Real Madrid-Liverpool e quel rimpianto di un gol mancato…

by Daniele Pace 0

Diciamocelo francamente, molti di noi tifosi della Roma avevamo già segnato con un circoletto rosso una data sul calendario: 26 maggio 2018. Si giocherà quella sera, a Kiev, la finale della Champions League 2017-18 che vedrà di fronte Real Madrid e Liverpool e che, al posto dei “reds” poteva vedere impegnati i ragazzi di Di Francesco.

La campagna europea di questa stagione della Roma resta straordinaria ma non leggendaria: è mancato poco, ovvio. Dopo il girone “della morte” vinto andando contro tutti i pronostici (tanto per rendere l’idea, a farne le spese fu l’Atletico Madrid di Simeone), la fase ad eliminazione diretta ci ha riservato grandi emozioni. Agli ottavi la rimonta allo Shakhtar, niente però in confronto alla serata epica contro il Barcellona, all’Olimpico: dopo il 4-1 rimediato in Catalogna, il 3-0 nella capitale con sigillo finale di Manolas resterà un risultato memorabile, per sempre.

Si è sfiorato il tris di rimonte in semifinale: col Liverpool è mancato un gol per ribaltare il 5-2 di Anfield, un gol che avrebbe cambiato tutto. In finale ci sono andati invece gli inglesi, autori comunque di un’ottima stagione, impreziosita dalla vittoria nei quarti contro i neo-campioni d’Inghilterra del Manchester City.

Di fronte al Liverpool, la corazzata Real Madrid, alla ricerca della quarta Champions in cinque anni. Un cammino straordinario anche quello degli iberici, capaci di eliminare i campioni di Francia, Italia e Germania (come ricorda l’infografica in basso, realizzata da Stampaprint, tipografia online leader nella stampa volantini) e ormai sempre più nel mito come quel Real che vinse le prime cinque Coppe dei Campioni della storia, consecutivamente.

Sarà un grandissimo spettacolo, anche senza la nostra Roma. Ci riproveremo il prossimo anno, c’è da scommetterci!

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami