Strootman rinnoverà con la Roma, per lui pronto un contratto fino al 2022

di Francesco Gorzio 517

Il calciatore olandese rimarrà alla Roma rinnovando l'attuale contratto in scadenza nel 2018. Per lui pronto un contratto fino al 2022.

Kevin Strootman rinnoverà il contratto con la Roma fino al 2022, il calciatore olandese ha confermato di voler rimanere con i giallorossi.

Il Tempo, A. Serafini


STROOTMAN, PROVE DI RINNOVO – Il motore non girerà ancora a pieni regimi, ma nell’aria si avverte l’inizio di nuova fase della sua carriera. Kevin Strootman è ormai pronto a concludere la prima intera stagione sul campo dopo il lungo ciclo di infortuni che ha devastato il recente passato in giallorosso. Il ritorno completo ai massimi livelli di competitività non ha infatti cancellato dalla mente gli sforzi compiuti durante la fase riabilitativa e il supporto fornito dalla Roma, che dame si ha instaurato il tavolo della trattativa per non lasciare che le strade si dividano.

Le difficoltà registrate negli ultimi tempi a causa delle consuete distanze tra domanda ed offerta, non sembrano però preoccupare il centrocampista olandese, il primo a rassicurare tifosi e società sulla volontà di credere nel progetto romanista: «Del contratto ne stiamo parlando, ora è arrivato un nuovo d.s. e cambierà qualcosa in società. Tutti mi hanno sostenuto durante e dopo l’infortunio e sicuramente il prossimo anno sarò ancora qui». Un’indicazione precisa che eliminala scadenza di contratto fissata nel giugno del 2018, perché l’ipotesi di uno scontro che porterebbe il giocatore a liberarsi al termine della prossima stagione a parametro zero non è mai stata presa in considerazione. Ovviamente per ufficializzare la fumata bianca del rinnovo fino al 2022, sia la Roma che Strootman dovranno trovare dei punti in comune sulle rispettive proposte avanzate finora. I circa 2,5 milioni netti a stagione più bonus offerti dalla società (rispetto ai circa 2 garantiti al momento inclusi i premi) sono ancora lontani dalla richiesta della Sports Entertainment Group, fondo che gestisce buona parte dei talenti olandesi.

MONCHI IN PRIMA PERSONA – La nuova opera di mediazione (previsto un altro incontro a breve) verrà presa in carico da Monchi, che considera Strootman un punto cardine della rosa del futuro. La volontà del ragazzo lascia comunque più di uno spiraglio d’ottimismo sulla risoluzione positiva della vicenda, magari continuando a lavorare insieme Spalletti, con cui sin dall’inizio ha stretto un rapporto solidissimo: «Spero resti -prosegue Strootman ai microfoni di Sky – ha cambiato la mentalità da quando è qui. Grazie a lui stiamo cercando di eliminare certi alti e bassi». Mettendo per il momento il futuro in un cassetto, la settimana di avvicinamento al derby non può che racchiudere il concetto espresso dal numero 6, andato in gol nella prima stracittadina di campionato e piegato poi successivamente dall’eliminazione subita nella doppia sfida di Coppa Italia. Quel pallonetto però, che aprì la strada alla prima vittoria stagionale nei derby, è ancora vivo: «Non stavo giocando bene nelle settimane precedenti e quel gol mi ha aiutato a ritrovare motivazioni». L’importanza della sfida in ottica secondo posto obbliga poi a chiudere ogni tipo di polemica, anche quelle che non lo riguardano personalmente: «Dzeko e Spalletti? Si sono chiariti senza nessun problema, magari Edin segna proprio al derby». Un episodio che infatti non ha intaccato la considerazione del bosniaco verso il tecnico, arrabbiato e innervosito dal cambio anticipato di Pescara, ma pronto a chiedere scusa per il comportamento poco rispettoso andato in scena a favore di telecamere. Anche perché appena quindici giorni fa (in un’intervista rilasciata ad un quotidiano britannico), il numero 9 non aveva dubbi: «Da quando sento la sua fiducia sul campo, è tutto più semplice». Con un derby alle porte, non c’è occasione migliore per fare pace.

I commenti sono disabilitati.

Commenti (517)

  1. ..Chi contesta Totti lo fa in assoluta malafede; di questo ne sono arciconvinto..o è un pazzo. Perché quando sai che ha fatto quest’uomo nella storia della Roma e della nazionale e non bacia dove cammina, è un poveraccio che vuole solo dire la sua..
    Passi poi che lo dica qualche mentecatto ma Spalletti che si sputtana cosi davanti a tutti, facendo quelle dichiarazioni sui 5 minuti d’entrata del capitano, no, li la cosa è seria..
    …Si vedeva chiaramente che stava in stato confusionale e che per difendersi (diceva lui) dagli attacchi degli interlocutori ne sparava una dopo l’altra….
    Vai uomo vai..Sei un ottimo allenatore ma come uomo non sei adatto a grandi squadre….

    1. Chi parla come te, parla in maniera superficiale. Purtroppo l’ossessione per qualcosa porta a non esser lucidi quando si fa una disamina di essa.

      Totti oggi, anzi… diciamo meglio, quello che gravita intorno al capitano è un problema per la roma e di roma.

      Addetti ai lavori insultati perche portano una critica al capitano. Macchine di radiofonisti che vengono sfregiate solo perche la pensano in maniera diversa.

      Totti si critica sotto il lato umano, non tecnico.

      Non si critica il calciatore, ma la persona.

      Lui si è fatto usare dai maiali che rovinano tutti i giorni questa città e questa squadra, non facendo nulla per far tacere queste polemiche.

  2. RAGAZZI PARLIAMO AL POSTO SOTTO, CHE SU QUESTA PAGINA SENNO IN MOLTI NON RIESCONO A SCRIVERE PERCHE INTASATA.

  3. Pallotta.

    Ora chi sa che cazzo di storia racconterà.
    Ma invece di parlare alla fine, non sarebbe stato meglio parlare prima?

    «È stato molto bello vedere tutti i tifosi applaudire Totti e la sua mostruosa classe, ma la squadra viene sempre prima di tutto. L’allenatore ha fatto il cambio giusto, perché stiamo combattendo per l’accesso alla Champions League. E comunque se avesse messo Totti gli ultimi cinque o sei minuti qualcuno avrebbe detto che non sarebbe stato rispettoso. Non potrei biasimarlo se dovesse lasciare la Roma, perché i media scrivono sciocchezze ogni settimana. Aspettate la fine della stagione perché avrò molto da dire, vi racconterò tutta la storia».

