Marko Johansson, la Roma è ad un passo dallo svedese

di Francesco Gorzio 33

Marko Johansson è sempre più vicino alla Roma, Monchi lo girerebbe in prestito al Genoa dal quale arriverebbe Diego Laxalt.

Marko Johansson, portiere 19enne del Malmoe, è sempre più vicino a vestire la maglia della Roma la prossima stagione. Probabile un prestito al Genoa.

Marko Johansson, giovane portiere svedese, è diventato uno degli obiettivi principali di Monchi

Marko Johansson, portiere 19enne del Malmoe, è molto vicino alla Roma che lo sta seguendo da diversi mesi, secondo il sito Calciomercato.com l’unico ostacolo è la volontà del giovane calciatore di non fare il secondo ad Alisson visto che avrebbe possibilità minime di giocare. Per questo Monchi vorrebbe accordarsi con il Genoa per girare in prestito il giovane svedese data la possibile partenza di Perin in estate. A Trigoria potrebbe invece arrivare Diego Laxalt, esterno mancino molto vicino alla Roma nel gennaio scorso quando il rifiuto di Bruno Peres di trasferirsi in Liguria  fece saltare la trattativa.

 

Lascia un commento

Commenti (33)

  1. Ciao a tutti ragazzi. Leggo sempre con attenzione i vostri commenti che sono spesso interessanti, ma faccio molta fatica a entusiasmarmi quando si parla di calciomercato. E’ una cosa che non mi appassiona e quindi sono molto meno invitato a scrivere.
    Quindi uscendo un attimo dal tema principale dei post, qualcuno del sito ha per caso in programma la trasferta di domenica contro il Sassuolo? Io sono ancora un pò incerto se andare, la presenza di qualcuno di voi potrebbe essere un incentivo! Forza Roma!
    P.S. Sarà bellissimo vedere le quaglie e gli strisciati giocarsi la Champions alla morte domenica.. Non c’è un modo per non far qualificare nessuna delle due? ahahahaha

  2. Quasi fatta per Ivan Marcano, centrale del Porto classe 87. Arriverebbe a parametro 0. Personalmente non lo conosco, ricordo solo del suo compagno di reparto Felipe, che non mi ha fatto una grossa impressione. Non so, su due piedi non mi convince. Voi che ne pensate?

  3. @@@ quel “panzone di lotirchio”
    non sa niente della Roma, ma non perde occasione di nominarla

    frustrazione, complesso di inferiorità, invidia, risentimento
    perché si chimano come si chiamano
    e niente e nessuno potrà mai cambiare questa situazione

    ROMA SIAMO NOI PUNTO!
    È inutile che ogni volta tiri fuori una storiella, per dimostrare cosa? Il contrario?
    Un presidente disperato, che cerca di ingraziarsi QUELLA FECCIA DELLA SUA TIFOSERIA se così si puo chiamare
    TIFOSERIA CHE VA CONTRO LA PROPRIA SQUADRA TIFA CONTRO E CONSEGNA UNO STADIO AGLI AVVERSARI
    DISPREZZO TOTALE!

    Forse non sa che fino al 1927, pochi a Roma seguivano il calcio
    la popolazione non si identificava con una squadra nata al capanno Pippanera sulle rive del Tevere, che tra l’altro non faceva neanche parte della città

    Poi nacque la ROMA, e da lì iniziò la Storia Calcistica della CAPITALE!

    Lotirchio non sa che i luridi andavano in Curva Sud
    Quando c’era il derby, andavano allo stadio alle h 7:00 cercando di occuparla
    Come arrivavano i Romanisti, cominciavano a correre come”levrieri” lungo il viale che dalla Tevere porta alla nord.

    LA CURVA SUD, È SEMPRE STATA IL FEUDO ROMANISTA!

    Quante cose non sai, ma continui a parlare…

    AS ROMA 1927!

