La Roma prova a cedere gli esuberi

di Francesco Gorzio Commenta

La parola d’ordine è una: equilibrio. Nei giudizi e, soprattutto, nel bilancio.

Gazzetta dello Sport, M. Cecchini

La parola d’ordine è una: equilibrio. Nei giudizi e, soprattutto, nel bilancio. Sarà questo uno dei temi (col main sponsor) che da oggi Gandini, Baldissoni, Fienga e Danovaro – il d.s. Monchi arriverà giovedì – affronteranno con Jim Pallotta a Londra, visto che il presidente della Roma l’11 sarà in Inghilterra per seguire la trasferta Nba dei suoi Celtics contro Philadelphia. Logico che i tifosi vorrebbero un mercato per rimettere in sesto la squadra, visto che occorrerebbero un esterno destro basso e un centrocampista. Ma lo stesso Monchi ha sottolineato i problemi economici, che forse costringeranno a vendere anche entro giugno.

OPZIONI – E allora queste sono le piste calde per l’estate: Alisson piace a Psg e Liverpool (che non cerca Strootman, ma l’olandese piace a tanti), Nainggolan ha vere offerte solo dalla Cina (e non ci andrà) e sondaggi per Pellegrini da parte di Atletico Madrid e Juve, che potrebbe chiedere Emerson. Di certo però, se partisse Bruno Peres (Benfica o Galatasaray), occorrerà un terzino, e piace Darmian, così – se partisse un centrocampista – interessa Barella. In uscita, Under interessa al Sassuolo e a club turchi, ma non è una priorità.

Lascia un commento