    1. Parlare prima significa rischiare di compromettere il finale del campionato. Che è quantomeno delicato.

      Comunque non ci vuole la zingara.

      L’unico che avrebbe avuto titolo ad annunciare il ritiro, ma solo per l’affetto che i tifosi nutrono per lui essendo nato a Roma, è lui stesso. Che viceversa non ne vuole sapere, soprattutto per i record che pensa di battere e che non batterà mai. E questo lo sanno tutti. E’ quindi inutile il ping pong allenatore/società.

      Lui la dichiarazione di ritirarsi non la vuole fare. La settimana scorsa ha detto chiaramente che sono gli altri a dire che deve ritirarsi e non lui.

      Non è che ci vuole un genio per capire.

      Non è che la società si mette a fare dichiarazioni per il gusto di farle. Anzi. Ha tollerato in silenzio e abbozzando pure per 6 anni almeno. E lui ne ha approfittato

      Poichè però non decide lui solo, e la Roma viene prima, giusto è che la società sia intervenuta mettendo un punto fermo, visto che fa orecchio da mercante.
      In ogni caso pessimo epilogo. Gente migliore di lui tipo Pirlo, Del Piero, Baggio hanno chiuso con ben maggiore stile.

  4. Totti grande giocatore ma piccolo uomo.
    Nemmeno fosse Gandhi o Martin Luther King e che cazzo.
    Ma in questa storia, l’unico colpevole è la società.

    Sta telenovela comunque ha stufato. Già il calcio è diventato uno schifo, ci si mettono anche con ste storielle…..

    Bellissimo il gol di Dzeko ieri.
    Il giocatore che più mi piace della Roma è pero’ Scesni. Ed è l’unico che mi dispiacerebbe se se ne andasse.

    1. Il discorso portiere è ancora fluido.
      Se rimanesse Spalletti, Szczesny potrebbe avere una chance di rimanere.

      1. Ciao Down,

        come stai?
        Io spero che Scesni rimanga. Il brasiliano lo si puo’ anche cedere ad alto prezzo.
        Ma dubito che Spalletti rimanga. La società come al solito tacerà, i media lo attaccheranno ancor di più e Totti presto farà una conferenza stampa.

      2. Ciao Oblo, non me la passo male. E tu nel tuo eldorado?
        A me devo dire piace anche Alisson come portiere, ma ammetto che il polacco oltre a essere molto bravo, è un bel personaggio, scazzato il giusto, calmo e con gran personalità.
        Brutta storia quella di Totti.
        La società ha le sue colpe.
        Da codardi aver fatto gestire la patata bollente a Spalletti l’anno scorso!
        Poi però è arrivato a giugno il rinnovo annuale con tanto di programma già stilato e condiviso.
        E qui chi sta cercando di cambiare le carte in tavola non è Pallotta ma proprio Totti.
        Bisogna essere dei campioni anche quando si smette.

      3. Nel mio El Dorado mi sento come un banano trapiantato in Siberia. 🙂

        Concordo su tutto.
        Ma se la società è presente, certi episodi vengono risolti rapidamente. Orami son 5 anni che va avanti questa storia.

        E si, Scesni è un bel personaggio. Pettinatura anni 50 e gran portiere.
        Il brasiliano non lo conosco ma a Scesni sono affezionato.

  5. Che poi Spalletti non lo può dire, ma le sostituzioni paracule le ha fatte anche lui in passato.
    E le ha fatte per quieto vivere per dare un contentino a Totti e a suoi tifosi.
    La mezz’ora di Totti in un derby che si poteva ancora recuperare, ed altri scampoli di partita dove avrebbe potuto mettere gente più dinamica lo dimostrano.

  6. Difficile stare dalla parte del capitano in questo momento.
    Dopo averne visto il nullo entusiasmo ai goals dei compagni come se a lui della partita non interessasse un fico secco.
    Tralascio l’opportunità di spendere una parola per il tecnico vittima in questo momento di un linciaggio mediatico: non sono cose nelle sue corde si sa.
    Solo mi chiedo.
    Come di fa a inserire nella Dirigenza di una squadra un giocatore anarchico e così poco aziendalista?
    Forse è meglio che Totti finisca altrove il suo percorso di calciatore e torni quando è pronto.

    1. è vero. tra l’altro non so con che ruolo possa rimanere totti, ma avere un dirigente dichiaratamente contro l’allenatore (nel caso rimanga spalletti) non credo che sia una mossa intelligente da fare

  7. Una boutade di fantamercato.
    Il Napoli punta Skorupsky per l’anno prossimo.
    Il polacco ha già detto che vuole giocare titolare, quindi non verrà a Roma a fare la riserva, sicuramente non del connazionale Szczesny e probabilmente nemmeno a contendersi il posto con Alisson.
    Tra i vuoti in rosa da colmare per l’anno prossimo c’è il posto da vice Dzeko, ovvero, in caso di partenza quest’ultimo (secondo me resta), serviranno due punte di cui almeno una con caratteristiche simili a quelle del bosniaco.
    Il Napoli ha Zapata in esubero, di rientro dal prestito ad Udine, visto che in quel ruolo giocano Mertens, Hamsik e Pavoletti.
    Si vocifera di uno scambio Pavoletti-Kalinic con la Fiorentina, ma anche in tale ipotesi Duvan resta fuori dal progetto tecnico dei partenopei.
    Lo fareste uno scambio più o meno alla pari tra Zapata e Skorupsky?
    Per me, sia come vice Dzeko, sia al suo posto insieme ad una giovane punta di talento (si parla di Dolberg dell’Ajax, ovvero del ritorno di Sanabria, mentre a me piacerebbe tantissimo Teodortzcyk dell’Anderlecht) sarebbe ottimo.

    Quanto al secondo portiere, dietro ad Alisson, ovvero a Szczesny (se si opterà per acquistarlo dall’arsenal sacrificando sul mercato il brasiliano), a mio parere servirebbe un italiano affidabile e di esperienza, ancora nel pieno delle capacità. Uno tipo Cordaz del Crotone o Mirante del Bologna per intendersi.

    1. non credo che zapata e skorupski valgano uguale. non escludo che alla fine l’udinese lo compri a titolo definitivo.
      cmq non sarebbe male come riserva.

