Monchi richiama Schick, toni inappropriati nell’intervista (non autorizzata) concessa al magazine ceco Reporter

di Francesco Gorzio 96

Patrik Schick non si è fatto mancare nulla nell'intervista al magazine ceco Reporter, Monchi l'ha richiamato e probabilmente scatterà anche una multa.

Gazzetta dello Sport, D. Stoppini


Mancava giusto la risposta in stile Ibrahimovic – «Dio è seduto davanti a te» –, per il resto Patrik Schick non si è fatto mancare nulla nell’intervista al magazine ceco Reporter. Concetti del tipo: «A mio padre una volta feci il dito medio», l’idea che con il primo stipendio «potevo comprarmi un Iphone al mese», le risposte ai dirigenti dello Sparta «non cambio il mio modo di giocare, se volete vado altrove», «alla Samp Giampaolo non sapeva chi fossi, con la Juve mi schierò per farmi fuori, una volta mi urlò contro in modo isterico in allenamento». Poi il rifiuto di fare nuovi test medici con la Juventus. E infine il passo che a Roma è stato mal digerito: «Spero tra un paio d’anni di spostarmi dove sarò pagato ancora meglio. Dove? Difficile migliorare rispetto alla Roma. Restano Real Madrid, Barcellona o Manchester United».

Risultato: ieri il d.s. Monchi in un colloquio l’ha rimproverato per aver rilasciato un’intervista non autorizzata, poi s’è raccomandato di usare toni più appropriati. Domani Schick ne parlerà anche con Di Francesco: la multa è scontata. Tra l’altro, Schick aveva anche provato a smentire la prima traduzione dell’intervista attraverso Instagram, salvo fare marcia indietro. E in serata, sempre via social, ha scritto (senza cancellare): «Orgoglioso di essere qui, non ho mai pensato di andare via! Adesso farò tutto per tornare in campo. Ho in testa una cosa sola: dare il massimo per la Roma».

IL MEETING – Detto che il ceco si allena in ottica derby – passi in avanti: non avverte più fastidio calciando –, Monchi è volato a Boston. Con Pallotta ha fatto il punto sul mercato e sulla questione infortuni. Il d.s. rientrerà a Roma tra domani e venerdì. Pallotta potrebbe raggiungerlo dopo pochi giorni, in tempo per il derby per poi volare a Madrid per la Champions. Magari con uno Schick in panchina.

Lascia un commento

Commenti (96)

  1. Anche io non credo nella qualificazione ai mondiali russi: spero solo che questa sia l’occasione per liberarci del marciume mafioso delle nostre istituzioni calcistiche e degli incapaci capitati ad allenare per caso.
    Ieri sognavo Conte, che quasi certamente non accetterebbe: magari, allora, Carletto Ancelotti, che sempre detto, però, di amare il contatto giornaliero con il campo.
    Di giovani rampanti ne abbiamo: Donnarumma, Perin, D’Ambrosio, Darmian, Spinazzola, Zappacosta, Rugani, Caldara, Romagnoli, Pellegrini, Florenzi, Verratti, Bernardeschi, Insigne, El Shaarawy, Belotti, Immobile, Zaza. Si può, poi, attingere dalla squadra di Di Biagio, 10,100,1000 volte meglio di Ventura, con Calabria, Romagna, Chiesa, Di Francesco, Murgia, Cutrone, Orsolini, Verde e Verdi.
    Le indispensabili modifiche del vertice amministrativo potrebbero indirizzarci, infine, a rifarci al modello Germania, ben descritto qui sotto da Ludoviko 13:06 e da me auspicate ancora più sotto.
    Coraggio Italia: quando si arriva in fondo si può solo risorgere,

    1. con tutto il rispetto che ti si deve caro Giemmo, il convento passa i nomi che hai citato

      ma quella maglia è stata indossata da
      Riva Rivera Mazzola Totti Del Piero Scirea Maldini Cabrini Tardelli e potrei continuare a go-go

      calcio italiano in profonda crisi di talenti veri
      e chissà per quanto tempo durerà

      il futuro sono i vivai, ma poche squadre investono seriamente in quel settore

      1. Il convento ora passa questi e dobbiamo accontentarci, sperando che maturino in fretta e diventino come i loro gloriosi predecessori.
        L’alternativa sono i nomi proposti fino all’estinzione dall’incapace Ventura.

  2. Contro la Svezia a Milano non ho sensazioni positive perchè credo che i giocatori non verranno messi nelle condizioni di rendere al meglio.
    Se sarà 3:5:2 dovremo nuovamente fare a meno degli esterni che sono il nostro punto di forza.
    Se sarà 4:2:4 andremo in inferiorità a centrocampo, le due punte si pesteranno i piedi e gli esterni saranno distolti e fiaccati da compiti di copertura invece di concentrarsi su compiti offensivi.

    1. Ciao bello, a me dell’itaglia al mondiale può fregar di meno… basta che il panzone non ci scoccia Flore, Elsha o DDr …. e Pellegrini, va tutto bene. SFMR.

      1. Ciao mitico!
        CVACM

    2. Ma giocare con un 433. Modulo con cui giocano tutte le squadre top del nostro campionato

      Buffon
      Florenzi-Barzagli-Chiellini-Darmian
      Parolo-Jorginho-Xxxxx
      Candreva-Immobile-Insigne

  3. Sono l’unico che non cambierebbe niente a livello di rosa? Per me stiamo bene come stiamo, risparmiamo i soldi per ripianare il bilancio o per mettere a segno un colpa da 90 in estate.
    All’inizio ero scettico di Jesus prima riserva ma si é dimostrato all’altezza. Prendere un altro terzino destro é pazzia visto che stiamo con Florenzi e Peres. Se cediamo il brasiliano allora okay a prenderne un nuovo, ma non sembra necessario.
    L’unica cosa da fare secondo me questo mercato é prendere dei giocatori giovani tipo Caio e mandarli in prestito in A così da averli pronti per la prossima stagione.

    1. Bisognerebbe sapere qual è il nostro margine operativo.
      Anch’io vorrei che quello della scorsa estate sia l’ultimo mercato nel quale siamo costretti a cedere giocatori entro la fine di giugno per questioni di bilancio.
      Cedere è qualcosa che il tifoso romanista ha ormai metabolizzato, sappiamo bene che ci autofinanziamo, ma avere ogni anno la spada di Damocle di dover vendere entro il 30 giugno è estremamente penalizzante.
      Quest’anno ad esempio, se avessimo venduto Salah dopo l’affare Neymar, avremo ricavato uns somma superiore. Se non fare mercato a gennaio significa non avere vincoli in estate anch’io lo preferisco.
      Se invece abbiamo un margine operativo credo che Monchi debba cogliere le opportunità che il mercato dovesse proporre.

  4. il miniciclo che conduce alla fine dell’anno sarà determinante per capire le ambizioni della squadra.. io fossi in Monchi il terzino destro dx lo starei cercando dal momento in cui ho saputo dell’entità dell’infortunio di Karsldorp. Si può anche prendere un giocatore in prestito, con diritto di riscatto o anche prestito secco; è normale che l’ideale sarebbe avercelo il 2 gennaio e non il 31; il profilo da ricercare sarebbe di un giocatore alto e buono in fase difensiva
    per il discorso Sanabria penso che bisognerebbe trovare una formula per ricomprarlo e continuare a farlo crescere dove può giocare con continuità, non lo venderei a titolo definitivo o come moneta di scambio a meno di offerte veramente irrinunciabili

  5. la sconfitta di ieri con la svezia, preludio dell’eliminazione dell’italia dal mondiale, è figlia delle scelte del mondo del calcio italiano e viene dall’elezione di un pregiudicato immorale quel è tavecchio. le scelte ed i comportamenti anche pubblici di qsto personaggio, colluso con lotito, altro pregiudicato, sono stati a dir poco inopportuni ed hanno discreditato anche all’estero il nostro calcio. la scelta di mettere ventura dopop la dipartita di conte ne è una diretta conseguenza. un allenatore sopravvalutato che nn ha dimostrato di essere adeguato a qsto ruolo. sempre supino con i poteri forti, ricordo con estrema antipatia come pur essendo stato allenatore del torino si sia sempre genuflesso alla juve….spesso prendendo di mira la roma. aldilà dell’antipatia personale, un allenatore che si presenta con il 424 x la nazionale ITALIANA dimostra arroganza e incompetenza 2 elementi del resto che hanno caratterizzato il presidente della FIGC. se usciamo dal mondiale via tavecchio e via SVentura, ma sfortunatamente la maggior parte di chi lo ha eletto, vero cancro del ns calcio, resterà dov’è.
    in merito a chi pensa che un ricambio generazionale sia sufficiente a far risalire le capacità del ns calcio nazionale, faccio presente che la germania è arrivata ad essere la nazionale più forte del mondo dopo il crollo degli primi anni 2000, facendo delle grandi riforme, partendo dai vivai ed investendo milioni e milioni di euro. se sono lì è grazie alla lungimiranza dei politici del calcio che hanno saputo intervenire e ricostruire, noi invece abbiamo lotito e tavecchio.

