta le colpe dell’allenatore passino in secondo piano.
    Cosa credi che Spalletti con questa squadra sarebbe tra le prime 4?
    Dai non scherziamo!
    Temevo che il nostro sogno sarebbe stato bloccato dal Palazzo, dalla Politica, dalla Magistratura, invece il terminator è stato il successore del fumante.
    Più letale della peste o di un’invasione di cavallette.
    Lo sapevo dal giorno dopo del suo addio che avrei rimpianto Walter.

    1. caro Down…tutto giusto…tutto sottoscrivibile…..
      ma quando il genio di Siviglia faceva la campagna acquisti, hai sentito alzarsi la flebile voce del povero EDF e farsi stentorea per dire che si stavano facendo delle grandissime cazzate????

      purtroppo, mi pare di non ricordarlo..

      1. p.s.: Spalletti, difatti, conoscciuto i piani della socieà, col cazzo che è rimasto qui !

      2. Attilio, lo ha fatto lo scorso gennaio mettendosi di traverso quando il minus habens pensava di poter vendere Dzeko allegramente.
        In estate ha sbagliato a non dire nulla o forse era d’accordo pure lui.
        Gli avevano appena fatto il rinnovo a 3 ml, pensava ad altro.
        Ma in fondo le sue colpe sulla campagna acquisti sono relative.
        C’è chi prende 1.5 ml all’anno per prendere queste decisioni.

      3. caro Down….
        della serie,,,TENGO FAMIGLIA,,,,quindi,

  84. Anche ai tempi dell’ultimo Garcia diverse partite andavano male per errori marchiani di singoli giocatori, e anche in quel caso si diceva:”Che colpa può avere Garcia se un giocatore liscia un pallone o non segna a porta semi-vuota?”. Poi però, con un nuovo allenatore, gli errori dei singoli sono diminuiti.

    Di Francesco è il responsabile per antonomasia in quanto allenatore, poi ovviamente ci sono molte cose che non funzionano e che incidono sui risultati che non dipendono direttamente da lui. Prendere un cagnaccio per sopperire alle mancanze della società resta a mio parere una soluzione a tempo determinato e destinata ad esaurirsi nel giro di una o due stagioni.
    Questa società si presentò anni fa sbandierando un progetto ben preciso, addirittura con la cantera del Barcellona in mente. Giovani da far esplodere, bel gioco e niente catenaccio. È bastata l’esperienza con Luis Enrique per trasformare un progetto a lungo termine in una sua contro-figura: allenatori con idee molto diverse e da silurare entro due stagioni, emergenza continua, poco spazio alla “cantera” e così via.

    La fortuna è stata quella di crescere costantemente nei risultati malgrado tutto ciò: la Roma ha già via via migliorato i punti in campionato, e quando è peggiorata lo scorso anno ha ottenuto un grande risultato in Champions. Questa è la società con la quale la Roma ha fatto più punti nella propria storia, ma è anche quella che ha delegato totalmente sulle spalle dell’allenatore l’addio di Totti al calcio. I risultati alla lunga contano poco se il progetto non è chiaro. E se qualcosa va storto non si abbandona il progetto; si cambia quello che non permette di perseguirlo.

    Ora praticamente tutti i tifosi vorrebbero Conte, soprattutto per la sua fama di sergente di ferro. Se mai dovesse arrivare, quanto durerebbe? Dopo quanto diremmo che in Champions ci fa fare brutte figure o che tiene in panchina giovani promettenti?
    A mio parere durerebbe più o meno quanto gli altri. Difra era/è/sarebbe più vicino al progetto iniziale.

  85. Essendo più realistici questo è il FALLIMENTO tecnico di monchi, non inteso come compravendita di giocatori ( in piccola parte ), ma come guida tecnica…

    Ha preso un allenatore non idoneo alla roma, ma forse ad una visione piu periferica del calcio, proteggendolo anche quando i piani superiori ( mancanza di polso del presidente ) volevano esonerarlo tempo e tempo fa.