  4. *** la mia delusione sta nel fatto che speravo che sette anni fa, ci fosse stata un’inversione di tendenza, invece no
    presenti nelle coppe è vero, ma qui si parla di vittorie
    e queste sono zero e, spero di sbagliarmi lontano ***

    poi io non Tifo Roma per le vittorie, ma per altri motivi
    però è un dato di fatto che siamo sempre spettatori e mai protagonisti
    chiaramente questo non cambierà MAI LA MIA FEDE CALCISTICA!

    1. ***non doveva finire qua, post scritto a cazzo di cane***

  5. @@@ Val @@@ under amici miei, i vostri ragionamenti e le vostre argomentazioni sono più che valide
    ieri riflettevo su una cosa
    negli ultimi 16/17 anni, lo scudetto non è mai sceso al di sotto del Po

    l’ultima a vincerlo è stata la nostra Roma
    poi se lo sono conteso inter juve e milan, le squadre storiche del campionato italiano

    c’è stato calciopoli con la juve fuorigioco, è stata sostituita dall’inter
    (con lei almeno due scudetti rubati-clamoroso quello in cui l’inter doveva festeggiare il centenario dalla nascita
    e lì Donna Maria Sensi ebbe il coraggio di denunciarlo pubblicamente)

    crollano le milanesi ed esce fuori la juve più forte degli ultimi anni
    con la sola Roma e i babà a tentare di ostacolarne il passo
    nulla da fare

    troppo netto il divario tra loro e noi (e lascio stare il discorso arbitrale che conta, ma non è l’unico motivo)

    in Italia non c’è storia
    ci sarà un Verona una Samp una Roma i pulcinella (che se non sbaglio sono più di 25 anni che non vincono), una volta ogni tanto

    poi qualche c.i. lasciata ogni tanto e supercoppa

    la mia delusione sta nel fatto che sette anni fa ci sarebbe stata un’inversione di tendenza
    i motivi li conosciamo quindi è inutile elencarli
    ma in questo periodo ho visto la Roma come un supermercato
    anzi come una bancarella del baratto!

    un saluto a tutti e due
    e buona giornata

    p.s.
    ieri ho fatto una disamina alle h 11:58
    usciva fuori dai soliti canoni calcistici
    nessuno se l’è cagata
    eppure ci sono stati commenti
    segno che…

  6. @@@ in tempi oramai remoti, si raggiungevano anche 1000 commenti su un articolo
    -si discuteva anche di sera
    -un continuo scambio di vedute
    -botte e risposte
    -alle volte anche molto piccanti

    -ma era segno di vita, vitalità, presenza, voglia di Roma
    .ora sembra “il deserto dei tartari”
    -forse stanchezza
    -difficoltà ad entrare
    -argomenti in esaurimento
    – peccato entri e non cè nessuno, sì lasci un commento, ma si perde nel nulla
    come il mio

    -tutto ha un inizio e tutto ha una fine…@@@

    .

    1. Ciao Ave,
      Mah…personalmente spesso rinuncio a scrivere perché mi rendo conto di ripetere concetti già espressi, o perché non voglio ribattere ad ogni occasione contro opinioni diverse.

      Però colgo il tuo invito e, stimolato dal tuo messaggio, continuo una discussione iniziata con l’amico Downunder l’altro giorno (così non potrai dirmi di non averci provato😉).

      Io sostenevo che la Roma non sarà attrezzata per lo scudetto nemmeno il prossimo anno, e lui ribatteva dicendo che il prossimo anno la juve si batterà totalmente per la Champions, e la cosa le farà perdere terreno in campionato, soprattutto considerando che quest’anno, di quattro semifinaliste, tre erano appena terze nei loro campionati. Il ragionamento è interessante e spero con tutto il cuore che sia giusto.