  8. Ma sto sito è fermo nel tempo??? È una vita che non viene aggiornato. Comunque ieri Dzeko, per la prima volta o quasi,da quando è alla Roma è stato decisivo in un match importante. Non cambio idea su di lui. Spero lo vendano o quantomeno prendano uno che può alternarlo. Forse uno dei primi goal di testa che gli vedo fare. Singolare per un attaccante alto quasi due metri. Praticamente la palla di testa non la prende mai,o viene anticipato o soverchiato anche da avversari più piccoli di lui come statura. Sembra come se fosse timoroso, se avesse paura di farsi male,cosa assurda per un attaccante che percepisce 4,5 milioni netti a stagione,e che è fisicamente molto alto.

    1. Concordo su Dzeko.
      Ieri io, CUCS, Onemoretime e Aeropno eravamo in tribuna, proprio in linea con la riga dell’area di porta del Milan e li abbiamo visti benissimo.
      Due grandi gol che hanno indirizzato una partita sulla carta non facile, cosa che, nonostante la prolificità, talvolta ha difettato in Dzeko.
      Concordo anche circa il fatto che per età ed ingaggio, se c’è lo pagano oro per via dell’ottima stagione si può pensare di venderlo, nonché sul fatto che, in ogni caso, serve un’alternativa in rosa.
      A mio parere però, nel gol di testa di Dzeko parte del merito è del cross di Paredes, l’unico in rosa in grado di tirare calci d’angolo pericolosi e senz’altro il più bravo a crossare, insieme forse a Florenzi.
      Sono convinto che se Leandro avesse giocato di più quest’anno Dzeko avrebbe fatto qualche altro gol di testa e comunque segnato ancora di più.

  9. coniglietto ha scambiato le maglie del milan per quelle del crotone, per quello ha segnato la doppietta.

    coniglietto, la prossima non è la juve, ma l’ascoli, scatenati!!!!!

  10. Cari amici,
    E soprattutto ai “Dzekiani”….
    Avete visto ieri sera ?
    Partita stupenda – indirizzata in nostro favore da un goal di Dzeko – stupendo da attaccante top – all’8 minuto che ha caricato la squadra è intimidito il Milan.
    Ieri sera voto 8 ( per me 9 perché il goal ha indirizzato la partita )
    Il più bel goal in maglia giallorossa di Dzeko, insieme a quello di coppa a villa Real , su un campo importante, in un momento importante .
    Goal decisivo per farci vincere la partita.
    Splendida sintesi (scusate se me la canto da solo) di quel che ci ha fatto mancare Dzeko in due anni.
    Fare goal importanti, che sbloccano partite e le indirizzano in nostro favore.
    Se lo avesse fatto le altre decine di volte che gli è capitato ( a Milano l’anno scorso, a Madrid a Barcellona , a Napoli lo scorso anno, col porto quest’anno, e poi a Firenze, a Torino con Il toro, e poi a Udine… e poi nei due derby di coppa Italia, quando ha avuto palle per sbloccare le partite e se le è mangiate ( in alcuni casa anche per due o tre occasioni) tutte ridicolmente ….
    Avete copiti cosa volevi dire?
    Ieri sera purtroppo per la prima volta ( o quasi ) in due anni, Dzeko ha fatto all’8 un gran goal che ha determinato – da solo – o quasi la nostra vittoria in partita determinante .
    Se lo avesse fatto altre tre o quattro volte si vinceva lo scudetto …
    Dzeko ieri sera per la prima volta si è travestito da higuain
    Tardi purtroppo….

    1. se avesse fatto sempre gol nelle occasioni da te descritte lo avremmo dovuto pagare 90 milioni non 15. e dunque non l’avremmo proprio avuto in squadra

  11. Trastevere, Betturri chiama Totti: «Torna a giocare dove haI iniziato a sognare»

    «Caro Capitano, qui potrai trovare, se lo vorrai, una porta spalancata per realizzare, insieme a noi, quel meraviglioso progetto che stiamo approntando e che ti vedrebbe protagonista, nella squadra che ti ha visto nascere calcisticamente, a conferma del tuo indissolubile legame con la nostra città».

    Questo appassionato appello a Francesco Totti non arriva, come qualcuno potrebbe pensare, dalla Roma ma dal club in cui il numero 10 giallorosso mosse, da bambino, i suoi primi passi da calciatore. È l’allora Smit Trastevere che adesso si chiama semplicemente con il nome del rione e milita nel campionato di serie D, con progetti ambiziosi. Così il presidente del Trastevere calcio Pier Luigi Betturri si rivolge al capitano sognando un comune futuro trasteverino, «quando, un brutto giorno, con sofferenza, dovrai dismettere la maglia di calciatore», se nella Roma per la sua leggenda non dovesse esserci più spazio.

    «Permettimi di porgerti un appassionato consiglio – commenta Betturri in una lettera aperta indirizzata a Totti -, qualora ce ne fosse bisogno: non lasciarti incantare dalle sirene che ti vorrebbero trascinare lontano da Roma e non abbandonare mai questa città che ti ha sempre amato, ammirato e sostenuto». Sognando il ritorno di Totti a Trastevere i dirigenti di questo club fondato nel 1909 non nascondono il progetto di diventare «un altro Chievo» e quindi raggiungere traguardi molto ambiziosi.

    «Ma in questo caso si porrebbe il problema del campo – dice il presidente -, perchè a Roma il Flaminio è un problema irrisolvibile e altri impianti ad oggi non ce ne sono. Potremmo essere costretti a traslocare a Rieti». Ma Trastevere (squadra che gioca con una scritta anti-violenza e razzismo sulla maglia) è sinonimo di Roma e qualcuno, nel caso, forse dovrebbe impedire questo scempio

    sarebbe un idea romantica che dite

    1. Non credo sia una strada percorribile questa auspicata dal club romano: da quando ha calzato gli scarpini da grande Francesco ha disegnato avanti a se la strada dei nostri colori prediletti e, rinunciando a più soldi e più trionfi, ha sempre privilegiato la maglia giallorossa del nostro cuore.
      Ora, credo suo malgrado, è stata annunciata la sua pensione, peraltro anche a lui ben nota, e l’attivazione della sua scrivania, sempre giallorossa.
      Nonostante il sottolineato ritorno alle origini, credo che il capitano intenda chiudere nell’ASRoma tutto quanto abbia a che fare con il calcio.