  6. Attenzione che Gimenez potrebbe non essere in scadenza, ma aver rinnovato fino al 2021.
    Ma se fosse in scadenza l’unico motivo per scegliere noi a gennaio e non altre squadre a giugno potrebbe essere la garanzia di giocare i 6 mesi prima del mondiale.

    1. La pausa delle nazionali permette ai club di iniziare a pianificare il mercato di gennaio. Uno dei nomi in cima alla lista dell’Inter è José Gimenez, difensore uruguaiano che non sta trovando molto spazio nell’Atletico Madrid e il cui contratto scade a giugno 2018. Al momento l’accordo per il rinnovo con il club di Madrid non c’è, e il giocatore può quindi pensare di andare via a parametro zero. Inter, Manchester United, Arsenal e Bayern Monaco – si legge su Tuttomeratoweb – sono pronte a fargli la corte in caso la rottura con il suo attuale club dovesse diventare definitiva. L’Inter può pensare di provarci concretamente, come anticipato anche da FcInterNews.it (LEGGI QUI): Sabatini ha già il sì di Suning sull’operazione, anche se molto dipenderà proprio dal rinnovo, sul quale ci sono ancora delle nubi.

      Per ora sembra di no.

  7. @Sampei

    Sull’ipotesi scambio Sanabria-Gimenez
    Si vede che nonostante i lunghi post non riesco ad essere chiaro.
    Lo dico in altri termini.
    Un giocatore a 6mesi dalla scadenza è ormai virtualmente svincolato.
    Certo che l’Atletico accetterebbe, ma è Gimenez a non poter più essere considerato merce di scambio X l’atletico.
    X anticipare la concorrenza più danarosa ormai è tardi.
    A gennaio Gimenez può già firmate con chi gli pare ed andarci a giugno a parametro zero.

    1. Mettiamola così:
      Se tu fossi un giocatore che può già decidere liberamente dove andare, scegliere il club che più ti piace, ovvero quello che ti paga di tanto, tenuto anche conto del fatto che non pagherà nulla per il tuo cartellino, perché mai dovresti piegarti a fungere da merce di scambio per andare dove serve all’atletico?

      1. Oppure, in altri termini, mettiamo che la prima scelta di Gimenez sia, per qualche imponderabile ragione, proprio la Roma.
        Perché mai dovrebbe accettare di arrivarci per il tramite dell’Atletico, facendo guadagnare ai colchoneros decine di mln (eventualmente in termini di contropartite), quando può venire a Roma tra sei mesi a parametro zero, firmando già a gennaio un precontratto, peraltro X stipendi sicuramente superiori, visto che la sua nuova società, la quale non sborserà un euro X il cartellino, gli girerà parte dei soldi risparmiati in termini di ingaggio più elevato?

  8. Buongiorno a tutti.
    Lo so che non si fa, che non è sportivo, tuttavia, visto che le quaglie già stappano le bocce X la lesione muscolare del Ninja, evidenzio che oggi è rientrato strakosha dalla nazionale X sospetta lesione all’adduttore ed anche il vice, Vargic, è infortunato.
    Chi di antisportività ferisce….

    1. l’antisportività è una brutta bestia, comunque speriamo che non si tratti di pretattica! infine voglio sperare che contro le quaglie giochi gonalons premessa che lo preferisco in assoluto ma lo ritengo la soluzione migliore considerando che sarà fresco e riposato a differenza di ddr che ha disputato 180 minuti intesi nel giro di 3 giorni! comunque buone nuove del sud est asiatico: quel buon uomo del ct serbo ci ha fatto l’infinita cortesia di far rifiatare kolorov quanto meno durante la prima partita:)

  9. La Nazionale purtroppo rispecchia quella che è una mentalità alla quale l’italia si affida anche in ambiti extra-calcistici e che si realizza in un’ansia conservativa (conservativa, non preservativa) che rifugge l’affrontare di petto i grandi problemi con scelte strutturali ma preferisce difendere a oltranza uno stato delle cose fino e oltre l’obsolescenza.
    Quando il calcio tedesco, per fare un esempio, si è trovato a fronteggiare una crisi forte, si è deciso di operare delle scelte che ne cambiassero profondamente la struttura, con la programmazione e il pragmatismo che è tipico di quella cultura.
    L’Italia, essendo un paese con un’ottica molto più individualista, è sempre stata più propensa ad affidarsi al singolo, al genio, al salvatore della patria. E la forza della sregolatezza ci ha in effetti permesso in più di un’occasione dei colpi di reni inaspettati ai più. Quando però si perde il ‘genio’ e resta viva la ‘sregolatezza ‘, e ancor peggio quando questa si accompagna a signorie e gilde che pure fanno parte della nostra storia, ne viene fuori un paese immobile e incapace di cambiare. Il calcio italiano è in crisi da molto tempo e la Nazionale ne rispecchia i limiti. Le scelte fatte per cambiare rotta sono deboli. Mi verrebbe da dire:”Ben venga l’eliminazione al mondiale” se questa servisse ad affrontare la situazione in modo diverso, ma temo che non lo si farebbe nemmeno in quel caso.

    1. Direi che il Calcio nel suo piccolo è un manifesto di come si affrontano i problemi in Italia, del nostro modus operandi.
      Il motivo della nostra decadenza.
      Bellissimo post Val.
      La Spagna, il Belgio, la Germania hanno tracciato qual è la strada da intraprendere.
      Una ricerca capillare dei talenti, strutture federali organizzate e coordinate, squadre B, unico schema di gioco tra nazionali minori e maggiori………

      1. Grazie Down,
        È un peccato aver cambiato per secoli e più volte la storia dell’Occidente in termini storici e culturali, e ora non essere in grado di cambiare noi stessi…

    2. Analisi splendidamente espressa e da condividere parola dopo parola.
      In altre parole…..da standing ovation.
      Grande Val !

      1. Grazie Attilio. Troppo buono!

  10. Monchi ha detto che a gennaio non farà operazioni.
    Può essere, ma nel caso invece le facesse bisogna considerare le restrizioni della rosa.
    Abbiamo la possibilità di prendere giocatori che siano stati formati dal vivaio, giocatori di formazione italiana e under 21. Per poter prendere un over 21 dobbiamo cedere prima uno di quelli in rosa e tra questi Castan è il maggiore indiziato.
    La mia è solo una fantasia priva di alcuna possibilità realizzativa, ma se riuscissimo a fare lo scambio Sanabria/Gimenez e quello Defrel/Berardi avremo sistemato le falle della rosa.

    1. non riesco a darmi una spiegazione obiettiva perchè il nome di berardi vada così tanto… le ipotesi sono tre, o sono io che non ci capisco una segha, o siete dei pecoroni, o non siete pecoroni ma semplicemente bisex che subiscono il fascino del calabro..?!?!

      giocatore che a parte aver fatto qualche gol al milan è perennemente infortunato, molto ma molto meglio politano senza arrivare a scomodare il paragone con chiesa. comunque sanabria per gimenez è fantamercato ma è inutile star qui a dirtelo che tanto quando ti metti in testa di fa le ‘crociate’ non ce santo che tenga!

      1. Hai mangiato pesante KNVB?😂
        Era solo per cazzeggiare, rilassati!
        Queste pause nazionali sono di una noia mortale.
        E Ventura è riuscito nella missione di farmi disamorare di questa nazionale.
        Adesso te ne sparo un’altra.
        Scambio Sanabria/Vrsaljko.
        Il terzino riabbraccerebbe così il suo mentore DiFrancesco.
        Comunque a parte gli scherzi, a me Berardi è sempre piaciuto molto. Non si tratta di essere un ovino, ma di riconoscere le qualità del giocatore.
        Non guardare questa stagione dove tutti giocano male nel Sassuolo, pure l’ottimo Politano.