      Allo stesso tempo, sono convinto che per vincere lo scudetto il prossimo anno, dovrebbero realizzarsi le seguenti condizioni:

      1- Che la Juve non abbia un bonus arbitrale troppo ampio.
      Anche vedendoli ‘mollare’ il campionato, sappiamo tutti che in caso di difficoltà la squadra di Torino può contare su un bottino di 6/10 punti tra mancate espulsioni, rigori ecc. Non aspettiamoci che l’anno prossimo facciano 83/85 punti.

      2-Di conseguenza la Roma dovrebbe abbattere per la terza volta in pochi anni il proprio record di punti. Di quanto? Io sono convinto che per vincere il campionato servano più di 87 punti: dai 90 in su come quota minima.

      3- La Roma non dovrà avere cali di tensione. In un modo o nell’altro, tutti gli allenatori degli ultimi anni hanno subito dei periodi di arresto più o meno lunghi. Il nostro rendimento dovrà restare costante per tutta la stagione (con molti giocatori reduci dal mondiale).

      4- Mercato: inutile pensare che la Roma possa acquistare tre o quattro fuori classe a 30 o 40 milioni l’uno. Ci saranno inevitabilmente delle scommesse. Monchi dovrà vincere tutte le scommesse e i nuovi giocatori dovranno ambientarsi in fretta, soprattutto eventuali nuovi attaccanti.

      5- Riscoperte. Allo stesso tempo, quei giocatori che hanno deluso le aspettative lo scorso anno dovranno ripagare l’attesa con gli interessi. Se Shick finalmente esplodesse, se Karsdorp si dimostrasse tra i più forti in Italia nel ruolo, se Defrel si ritrovasse (difficile che sia venduto secondo me), allora, con i giusti acquisti, il nostro mercato varrebbe il doppio.

      Non è impossibile che queste condizioni si realizzino, ma certamente non è facile, senza contare che il Napoli, a meno di rivoluzioni tecniche, ha buone possibilità di far bene anche il prossimo anno.

      Ricordiamoci infine che l’ultima volta che la Roma vinse lo scudetto, lo fece perché Sensi aveva deciso di raggiungere questo obiettivo a tutti i costi (infatti molto gli costò). In panchina tenevamo uno come Montella, e un altro panchinaro come Nakata riuscì a segnare almeno un goal straordinario al momento giusto.

      1. A questo punto cogliendo l’invito dell’amico AVE non posso esimermi dal controbattere all’amico VAL 😄

        Il mio è un’augurio, anche perché non basato su certezze. E puntualmente due situazioni che avrebbero potuto favorirci ( addii di Allegri e Sarri) non si sono verificati anzi si va verso un rinnovo per entrambi.

        Concordo con i tuoi 5 punti, ritenendo comunque che se la Juve il prossimo anno non vincesse lo scudetto ció avverrebbe per scelta, schierando sempre la formazione migliore in CL e gli altri tra campionato e CI. I vecchietti della rosa infatti non potranno giocare sempre e tra i nuovi (Caldara, Spinazzola …) non tutti hanno sufficiente esperienza.

  7. Essendo ad un corso pallosissimo cazzeggio col fantamercato.
    Pare che tra i soggetti interessati a Florenzi possa esserci anche l’Atletico Madrid.
    Per l’ipotesi di notizia fondata faccio il nome di una possibile contropartita in orbita Atletico che a mio avviso farebbe al caso nostro: Diogo Jota.
    Per chi non lo conosce si tratta di un esterno offensivo sx di 21anni tecnico, capace di tanti gol ed assist ma anche fisicato e molto efficace in fase di pressing e di copertura, dove per grinta e stile ricorda proprio il nostro Radja.
    Quest’anno ha trascinato il volwerhampton (o come si scrive) alla vittoria della serie cadetta inglese, tant’è che verrà riscattato dal club inglese. Tuttavia l’Atletico ha un diritto di controriscatto. Per me sarebbe l’ideale per completare il nostro reparto esterni offensivi, magari al posto di Perotti.
    Credo abbia una valutazione di circa 12-15 mln e potrebbe essere una parziale contropartita per l’ipotesi Florenzi, ma anche un acquisto intelligente a sè.
    Così, per cazzeggiare