  12. Trastevere, Betturri chiama Totti: «Torna a giocare dove haI iniziato a sognare»

    «Caro Capitano, qui potrai trovare, se lo vorrai, una porta spalancata per realizzare, insieme a noi, quel meraviglioso progetto che stiamo approntando e che ti vedrebbe protagonista, nella squadra che ti ha visto nascere calcisticamente, a conferma del tuo indissolubile legame con la nostra città».

    Questo appassionato appello a Francesco Totti non arriva, come qualcuno potrebbe pensare, dalla Roma ma dal club in cui il numero 10 giallorosso mosse, da bambino, i suoi primi passi da calciatore. È l’allora Smit Trastevere che adesso si chiama semplicemente con il nome del rione e milita nel campionato di serie D, con progetti ambiziosi. Così il presidente del Trastevere calcio Pier Luigi Betturri si rivolge al capitano sognando un comune futuro trasteverino, «quando, un brutto giorno, con sofferenza, dovrai dismettere la maglia di calciatore», se nella Roma per la sua leggenda non dovesse esserci più spazio.

    «Permettimi di porgerti un appassionato consiglio – commenta Betturri in una lettera aperta indirizzata a Totti -, qualora ce ne fosse bisogno: non lasciarti incantare dalle sirene che ti vorrebbero trascinare lontano da Roma e non abbandonare mai questa città che ti ha sempre amato, ammirato e sostenuto». Sognando il ritorno di Totti a Trastevere i dirigenti di questo club fondato nel 1909 non nascondono il progetto di diventare «un altro Chievo» e quindi raggiungere traguardi molto ambiziosi.

    «Ma in questo caso si porrebbe il problema del campo – dice il presidente -, perchè a Roma il Flaminio è un problema irrisolvibile e altri impianti ad oggi non ce ne sono. Potremmo essere costretti a traslocare a Rieti». Ma Trastevere (squadra che gioca con una scritta anti-violenza e razzismo sulla maglia) è sinonimo di Roma e qualcuno, nel caso, forse dovrebbe impedire questo scempio

    sarebbe un idea romantica che dite

  13. Buona prestazione, 4 gol segnati a S.Siro di cui due Dzeko quello che “non segna mai nelle gare importanti”……e di che si parla?
    Di Spalletti che all’ 85° mette Peres e non fa entrare Totti.
    Basta, per favore.
    Argomento trito e ritrito, meglio tacere e aspettare la fine del campionato.

    Sarebbe meglio lasciare lavorare l’allenatore in pace, per preparare al meglio la prossima partita, partita da giocare col sangue agli occhi e da
    vincere per non farli festeggiare all’Olimpico, ma soprattutto lasciare il Napoli almeno a -1.
    Se poi il Gallo Belotti ci facesse un favore…… non ci credo ma ci spero

  14. Vedi 22.07.1927 delle 11:07, è proprio questo anno e mezzo di ritardo che rende miserabile le sue lamentele tardive.
    Inoltre, Il personaggio Totti è lo stesso a lui ben noto dieci anni fa, è cambiato solo il personaggio fisico atletico che, anche lui, ha dieci anni in più: niente di inatteso per Spalletti, che giustifichi il rimpianto di essersi venuto a mangiare il suo ricco ingaggio, ora sputandoci sopra. Nessuno slogan, né frase fatta, ma la semplice verità, secondo il mio avviso.
    Una persona responsabile e decisa, come è certamente Spalletti, avrebbe potuto gestire la vicenda senza affermazioni incomprensibili: ma già, non sono le prime, non saranno le ultime. Anche per capire questo concetto non serve uno scienziato.
    Per onestà intellettuale, quella persona sottoposta da quindici mesi a siffatte ingiurie, avrebbe lasciato ben prima di adesso: non si tratta di valutazioni di eventi scoppiati l’altro ieri. Io, se in buona fede, e anche senza altre opportunità davanti, avrei lasciato prima; ma io la Roma la amo davvero e, per amore, qualcosa, almeno fino a un certo punto, riesco a tollerarla e, infatti, sono qui.
    Si tratta, naturalmente, del mio pensiero espresso, credo, civilmente.

    1. tu dici Una persona responsabile e decisa, come è certamente Spalletti, avrebbe potuto gestire la vicenda senza affermazioni incomprensibili

      l’equivoco è proprio questo, la questione totti non l’avrebbe dovuta gestire spalletti ma la società, lo si evince anche dalle sue insofferenti dichiarazioni che anche lui si è sentito lasciato solo a combattere contro qualcosa che non gli competeva

      1. Grazie per questa risposta serena: forse non mi sono spiegato, ma è quello che penso anch’io, che non mi sarei imbarcato in una faccenda di competenza altrui anche se, conoscendo la nostra struttura inesistente, non avrebbe preso posizione alcuno.
        A Spalletti va, comunque, rimproverata la tardività delle sue lamentele, che lasciano pensare al suo imminente trasferimento altrove.

  15. La questione Totti sta veramente diventando stressante ed antipatica. La tifoseria romanista sembra gli estremisti islamici, che vivono di mitomania e superstizione, piuttosto che pensare al concreto (scusate la similitudine un po’ forte, soprattutto in questo periodo). Lo dico con una ferita aperta e sanguinante al cuore, ma non vedo l’ora che il capitano si ritiri (spero capiate cosa intendo)

    1. calza a pannello l’allegoria con i fondamentalisti islamici quotone!

  16. sul piano tecnico spalletti è sicuramente un allenatore sovrastimato, con dei limiti marcati nella gestione del materiale a disposizione ma quello che ha dovuto subire in questi anni da stampa, tifosuncoli cerebrolesi e dalla sua proprietà che l’ha abbandonato al suo destino è disgustoso

    per quanto concerne la roma siamo ai soliti ricorsi storici, ennesimo allenatore bruciato sull’altare dell’idolatria, dopo luis enrique ( ha lasciato fuori totti in europa league) zeman ( lasciava in panca de rossi) garcia ( ha osato ancora una volta sostituire totti) e ora spalletti

    finchè non ci liberiamo da questa mentalità mediocre e sopratutto di queste ex glorie ora zavorre, non vinceremo mai una cippa, spero che in futuro a florenzi non sia data tutta questo potere, anche perchè non è nemmeno un campione

    1. concordo al 100%

      1. secondo me i maggiori limiti di spalletti sono di lettura della partita

      2. assolutamente, non sa fare i cambi, ma questo limite si era già palesato ai tempi della sua prima esperienza romana

  17. Monchi deve capire una cosa, non dico tanto ma una cosa sola: fino a quando saremo il supermarket di Rubbentus, Fozza Inda, Chelsea e compagnia cantante, resteremo sempre e per sempre una squadra di “vorrei ma non posso” con zero tituli, come disse a suo tempo quel simpaticone di Mou.