      2. hai ragione down chiedo venia, ho avuto una serataccia e ammetto di essermi un po sfogato, come del resto hai ragione quando affermi che bisogna colmare il vuoto della pausa delle nazionali!

        per quanto riguarda berardi io ero un suo ammiratore ma mi aspettavo una consacrazione e purtroppo ho dovuto notare quanto fosse costernato dagli infortuni.

        per quanto riguarda il terzino per me siamo apposto così, in fin dei conti attualmente abbiamo florenzi/peres e kolarov/palmieri con jolly nura e pellegrini. se avessi la certezza di cedere peres potrei anche ragionarci anche se ormai vedo florenzi terzino (a limite mezz’ala ma non esterno offensivo) ipoteticamente parlando riterrei eccessivo karsdrop, florenzi e versaljko, comunque il croato mi piace anche se mi pare che anche lui abbia avuto qualche guaio fisico nella passata stagione.

        io a gennaio vorrei un solo giocatore: lucas castro. però la mia vena aziendalista mi dice che già con schick l’abbiamo fatta fuori dal vaso e a differenza del milan a noi la uefa non fa sgarare quindi vedrei di utilizzare le risorse parsimoniosa. tutto ciò per evitare la cessione stile pjanic e salah (che inconsciamente rimpiangerò un pò per sempre)

        per quanto riguarda sanabria come dicevo a GM non sarei così affrettato a cederlo, in fin dei conti malgrado abbiamo già geko e schick, il cigno di sarajevo ha 31 un anni. in più leggevo di come l’ajax chieda 50 m per dolberg, per tanto in ottica futura non la vedo così semplice trovare e soprattutto prendere l’ipotetico sostituto di geko!

      3. Comunque mi hai fatto sorridere sulle “crociate”. In effetti ho le mie fissazioni, dev’essere l’età avanzata
        Gimenez però non è una di queste. Lo trovo molto forte e soprattutto elemento duttile e prezioso. Ma sembrerebbe che in realtà non sia in scadenza 2018 ma che abbia rinnovato sino al 2021, quindi ciao.

      4. down guarda che credo che siamo coetanei io sono del 92, comunque mi hai fatto venire un dubbio ma secondo transfermakt la scadenza è sempre 2018

  11. derossimaancheno 10 novembre 2017 il 11:34

    In merito al tema Ventura-nazionale che, in questi giorni senza il campionato, anima i discorsi sul forum, devo dire che mi aspettavo qualcosa di diverso.

    in linea di massima concordo con te

    ma ricordo che quest’estate mi dicevi che marchizza era sopravvalutato per tanto trovo curioso che sentirti fare il nome di marhet e locatelli: il primo non vede il campo manco cll binocolo, pare sempre più destinato all’appellativo di meteora, il secondo invece è lontano da confermare quanto di buono visto la stagione precedente.

    detto ciò a centrocampo come ricambi vedrei meglio benassi e baselli al posto di locatelli e gagliardini, pure mandragora ha ancora tanto da dimostrare, infine ti sei dimenticato il terzino sx. a tale proposito sentivo che emerson sarebbe convocabile, qualcuno può confermarlo?

    1. Meret non gioca poiché infortunato.
      Per il testo di giocatori giovani, forti ed arruolabili ne ho dimenticati anche altri.
      Il mio era solo un esempio per far capire che il materiale tra le giovani leve non manca.
      Confermo che Emerson Palmieri è convocabile X l’Italia.
      Anzi, proprio quando si è rotto aveva ricevuto la prima convocazione.

  12. tralasciando l’efficacia dei due moduli 3-5-2 e 4-2-4, soprattuttoil secondo che dovrebbe bastare di per sè come biglietto da visita per essere internati
    mi domando il senso di giocare con lo schema delle palle alte contro una squadra che fa della fisicità il suo punto di forza maggiore?
    oppure mettere in attacco dal primo minuto due attaccanti acciacati come se fossimo il burundi che tolti loro non c’era nessuno!
    per non parlare della telenovela relativa alla compatibilità tra ddr e verratti, prima dice che sono speculari e che quindi l’uno esclude l’altro, poi quando mancano contro la macedonia si giustifica della prestazione con la mancanza di loro due e per mettere la ciliegina sulla torta decide di impiegare contemporaneamente nel confronto decisivo: dai c’è un limite a tutto, pure un adolescente al primo pelo è più deciso!
    infine non ha fatto nulla per impedire ai nostri di fare il gioco che si auguravano gli scandinavi: ovvero quello di accettare le provocazioni e di giocare nel nervosismo!
    va bene l’esperienza, ma ripeto contro una squadra che fa della fisicità il loro grido di battaglia forse era meglio mettere caldara (inaccettabile che non sia nemmeno convocato oltretutto) al posto di barzagli e jorginho al posto di ddr!
    per quanto mi riguarda mi auguro di passare, ma con una vittoria rocambolesca che porti al conseguente esonero dell’indegno ct, piuttosto veramente benvenga di biaggio ma mi accontenterei anche del giornalaio di fiducia

  13. Ventura andava esonerato dopo il 2 posto nel girone.
    Tavecchio avrebbe avuto la giustificazione per farlo.
    Specie dopo la disfatta in Spagna e le figuracce con Israele e Azerbaigian.
    La Croazia l’ha fatto ed è stata la sua salvezza.
    Ora o passiamo e poi faremo ridere con Ventura ai mondiali, o usciamo e ricostruiamo un nuovo corso con Ancelotti.

  14. Leggo di ricambio generazionale la Nazionale: sarebbe un’ottima iniziativa, compreso, anzi premesso, il cambio dell’allenatore che porta odore di muffa nello spogliatoio.
    Anni fa la Germania fece la stessa cosa e dopo poche, tre-quattro anni, ha ripresentato lo squadrone che tremare il mondo fa (definizione del Bologna all’epoca del fascio) e che ancora oggi da parecchie piste.
    Tra le ipotesi sottostanti preferirei Giampaolo a Di Biagio, che proseguirebbe, però, anche questo va valutato, i tradizionali, fortunati passaggi degli allenatori dalla seconda alla prima delle nazionali italiane.

  15. Concordo con Giemmo in merito all’argomento Sanabria: potrà anche piacere, ma quando hai Dzeko e Shick all’atto pratico che ci fai?

    1. Si, ma ripeto, il problema non è se è meglio Gimenez o Sanabria, ma il fatto che per Gimenez i buoi sono ormai scappati dalla stalla.
      Quando i giocatori entrano sotto i 2 anni dalla scadenza del contratto le società si affrettano a rinnovare, come accade per noi ora con Florenzi e Manolas.
      Quando si arriva ad 1 anno dalla scadenza sono i giocatori a dettare legge, imponendo rinnovi con stipendi alti e clausole piccole, come accaduto da noi per Pjanic ed ora accade ad esempio alla Lazie con Devrji.
      Quando si arriva a sei mesi dalla scadenza ormai sono andati, vanno dove vogliono.
      Magari decidono di restare, ma spesso a condizioni sanguinose come è accaduto X DDR a Roma.
      Di solito vanno dove li ricoprono d’oro, quindi non abbiamo grosse chances che Gimenez scelga noi.
      In ogni caso potrà anche accadere di vedere Gimenez alla Roma e Sanabria all’Atletico, ma non certo per uno scambio tra i due, se non previo rinnovo del difensore con l’Atletico.

      1. Se la Roma offre Sanabria (che continuo a ritenere inutile in ottica Roma) l’Atletico al 90% accetta; dopodichè il rinnovo si tratterebbe di una formalità visto che il nuovo contratto glielo faremmo noi.

        Quindi non è neanche quello il problema. Il problema è che nulla mi fa pensare che Gimenez sia interessato a noi, per cui è altamente probabile che la trattativa non vada in porto a prescindere perchè lui ci snobba, contratto in scadenza o meno.

      2. sampei dimentichi che tutti i trasferimenti necessitano dei veti dei rispettivi giocatori (vedi manolas zenit) per tanto ipoteticamente parlando il contratto di gimenez non sarebbe un pura formalità… mettiti l’anima in pace l’uruguagio andrà in un top team europeo a guadagnare i suoi 4-5 m è già scritto

  16. A me Sanabria piace molto, ma con Dzeko e Schick farebbe panchina, salvo che parta uno di loro a fine campionato. Gimenez è uno dei migliori centrali difensivi, ma se aspettiamo di prenderlo a parametro zero troviamo la fila e motivazioni diverse che ce lo allontanerebbero.
    Per le nostre necessità attuali credo preferibile puntare su Gimenez, con o senza Sanabria, dato che quest’ultimo sarebbe modello Lorenzo Pellegrini, cioè . acquistabile con pochi spiccioli. Per evitare di far fare affari al Betis potremmo organizzare con l’Atletico uno scambio di prestiti, magari biennale.
    Ventura è in confusione: andava lasciato Belotti e far uscire, per far posto a Insigne, Chiellini infine promosso risibile attaccante.
    Mi pare che al nostro mister manchi la spina dorsale: visto che si mormora di Conte che lascerebbe il Chelsea e starebbe trattando con il PSG, un tentativo di riportarlo sulla panchina azzurra io lo farei.