    Per cifra TECNICA la roma è dopo la juve la squadra in A piu prestante, idem per talento, ma questo allenatore è riuscito ad offuscare TUTTO.

    Per valore del tecnico veniamo anche dopo gasperini…

    Monchi continua in una disperata difesa del tecnico, NON CAPENDO che quest’ultimo sta portando non solo la roma al baratro MA SOPRATUTTO IL SUO LAVORO!!!

    Presidente, se ci sei batta un colpo, perche qui la situazione è CATASTROFICA.

  86. Se stasera il Milan vince, considerando anche che dobbiamo ancora giocare con la Juve, entro fine anno potremmo essere a 10 punti dal Milan, se tutto va bene. Un Milan che ha subito degli infortuni seri, non i misteriori problemi muscolari che affliggono i nostri che durano per mesi non si sa per quale motivo

    1. e questo è colpa del mercato? Apriamo gli occhi ragazzi, che qui il problema è sotto gli occhi …

  87. Gli unici ritiri efficaci sarebbero quelli di Monchi ed EDF, con tutti i suoi pseudo-preparatori.

  88. finché la struttura societaria sarà questa, ed é questa da 8 anni, non cambierà nulla.
    possiamo farci le pippe mentali che vogliamo, creare le illusioni che vogliamo.. ma non cambierà nulla.
    ripetiamo le stesse cose da anni, ormai si tifa Pallotta, DiFra, il DS di turno, lo stadio..
    Concordo con Julia. finché non andranno via sti milionari incapaci non daro’ un centesimo alla Roma

    1. Almeno con Sabatini arrivavamo terzi. Adesso e’ tanto se arriviamo ottavi. La Roma non e’costruita per vincere, ma neanche per fare cosi’ schifo. Pallotta qualche soldo lo ha messo per fare meglio di Lotito, ma con Monchi anche questo sara’ impossibile.

  89. Pallotta dice “È una barzelletta, chiedete a Monchi se Di Fra andrà via”.

    Da non crederci, Pallo’ che è una barzelletta lo dovremmo dire noi, ma ti rendi conto di che cazzo stai dicendo, così ti rendi ridicolo.

  90. Down la squadra si sta trascinando mesi ormai, svegliamoci!!!

    La Roma non ha MAI digerito pienamente di Francesco neanche lo scorso anno.

  91. Difendere l’allenatore è un esercizio sterile…

    Difesa alta colpa dei giocatori? WTF!!!

    Quindi fammi capire down: i giocatori PER LORO VOLONTÁ difendono a metà campo? Quindi scavalcano, per ipotesi, le direttive del mister che magari gli aveva detto altro?

    Quindi convieni con me che l’allenatore non ha mai contato nulla e i giocatori fanno come gli pare, OPPURE, COSA PLAUSIBILE, i giocatori hanno fatto ESATTAMENTE quello che il mister chiedeva e vedendo chi siede a in panca credo più a questa ipotesi con un pizzico della prima.

    Ripeto, l’ultimo goal subito è frutto di un allenatore incompetente che ha la fortuna di sedere su una panchina importante, cosa che non avverrà mai più.

    PS: mi aspetto l’esonero, sennò le colpe ricadono anche sulla società. Squadra distrutta dal suo mister arrogante e poco preparato.

  92. In questo momento la Roma ha bisogno di un allenatore alla Gattuso, uno che fa le cose semplici, ma sa motivare i calciatori, li fa correre e crea un gruppo unito (senza criticarli continuamente come fa EDF). Basterebbe forse questo per arrivare quarti.

  93. QUESTA MASSA DI IDIOTI è capace di perdere anche con il Genoa.
    Ma se anche per fortuna vincono, fino a che Monchi non torna in Spagna e DiFrancesco non viene mandato a pascolare le pecore in Abruzzo non guarderò più un solo minuto di partita
    Non meritano il mio tempo

    Buon natale e buon anno nuovo a tutti.