    Se lo ha capito ok, altrimenti non cominci pure lui a fare proclami come “non c’è il cartello si vende, ma quello si vince”. Che noi tifosi non ne possiamo più di promesse e di proclami, abbiamo già una lista lunghissima di personaggi di dubbio valore che sono venuti alla Roma a riempirsi la bocca di bla bla bla.

  18. Cari Peter, Attilio, Cucs, Dero, Romanistavero, Ave, Alexacireale e Knvb, il resto della truppa di amici preferisce incontrarsi in questa, che Peter ha definito la pagina dove ci sono 1000 commenti: ok, l’importante è continuare a incontrarsi e scambiarsi civilmente opinioni.

  19. Spalletti ieri sera ha sputtanato tutta la verità su quanto sia stata ingombrante e a volte pericolosa questa situazione Totti

    Ieri è stato costretto a difendersi da veri e propri attacchi con fucili puntati

    Lo si attacca e lo si martella del perchè non abbia concesso una passerella,

    Non lo si attacca e lo si martella quando invece doveva spiegarci come si fa a perdere 3 partite contro la stessa squadra e contro lo stesso atteggiamento tattico..

    questo è il problema dell’ ingombranza dell’ insieme del mondo Totti.. magari neanche per colpa sua fino in fondo

    STAVOLTA IL MISTER VA DIFESO SOSTENUTO E PROTETTO

    Alla luce di questo mi chiedo

    COME NON POSSA AVERE RAGIONE APOLLO?

    1. Caro Lumi, è mia ferma convinzione che Spalletti, del quale ho ammesso i meriti proprio qui sotto, debba ormai portare altrove la sua testa malata: spero che il piatto nel quale ha sputato fosse pieno, così quello sputo miserabile se lo rimangia.

      1. Ciao Giemme

        la mi analisi e la sua difesa sono esclusivamente per come viene puntato il dito contro la sua persona in questa vicenda

        La sua affermazione sul fatto che se potesse tornare indietro non sarebbe ritornato è dettata semplicemente dallo scoramento più totale a cui è arrivato

        Che poi a giugno ci salutiamo non mi dispiace nemmeno.. anzi ti dirò.. ieri sera mi sembra che Montella si sia quasi voluto apparrecchiare un girone Champions.. con noi..

      2. non ha sputato nel piatto in cui mangia, non è che ci vuole una scienza a capirlo

        ha fatto intendere che se avesse saputo di dover sostenere per due anni tutte queste ingiurie e attacchi per colpa di totti col senno di poi non avrebbe mai allenato la roma, cosa ha detto di tanto assurdo, credo che la maggior parte di noi nella sua posizione adesso starebbero facendo el stesse valutazioni

        evitiamo di scadere nelle frasi fatte, negli slogan, qui nessuno sta sputando in nessun piatto ma manifestando il suo leggittimo malessere, adesso si sta esagerando, anche voi

  20. Là polemica è solo un diversivo per evitare che si parli solo di mercato. Io la vedo cosi. Totti ha firmato un contratto l anno scorso non ha bisogno di comunicare nulla. Spalletti ha la sensazione che il massimo sia arrivare secondi adesso per questo vuole andare. E che vada…

    1. spalletti non può ambire a nessuna squadra da titolo , e questo lui lo sa bene.
      è per questo che è rimasto fermo dopo lo zenit e poi ha accettato la nostra proposta in una situazione non facile.
      neanche se totti fosse stato un giocatore normale quello della società sarebbe stato un comportamento consono. ma è totalmente inadeguato se pensiamo a cosa sia stato totti per la roma.

  21. Volevo anche dire una cosa sul verme che allena i vermi sbiaditi, che anche ieri ha ribadito che per lui i manichini impiccati erano “solo sfottò goliardici”.
    Gli sono bastati pochi mesi a Formello per diventare anche lui un topo di fogna come i suoi tifosi, sempre pronti a urlare per un rigore dato alla Roma (con la scritta Rigoria in evidenza), ma guarda caso sempre zirtti quando fanno insulti razzisti a Rudiger, quando appendono manichini inquietanti e via dicendo.
    Del resto, cosa ci si può aspettare da una società in cui hanno giocato persone condannate dai magistrati per essersi venduti le partite, per aver fatto scommesse illegali e per aver aizzato la curva col saluto nazista e il braccio alzato?
    Vermi senza onore.

  22. Su Spalletti: uno che va davanti alle telecamere a dire che oggi non verrebbe mai alla Roma è meglio che se ne vada subito. Non si sputa sul piatto in cui si mangia. E comunque, la vicenda Totti l’ha gestita malissimo (come del resto la società).

    Su Monchi: abbiamo capito che vuole portarsi il suo amico Emery, ma è proprio questo che non mi convince. Non si possono più portare gli amici, ci vuole serietà e professionalità. Emery non mi sembra la scelta migliore oggi.

    Sul secondo posto: ci voglio sperare, in fondo il Napoli non è infallibile e a Torino (l’ha detto sabato sera Sinisa) sarà una battaglia durissima. Certo, battere i gobbi sarebbe il massimo ma questa Rubbentus non credo voglia perdere a Roma e poi c’è da aspettarsi il solito “aiutino arbitrale che non guasta mai”.

    1. Hai ragione, caro Alex: gli amici degli amici sono miei amici è espressione del clan dei Casalesi, concetto tipicamente mafioso, anche se Spalletti, che pure ci ha fatto giocare come raramente ricordo e ci ha issato di nuovo nelle alte sfere, è ormai uscito di testa. Lo vedo bene, più che in Russia, in Cina: vada dove vuole, ma si tolga dai cabbasisi.
      Quanto all’aiutino, il designatore ci aveva provato anche ieri sera, ma il perfido Rizzoli non ne ha tratto le conseguenze implicite. Sono curioso di conoscere il nome dell’aiutante di domenica prossima.