  8. Dero concordo con tutto quello che hai scritto.
    Coric è un giocatore per il futuro, che va costruito nel ruolo come Paredes: non si può pensare possa essere decisivo a Roma il 1 anno se fa panca ora alla Dinamo.
    Per quanto riguarda le due filosofie di mercato credo che alla fine quella scelta da Monchi sarà la seconda con uno o due sacrificati eccellenti.
    Temo che quello con più possibilità di andarsene sia Alisson visto che per offerte sopra i 60 ml Monchi ci penserebbe.

    1. Anche io opterei per la seconda, ma sono più ottimista di te su Alisson.
      Gli verrà proposto un sostanzioso adeguamento al limite del nostro tetto ingaggi ed a fronte di ciò il giocatore chiederà di andarsene solo davanti ad offerte irrinunciabili da parte del real.
      Anche dovesse farsi avanti qualche club danaroso ma non egualmente prestigioso come il PSG non credo che Alisson prenderà in considerazione la cosa solo X guadagnare un paio di mln in più.
      Certo, dovesse farsi avanti il Real con un offerta irrinunciabile x noi ed il portiere (parlo di cifre nin inferiori agli 80mln X il cartellino ed almeno 6 netti di stipendio) sarebbe difficile trattenerlo, ma a quel punto credo sia doveroso ragionare sull’offerta.
      Alisson è forte e resterà tale, ma ad ora, grazie alla stagione straordinaria ed alla visibilità in champions, è ipervalutato come lo era Belotti l’anno scorso.
      A tal proposito chiedo: ha fatto bene il Toro a non considerare le offerte da 70/80 mln arrivate a fine stagione scorsa per il Gallo? Oggi vale circa la metà dell’anno scorso e nella stagione del Toro, non solo a causa dell’infortunio, ha inciso molto poco.
      Raramente i giocatori replicano stagioni straordinarie e questo va tenuto in considerazione.
      A mio avviso, a dispetto dei giornalai, i principali candidati a partire sono gli stessi che hanno rischiato di farlo a gennaio, vale a dire Radja ed Edin, il primo ad est, il secondo in America.
      Il fatto che stiamo trattando giocatori come Talisca/barella da una parte e Balotelli/Teodotzcyk dall’altra costituisce a mio avviso un indizio di quanto sopra.

  9. Estate dei grandi ritorni
    Monchi torna in Spagna e da noi torna Sabatini

  10. @@@ non tutti i soldi entrati, saranno reinvestiti sul mercato
    monte ingaggi
    cercare di ripianare quanto più possibile il debito (a proposito ma per quanto tempo ancora durerà?)
    andando avanti così, andrà avanti per anni @@@

    ***un po me ne intendo, ma quando si rileva una azienda in crisi, la prima cosa da fare è quella di vedere da dove arrivano le perdite ed intervenire
    -non sempre dipende dalla mano d’opera e quindi scattano i licenziamenti
    -molte volte ci sono spese inutili che si reputano superflue, ma a lungo andare incidono
    di molto sui bilanci
    -cattiva gestione nel settore operativo
    -mancata ottimizzazione delle risorse che hai ha disposizione
    -non voler andare avanti stando al passo con i tempi attuali, facendo investimenti mirati
    ritenendoli spreco di danaro e che in fin dei conti le cose funzionano bene così ***

    &&& solo che gli altri, magari quelli del tuo settore fanno l’opposto
    rimangono concorrenziali
    la concorrenza crea nuovi stimoli ad investire in risorse sempre più all’avanguardia
    e tu rimani presente e competitivo sul mercato &&&

    *** chiaramente non ne so più di Pallotta ed i suoi collaboratori, ma ho l’impressioni che in alcuni casi si sia agito con un po di leggerezza, non tenendo conto se quell’operazione avrebbe portato discapito alla società ***

    @@@ dopo questo pappolone che credo non interesserà a nessuno
    auguro Buon Pranzo a tutti e…

    FORZA ROMA SEMPRE!