    1. Auguri a te e a tutta la Famiglia!!

  94. SQUADRA DI M
    Sono quasi 2 mesi che non scrivo commenti
    Commentare questi pagliacci milionari che giocano senza voglia e fanno errori da dilettanti è tempo perso
    Indegni >>>> Giocatori allenatore e dirigenza
    Monchi bla bla bla
    DIFrancesco bla bla bla vai a allenare in serie C è quello il tuo posto
    5 vittorie in 15 giornate
    sconfitte con Udinese Spal Bologna pareggi con Chievo e Cagliari buttando via 2 gol di vantaggio…….indifendibili
    Però poi si attaccano al VAR che non ti da un rigore…..
    Perché invece non pensano al gol preso da Icardi lasciandolo libero in area su un corner battuto anche abbastanza piano?

    Ma io voglio sapere dov’è il professore che dopo aver vinto contro RealFrosinone e EmpoliCity aveva detto che ci dovevamo scusare per aver detto brutte cose di Monchi e DiFrancesco?

    ………..

    1. Ciao Julia, bentrovata.
      Già inutile parlare di VAR quando si fanno errori del genere.
      La priorità in estate era anche un difensore.
      Sono arrivati Bianda, Marcano e Santon invece di un centrale di livello.
      Un saluto

  95. La dabbenaggine con la quale prendiamo il secondo goal testimonia che la squadra non ha la testa giusta.
    In questo momento non serve un’allenatore ma un motivatore.
    Il goal preso al 95’ in 11 contro 9 non è imputabile agli schemi dell’allenatore ma alla mancanza di un’attenzione che è tipica dei gruppi uniti e motivati mentre la Roma attuale la vedo molto legata alle prestazioni dei singoli.
    Qualsiasi allenatore con una rosa malfatta come la nostra avrebbe le sue difficoltà.
    Per questo faccio il nome di Conte perché vedo delle analogie tra quanto accade ora e quanto avvenne nelle ultime settimane di Garcia.
    All’epoca la squadra non riusciva a fare le cose più semplici ed il clima che la circondava era cupo come l’attuale.
    Allora arrivò Spalletti con il suo pragmatismo e la cultura del lavoro e riuscì a rimotivare e coagulare il gruppo.
    Conte, che non amo come persona e non apprezzo nemmeno come allenatore (non mi sembra una cima) e che è quanto di più lontano ci sia da un progetto di squadra basato sui giovani, avrebbe invece la carica giusta per tirare fuori il meglio da un’armata brancaleone come la nostra.
    Certo se invece dovessero arrivare Montella, Sousa o Donadoni non credo avrebbero il necessario carisma per dare una sterzata.
    A quel punto meglio rischiare tenendosi Di Francesco.

    1. Si ma se il tuo allenatore mette la difesa a 5 toglie zaniolo che era stato tra i migliori, ma di cosa vogliamo parlare tutti in linea sulla trequarti…. chi li allena? Chi dà qste direttive? Chi fa qsti cambi?
      E ti lamenti che o giocatori si fanno imbarcare così? Dovrebbero autogestirsi e sfancularti loro x primi… sentendo poi le sue dichiarazioni nel post gara addossando responsabilità i giocatori quando invece l’unica responsabilità ce l’ha chi ti ci ha messo sopra questa panchina. Se avesse un briciolo di dignità si sarebbe dimesso. Scelta sbagliata anzi sbagliatissima, Garcia rispetto a lui un vero fuoriclasse.
      Ora via l’allenatore, e a seguire tutti gli artefici del disastro Annunciato! E menomale che noi siamo tifosi e loro gli addetti ai lavori…incompetenti.

