Le pagelle della Gazzetta dello Sport di Chelsea-Roma 3-3

di Francesco Gorzio Commenta

Le pagelle della Gazzetta dello Sport di Chelsea-Roma 3-3, pareggio a Londra dopo una prova convincente, tutti i giocatori migliori e peggiori della sfida.

Le pagelle della Gazzetta dello Sport di ChelseaRoma 3-3, tutti i voti dei giallorossi dopo il pareggio a Stamford Bridge nella terza partita del girone di Champions League.

Le pagelle della Gazzetta dello Sport di Chelsea-Roma 3-3, i titolari

Alisson

È un paradosso, ma il brasiliano s’inchina 3 volte senza dover patire molto. Anestetizza Morata in un paio di occasioni, ma niente superlavoro.

  • LANCI 6
  • PARATE 1
  • RINVI 8

Bruno Peres

Il solito centauro: pungente in avanti, assai modesto in difesa. Il brasiliano è spesso svagato, perde palla nell’azione del raddoppio inglese. Sulla sua fascia si soffre troppo.
• LANCI 6
• PERSE 13
• PASSAGGI 46

Fazio

Lo chiamano «Il Comandante» e il perché lo si capisce da come imposta il gioco (vedi il primo assist per Dzeko) e svetta di testa. Si distrae sul pari finale di Hazard.
• RECUPERI 6
• LANCI 5
• PASSAGGI 48

Juan Jesus

Quando sembra finalmente convincere, torna all’antico. Respinge corto sul primo gol ed è poco reattivo sul raddoppio, però lotta senza timori.
• PERSE 8
• RECUPERI 8
• PASSAGGI 51

Kolarov

Faccia cattiva e piedi buoni, il serbo segna un gol straordinario, «assiste» Dzeko nel raddoppio e sulla sua corsia ringhia giocando più palle di tutti (99).
• CROSS 4
• CONTRASTI 3
• PERSE 24

Nainggolan

Conte lo voleva e lui, pur non in versione deluxe, prova a farsi rimpiangere. Poco cattivo in zona gol, mette i muscoli in una mediana da battaglia.
• TIRI 3
• RECUPERI 6
• PASSAGGI 37

Gonalons

Dopo i saliscendi il francese comincia timido (vedi chiusura sul primo gol), ma cresce, fa più passaggi positivi (53) e lancia a raffica (10). Promosso.
• LANCI 10
• RECUPERI 7
• PASSAGGI 53

Strootman

Olandese non è ancora a pieno regime, ma comunque inizia a centrifugare qualche avversario come nei giorni belli. Ottimo segnale.
• OCCASIONI 3
• RECUPERI 6
• PASSAGGI 46

Gerson

Non giocava titolare da una vita e masticare la fascia non è il suo pane. Nonostante gli handicap, in corsa dà un senso vero alla sua presenza.
• TIRI 2
• SPONDE 3
• PERSE 6

Dzeko

Nella sua gara numero 100 in giallorosso scarta due regali che lo accompagneranno per tutta la vita: un sinistro al volo da cineteca e un gol da bomber vero. Nella lista del Pallone d’oro ci sta benissimo.
• TIRI 3
• PASSAGGI 28
• SPONDE 2

Perotti

Chiamarsi Diego non è un caso. Sta a lui inoculare fantasia in una squadra solida e lo fa fin dall’avvio, galleggiando spesso tra le linee e tirando.
• TIRI 4
• CROSS 4
• SPONDE 8

I subentrati

El Shaarawy

Recuperato dopo l’infortunio in azzurro, entra nei minuti finali per segnalare al Chelsea che la Roma non fa passi indietro. Anzi.
• CONTRASTI 1
• PASSAGGI 1

Pellegrini

Entra per blindare il risultato e lo fa in modo intelligente. Domenica a Torino farà molto comodo.
• CROSS 1
• OCC. CREATE 1
• PASSAGGI 6

Florenzi

Entra sui titoli di coda mostrando una vitalità che sarà utile nell’ambito di un ritorno massiccio al turnover come piace a Di Francesco.
• PALLE PERSE 2
• RECUPERI 1
• PASSAGGI 2

Allenatore

Eusebio Di Francesco

Sceglie una Roma senza neppure un italiano tra i titolari e la squadra col passare dei minuti lievita come gli piace: correndo e giocando. Quanti saranno gli scettici ora a salire sul suo carro?

Lascia un commento