Gay picchiato da buttafuori, Arcigay condanna gli aggressori

di AS ROMA | Forza Roma Commenta

L’Arcigay dopo le polemiche con Povia per il testo della canzone che sarà presente al prossimo Festival di Sanremo, è di nuovo protagonista per un episodi ospiacevole successo nella notte fra il 24 ed il 25 gennaio a Roma dinanzi un locale notturno zona Piramide. Ti faccio vedere io cosa fa un maschio, checca di m.». Poi calci, pugni e colpi con qualche oggetto contundente. Di più: lo hanno trascinato lungo la strada e lasciato agonizzante a terra. Era appena terminata la serata gay "Gorgeous", lo scorso sabato notte, quando fuori dal locale Alpheus all´Ostiense quattro buttafuori avrebbero aggredito un omosessuale di 52 anni. L´uomo, ieri, ha denunciato l´accaduto alla Procura della Repubblica. Erano le 5 del mattino, la serata era ormai finita. La security gli avrebbe chiesto di spostarsi da davanti l´uscita. L´uomo, secondo il racconto fornito alla Gay Help Line, non ha fatto in tempo a scansarsi che subito i buttafuori gli hanno messo le mani addosso. È scattata una lite verbale. «A me le mani addosso non le mette nessuno», ha detto il 52enne. E da lì sarebbero partiti gli insulti: «Frocio di m…, ti facciamo vedere noi, ti pentirai di essere entrato». Gli uomini lo avrebbero quindi colpito con un oggetto contundente e poi portato in una parte riservata del locale dove avrebbero continuato a pestarlo con calci e pugni, procurandogli la frattura di un braccio, la rottura di un dente, la contusione di alcune costole, tagli sulla testa e sul labbro, oltre a varie escoriazioni e contusioni. Dopo il pestaggio, avvenuto sotto gli occhi del compagno e di altri amici, il cinquantenne sarebbe stato trascinato sul marciapiede e gettato per terra. Immediato l´intervento della polizia e del 118. Francesco è stato trasportato all´ospedale San Camillo dove è stato medicato e mandato a casa con una prognosi di 30 giorni.  I gestori del locale di Roma, dove ha avuto luogo qualche giorno fa l’aggressione di un omosessuale, incontreranno questo pomeriggio i responsabili dell’Arcigay di Roma per portare la loro solidarietà all’uomo e fornire informazioni e chiarimenti sull’episodio avvenuto durante la serata Gorgeus alla discoteca Alpheus. «È importante la ferma condanna agli aggressori manifestata dagli organizzatori e la loro immediata volontà a collaborare per individuare tutti i responsabili», ha dichiarato Fabrizio Marrazzo, presidente Arcigay Roma. «Inoltre, – ha aggiunto – ricordo che la serata Gorgeus ospita da sempre le attività di volontariato delle associazioni Lesbiche, Gay e Trans, ed è nota la sua sensibilità e vicinanza per le nostre tematiche».

Lascia un commento