      1. I cambi sono stati cervellotici.
        Zaniolo poteva finire la gara.
        Peraltro JJesus messo negli ultimi minuti per “conservare” il risultato è una mossa che in passato non è servita, quindi si poteva anche evitare.
        Anche Pellegrini e non Perotti sulla fascia sinistra è stata una forzatura.
        Meno il cambio Schick – Pastore, visto che Patrick aveva finito la benzina ed in panchina non avevamo cambi adeguati (lo dicevo io di tenerci Tuminello!!!!!!).
        Ma la cazzata fatta è stata mettersi in 5 in linea a 30’ dalla fine!!!!
        Ma cosa volevano fare, il fuorigioco?
        Lì non c’entra l’allenatore.
        C’entrano le teste bacate dei difensori.
        Sono i giocatori che dovrebbero sapere cosa fare in quei frangenti.
        Avendo giocato da difensore in categoria, so bene che gli ultimi minuti di gara quando si è in vantaggio ci si mette dietro a difendere a uomo.
        Ieri il loro goal è stata la summa di nostri orrori avvenuti in pochi secondi.
        – difesa alta
        – difesa in linea
        – nessuno che marcava a uomo Sau
        – Manolas che va in scivolata ( i difensori che vanno a terra sono vulnerabili)

  96. O si cambia subito o dopo la quasi sicura sconfitta contro la Juve. Non avrebbe senso prendere un nuovo allenatore prima della sfida contro la Juve.
    L’esonero di EDF sarebbe una manna dal cielo visto che porterebbe alle dimissioni di Monchi. Eviteremmo ulteriori danni a gennaio.

  97. Sono molto preoccupato.
    Non credo che Eusebio saprà gestire ora la situazione.
    Non credo abbia le spalle così larghe per sopportare le polemiche che seguiranno a questa prestazione.
    C’è il rischio di un Garcia 2 con la squadra che si trascinò sino a gennaio prima di ammutinarsi.
    In passato, in situazioni simili Eusebio ha messo sul banco degli imputati i giocatori addossandosi minime colpe.
    E monta ora un sentimento ostile verso il tecnico da parte dei media e della tifoseria.
    Vaglielo a spiegare ai critici che se la difesa fa acqua da tutte le parti la colpa è del mago spagnolo che, Kolarov a parte, è riuscito a portare a Roma difensori uno peggio dell’altro (Moreno, Bianda, Marcano, Silva, Karsdorp e Santon).

  98. Talmente disgustato da questa Roma che non mi stupisce più niente, No forse una cosa Come fa di Francesco Ancora non rassegnare le dimissioni? Società allo sbando che non sa prendere decisioni o meglio solo quelle sbagliate? Magari soliti difensori di Francesco si inventeranno che noi ma è possibile prendere un gol del genere 9 contro 11 a un minuto dalla fine fuori messa a favore nostro cetera eccetera….. Ma chi è quel genio che ha messo a difesa 5 e ha fatto entrare Pellegrini?

  99. Talmente disgustato da questa Roma che non mi stupisce più niente, No forse una cosa Come fa di Francesco Ancora non rassegnare le dimissioni? Società allo sbando che non sa prendere decisioni o meglio solo quelle sbagliate? Magari soliti difensori di Francesco si inventeranno che noi ma è possibile prendere un gol del genere 9 contro 11 a un minuto dalla fine fuori messa a favore nostro cetera eccetera….. Ma chi è quel genio che ha messo a difesa 5 e ha fatto entrare Pellegrini?

  100. Se non si prendono provvedimenti, in UCL a febbraio bisognerebbe lasciare lo stadio vuoto. Cosi’ vediamo se non lo capiscono che il tifoso della Roma e’ stufo di questa barzelletta. Qui si va dal giocare con 5-6 attaccanti a mettere 7 difensori contemporaneamente.

