Stadio della Roma, consegnato il nuovo progetto agli uffici della Regione Lazio

di Francesco Gorzio 4

Stadio della Roma, il club ha presentato le integrazioni in vista della nuova Conferenza dei Servizi che si aprirà al termine del mese di settembre.

Stadio della Roma, il club ha presentato agli uffici della Regione Lazio il progetto revisionato in vista della nuova Conferenza dei Servizi.

Stadio della Roma, consegnato il progetto revisionato in Regione Lazio

La Roma ha consegnato, a metà pomeriggio di ieri 8 settembre 2017, il progetto revisionato dello Stadio della Roma contenente le parti del vecchio progetto «variante Marino» (approvate ma con prescrizioni) più le nuove parti figlie della «variante Raggi», concordata il 24 febbraio scorso tra la Roma e il sindaco. Il Tempo, a firma Magliaro, ha confermato che i tecnici della Roma hanno giocato una corsa contro il tempo correggendo ed inserendo tutte le prescrizioni indicate dai vari uffici. Ingegneri e architetti si sono dedicati a rifare il progetto nelle parti modificate dalla nuova delibera Raggi sul pubblico interesse.

Le modifiche apportate al progetto

Nel progetto consegnato è stato eliminato il ponte di Traiano, cancellata la Metro B e la Roma-Lido, ridotta la stazione di Tor di Valle. In aggiunta c’è stato un maggiore intervento sulla via del Mare/Ostiense e la soppressione delle tre torri; al posto di quest’ultime sei palazzine alte sette piani.

Le opere pubbliche

Corretti gli interventi per contenere il rischio idrogeologico mentre è rimasto invariato il ponte ciclopedonale che collegherà lo Stadio con la stazione Magliana della Ferrovia per Fiumicino aeroporto. E’ stato modificato il profilo del ponte di attraversamento della via del Mare dalla stazione di Tor di Valle all’area Curva Sud dello Stadio. Sul tratto Roma-Lido verranno acquistati un paio di nuovi treni o ristruttirati i 4 o 5 già esistenti.

Stadio della Roma, i passi successivi dell’iter

La Regione avrà più o meno due settimane di tempo per esaminare le carte ed a fine mese convocherà la nuova Conferenza di Servizi che, esaminate le suddette integrazioni, dovrà capire come reperire i fondi per la realizzazione del ponte di Traiano che, come ricorda Il Tempo, è ritenuto essenziale da tutti gli uffici tranne che dal Campidoglio, come ha confermato in un’intervista pochi giorni fa l’assessore Montuori.

Lascia un commento

Commenti (4)

  1. Complimenti a tutti coloro che hanno votato i grillini…Anziché andare avanti si va indietro. Almeno James ringrazia 🙂

  2. ma ad ora quanti progetti con modifiche, revisioni, sono stati presentati?
    senza tutta questa burocrazia, credo che lo stadio sarebbe stato pronto…

    prima del “Colosseo!”

  3. Schick salterà le gare con Atletico, Verona e forse Benevento. Ma perché la Roma in questi ultimi anni acquista sempre qualche giocatore che arriva a Roma già rotto o quasi rotto????????? Schick ha 21 anni ed è stato pagato o sarà pagato 42 milioni di euro complessivi,una cifra a mia avviso folle per un ragazzino che ha fatto due buone stagioni con la Samp. In ogni caso trovo assurdo che nemmeno arrivato e pagato a peso d’oro sia già fermo ai box per infortunio. Solo alla Roma si riescono a vedere cose del genere. Allora o è sfiga assurda oppure qualcuno non sa far bene il proprio lavoro.

    1. Ah…ovviamente oltre a Schick ci metto pure Karsdorp. Nemmeno arrivato e subito sotto i ferri,e tra l’altro mi sembra che anche Karsdorp non è che lo abbiano propriamente regalato alla Roma.