    1. hai ragione GM ma infin dei conti il cigno di sarajevo va per le trentadue primavera e ad oggi ha dimostrato di più sanabria di schick (tre stagioni tutto sommato a buoni livelli contro una super del cieco) io penso che l’uno non escluda l’altro! per quanto riguarda la nazionale purtroppo ventura è scandaloso, si ostina con questo binomio di moduli improbabili, mai visto l’ombra del gioco ma purtroppo la vedo dura per conte e ancelotti!

  17. Sulla Nazionale richiamo quanto scritto oggi pomeriggio.
    Anche dovessimo qualificarci per le fasi finali, cosa sempre meno certa, questa squadra ha poche possibilità di passare la prima fase a gironi, meno di ben figurare nei primi posti, zero probabilità di alzare la coppa.
    Non era meglio quindi avviare una rivoluzione generazionale e giocare con una squadra di giovani come quella riportata sotto? Magari con un allenatore in grado di proporre un calcio moderno (Giampaolo andava benissimo) e non co’ sto schifo?
    Forse avremmo fallito la qualificazione, ma almeno avremmo gettato le basi per un domani migliore.
    Invece, dopo sto schifo, magari trascinato fino al mondiale strappato per il rotto della cuffia, ripartiremo da zero.
    Sono italiano e tiferò per la qualificazione dell’Italia, ma se l’eliminazione volesse dire via Tavecchio, Ventura e compagnia cantante e largo ai giovani non sarebbe il peggiore dei mali.

  18. down under 10 novembre 2017 il 20:45
    Aoh Dero che t’ho fatto! 😂
    Comunque non so nemmeno io se lo farei questo scambio visto che Sanabria mi piace molto.
    Ma non mi sembra una operazione così folle.
    L’ho riportato perché la notizia era uscita tempo fa e oggi ho letto che Monchi cerca un terzino.

    Anche senza emoticon so che stai scherzando, del resto non hai fatto altro che riportare una pseudonotizia di qualche giorno fa, sicché il mio dissenso non è nei tuoi confronti, ma nei confronti di chi ipotizza assurdità simili, perché di assurdità si tratta.
    Il fatto è che Gimenez non deciderà a giugno dove andare, ma tra un mese, ammesso che non abbia già deciso.
    In ogni caso a Gennaio sarà Libero di firmare un precontratto con chi gli pare e l’Atletico Madrid, giunti a questo punto, non ha più alcuna voce in capitolo né titolo per scambiare il giocatore con altro di altra squadra.
    Al massimo può provare fino all’ultimo a rinnovare col giocatore, concorrendo più o meno sullo stesso piano di quelli che aspirano a prenderlo da svincolato.
    In ogni caso è ormai tardi X “anticipare” i concorrenti più danarosi.
    Quello andava fatto quest’estate, ed in effetti sembra che sondaggi siano stati fatti.
    Purtroppo il blocco in entrata del mercato dell’Atletico ha comportato anche il blocco in uscita ed ormai è tardi per prevenire la concorrenza illustre.

    1. Tecnicamente, fino a gennaio può scambiarlo.

      1. Più che tecnicamente, teoricamente, poiché il giocatore, ormai libero di andare dove gli pare dopo sei mesi e di firmare un pre-contratto con la sua nuova squadra non presterà il consenso a nessuna ipotesi di scambio proposta dall’altetico.
        Peraltro, avendo già giocato quest’anno la champions con l’Atletico, manco può andare a giocarla in altri club.
        Insomma è un’ipotesi di pura fantasia che nel calciomercato non si è mai verificata.
        Al massimo è successo che per un giocatore a sei mesi di scadenza si tirassero fuori du spicci, come gli 800mila euro sborsati da noi X Torosidis, o il paio di mln pagati dal Milan X Honda.

  19. Italia di uno squallore disarmante, anche sfortunata ma soprattutto squallida…quel pirla di ventura si è lamentato del loro gioco duro e provocatorio, ma credo che se lo doveva no aspettare d’altronde era la loro unica arma per poter fare qualcosa…una squadra forte quando la picchiano gioca ancora più forte e vince noi ci siamo limitati a piagnucolare…ma io dico invece di dare la squadra a un pover’uomo di 200 anni che ha allenato bari e Torino, nn potevano darla a Gigi di Biagio e puntare decisamente su una linea verde? Che senso ha continuare con Buffon de rossi barzagli chiellini parolo e tutti glia litri trentenni? Tanto il mondiale nn si vinceva comunque , nn conveniva puntare su una linea verde davvero cercando di inserire i vari bernardeschi pellegrini Rugani romagnoli?

    Sarà molto dura ribaltare il risultato a Milano…

  20. Gimenez per Sanabria lo farei tutta la vita.

    1. Detto questo, Gimenez è prendibile solo con un scambio.

      Discorsi come “basta aspettare gennaio e te lo prendi a zero” lasciano il tempo che trovano quando ti chiami Roma. Fossimo la Juve o un top club europeo pronto a offrire 4.5 netti capirei, ma non lo siamo.

      Non dimentichiamoci che neanche Ayew siam riusciti a convincere.

  21. Ventura, l’unico tecnico al mondo che per recuperare un risultato toglie un centrocampista invece di uno dei tre inutili difensori centrali.

  22. Lo fareste a gennaio uno scambio alla pari Gimenez – Sanabria?
    L’uruguagio è in scadenza a giugno, e a gennaio non può valere più di 10 ml, considerato che parte da una valutazione globale di almeno 40 ml.
    Sanabria ha ora una valutazione di almeno 20 ml. Quindi considerando che per riscattarlo bisogna versare 11 ml al Betis, la valutazione dell’uruguagio e del paraguaiano si equivalgono.
    Gimenez sa fare tutti i ruoli della difesa, sarebbe un bel jolly.
    Per quanto stimi Sanabria, ho molti dubbi che voglia tornare a Roma dopo l’esperienza vissuta da noi, quindi tanto vale monetizzare o utilizzarlo come pedina di scambio.

    1. Io no.
      Gimenez mi piace molto, ma X prenderlo non c’è bisogno di accordarsi con l’atletico, visto che a gennaio potrà firmare liberamente un precontratto a parametro zero in vista di giugno.
      Quanto a sanabria, il suo agente ha rilasciato di recente una dichiarazione nella quale, al netto delle dichiarazioni di rito sul fatto che ora pensa solo al Betis, non ha escluso un ritorno in giallorosso.
      Del resto la Roma cedendolo al betis per un prezzo abbordabile, ma riservandosi una recompra X 3 anni, ha chiaramente manifestato la volontà di collocarlo dove poteva crescere senza rinunciare al controllo sul giocatore.
      A mio avviso 20 mln sono pochi già ora, ma se continua così a giugno ci sarà la fila.
      Non so se alla fine si deciderà di tenerlo, oppure si opterà X monetizzare, ma uno scambio con in giocatore che, per quanto forte, sta per liberarsi a parametro zero non esiste.

      1. Aoh Dero che t’ho fatto! 😂
        Comunque non so nemmeno io se lo farei questo scambio visto che Sanabria mi piace molto.
        Ma non mi sembra una operazione così folle.
        L’ho riportato perché la notizia era uscita tempo fa e oggi ho letto che Monchi cerca un terzino.
        A giugno ci sarà la fila per Gimenez è vincerà chi offrirà lo stipendio più alto, quindi non noi.
        A gennaio potremo anticipare tutti con lo scambio di cui sopra anche perché l’Atletico tra il niente e Sanabria opterebbe ovviamente per il secondo.

      2. Con cordo con Dero, Gimenez in scadenza, per quanto forte, non vale l attuale Sanabria, è uno scambio inpari. Se poi l Atletico vuole Sanabria qualcosa vorrà dire, il ragazzo è forte e ha il futuro davanti a se non vedo perchè venderlo subito, famolo stare due stagion da noi e poi lo vennemo a peso d ora s proprio lo dobbiamo vendere

  23. Capisco e condivido il rischio Nazionali, per noi ripetutamente concretizzatosi, ma anche quando rimangono a casa, specialmente quest’anno, non è che i nostri vadano esenti da infortuni, generalmente gravi.
    Non mi spiego, invece, come uno della struttura muscolare del Ninja, se non lo hanno fatto correre in senso contrario su un tapis roulant lanciato a velocità da 10 in su, possa infortunarsi: pensare alle streghe lo trovo ormai riduttivo.
    Proprio per la sua struttura poderosa, il riassorbimento richiederà un tempo incompatibile con la sua presenza contro Lazio e Atletico.
    Attendiamo con ansia la diagnosi da Trigoria, dove Radja sta tornando.

