Lazio, Lotito: “Sconfitta con il Napoli ingiusta”

di AS ROMA | Forza Roma 3

ROMA, 27 ottobre – Brucia da morire, in casa Lazio, l’1-0 subito allo stadio Olimpico dal Napoli. I partenopei, con i tre punti conquistati a Roma grazie all’autorete di Sebastiano Siviglia, staccano una diretta rivale all’Europa e contemporaneamente si issano in testa alla classifica in coabitazione con Inter e Udinese. «Ma se c’era una squadra che doveva vincere questa era la Lazio – ha spiegato il presidente Claudio Lotito al termine della gara –. Nel primo tempo abbiamo avuto almeno tre occasioni nitide da gol e solo gli episodi sfavorevoli non hanno permesso che le cose girassero in maniera positiva».

L’ANALISI – L’amarezza nelle parole del patron biancoceleste traspare anche dall’analisi del match: «Dovevamo vincere e invece usciamo sconfitti per colpa di un autogol. Dobbiamo fare tesoro di questa partita per il futuro, ci deve insegnare ad essere più cinici. Ma – ha proseguito – era davvero impensabile che Lavezzi, dalla posizione del campo in cui era, potesse creare un pericolo reale e, invece, con lo sfortunato interevento di Siviglia siamo andati sotto».

EPISODI DECISIVI – Lotito, poi, cerca di trovare anche il lato positivo del difficile momento attraversato dalla sua Lazio: «Anche oggi abbiamo dimostrato di avere grandi qualità, purtroppo il calcio è fatto di episodi e oggi non ci sono stati favorevoli».

Lascia un commento

Commenti (3)

  1. [quote comment=”35417″][quote comment=”35416″]Almeno qui’ visto che un sito della Roma non voglio che quel personaggio non sia neanche nominato visto che vuole fare la morale e non in grado di farla visto che ha un processo di illecito e la lealta’ no sa neanche cosa significa[/quote][/quote]

  2. [quote comment=”35416″]Almeno qui’ visto che un sito della Roma non voglio che quel personaggio non sia neanche nominato visto che vuole fare la morale e non in grado di farla[/quote]

  3. Almeno qui’ non voglio che quel personaggio non sia neanche nominato visto che vuole fare la morale e non in grado di farla