  101. Probabilmente siamo di fronte a una delle peggiori dirigenze nella storia della Roma

  102. Sconfitta devastante.
    I cambi sono sembrati cervellotici.
    Zaniolo non l’avrei tolto visto che correva più di tutti. Non si capisce poi perché Pellegrini Luca e non Perotti.
    Tra cazzate di Eusebio ed errori individuali ci abbiamo messo tanto del nostro per perderla.
    Stare 5 in linea in difesa all’ultimo minuto in 11 contro 9 è da manuale dell’orrore.
    Ora il rischio è di svalutare tutti gli investimenti fatti con una stagione di alti e bassi.
    Onestamente non credo che DiFrancesco possa avere la forza per tirarsi fuori da questa situazione.
    Reputo sempre che sia un buon allenatore ma a volte si creano delle situazioni di incompatibilità che non fanno girare le cose per il verso giusto.
    E purtroppo la stagione è iniziata male e questo ha condizionato il proseguio.
    Ci vuole una scossa che può venire solo da un’allenatore con carisma.
    Anche se non mi piace come persona credo che Conte sia l’unico in grado di tirarci fuori dal guano.
    E se Monchi mantiene la parola potremo liberarci pure del bluff iberico.

  103. e la tragedia é che sembra non esserci mai una fine a questo strisciare perpetuo indegno
    approfittiamone per fare pulizia
    via DiFra
    via Monchi
    Via Baldini

    1. Concordo
      Má se resta Pallotta non cambia nulla .
      Abbiamo cambiato sei allenatori
      Direttori sportivi
      Giocatori
      Senza risultati .
      Ora siano tornati – Attilio mi comprende – e si era visto quando eravamo stati presi a pallate in casa dall’atalanta b , alla Rometta anni 70.
      Abissi dalle prime – receiminazioni sui rigori – e Lodi a un giocatore ( Zaniolo ) dopo 2 partite- non due stagioni – ottime.
      E nessuno pensa al fatto che 18 mesi fa abbiamo chiuso il
      Campionato a 87 punti .
      A 50 ci arriviamo ?
      Forse

      1. Purtroppo quella soluzione dipenderà dallo stadio. Per ora e come sempre ma giustamente pagherà l’allenatore.
        Una passione che diventa sempre più disgustosa.

      2. Purtroppo è vero.

      3. Col progetto stadio e’ piu’ probabile che si trovino dei compratori. Senza, sara’ un declino infinito, altro che Lotito

      4. Temo che il progetto stadio sia su un binario – anche politicamente morto- e quindi spero in un cambio allenatore- dirigenza drastico.
        Perché a mio giudizio giovani forti. Su cui puntare c’è ne sono .
        La
        Stagione in campionato e’ finita.
        Prima voltiamo pagina meglio è

      5. caro Cucs, dici bene…solo che all’ epoca eravamo consci di essere una squadra semi-provinciale…
        Oggi si fanno discorsi da top club e non ci si accorge che la maglia che fu di Volk, Amadei, Da Costa, Pruzzo, Batistuta e Montella si trova indegnamente sulle spalle di una giovane ameba senza ambizioni e carattere…
        tanto per citarne uno a caso tra i giocatori del Fenomenale allenatore.

  104. Rometta, Robetta, palletta.
    Anzi Pallotta .
    Basta .

  105. In Ucl sei qualificato non sarebbe il caso di mischiare le carte nella gestione tecnica visto che risultati andamento e classifica non permettono di essere ciecamente ancorati al credo di Di Francesco?

  106. ALLUCINANTE CHE ANCORA SI LEGGE MONCHI MONCHI MONCHI… ma che cazzo avete nella testa…

    Vi siete adirati per molto meno contro spalletti, garcia, addirittura zeman e luis enrique…

    Questo è un incapace, uno che ti ha distrutto un progetto sposandolo ed esaltandolo ad inizio anno, uno che ti mette pastore punta, pellegrini luca esterno di attacco e la difesa a 5 sul 2-0, poi all’ultimo hai la difesa a centrocampo su un tuo rinvio… FOLLIA PURA.

    Ancora stiamo parlando di BUON ALLENATORE… Ma fatemi il piacere che avete le fette di prosciutto sugli occhi.

    Con una squadra martoriata dagli inofrtuni per una preparazione IMBARAZZANTE.