  24. Ste nazionali del cazzo

    Naingolan ha avuto una lesione all aduttore, salterà le due amichevoli nazionali e torna a roma, speriamo di averlo pronto per la Lazio. Ma si rischia di stare senza Radja

    1. Temo che il recupero per il derby sia improbabile.
      Anche se di entità lieve come dichiarato, si tratta di una lesione e non di una semplice contrattura.
      In questo caso, stando alla letteratura medica, i tempi di recupero variano da 2 a 4 settimane a seconda dell’entita della lesione, parlando sempre di quelle lievi, perché per quelle gravi si arriva anche a 8.
      Ora, anche considerandola ottimisticamente molto lieve e pur tenendo conto della tempra del Ninja, un recupero in 9 giorni mi sembra improbabile, oltre che rischioso.
      Io però riporto quel che ho letto e di medicina non ne capisco, sicché confido degli amici del sito esperti in materia X un parere qualificato.

      1. Comunque tutti questi infortuni stanno condizionando tantissimo la stagione, non è che sta saltando partite contro Chievo e Benevento, ma Lazio e Atletico, probabilmente le due più decisive di questo primo spezzone di stagione. Se c’è giustizia gli si azzoppa Immobile ma vabbeh.
        Speriamo che Strootman e Pellegrini siano carichi, a centrocampo la Lazio è tosta.

  25. Mi piace che si sta formando una piccola colonia Sud Americana nella Roma:
    Allison, Peres, Jesus, Emerson, Gerson, Fazio, Perotti
    È buono per l affiatame to del gruppo.

    Per quanto riguarda Pellegrini la societa deve assolutamente preservarlo, perchè deve far parte di quel gruppo di giocatori che vanno a formare la spina dorsale della squadra per gli anni a venire insieme a Allison, Florenzi, Emerson, ecc.

    1. Ciò che mi “preoccupa” di Pellegrini è il suo finto attaccamento alla maglia: sarà pure di Roma, ma mai ha dato l’impressione di esser romanista.

      Siamo ai livelli di Shick.

  26. Per mettere un fine al discorso CLAUSOLA PELLEGRINI.
    Ognuno rimarrà sulle sue posizioni, ma sotto sotto penso che molti di quelli che difendono la clausola, non l’avrebbero mai messa fossero stati in Monchi.
    Dero e Lory, comprendo benissimo le vostre valutazioni.
    Ma per quanto logiche e ben argomentate, non potete negare che:
    – trattasi di una tipologia di clausola che è sbilanciata in maniera incredibile a favore del giocatore e del procuratore.
    – perdiamo di fatto il controllo su un giocatore che io considero del valore del giovane DDR; per dirla alla Sampei, un giocatore generazionale.
    Un giocatore del vivaio, un giocatore italiano, che è merce rara.
    – si poteva trovare un’altra modalità per garantire le presenze in campo
    – si poteva almeno stabilire un numero minimo di presenze (20? 30?) oltre le quali la clausola non aveva più effetto o diventava fuori mercato (100 milioni?)

    1. Hai ragione, ognuno ha illustrato esaurientemente la propria idea ed ognuno resterà della propria.
      Personalmente, per i motivi logorroicamente spiegati sotto, non sono per niente dell’idea che avrei agito diversamente dal nostro ds.
      Credo che la differente valutazione rispecchi la differente percezione dell’attuale livello di Pellegrini.
      Tutti lo consideriamo un ottimo giocatore, ma tu parli di “giocatore generazionale” alla DDR, cosa che ad oggi a mio avviso è invece tutta da dimostrare.
      Il DDR ventenne era uno dei centrocampisti più forti in assoluto a livello europeo, mentre Lorenzo, per quanto già forte e molto promettente, deve ancora dimostrare di poter viaggiare stabilmente a simili livelli.
      Anzi, quello visto contro la Fiorentina mi sembra ancora piuttosto lontano, quantomeno in termini di continuità di rendimento.
      Il Gagliardini visto a Bergamo, ovvero il Locatelli di inizio anno scorso, non è che abbiano destato un’impressione minore del Pellegrini visto al Sassuolo, ciò nonostante ad oggi i 20 mln pagati per l’ex Atalanta appaiono decisamente troppi ed avventati ed entrambi frequentano spesso la panca.
      È presto a mio avviso per qualificare Pellegrini al livello del giovane De Rossi.
      Quando avrà dimostrato di essere stabilmente a quei livelli sarà ragionevole rivedere il contratto e con quello la clausola.
      Per ora mi sembra congruo il mln netto offertogli come primo stipendio post rientro in giallorosso, stipendio superiore a quello di altri che hanno già dimostrato molto di più di lui.
      Stipendio e clausola sono sovente collegati. Per portare la clausola del Pipita a 90mln ADL ha dovuto alzare il suo stipendio dai 4 mln che percepiva prima a circa 6 mln.
      Offrirgli 3 mln di stipendio netto, quanto guadagna Kevin ed un mln in più di quanto prende Kolarov, per ottenere l’assenso ad una clausola da 90 mln, come fatto da Cairo con Belotti, era a mio avviso prematuro e poco coerente con le dinamiche salariali del resto della rosa.
      Rimandiamo a giugno ogni ulteriore valutazione.

  27. Qui lo dico, e non lo nego: coprirci il culo con un altro terzino a gennaio sarebbe da veri idioti.

    Spero vivamente Monchi non faccia una stronzata simile.

  28. In merito al tema Ventura-nazionale che, in questi giorni senza il campionato, anima i discorsi sul forum, devo dire che mi aspettavo qualcosa di diverso.
    Visto l’addio improvviso di Gonde Ventura è stato un ripiego da parte di Tavecchio, uno dei pochi allenatori presentabili ed in quel momento disposto a prendere l’incarico ed ad accettare il compenso, non faraonico, offerto dalla federazione.
    Come molti non ero entusiasta della designazione di un allenatore di seconda fascia che, giunto ormai alla terza età, ancora non aveva mai allenato una big, né aveva esperienze in ambito internazionale.
    Tuttavia speravo che con Ventura si desse ampio spazio ai giovani, vista la sua nota attitudine a crescere ed allenare talenti in erba.
    Invece stasera ci ritroveremo ad affrontare lo spareggio X la qualificazione con l’ormai stucchevole, oltre che obsoleto, 352 e molti dei vecchi noti in campo, a cominciare dalla difesa.
    A questo punto possiamo dire che la missione di aprire un nuovo ciclo Ventura non l’ha neppure iniziata e si giocherà tutto nei prossimi 5 giorni con la vecchia guardia ed uno sguardo, anziché al futuro, rivolto al passato.
    A mio avviso l’aprire un nuovo ciclo basato sui giovani era importante almeno quanto qualificarsi per la fase finale dei mondiali, anche perché l’Italia oggi non ha alcuna chances di vincere i mondiali, mentre una rappresentativa giovane avrebbe potuto accumulare esperienza preziosa per il futuro, in modo da presentarsi tra quattro anni con altre chances.
    Ad oggi potremmo schierare una formazione di giovani/giovanissimi di questo tipo:
    433
    Donnarumma (Meret)
    Florenzi (Conti)
    Caldara (Rugani)
    Romagnoli
    Jorginho (Locatelli)
    Pellegrini (Gagliardini)
    Verratti (Mandragora)
    El Sharaawy ( Chiesa/Berardi)
    Belotti (Immobile)
    Insigne (Bernardeschi)

    A mio avviso è una formazione competitiva almeno quanto quella attuale, ma con vista sul futuro.
    Inoltre trovo inconcepibile che l’unico reparto in cui siamo ricchi, vale a dire gli esterni offensivi, venga sacrificato sull’altare del 352.

    1. Concordo.
      Con quell’insulso 4:2:4 ha perso solo tempo, prendendo scoppole da tutti e fiaccando l’autostima della rosa.
      Si ostina a fare l’allenatore quando dovrebbe solo selezionare.
      Rimpiango i vecchi allenatori che provenivano da Coverciano, almeno loro non si mettevano a fare i fenomeni.
      Va detto, anche a discolpa di Tavecchio, che vista la qualità del materiale umano nel dopo Conte, nessuno voleva prendere in mano la nazionale in un girone con la Spagna dove ne passava solo una.

