Progetto per finanziare la Metro C di Roma

di AS ROMA | Forza Roma 9

La città è in attesa del via libera da parte del sindaco Alemanno il quale dovrebbe così dare il via all’inizio dei lavori per la nuova linea metropolitana in grado di attraversare il centro cittadino. E’ stato infatti approvato il progetto di finanziamento per la realizzazione della tratta finale della Metro C.

Tra le fermate importanti che rimangono attive nel progetto sono quella di Venezia, Chiesa Nuova, San Pietro ed Ottaviano, mentre sono state bloccate quelle di Risorgimento e di Chiodo quest’ultima però sostituita dalla fermata Oslavia-Bainsizza.



Come molti ormai sapranno, la linea dovrebbe toccare 7 stazioni per una lunghezza totale di 7 km che vanno dal Colosseo fino al Ministero degli Esteri, ovvero alla Farnesina. I romani potranno beneficiare della tratta del centro città a partire dal 2016 quando i lavori verranno ultimati.

Oltre al comune, a finanziare il progetto sono anche alcuni privati che potranno beneficiare in cambio di denaro di importanti quantità di cubatura oltre che il posizionamento di loghi pubblicitari all’interno delle stazioni. Saranno così avviate le stazioni che portano allo stadio mentre saranno fuori le ultime due stazioni sulla Cassia.

Lascia un commento

Commenti (9)

  1. IO ABITO VICINO A UNA FUTURA FERMATA (SAN BASILIO) E MI PIACEREBBE TANTO ARRIVARE CON LA METRO FINO ROMA NORD-OVEST PER VIA DI ALCUNE IMPORTANTI SEDI DI QUELLA ZONA, CON QUELLO ROMA SAREBBE TOTALMENTE COLLEGATA E SAREBBE UN PIZZICO PIU’ VIVIBILE

  2. E’ per dare più possibilità ai laziali di buttarsi sotto a un treno.

  3. Acquisto interessante. . .

  4. non e’ che l’abbia capito molto questo articolo…cosa centra con la Roma….

    1. amico mio e’ per portare la gente allo stadio dai vari quartieri abitati idea lodevole ma ci sarebbero dei piccoli se li vogliamo chiamare cosi’ problemini da risolvere uno fra’ tutti l’ordine pubblico…

      1. ma tanto per dire…nel 2016 spero che avremo il nuovo stadio…qui si parla di olimpico o no?

      2. bella domanda….. con la burocrazia italiana al momento non saprei cosa risponderti…..

      3. bisogna informarsi!!!

  5. facciamo forse 2018 va’ che suona meglio….