    Monchi e di francesco VIA!!

    Se monchi non caccia via questo INETTO è un cimpotente peggio dell’allenatore.

    VOGLIO ARIA PULITA.

    1. Concordo al 100 percento
      Via Difra

  107. con il cagliari sempre la stessa storia: vinciamo 2 a 0 e poi nel finale(gli ultimi cinque minuti) pareggiamo 2 a 2 .
    DF chiamarlo allocco è come fargli un complimento. Nzonzi ( nzombi come giustamente viene chiamato) è alto due metri e non è riuscito a respingere il pallone di testa in occasione del primo gol del cagliari.Fazio è da vendere subito a gennaio.Manolas senza testa : come cavolo ha fatto a far fare quel contropiede (in occasione del pareggio del cagliari) ?
    Zaniolo,Kluivert,ecc.,hanno giocato da montati.
    Monchi e i dirigenti sono da prendere a calci nel culo h24.
    Contro l’inter almeno ci avevano messo un po’ di cattiveria agonistica.Oggi,invece,una massa di amebi.

  108. Non mi parlare di episodio o sfortunata perché dopo il cambio di Pellegrini x Kluivert il Cagliari ha cambiato disposizione in campo.
    Questo è un altro capolavoro tattico di Di Francesco condito dal non essere in grado di far gestire la gara contro una squadra che sapeva solo correre a vamvera in avanti
    Ste cose si vedevano solo col Boemo..
    Assurdo tutto

  109. Monchi dirigente completamente incapace. Prima fa una campagna acquisti scandalosa poi non vuole cacciare EDF. E’ ora che Pallotta prenda in mano la situazione e prenda delle decisioni drastiche con almeno due licenziamenti e ritiri per i calciatori

  110. Che schifo!!
    con sti bastardi pecorari dallo 0-2 al 2-2 ??
    E Pastore per Shick senza senso
    e Lu.Pellegrini per Kluivert e poi dulcis in fundo JJ
    secondo tempo praticamente assente
    più che gara per risalire sembrava uno scontro diretto per non retrocedere

    1. Come dicevo io, siamo in piena smobilitazione. Lo stadio non si farà e Pallotta se ne andrà, la squadra è vincolato autogestione.

      1. magari, che se ne vada, nessun dramma, tanto non abbiamo vinto nulla comunque

      2. Magari se ne va…

      3. Magari se ne va…

  111. Buono il risultato
    l’attacco sempre inefficace, sia con gli esterni che con Schick che si mangia un gol
    magari si svegliano nel 2 tempo

  112. Meglio di così non poteva andare.
    Il massimo col minimo sforzo.
    Ora il secondo tempo col vento a sfavore.
    Dajeee!

  113. perdonatemi,…ma il giorno 8 di dicembre ricorda soprattutto due episodi della nostra storia giallorossa……per lo meno quelli che mi stanno più a cuore…

    – 8 dicembre 1929. Bolide di Volk e la Roma vince il primo derby della storia ..oltretutto sul campo della Rondinella…casa de quelli……..

    -mercoledì 8 dicembre 1982 ore: 14:30. Una Roma sospinta da un tifo incredibile ribalta il risultato dell’ andata e con Falcao ad un minuto dal termine segna uno dei momenti più ardenti della nostra storia…

    …se tanto me dà tanto……..

    abbracci giallorossi.

    1. Grandissimo Attilio!
      Concordo sotto con Down, sarà partita assai difficile !

      1. concordo sulle parole di Attilio
        e purtroppo anche con Down,
        purtroppo perché la vedo dura

  114. Partita difficilissima.
    L’affrontiamo in emergenza come qualche anno fa con Garcia quando si vinse grazie a Verde e Paredes.
    Dovessi puntare su un marcatore, sceglierei uno tra Schick, Zaniolo e Marcano.

  115. La cosa migliore di Zaniolo ?
    La mamma !
    Una gran gnocca,complimenti !