  11. Talisca sui social ha dato l’addio al Besiktas (a modo suo, e piuttosto stravagante), speriamo che Monchi riesca a sbaragliare la concorrenza. Per “colpa” di Down Under me ne sono innamorato pure io ahah.

    1. non é un addio, é semplicemente tornato alla squadra proprietaria visto che il Besiktas non l’ha riscattato.

      1. E non sarebbe un addio? 🤔

  12. alex27 16 maggio 2018 il 06:16

    Non venitemi a dire che prendere Balotelli sia una mossa azzeccata per rinforzare la squadra, quando poi sento dire che alla Roma chiunque è sul mercato.

    Balotelli sarebbe soltanto una grana in più da gestire e spero che Monchi non faccia anche questa cacchiata. Perchè sono certo che ne farà ancora, ma questa vi prego no, risparmiatemela.

    _________________________________________________________________________________________________

    Una motivazione valida per nn farlo approdare a roma?

    Perche che sia una grana non credo lo sia… In due anni ha segnato piu di 40 goal, quest’anno sta a quota 26 stagionali con una media di quasi un goal a partita.

    Ho sentito pure cavolate del tipo:”spacca lo spogliatoio”, ma cio vorrebbe dire che inficerebbe sulle prestazioni della squadra ma io nn credo sia cosi, visto che all’inter ( non per merito suo ) vinse il triplete, al city vinse il campionato ( anche piu volte in coppia con dzeko o aguero ), al milan era l’unico che giocava, al nizza poi ha segnato tantissimi goal.

    Insomma, a parte qualche marachella fuori dal campo non mi sembra che è stato MAI uno spaccaspogliatoi…

    “cacchiata”? Secondo me invece è un colpo importante, perche COMPLETEREBBE un reparto importante e a me frega poco di shick ( se nn se da una svegliata ) perche io punto a vincere e se esce dzeko hai balotelli che tra calci piazzati e rigori 10 goal minimo te li fa.

    Ripeto, abbiamo evocato un sostituto o addirittura un alter ego di dzeko e quando lo abbiamo a portata spariamo le solite cose populiste e qualunquiste.

    Non si vince nulla coi bravi ragazzi, SI VINCE con quelli matti.

    PS: nel 2001 con montella ( che era peggio di balotelli come testa matta o cassano per dire ) e cassano ci hai vinto uno scudetto, con gente che se faceva panca si lamentava e in campo ( cassano ) erano veramente fuori di testa. MENO SANTITA, PER FAVORE.

    1. Balotelli si…. Cassano non è campione d Italia 2000-2001.

  13. Monchi é una persona genuina, ma dovrà dimostrare di essere all’altezza della Roma
    a parte Kolarov e Shick che non é stato fondamentale o Under che pero’ si dice che l’abbia scovato Massara.. ha fatto davvero male spendendo tantissimo.

    Poi spero che DiFra non si faccia abbindolare dai suoi ex giocatori alla Defrel.
    L’ossatura della squadra va comunque mantenuta.