  29. ragazzi abbiamo un giocatore che, se continua a giocare così, a fine stagione varrà veramente un sacco di soldi, con la vetrina mondiali di mezzo, non so cosa può succedere alla valutazione del ragazzo, certo è che con le giuste combinazioni astrali, qualche club potrebbe essere disposto a fare follie.. avete capito di chi parlo?

  30. “……Se nn gioco vado via a poco, sennò rimango, questo è il senso della clausola.”

    Questa è solo una chiave di lettura della clausola, quella a noi più favorevole, quella che tutti noi ci auguriamo.
    La realtà dice anche che più lo facciamo giocare, più il giocatore potrà attrarre l’attenzione di club più blasonati del nostro, più aumenterà la possibilità di perderlo per una cifra non congrua al suo valore.
    E comunque non c’è niente di male nel riconoscere che la clausola di Pellegrini è DEMENZIALE.
    Per quello che ricordo, su di lui c’era fortissimo il Milan; della Juve non ricordo.
    Ma fosse anche andato al Milan o alla Juve pensate forse che lì avrebbero accettato una clausola così idiota?
    Pensate forse che Marotta avrebbe preso Pellegrini con quella clausola capestro?
    Garanzie di giocare?
    Alla Juve nessuno dá alcuna garanzia.
    Bernardeschi ha forse avuto garanzie?
    Questa clausola per quanto ne so io è un unicum in serie A.
    E poi perché mai Pellegrini avrebbe dovuto temere di non giocare quando era chiaro che Eusebio sarebbe stato il nostro allenatore?
    Capisco le titubanze espresse in inverno dal procuratore su un suo utilizzo quando Spalletti era sulla nostra panca, ma a fine giugno quando è stato acquisito Pellegrini DiFra era già il nostro nuovo allenatore e quindi tutte queste paranoie non erano giustificate.
    L’unica zona grigia in questa situazione è legata all’accordo in essere tra Roma e Sassuolo.
    Per giudicare l’operato di Monchi bisognerebbe conoscere meglio l’agreement.
    Ma mi rimane il dubbio che la clausola sia stata accettata per una generale sottostima del giocatore o forse per aver voluto pagare poche commissioni al procuratore o più probabile per aver voluto tenere basso lo stipendio del giocatore.

    1. qualsiasi sia il motivo addotto o giustificazione la clausola su pellegrini è un errore della società.
      se farà una grande stagione e “per caso” viene per es. il barca a bussare al procuratore (o magari è lui che andrà a cercare altre squadre) se lo porta via per 35 mln che viste le cifre di oggi è veramente poca cosa. inoltre il giocatore è del vivaio quindi con le regole nuove vale doppio per la roma. quindi se ci credevi, visti che c’erano tutti i presupposti, investivi su pellegrini e non rischiavi di doverlo perdere a giugno per pochi spicci. poco lungimirante la roma.

    2. down nn si capisce che pallegrini poteva tranquillamente preferire torino a noi o altre squadre europee.

      Per non frenare la sua crescita l’agente e il ragazzo hanno PRETESO ( non la società che poteva tranquillamente farne a meno ) una clausola che si basasse sul numero di presenze avesse il ragazzo in campo.

      La storia recente della roma racconta di giocatori giovani marciti in panchina come i vari gerson, ucan e tanti altri.

      Visto che l’agente di pellegrini e lui stesso non sono stupidi si sono voluti cautelare su questo e l’identità della clausola sembra ben chiara… Poi se volete vederci il marcio sotto liberi di farlo, ma la situazione è limpidissima.

      Un altra cosa: non è la società, lo ripeto, ad aver voluto mettere la clausola, ma pellegrini stesso.

      Poi noi tutti che pensiamo che pellegrini sia un fenomeno alla pogba, ma parliamoci chiaramente ragazzi, io ho visto un gran talento, ma ancora deve metterlo in mostra tutto e squadre come united e altre, non spenderanno mai 40-45mln ( se continua a giocare con questa frequenza la sua cifra sfiorerebbe il quarantino e piu ) per un giocatore che deve dimostrare ancora tanto.

      <Sappiamo tutti che Pellegrini è un gran tifoso della roma e grande amico di florenzi e secondo voi lui sarebbe pronto ad andar via e fare panchina in una big?

      Io penso che lui sappia che a roma lui avrebbe vita facile come qualsiasi romanista ci giochi, nel senso che sarebbe amato da tutti ( basta vedere le ultime pagelle uscite su 2-3 prestazione insufficienti fatte ), cosa diversa all'esterno dove al primo passo falso finiresti sul lastrico.

      Io continuo a vederla come infatti è, cioè una clausola a garanzia che lui giochi, PUNTO.

      Poi a fine ci si rivedere per riparlare della clausola e del contratto.

      1. Buongiorno a tutti.
        Caro Downunder, su questa discussione circa la clausola di Pellegrini rischiamo di incartarci, perché se è vero che quella proposta da Lory è una delle possibili chiavi di lettura della clausola, peraltro simile alla mia, lo è anche la tua, laddove la definisci idiota.
        Volevo solo evidenziarti che il paragone con quello che fa la Rube non è proponibile, essendo la loro e la nostra due realtà non sovrapponibili.
        In primis i gobbi possono permettersi di pagare stipendi fuori dalla nostra portata, visto che fatturano più del doppio di noi, tant’è che allo stesso Bernardeschi che tu porti d’esempio è stato offerto uno stipendio di 3 mln netti, somma che attualmente a Roma viene percepita solo da 4/5 giocatori, non da gente del calibro di Kolarov che ne guadagna 2, né da Manolas che ne guadagna 1,5 netti e nemmeno da Perotti che ne guadagna circa 1,8.
        Palmieri, altro giovane dal futuro radioso ne guadagnava fino a pochi mesi fa 350 netti e non so se l’adeguamento (si parlava comunque di una cifra non superiore ad 1 mln netto) sia già stato formalizzato.
        A fronte di ciò più di quanto è stato offerto come entry-level a Pellegrini (1 mln netto) non si poteva dare, pena una corsa all’adeguamento degli altri in rosa che le nostre casse non erano in grado di sostenere.
        L’armonia nello spogliatoio passa anche dalla mancanza di sperequazioni al suo interno.
        In secondo luogo la Rube offre prospettive di vincere titoli e di competere fino in fondo per tutto che nessuna squadra in Italia e pochissime in Europa possono garantire. Anche questo alimenta il loro appeal a confronto di altre squadre come la nostra.
        Per il resto ribadisco quanto sotto, e cioè che a mio avviso la clausola X Pellegrini è tutt’altro che idiota, ma al contrario un intelligente sintesi delle esigenze da contemplare nell’affare.
        A differenza di quanto ritieni tu non sono così convinto che a fine anno qualcuno si presenterà con più o meno 35 mln (a questa cifra è prevedibile che ammonterà la clausola di Lorenzo a giugno) per comprare Lorenzo, ma anche così fosse, nulla vieterà di rimettersi ad un tavolo e rinegoziare stipendio e clausola, come è stato fatto quest’anno con Radja al quale hanno adeguato lo stipendio solo un anno dopo il rinnovo, viste le promesse fatte, le prestazioni fornite e le offerte ricevute dalle big di Premier.

  31. Ragazzi la clausola pellegrini è semplice da capire: La sua clausola varia a seconda delle presenze in campo, a seconda se gioca o meno; infatti essa è stata messa per parare il sedere al giocatore nel momento in cui nn veniva sfruttato dall’allenatore.

    é un giocatore che ha ricevuto offerte molto piu vantaggiose di quelle nostre, in senso che dietro cera anche la juve che sicuramente ha piu da offrire al ragazzo.

    Se nn gioco vado via a poco, sennò rimango, questo è il senso della clausola.

    SU SHICK la vedo solo una questione ingigantita di cose che gia sapevamo tutti, cioè che la juve era la sua prima scelta e che lui è uno ambizioso che vuole arrivare.

    Aspettate che roma gli faccia sentire il suo calore e che la società, dopo un anno positivo, gli aumenti il contratto e vedi come rimane!!! è un ragazzo che sa di valere e come ogni ragazzo sveglio che corre, va indirizzato e gli va fatto capire l’importanza della maglia e l’appartenenza. CI penserà Eusebio a farglielo capire.

    1. Scusa Lory,ma proprio per quello che hai scritto e per come è evidente la differenza tra i due, il calore lo do tutto a Pellegrini. Se non altro per non fargli torto. L altro pensi a guadagnarsi a suon di prestazioni le sue ambizioni, che andrà bene anche per la Roma.

