Di Francesco dopo CSKA-Roma: “Potevamo fare molto meglio nella gestione della gara”

di Francesco Gorzio Commenta

La Roma ottiene tre punti fondamentali nella corsa Champions, che la portano a quota nove in testa al girone.

La Roma ottiene tre punti fondamentali nella corsa Champions, che la portano a quota nove in testa al girone. I giallorossi passano per 2-1 in casa del CSKA, grazie alle reti di Manolas e al gol decisivo di Pellegrini.

Ecco le parole di Eusebio Di Francesco al termine del match.

“Potevamo fare molto meglio nella gestione della gara e nella ricerca del terzo gol. Non mi piace che la mia squadra si accontenti. Quando in certe situazioni vuoi gestire poi rischi di prendere gol su una palla buttata. Avevamo la potenzialità e tutta la forza per poter essere pericolosi, come abbiamo dimostrato in alcune occasioni: siamo bravi a giocare in verticale lì davanti e dovevamo farlo di più. Questa è una cosa che voglio dalla mia squadra, non bisogna accontentarsi e andare a chiudere la partita. Si è scherzato un po’ troppo e non dobbiamo farlo”.

C’è un centrocampo nuovo rispetto alla passata stagione, si sta creando una chimica nuova tra i suoi ragazzi?

“Stiamo crescendo, Cristante che all’inizio ha fatto più fatica è molto dinamico ed è stato bravo a entrare nei meccanismi. Dobbiamo lavorare ancora molto tatticamente, perché spesso ci facciamo sorprendere alle spalle dei due mediani. Questa sera abbiamo incontrato una squadra che come qualità migliore ha quella di saper prendere palla tra le linee e su quel punto noi abbiamo incontrato le difficoltà maggiori della partita. Dovevamo essere più bravi a togliere queste linee. Vedo una crescita, ma non dobbiamo scherzare troppo: serve fare gol, chiudere le partite. Questa deve essere la nostra mentalità”.

Dzeko oggi è stato più tranquillo: ha fatto un passo in avanti rispetto al nervosismo che abbiamo notato in lui ultimamente?

“Edin può sempre fare di più, è pericoloso e in certe situazioni poteva essere servito differentemente. Spesso nelle scelte sbagliamo, facciamo le cose al contrario e dobbiamo crescere. I giovani nelle scelte finali miglioreranno”.

Questa ipoteca sulla qualificazione vi consentirà di concentrarvi maggiormente sul campionato?

“Domenica abbiamo subito una partita, dobbiamo recuperare le energie. Capirò bene che formazione schierare, cambierò qualcosa per avere maggiore dinamicità con forze fresche. Incontreremo una squadra pericolosa, brava ad andare in verticale e con un ottimo palleggio”.

Lascia un commento