  23. Sì Ave, sì Romanistavero, ricordo bene quello col baulletto al collo che strillava aranciata, bira, coca, caffèborghetti, ‘nnamacchibbève e noi che, puntuali, ahò, ma nun c’è ‘n’antra fila, ma sempre qui devi passà.
    Proprio vero: quei tempi fanno parte della nostra infanzia giallorossa e non torneranno.
    Non l’ho ritrovato, ma ho scritto da qualche parte che chi ha fatto sport agonistico applica il principio del nonèveromacicredo, un po’ di sana scaramanzia.
    Ma io, che con Montella stasera perdevamo, ci credevo davvero: che bella delusione, amici miei!
    Li abbiamo asfaltati, con Dzeko come al solito assente negli impegni importanti, con Salah e Perotti, e poi ElSha, di nuovo in grande spolvero, come JJ, il migliore della difesa, buoni De Rossi e Paredes: paradossalmente il meno entusiasmante e stato Nainggolan e con Szczesny che, infine, con il suo fare semplici le cose difficili, è stato quanto meno all’altezza di Donnarumma che ha, comunque, deviato sul suo palo sx due palloni destinati al sacco. Embèh…
    Caro Attilio, cerco di non scrivere parolacce e osservo, quindi, che Fabio Caressa è proprio uno sciocco.
    Mi sembra che auspici migliori per domenica prossima non avremmo potuto suscitarli: per la scaramanzia agonistica abbiamo tutta la settimana.
    Buona notte.

    1. Caro Giemmo,
      ti rispondo qui al post sotto sul risultato a cui puntare contro là rubentus.
      Mi spiego meglio.
      il Napoli giocherà prima di noi, in casa di un Toro che fino ad ora, se non ricordo male, in casa non ha ancora perso.
      Peraltro il Toro, apparso in ottima forma atletica nel derby, avrà anche il dente avvelenato per l’ennesimo scippo subito dai gobbi, sicché mi aspetto una buona partita contro il Napoli e per quanto anche i ciucci appaiano in grande spolvero, il pareggio ad oggi mi sembra il risultato più probabile.
      Dovesse accadere, noi giocheremmo la partita contro i gobbi con la consapevolezza che, considerata la facilità sulla carta delle ultime due, un pareggio equivarrebbe al secondo posto al 99%.
      D’altro canto anche la rubentus che sarà reduce dalle fatiche di coppa, con un pareggio vincerebbe matematicamente lo scudetto.
      Pertanto, conscio di come va il mondo, in caso di pareggio del Napoli a Torino non mi stupirei di un bel “biscotto” tra Roma e Rube.
      Tieni anche conto del fatto che con la rubentus rischiamo di giocare, oltre che senza lo squalificato Kevin, senza Radja ed Edin usciti malconci ieri, vale a dire senza 2/3 del centrocampo titolare (reparto in cui siamo contati), nonché spuntati (il vice Dzeko non esiste). In queste condizioni, strappare un pareggio contro là rube è già cosa complicata.

      1. Ho capito, Dero: non fa una grinza.
        Grazie.

  24. quest’anno ho attacco molte volte spalletti, ma per questioni di campo.
    tirare in ballo l’onore e la dignità professionale di una persona perché non ha fatto entrare un giocatore di 40 anni in campo fa capire quanti problemi abbia Roma.
    le parole di spalletti “oggi non ritornerei alla roma” sono parole che devono far riflettere.
    Lui, mi ci gioco la casa, non si aspettava alla fine dell’anno scorso il rinnovo a totti… probabilmente la società gli aveva garantito l’addio del capitano. Li è cambiato il suo rapporto con la società.

    1. Caro Aleste, il problema a mio parere è che, non si tratta tanto di odio personale, ma di oggettivo ingombro con il quale dovrà comunque avere a che fare qualsiasi allenatore che si avvicenderà a Spalletti.
      Se Totti da dirigente sarà così solipsita ed egocentrico come da giocatore, la cosa comporterà un problema oggettivo perché le parole di Totti, giuste o sbagliate che siano, avranno un peso insostenibile.
      Non sempre la classe stratosferica nei piedi coincide con qualità dirigenziali.

  25. No Alex delle 07:40 e Dero delle 07:56, non puntiamo al pareggio, ma alla vittoria anche con il rischio di perdere dopo una partita, come quella di ieri sera, nella quale abbiamo ritrovato un po’ tutti i nostri giocatori migliori, ai quali si aggiungerà Rudiger. La Roma è in grado di fare risultato domenica , anche se con un po’ di fortuna in più della Juve, il che, effettivamente, non sarà facile, ma non provarci sarebbe delinquenziale, vista anche la Juve del derby.
    Il Napoli, squadra tostissima, andrà a Torino per vincere e temo che ci riuscirà, perché è nelle sue corde, anche se auguro a Belotti di raggiungere e, se serve, superare Dzeko…
    Forza sempre Maggica.

  26. il problema vero di questa storia totti spalletti è che anche se luciano dovesse rimanere l’anno prossimo se lo troverebbe da dirigente. vorrei sapere come fanno a lavorare visto che mi pare evidente come ormai si odino.
    inoltre,come avevo notato io, mi pare che non ci sia stata da parte della società chiarezza nella gestione della vicenda. purtroppo se hai una società dilettantesca questi sono i risultati

  27. Buongiorno a tutti, sono un tifoso romanista in esilio in terra nemica (Firenze) e da lontano soffro per i colori giallorossi, spesso davanti ad uno schermo televisivo. Da qui non si capisce bene quello che sta succedendo nella querelle Totti-Spalletti e non voglio schierarmi con uno o con l’altro. Vorrei però fare una considerazione ed alcune domande. Considerazione: Totti è all’ultimo anno di carriera, finirà a giugno la sua stupenda storia calcistica e credo che la maggior parte dei tifosi concordi sul fatto che si tratta del giocatore più forte che abbia mai giocato a Roma. Lo sapevamo da quando gli è stato rinnovato il contratto per un ultimo (inutile a mio modesto parere) anno da giocatore.
    Domande:
    1-) Perché la società, nel momento in cui ci sono stati dei dubbi da parte dell’ambiente esterno, non ha fatto una semplice conferenza stampa ricordando la situazione contrattuale di Totti, evitando così di mandare al massacro Spalletti?
    2-) Perché Totti non ha mai detto chiaramente che a questa era la sua ultima stagione nonostante fosse strachiaro (soprattutto per lui che aveva firmato il contratto)?
    Io mi sono dato delle risposte ma vorrei sentire il parere soprattutto di chi vive a Roma. Grazie e sempre forza Roma e Lotilopoli MERDA

  28. Adesso vorrei che almeno Francesco giocasse uno scampolo di partita con la Juve, per
    finire questa carriera degnamente, chissà se succederà.
    Ieri bella partita, ma mangiamo sempre troppo.
    Noi ci mangiamo troppe occasioni e alla juve il culo non finisce mai, vediamo domenica
    prossima come funzionerà…..