    2. è allora la cosa è di facile risoluzione, facciamolo giocare al posto di strottman che ormai è un fantasma

  32. L’Atalanta intanto zitta zitta presenta il nuovo stadio con inizio lavori la prossima estate.
    Noi invece siamo ancora fermi ai paraboloidi, a riprova che laddove le amministrazioni lavorano bene le cose si fanno bene e celermente.
    E aggiungo che sempre a Bergamo da qualche anno hanno completato il più bell’Ospedale d’Italia.

  33. Luca Pellegrini è rientrato dall’infortunio.
    Non mi risulta ci sia stato il previsto rinnovo, visto che il suo contratto scade nel 2018.
    Con Raiola non è semplice trattare ma sarebbe il caso di non perderlo a parametro zero.
    Monchi ci sei ???

    1. monchi sa meglio di tutti noi messi insieme le dinamiche di trigoria e dei giocatori, ergo nn c’è di cui preoccuparsi.

  34. Salve a tutti,
    faccio una domanda che forse resterà senza risposta.
    L’intervista di Shick ha riportato in auge tra noi il discorso che per un calciatore ambizioso la Roma sia solo una meta di passaggio, un mezzo rivolto a ben altro fine.
    Comprensibile: piazza difficile e che non vince da molto.
    La mia domanda però è: non è possibile che, dopo l’addio di Totti, qualche giovane campione possa essere affascinato dal tentativo di riempire quel vuoto nel cuore dei tifosi? Si parla della clausola del contratto di Pellegrini come garanzia di abbandono futuro del calciatore. Secondo voi non è proprio possibile che la possibilità, o il sogno, di diventare una semi-divinità in una piazza calorosa come la nostra non possa allettare proprio nessuno? Tutti dicono di restare ammirati dalla favola del nostro capitano. Proprio nessuno potrebbe restare pensando che vincere qui sarebbe qualcosa di straordinario? Capisco che la vicenda di Totti sia unica, ma mi dispiace che, a quanto pare, non sia servita a dare un fascino particolare ai nostri colori agli occhi di aspiranti campioni.

    1. Secondo me Val molto ruota intorno al Dio denaro. Anche DDR se ne sarebbe andato se non lo avessimo retribuito lautamente e forse anche lo stesso Totti l’avrebbe fatto.
      L’unicità di Francesco è che lui è rimasto fino alla fine pur in assenza di risultati sportivi/prospettive di risultati sportivi, a parte quel lontano scudo di 3 lustri fa.
      L’obiettivo di Monchi deve essere quello di coniugare risultati sportivi a retribuzioni soddisfacenti per i giocatori.
      Se raggiungessimo questi obiettivi saremo in grado di fidelizzare maggiormente i giocatori.
      Ad esempio Pjanic a Roma si trovava bene ma ha deciso di andarsene per vincere qualcosa.
      Quanto alla tua domanda per ora sembra che il testimone di Totti l’abbia voluto prendere Radja.
      Ai giovani interessano poco storie come quelle di Totti.
      Possono interessare ad uno sparuto numero di giovani romantici.
      Ma la maggior parte dei giovani pensa solo ai soldi e alla celebrità.
      Sono mercenari senza valori indottrinati da squallidi procuratori.
      Se ci fai caso i maggiori attestati di stima al capitano sono venuti da giocatori che hanno smesso o comunque a fine carriera.

  35. @KNVB 8 novembre 2017 il 21:11

    La vedo dura, forse EDF gli lasciera un quarto d’ora di spazio se stiamo a risultato aquisito ma nel derbi mai dire mai.

  36. @downunder

    Buongiorno a te ed a tutti.
    Più che un errore a mio avviso la causa per Pellegrini è stata una necessità del momento.
    È vero che il Sassuolo aveva un “gentleman agreement” per ridare il giocatore alla Roma X 10 mln, ma Pellegrini non aveva nessun obbligo di assecondare questo accordo.
    Visto che Lorenzo aveva già altre importanti offerte, non solo X stipendi maggiori, ma, cosa che più conta, per maggiori prospettive di impiego da titolare sin da subito, ha accettato di tornare da noi solo dietro precise garanzie di vedere il campo con continuità.
    Senza quella clausola si sarebbe messo di traverso ed avrebbe spinto per andare altrove.
    Da quel che si legge detta clausola prevede un minimo di 30 mln nel caso di almeno 20 presenze X 45 minuti, che può scendere di 1,5 mln per ogni presenza in meno ed arrivare ad un minimo di 25, mentre può salire di un mln per ogni presenza in più rispetto alla ventesima.
    Considerato che, quando siamo a poco più di 1/4 del campionato il giocatore ha già collezionato 11 presenze utili al computo, è ragionevole ipotizzare che la sua clausola a fine anno sarà almeno di 35 mln.
    Ora, anche a volerlo considerare nettamente migliore dei vari Gagliardini, Locatelli, mandragora etc.. evidenzio che 35 mln non sono mica pochi.
    Kessie e Gagliardini, i due migliori giovani centrocampisti della scorsa stagione, protagonisti dell’anno record dell’Atalanta, sono stati valutati X circa 20 mln l’uno quando sono stati acquistati dalle big Milanesi e già ora la valutazione datagli appare un po’ eccessiva.
    Dahoud, uno dei migliori giovani centrocampisti a livello europeo, è passato l’anno scorso al Dortmund per circa 15 mln.
    Pellegrini è molto forte, ma quello visto contro la Fiorentina non vale certo la cifra alla quale ammonterà la sua clausola a giugno.
    Tuttavia, anche dovesse presentarsi una squadra disposta a pagarla ed a coprirlo d’oro, nessuno impedirebbe alla Roma di rimettersi ad un tavolo e rinegoziare, insieme al contratto, anche la clausola.
    Considerato anche che Lorenzo è romano e romanista, per quanto sopra esposto prevedo ottime probabilità di permanenza del giocatore.
    Tuttavia evidenzio che se il Man Utd o qualche simile big si presenta con un offerta irrinunciabile è difficile dire di no, sia per il calciatore che per la squadra e, forse, è anche giusto che sia così.

    1. *causa=clausola

      1. Aggiungo, infine, che l’attuale stipendio di Pellegrini è assolutamente congruo per la sua posizione di ottimo giovane al primo anno in una big.
        Offrirgli si da subito uno stipendio superiore a quanto guadagnano oggi giocatori come Manolas, Alisson e Perotti avrebbe portato malumori nello spogliatoio.

    2. Se ricordo bene sul caso ne abbiamo già discusso qualche tempo fa caro il mio giustificazionista 😜!
      Scherzi a parte, concordo che bisognerebbe conoscere a fondo qual era l’accordo tra la Roma e il Sassuolo per comprendere correttamente l’operato di Monchi. Se cioè il nostro DS è stato messo con le spalle al muro (o clausola o addio) o se invece sia sia trattato di una scelta e quindi, a mio avviso, di un errore grave di Monchi.
      Perchè infatti mettersi nella condizione di perdere il controllo sul giocatore? Se prenderemo 25 o 35 cambierà poco. Alla fine avremo perso un giocatore importante senza nemmeno avere la soddisfazione di aver fatto il prezzo.
      Lotito per Milinkovic ne chiederà 70-80 e vedrai che qualcuno li tirerà fuori. E Pellegrini non è inferiore al serbo.
      Se il ragazzo e il suo procuratore volevano garanzie di utilizzo si potevano trovare altre formule per venire incontro alle loro richieste.
      Anche perché alla fine la clausola non garantisce certo a Lorenzo di essere utilizzato.
      La garanzia è solo per il suo procuratore di poter lucrare ancora dalla sua vendita e per il giocatore di andarsene quando e dove vuole.

      1. Non sono necesscessariamente “giustificazionista”.
        Secondo me X Pellegrini, nel prevedere una recompra a 10 mln a fronte di una cessione ad 1,25 mln, è stato commesso un errore.
        Va bene il premio valorizzazione, ma 9 mln mi sembrano un po’ tantini, anche se ci è comunque convenuto veder ritornare un giocatore pronto X la Roma a quel prezzo.
        Così come un errore è stato commesso X Politano nel non prevederla affatto la recompra.
        Con il contratto di Pellegrin, invece, a mio parere, si è trovato un intelligente compromesso tra le diverse esigenze in campo.
        Lì, a differenza che al momento della sue cessione, come anche di quellla di Politano, il manico del coltello non era interamente nelle nostre mani.
        Non concordo però quando dici che Pellegrini oggi vale Milinkovic Savic.
        Il giocatore della Lazio è ad oggi uno che sposta gli equilibri (altro che Bonucci) e stai sicuro che l’avesse avuto a disposizione Ventura l’avrebbe schierato per lo spareggio con la Svezia, mentre Pellegrini è stato lasciato a casa.
        Se le quaglie viaggiano in zona champions molto del merito è suo.
        Pur confermandosi un ottimo ri-acquisto questa capacità di incidere Lorenzo non l’ha ancora dimostrata.