  14. @@@ Coric è da valutare, potrebbe anche starci in rosa (c’è Gerson che è giovane, quindi anche lui ne potrebbe far parte)
    L’importante è che sia uno tranquillo e che non crei problemi.
    A volte è meglio tenerli che mandarli in prestito dove faticano a giocare.
    Sono dell’idea che possano crescere più a Trigoria sotto le cure di DiFra (che lavora molto bene con i giovani) che altrove

    Peres e forse Silva in partenza
    A sinistra arriverà Laxalt
    tosto rognoso tecnicamente non male
    col Genoa l”ho visto giocare anche basso
    se funziona valida alternativa a Kolarov
    che quest’anno abbiamo spremuto
    altrimenti si va sul mercato o c’è Luca Pellegrini

    Fazio (futuro Capitano, esperienza, carisma, ottima persona come comportamenti) e Manolas”intoccabili”
    JJ a patto di non vederlo più schierato terzino in una difesa a tre!
    Poi si compra un altro centrale
    Karsdoro-incognita, da valutare nel ritiro estivo
    se parte pure Florenzi
    si va sul mercato

    DDR dipende da lui, ma un altro anno credo resti
    Pellegrini resta
    Gonalons Gerson (in due fanno Andrade)
    qui tocca al tecnico
    Nainggolan Strootman, dipende dalle offerte e dalle “sirene” della Manciuria
    però qualcosa si dovrà fare

    ***personalmente gradirei un regista
    piedi buoni, dettatore di tempi di gioco, visione, lancio, verticalizzatore***

    Perotti Elsha Dzeko Defrel Schick Under
    tecnico e ds a voi la parola @@@

    &&& miglioramenti
    tiro da fuori (a volte risolvono le partite)
    meno autogol
    meno assist per gli avversari
    più grinta, convinzione di vincere, voglia,
    anche se giochi contro la “Frattagliese” &&&
    meno pali
    e meno “irrati”…io non dimentico!

    ### mai scritto un post così lungo in tanti anni! speriamo bene! ###

    Buongiorno a tutti

  15. @@@ Buongiorno Pablito

    Pablito 15 maggio 2018 il 19:36

    Mi associo al primo commento di Ave: il “Romanismo” è ciò che hai descritto!

    Meno male che un po di” Romanticismo Romanista” esiste ancora

    Un saluto e buona giornata.

  16. Buongiorno a tutti.
    Faccio il tifoso ragioniere.
    Come è noto il principale problema della Roma è che spende, sopratutto a causa degli stipendi dei calciatori, molto più di quanto le consentirebbero i ricavi.
    Per rimanere entro i paletti del fpf è quindi costretta di anno in anno a vendere pezzi pregiati entro il 30 giugno per poter annotare plusvalenze nei bilanci.
    Quest’anno il bonus champions eliminerà la necessità contingente, ma l’insostenibilità strutturale dei costi resta.
    Non è pertanto possibile pensare di starci dentro tenendo tutti i big, contemporaneamente rinnovando lautamente i contratti dei vari Alisson, Florenzi, El Sharaawy, Under etc., vieppiù aggiungendo 3-4 giocatori forti con stipendi pesanti.
    Per questo, nonostante le voci insistenti ed i bookies, credo poco all’ipotesi Balotelli e continuo a pensare che se dovessero arrivare offerte generose dalla Cina saluteremo Radja.
    Anzi, dovesse concretizzarsi l’arrivo di super Mario sarebbe un chiaro indice della probabilità che Dzeko intenda sfruttare la gloria di champions x strappare un ultimo super contratto in qualche big tipo psg, Chelsea, Bayer etc.., mentre la società, come ha sciaguratamente provato a fare a gennaio, non disdegnerà di risparmiare il suo stipendio e recuperare più di quanto speso per un giocatore che ormai va X i 33.
    Molte altre voci di mercato riguardano giovani italiani di talento come Verdi, chiesa, cristante, barella etc.. e questo mi garba, ma la cosa che rende queste trattative credibili è che si tratta anche di giovani con richieste salariali ragionevoli.
    Per quanto sopra non mi stupirei di vedere sostituire uno strootman con un Praet o un Radja con un barella.
    È però difficile pensare che sostituendo Radja, Kevin ed Edin con Barella,
    Praet e Balotelli, pur aggiungendo Verdi, arriveremo oltre la semifinale di champions.
    Sulla continuità in campionato potrebbe invece rivelarsi una scelta azzeccata e non solo in prospettiva.

