Stadio della Roma, tutti i problemi irrisolti, dal ponte di Traiano agli espropri dei terreni

di Francesco Gorzio Commenta

Stadio della Roma, tutti i problemi irrisolti dal Ponte di Traiano che costerà 90 milioni di euro fino ai terreni espropriati per il Ponte dei Congressi.

Stadio della Roma, tutti i problemi irrisolti. Il Ponte di Traiano è essenziale e bisognerà trovare i fondi per realizzarlo (90 milioni di euro). Spuntano anche i potenziali ricorsi dei proprietari dei terreni espropriati.

Stadio della Roma, tutti i problemi irrisolti

Oggi si aprirà la nuova conferenza dei servizi riguardante lo Stadio della Roma. Lo scoglio principale per veder luce al progetto rimane la realizzazione del Ponte di Traiano, richiesto espressamente dal ministro dei trasporti dopo l’ultima analisi del progetto. La Gazzetta dello Sport ha riportato che il costo del collegamento si aggira intorno a 90 milioni di euro, per la sua realizzazione all’orizzonte ci sono due alternativa: un potenziale finanziatore che in cambio riceverebbe una quota della Roma o l’intervento del ministro Lotti che potrebbe dirottare i soldi necessari dal Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) in modo da sbrogliare il nodo.

Ma tra i problemi irrisolti non c’è solamente il Ponte di Traiano; come ha ricordato stamattina Il Tempo, a firma F. Magliaro dove ieri ha fatto il punto della situazione a La Signora in giallorosso, c’è da risolvere anche la questione riguardante i 109 espropri necessari a realizzare il futuro Ponte dei Congressi. Più di qualcuno ha intenzione di fare ricorso sia contro l’esproprio che contro la cifra che lo Stato dovrà corrispondere come indennità. Quest’ultimo problema potrebbe ulteriormente complicare il quadro visto che alcuni espropriandi hanno presentato, come da legge, le loro osservazioni al Campidoglio che, trascorsi i termini, ancora non ha prodotto documenti di risposta.

Lascia un commento