    Forza Roma !!!

  29. purtroppo la colpa del caso totti è a metà tra il giocatore e la società. siete scuri che totti ami veramente la roma? dubito anche che ami se stesso: se fosse stato così si sarebbe ritirato da eroe lo scorso anno, avendo portato la roma ai preliminari di champions e cosciente che un altro anno non poteva reggerlo. se ne sarebbe andato tra la gloria e invece no.
    per quanto riguarda la società, che io comunque in genere difendo: le società serie sanno quando è ora di dire basta, e lo si è visto per la juve con del piero, il chelsea per lampard, il liverpool per gerrard, il real a suo tempo con raul.
    la roma a giugno scorso doveva mettere un punto alla storia di totti calciatore, poi la scelta se andare o meno a giocare fuori sarebbe stata esclusivamente sua

  30. Ai gobbi domenica basterà un punto per essere matematicamente campioni. Il pareggiotto in fondo potrebbe anche essere buono per noi, a patto che il Toro fermi i ciucci sul pari.
    Confido nella rabbia di Sinisa e nella voglia del Gallo di vincere la classifica cannonieri. Se esce un pari a Torino nel pomeriggio, noi che giochiamo la sera, pareggiando restiamo a più 1, dunque al 99% finiamo il camiponato secondi.

    1. Concordo.
      Tra l’altro anche la prossima il Napoli la giocherà prima di noi ed anche questo potrebbe esssere un vantaggio.

  31. “Se tornassi indietro non verrei mai ad allenare la Roma. Si parla sempre delle stesse cose. C’è da dare merito ai calciatori di aver vinto una partita fondamentale in un momento. Sono stato offeso quando lo faccio entrare 5′ e quando non lo faccio entrare, cosa devo fare? Prima mi dite una cosa e poi un’altra. A Palermo non entra perché aveva mal di schiena e parte la telefonata a Chivu… C’è qualcosa che non torna nel racconto che si è fatto. Il discorso è che noi lottiamo per andare in Champions da secondi, siamo una squadra con buone qualità e che può fare buone partite. Se non fai il terzo gol c’è il dubbio di riuscire a portare a casa il risultato per la pressione che c’è sulla squadra. Abbiamo fatto una serie di vittorie fuori casa che non avevamo mai fatto. La squadra ha fatto numeri importanti anche se a volte non abbiamo giocato sempre da squadra e me ne prendo la responsabilità. Abbiamo perso partite fondamentali che ci fanno male, ho una squadra di ragazzi seri, se non lo fossero non avrebbero reagito così. Quando alleni una squadra forte devi dire le cose in faccia, se no ti sgamano se non hai reazione. Si lavora dalla mattina alla sera. Il rischio di andare in depressione c’è“.

    Buongiorno a tutti.
    L’intervista di Spalletti me l’ero persa.
    Non mi stupisce.
    Ieri, all’80esimo, la squadra appariva stanchissima, Radja era fuori X infortunio e DDR, autore di un’ottima partita e che aveva corso come rararemente negli ultimi anni, era con la lingua di fuori.
    Sul 3 a 1 Lucianone ha quindi pensato di blindare il risultato, inserendo Peres e passando alla difesa a Tre.
    Mossa logica e di buon senso, vista anche l’importanza di quei tre punti.
    Invece X molti avrebbe dovuto costringere i compagni esausti a difendere il risultato nel finale, giocando in 10 in fase di non possesso (questo oggi comporta giocare con Totti).
    Se Spalletti è un piccolo uomo, quanto sono grandi i cervelli di alcuni tifosi romanisti?

    1. sicuramente il cervello di molti romanisti nn è molto grande ed i loro ragionamenti nn vanno aldilà del proprio naso, però resta il fatto che che il buon Lucianone, per l’ennesima volta ha dato riprova di nn essere un grande uomo (ho sentito in diretta le sue dichiarazioni e come sono nate), ha gestito la questione totti male molto male, chiaramente mettendola sul personale fin dal suo arrivo (tralascio le primarie responsabilità della società), ha proseguito anche peggio. è un buon tecnico nulla di più nn sa gestire uno spogliatoio ed i giocatori, decisamente una grave pecca per uno che vuol fare l’allenatore di vertice. poi dal punto di vista tecnico tattico non ha saputo porre rimedio alle varie situazioni del campionato, nn ha saputo leggere le partite e tutti gli appuntamenti importanti li ha falliti, nonostante la squadra abbia fatto cmq molti punti. ieri poteva risparmiarsi quelle risposte ed in particolare che se tornasse indietro nn verrebbe più ad allenare la roma, considerazione che dimostra ancora una volta la sua incapacità. a scanso di equivoci condivido il non aver messo totti ieri e spero con tutto il cuore che totti smetta definitivamente a fine maggio.

      1. Sul fatto che Spalletti quest’anno abbia commesso alcuni errori sia tecnici che “mediatici” concordo, ma su questi ultimi sono portato a pensare che qualunque cosa diversa avesse detto o fatto sarebbe comunque stato tacciato di aver sbagliato.
        Per il resto gli riconosco grande pazienza e resilienza e sono convinto che molti altri prima di lui avrebbero dato fuori, in un modo o nell’altro, molto prima.
        Ha dovuto ingoiare una contro conferenza stampa, contemporanea con quella pre partita dell’allenatore, indetta da Totti per protestare in eurovisione contro il suo scarso utilizzo.
        La moglie soubrette del Capitano che lo ha tacciato di essere un piccolo uomo, costringendolo ad abbozzare con la boutade del 45 giri di Mia Martini (l’alternativa sarebbe stata mandarli entrambi a fare in culo).
        Ha dovuto sopportare una cospicua parte della stampa romana e del tifo sistematicamente contro per via del fatto che non faceva giocare il Capitano (da Marione a Mangiante la pletora è sterminata).
        Ha dovuto far finta di credere ai mal di schiena di Totti quando questi, sebbene regolarmente convocato, si è rifiutato di entrare, con tanto di excusatio non l’entità da parte di Chivu.
        Ora deve sentirsi dare di nuovo del piccolo uomo per non averlo fatto entrare all’80esimo con un risultato da difendere (lui che in fase di non posssesso è come se non fosse in campo), mentre due partite fa è stato tacciato di non essere stato rispettoso del campione per averlo fatto entrare nel finale a risultato già acquisito.
        Qualsiasi altro bipede sarebbe schiattato prima.