      2. “Giustificazionista” l’ho tirato fuori appositamente per sdrammatizzare, visto che l’altra volta ti eri un pò offeso 😜
        Vero, in questo momento Milinkovic incide maggiormente rispetto a Pellegrini, ma va detto che al primo anno alla Lazio ha inciso poco, l’anno scorso ha fatto un ottimo girone di ritorno, e in questo inizio di stagione ha fatto ancora meglio.
        Pellegrini ha un anno abbondante in meno rispetto al serbo e deve ancora ambientarsi nella Roma. Ma l’anno scorso al Sassuolo ha avuto un rendimento e una qualità di gioco non inferiori al serbo.

  37. Ho letto che Ventura sta pensando ad un 3:5:2
    Mamma mia, ma questo qua è proprio hopeless!!!!
    Per far sentire a suo agio Bonucci in difesa, rinunciamo agli esterni che sono il nostro punto di forza.
    Noi che abbiamo Insigne, Candreva, ElSha, Bernardeschi.
    Dopo l’incomprensibile 4:2:4 che assomigliava più allo schema della compianta Longobarda, con due centravanti che si pestavano i piedi, gli esterni offensivi che dovevano farsi tutta la fascia perdendo di efficacia e i centrocampisti in inferiorità numerica ora lo sventurato ci riprova con uno schema nuovo.
    Ma un 4:3:3 con cui gioca il 90% dei giocatori italiani no?
    Troppo ovvio?
    Incomincio a pensare che più che un problema di capacità tattiche, sia un problema di Q.I.

    1. Hai proprio ragione, un 433 ma anche 442 vecchio stampo avrebbe mille volte più senso.
      Napoli, Roma, Juve, Lazio giocano con il 433, l’unica squadra che continua col 352 é lo scandoloso Milan di Montella.
      COn i giocatori a dispozione la squadra si fa quasi da se:
      Buffon
      Zappacosta-Chiellini-Barzagli-Darmian
      Parolo-Verratti-Marchisio
      Candreva-Immobile-Insigne
      Ora non conosco chi ha convocato o chi sia in forma, ma ostinarsi con la difesa 3 per uno scandoloso Bonucci é stupido

  38. È stato già detto, e va ora ribadito: per togliere la clausola bisogna intervenire sul contratto, prolungandolo, adeguandolo e, appunto, modificandolo.
    Vediamo se l’autocritica è una caratteristica del nostro ds.

    1. È un bel casino ora GM mettere mano a quel contratto con tutte le big europee alla finestra.
      Le clausole non fanno per noi.
      Abbiamo già svenduto Pjanic con questa modalità.
      Andiamo da Cairo ad imparare come si fa a mettere clausole da 100 ml senza ricoprire d’oro i giocatori.

  39. Non ci sono giustificazioni che tengano nella clausola di Pellegrini.
    Si è trattato di un grosso errore fatto da Monchi che evidentemente non lo conosceva bene.
    Pellegrini è di gran lunga il più forte centrocampista italiano della sua generazione. Da Gagliardini, passando per Benassi, Mandragora e Locatelli non ne vedo uno all’altezza.
    Se PSG, MU, Barca o Real lo vogliono, lo prendono la prossima estate.
    Voglio proprio vedere Pellegrini rifiutare un Real che gli propone un palcoscenico ben diverso dal nostro e uno stipendio 10 volte superiore.
    Per questo Monchi DEVE togliere quella clausola del caxxo prima possibile.

  40. la clausola di pellegrini è una buffonata è vero
    ma in fin dei conti sarà la sua volontà a essere determinante
    piuttosto sentivo da altri tifosi che anche il diritto di ricompra sarebbe subordinato alla volontà/veto del giocatore, qualcuno può chiarirmi le idee perfavore?

    per quanto riguarda shick francamente sti cavoli
    non mi meraviglio del contenuto, caso mai dello stile, ma farne una questione così grande ai miei occhi è un po come seguire il gf o leggere novella 2000, come diceva shoun ben venga che sia ambizioso e che porti l’interesse dei top club

    per quanto riguarda il derby il nostro vero vantaggio è che minkovic – così come kolarov del resto – tornerà giovedi dal sud est asiatico, ma per quanto il nostro terzino sia una colonna portante della squadra, noi abbiamo il lusso di aver un rincalzo quasi all’altezza in quel ruolo: il buon emerson che avrà potuto beneficiare di 11 giorni di preparazione in più. per tanto questa eventualità mi stuzzica. anche perchè per quanto sia fondamentale risalire posizioni in campionato non bisogna dimenticarsi che tre giorni dopo ci andremo a giocare l’accesso agli ottavi al wanda metropolitana con l’atletico e mi aspetto che in una delle due kolarov riposi dato che non si ferma dal 20 agosto e che con tutte probabilità non tirerà il fiato nemmeno in nazionale!

    1. Emerson contro Lazio e Atletico é impossibile, sono due squadre molto fisiche e la partita sara combattutissima dal punto di vista agonistco e su quella fascia c’é quella merda di Lulic, inammiginabile che Emerson al ritorno da un crociato rotto parti titolare in una di queste due partite.
      Kolarov dovrà stringere i denti, dopo l’Atletico verranno Genoa, Spal, Qarabag, Chievo di tempo per rifiatare ne avrà a pieno.
      Come un qualche utente aveva scritto ieri, vincere contro Lazio e Atletico per poi avere la strada spianata ed effetuare tutto il turnover di questo mondo fino alla partita con la Juve.

      1. ciao Lupachiotto, la tua è una giusta considerazione e ti do ragione. il rientro di palmieri dovrebbe essere evitato in big match specialmente contro avversari fisici (anche perchè come ben sappiamo la nostra storia recente è costernata da infelici ricadute!)

        detto ciò va considerato che malgrado il signor alexandor kolarov non necessiti di un particolare richiamo tattico, la sua serbia giocherà il 14 contro la sud corea a seul alle nostre rispettive 19.00. non so a che ora tornerà a roma ma immagino non prima di mercoledì pomeriggio, come se non bastasse a complicare la questione vi è il fatto che la nazionale serba si trovi già attualmente nel sud est asiatico, date che queste amichevole son state organizzate a mo di tour! per tanto al rientro kolarov e sergej avranno da smaltire un fuso orario assimilato in una settimana.

        mi auguro che non venga impiegato per 180 min ma ad oggi dal 20 agosto su 19 partite complessive della roma, lui ne ha giocate 18 e ben 17 per tutti i 90 min. emerson invece è tornato disponibile da un mesetto e non ritengo sià affrettato impiegarlo malgrado ci sarebberò sicuramente partite più indicate…

        per questo alla luce dell’importanze di entrambe le partite mi auguro che palmiari possa quanto meno essere impiegato per 45 min anche perchè – malgrado mi auguro che ovviamente non sia questo il caso – sarebbe improduttivo avere un giocatore spompato

  41. Questo è il momento migliore per rinnovare a Pellegrini togliendogli la clausola. Sta giocando maluccio e non è stato convocato in nazionale.
    Viene utilizzato con regolarità da Eisebio e quindi cadono le pregiudiziali del giocatore e del procuratore circa uno scarso impiego.
    Diamogli 1 ml in più e togliamo questo obbrobrio di clausola.

  42. Il modo migliore per far dimenticare a tifosi, squadra, allenatore e società questo scivolone mediatico è fare bene sul campo.
    Per il resto, visti i diritti che vanta la Samp sul giocatore in caso di cessione, è meglio che il ceco si metta il cuore in pace che prima di 3 anni non lo si vende.

  43. stronzate evitabili ma nulla di drammatico
    i giovani di oggi hanno un vuoto esistenziale, morale, di valori… che riempono con cazzate e superficialità
    il crepuscolo degli dei non l’ha certamente inventato Schick

    daje va
    voltiamo pagina
    Forza Roma

    1. concordo in pieno
      Anzi mi sarei preoccupato se non avesse parlato di shopping play station e procuratore che gli dice pure a che ora alzarsi la mattina

    2. 👍👍