  17. Quello che manca alla rosa per essere competitiva lo sappiamo ma la medicina dev’essere quella giusta.
    Mi fido più di Monchi che di Eusebio se è vero che l’unico giocatore portato dal tecnico è Defrel.
    Pochi tecnici se ne intendono di mercato.
    Molti tendono a riportare nella nuova squadra giocatori che avevano già allenato.
    In questa categoria ci metto Sarri che ha portato a Napoli due fuoriclasse come Tonelli e Mario Rui (ringraziamo), Garcia col suo fido Gervinho, Spalletti che da Milano continua a chiamare n di tel romani.
    Poi ci sono tecnici ai quali piace fare mercato a 360 gradi improvvisandosi DS come il Mancio (con alterne fortune) o Conte (disastroso). In quest’ultima categoria ci metto anche Benitez, uno dei migliori. Ha portato a Napoli giocatori che conosceva ma anche no e che ancor oggi costituiscono l’ossatura della squadra ed un vero e proprio patrimonio (Reina, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Mertens, Callejon, Jorginho) o hanno già rappresentato una fonte di grande plusvalenza come Higuain.
    Per questo benedirei l’arrivo di Coric, giocatore in quota Monchi, che nel 4:3:3 di Eusebio non trova posto in quanto sinora ha giocato da trequartista ma che ha un’età e qualità tali da potersi ritagliare nei prossimi anni un ruolo da vertice basso nel nostro centrocampo.
    Giusto accontentare il tecnico con giocatori che corrispondono ai desiderata di Eusebio ma un DS quando fiuta un talento o un’affare lo deve fare a prescindere dalla collocazione tattica.
    Per quanto poco ne capisca tra i talenti:
    Coric lo è.
    Kluivert pure.
    Talisca yes.
    De Jong idem.
    Johansson forse.
    Tra quelli buoni, sopra la media:
    Verdi, Torreira, Balotelli, Barella, Mukiele, Soyuncu, Berardi, Politano, Praet, Belotti …..
    Battaglia, Laxalt e Cristante giocatori normalissimi.

    1. Buongiorno Downunder.
      Concordo con molto di quello che scrivi, ma quanto a Coric dico che mi stupirei molto nel vederlo dare un valido contributo già da quest’anno.
      A mio parere si tratta di un affare in prospettiva, un gran talento costato poco, ma non è assolutamente pronto per la serie A, né fisicamente né tatticamente, figurarsi per la Roma.
      Dopodiché, come ho scritto sopra, la questione a mi avviso è che quelli dei giocatori da te elencati che dovessero arrivare prenderanno il posto di big come Radja, Kevin etc..
      Nonostante il bonus champions è illusorio credere di poter tenere tutti i big, rinnovare salatamente contratti come quelli di Alisson, Flore etc.. e contemporaneamente acquistare altri giocatori ed accollarsi i relativi stipendi.
      Pertanto, a mio avviso delle due una, o avremo un mercato con poche cessioni di contorno (x es. Peres, Skorupski, Defrel) ed altrettanti acquisti abbordabili (x es Mukiele, Johansson, Verdi), oppure, in caso di acquisti più impegnativi (x es Barella, Balotelli e Talisca ) questo comporterà cessioni pesanti (x es Kevin, Dzeko e Radja).

  18. Non venitemi a dire che prendere Balotelli sia una mossa azzeccata per rinforzare la squadra, quando poi sento dire che alla Roma chiunque è sul mercato.

    Balotelli sarebbe soltanto una grana in più da gestire e spero che Monchi non faccia anche questa cacchiata. Perchè sono certo che ne farà ancora, ma questa vi prego no, risparmiatemela.

