La Roma va a Firenze con un solo attaccante

di Francesco Gorzio 8

La Roma va a Firenze senza attaccanti

La Roma andrà a Firenze in piena emergenza  attacco i tre titolari, Totti, Osvaldo e Lamela non ci saranno, il Capitano per una elongazione al retto femorale, gli altri due sono invece squalificati.

Di attaccanti di ruolo, eccezion fatta per Destro, non ve ne sono e  Zeman dovrà correre ai ripari con un reparto offensivo tutto inedito, con Pjanic, Destro e Marquinho, quest’ultimo sul piede di partenza e scontento, dopo la sostituzione contro il Catania.

Adesso occorre una prova di orgoglio, una scossa, un segnale da parte dei giallorossi, occorre fare cerchio e portare a casa una vittoria nonostante le difficoltà.

Photo Credits | Getty Images

 

Lascia un commento

Commenti (8)

  1. un allenatore normale cambierebbe modulo, magari un 4/5/1 coperto e contropiede…chiedo troppo al maestro delle sconfitte?

  2. Si giochera’ con un solo attaccante. Un applauso ai calciatori della Roma. Come sono bravi a farsi espellere e squalificare.

    Darei loro 100000 euro di multa per ogni rosso!

  3. Tra l’altro ho letto ora che destro ha un problemino alla caviglia sinistra… e balzaretti ha un risentimento muscolare.

  4. Il titolo corretto sarebbe:
    “La Roma va a Firenze con un solo attaccante, e che per giunta si divora pure 3 gol fatti a partita”…

  5. Marquinho è scontento..?
    dopo la prestazione oscena di catania lui è pure scontento..?
    Spero sia scontento di se stesso.
    Un giocatore così dovrebbe essere onorato e ritenersi fortunato di giocare nella Roma.
    E basta.

    1. innanzi tutto premetto che domenica è stato il migliore e non è come dici tu…..la cosa che mi preoccupa è andare a firenze con un solo attaccante 😯 un bel cazzodecapolavoro……poi dicono che gli attaccanti senza coppe non servono 😯 bha!!!!!!!

    2. Io penso che se non si vedono le partite non bisognerebbe commentare le prestazioni, visto che Marquinho è stato il migliore in campo e non ritenuto tale da noi, ma da tutte le testate giornalistiche.

      Che disagio.