Intervista a mister Spalletti prima di Roma-Inter

di AS ROMA | Forza Roma Commenta

La Roma domani può scendere in campo condizionata dal vantaggio del risultato della gara di andata?
"Precedentemente avevo dato una percentuale di 50-50 ora dico 51% e 49% abbiamo un punto in più in consenguenza di come ho visto i ragazzi comportarsi e parlare. Sono fiducioso".

La prima mezz’ora sarà decisiva?
"L’inizio della gara è sempre fondamentale perchè può condizionare lo scorrimento della partita e quindi bisogna stare molto attenti a come si svilupperà la gara. Loro non hanno niente da perdere e questo gli creerà sicuramente dei vantaggi a livello psicologico".

Voci di mercato: Iaquinta
"Sono due anni che parlo di Iaquinta in un certo modo, ma a me piace Vucinic sennò non lo avremo preso e sono molto contento di quello che ha fatto quest’anno".

Potrebbe esserci il rischio di adagiarsi sul risultato dell’andata?
"Assolutamente no. Avendo visto il comportamento dei miei calciatori e il loro modo di parlare posso dire che non si corre questo richio mentre le vere insidie sono la forza e la determinazione dell’Inter che ha la capacità di ribaltare un risultato è una squadra di carattere".

Le condizioni di Totti. La Roma punterà sul Capitano?
"La Roma punta sulla squadra come è stato sempre fatto. Totti è a posto".

Le condizioni di Pizarro
"Ha avvertito lo dolore allo stesso punto, è uscito prima della fine dell’allenamento, per domani devo valutare".

Nella partita di andata 6 gol sei esultanze diverse…
"Mi sono sembrate normali e contenute ma non mi ricordo come ho reagito".

I proclami dell’Inter su una possibile rimonta impauriscono o aiutano?
"Non fanno niente, nè aiutano, nè intimoriscono. Per essere arrivati ad un livello così importante è segno che abbiamo dei valori e che non abbiamo bisogno di essere stimolati dagli altri".

Dopo i primi minuti di Manchester cosa ha imparato la Roma?
"Secondo me ha imparato da tutta la partita anche se i primi minuti sono importanti e mi sembra che ne abbia fatto tesoro. Arrocarsi dentro l’area di rigore non va bene, bisogna mantenere gli equilibri di sempre, fare il nostro gioco ci vorrà forte personalità carattere.Dobbiamo essere bravi nella fase difensiva ma anche a ripartire subito".