  19. I ruoli in cui rinforzarci li conosciamo tutti: terzino ambidestro+stopper+regista basso+attaccante esterno. questi sno la priorità.
    è logico ke se rimane gonalons nn arriva un altro regista bensì una mezzala alla pellegrini.
    xqnto riguarda Florenzi (alla fine rinnoverà) da capire se verrà confermato cme laterale basso in coppia cn Karsdorp, oppure spostato più avanti.
    xadesso sno ragionamenti senza cessioni “pesanti”.
    e cmq cn un offerta sui 70ml nn mi sorprenderei se vendessero Becker.

  20. Mi associo al primo commento di Ave: il “Romanismo” è ciò che hai descritto !

    Continuo a stupirmi delle continue critiche su questo ed altri forum perché non si vince neanche un trofeo ,ma la nostra bacheca è sempre stata semivuota e mai e poi mai scambierei la vittoria di una coppa Italia con una sola delle emozioni provate allo stadio ……
    FORZAROMALEEEEEEE FORZAROMALEEEEEEE

  21. @@@ di Coric cosa dite? troppo giovane per rimanere nel gruppo? Però se è rimasto Gerson? E poi DiFra lavora bene con i giovani

    Lo so molti dicono che per vincere ci vogliono i campioni
    ma la Roma non è che può permettersene molti, per motivi che conosciamo
    io dico che se indovini l’individuo giusto, puoi anche farne a meno

    l’importante è che Monchi cerchi di soddisfare le richieste di DiFra
    se non tutte, almeno in parte
    e che non comprasse giocatori che non servono, solo per far vedere che non si sta con le mani in mano
    pochi ma buoni, spendere bene

  22. @@@ Laxalt non mi dispiacerebbe tosto, cagnaccio, un po alla Nainggolan
    lo danno come centrocampista attaccante
    ma in alcune partite del Genoa, l’ho visto giocare anche come esterno basso @@@

    *** domanda
    potrebbe essere una valida alternativa a Kolarov?***

  23. @@@ concordo under, quest’anno mercato da non sbagliare
    soprattutto gente adatta al gioco di DiFra e assolutamente pronta da mandare in campo
    non possiamo permetterci un’altra stagione spendendo soldi per calciatori che non danno nulla poco o niente alla squadra
    così non ci si rinforza, allora tanto vale rimanere come siamo @@@

    *** il discorso vecchio non era una critica per te eh! ***

    Un saluto ed un abbraccio

  24. @@@ riporto qui alcuni commenti

    ***@@@ ddr Sam vi capisco, è successo anche a me
    cito sempre Roma-Colonia 2-0, con Falcao che segna sotto la Sud
    è impossibile da spiegare le reazioni del singolo individuo, ho visto di tutto
    ho visto cose da…ROMA!

    ho visto Roma-B.M. 1-2 fuori dalla coppa
    da lì prese il via il famoso “e sarà sarà…
    una nenia, di tristezza ed orgoglio di essere Romanisti
    sciarpe in mano e occhi lucidi
    ma ci guardavamo con FIEREZZA, sapendo di essere i migliori
    i giocatori tedeschi sbalorditi, perché mai avevano assistito ad un evento del genere
    segna Sebino Nela…e scoppia in lacrime
    solo la ROMA può dare queste emozioni!

    ho visto Roma-inter finale persa dell’allora coppa uefa
    vidi poco la partita, inzeppati uno sopra l’altro
    non ci fu un minuto in cui non cantammo, Fieri Orgogliosi di essere la, con la Sud che diede il meglio di se

    Il Tifoso Romanista può piangere di gioia o dispiacere ma è un pianto di
    AMORE PASSIONE E ORGOGLIO DI TIFARE QUESTI COLORI!

    Il Grande e Mai dimenticato Agostino di Bartolomei IL CAPITANO diceva

    “Ci sono tifosi di calcio…e poi ci SONO I TIFOSI DELLA ROMA”

    NESSUNO CE LA TOGLIERÀ MAI E CI ALLONTANERÀ DA LEI!

    FORZA ROMA SEMPRE!