      2. derossimaancheno 8 maggio 2017 il 09:50
        in primis la gestione “totti” è colpa di Pallotta e della società tutta la AS Roma. fatta qsta premessa vorrei dire il mio pensiero, seguo sempre la roma ed ho una buona memoria e ricordo abbastanza bene gli eventi dello scorso anno che hanno portato alla famosa conferenza stampa di totti.
        ricordo molto bene le conferenze stampa di spalletti fin dal suo arrivo ed il suo modo “mafioso” di dire certe cose di trigoria e su totti (topini compresi) che ho stigmatizzato da subito. nn si può leggere quella conferenza senza ricordarsi di questo e dei proclami di pallotta del periodo che davano carta bianca al capitano. Totti è un ex giocatore per me, il capitano della mia roma, la bandiera ma nn per qsto voglio vederlo ancora in campo. quello che trovo giusto però è stato il comportamento di Spalletti dal punto di vista umano (da lì condivido il pensiero sul piccolo uomo) e tecnico di totti, nn solo per la lesa maestà di averlo trattato al pari degli altri, di per se già sufficiente a creare un casus belli, ma chi ha giocato a pallone sa che negli spogliatoi ci sono i senatori, a roma altro che senatore viene considerato totti e lui stesso si sente ben al di sopra… la questione se lasciata in mano, ipocritamente, all’allenatore andava gestita tra le mura di trigoria non in mezzo alla strada. l’ultimo capitolo di domenica sera sinceramente avendo visto come è nata la polemiche posso serenamente dire che nasce da Spalletti che nn solo non ha evitato ma ci si è infilato volutamente per dire quelle parole. se è pentito d’esser venuto a roma forse era il caso di dimettersi subito dopo rinunciando allo stipendio, così resta solo un piccolo uomo ed un buon tecnico (con grossi limiti) nulla di più. e la prossima volta evitasse di mettere in mezzo suo figlio come grande tifoso di totti, che fa parte tutto della sua strategia per cacciare i topini da trigoria. poi che vi siano tifosi di totti che hanno dato contro a Spalletti in modo a dir poco irragionevole ed irrispettoso anche questa domenica (ho letto cosa molti hanno scrito sula pagina della roma) è vergognoso. ma ciò nn sposta nulla sul comportamento di spalletti. grazie della tua rispsota

  32. Appena tornato da San Siro.
    Ci siamo goduti una bella partita, anche se avremmo potuto dilagare già nel primo tempo.
    Su Totti, dico, fate pace cor cervello.
    Se viene messo a 10 minuti dalla fine è lesa maestà, se non viene messo piovono insulti su Spalletti.
    Lucianone, ottimo allenatore, quest’anno ha commesso alcuni errori, sopratutto nella gestione dei panchinari, ma sulla gestione del Capitano è stato un mago.
    Comtroconferneze stampa, linciaggi mediatici sistematici, tifo latitante se non addirittura contro. Ma come se fa?
    Qualsiasi altro allenatore sarebbe affondato.
    Meno male che l’epopea tottiana terminerà al 30 giugno, altrimenti l’allenatore X l’anno prossimo dovevamo andarlo a cercare in qualche manicomio, perché nessun sano di mente avrebbe accettato.

  33. Invece a me la partita di oggi mi fa incazzare ancora di piu’. Come mai gli stessi (gran parte) giocatori che hanno giocato discretamente bene oggi, hanno fatto partite tipo contro la Lazio? Avremmo potuto davvero fare un bel campionato, e farci rispettare. Invece cosi, stiamo a lottare per un punto. Ma va va. E lo stesso Spalletti. Ma quando te lo diranno che non puoi fa il filosofo, ma l’allenatore, che deve gestire un gruppo di giocatori che rappresentano anche un valore economico? Ma va va. A Spalle’: ma va va!

    1. cambiando l’ordine degli addendi la somma non cambia… in aritmetica, nel calcio cambia eccome se cambia, ma spallo non lo sa o fa finta di non saperlo. Se invece di fare il pagliaccio in conferenza stampa e se non avesse cercato di fare il “fenomeno” inventandosi impostazioni tattiche azzardate, (tipo mettere tutti incontristi piuttosto che palleggiatore o viceversa) si poteva fare molto di più.

      1. ma Spallo se sente Padreterno calato in cielo. Purtroppo la memoria non mi aiuta, cerchero’ su Wikipedia, ma tutte ste vittorie che gli permettono di fare il profeta, il filosofo, criticare la societa’ che lo paga bene per i meriti che si ritrova, non le ricordo. Altri allenatori, molto ma molto piu’ vittoriosi di lui, non (s)parlano come fa lui.

    2. la lazio non è il milan quest’anno. il milan è una mezza squadra

  34. e pensare che sulla pagina fb della roma stanno subissando di insulti spalletti per non aver concesso la passerella finale a totti

    che tifoseria di coglioni, poi dici che questo non vede l’ora di andarsene, non è ferguson per caritò ma qualsiasi allenatore se lo lasci così da solo a fare da parafulmine te lo bruci

    società di incompetenti del cazzo

    1. ecco cosa ha creato il vostro capitano, quando finalmente si ritirerà forse cominceremo a vincere qualcosa

      “Se tornassi indietro non verrei mai ad allenare la Roma”. Alla fine, Luciano Spalletti, perde la pazienza per il caso Francesco Totti. “Quando lo metto negli ultimi 5 minuti dite che lo prendo per il c… Mettiamoci d’accordo – si sfoga il tecnico della Roma -! È il discorso che ho fatto da quando sono venuto: non datemi la gestione della storia di Totti, ma del calciatore. A Palermo non l’ho fatto entrare perché aveva il mal di schiena e ha telefonato a Chivu, a Bergomi…: c’è qualcosa che non torna”. Spalletti non risparmia critiche neanche al proprio club: “Quando sono arrivato a Roma ho chiesto subito al presidente e agli altri di fare chiarezza con lui e invece siamo ancora qui: evidentemente non sono stato in grado di farmi capire bene…”, punge. E ne ha pure per chi lo ha preceduto: “Non ho gestito Totti in maniera diversa da altri allenatori. Poi falliscono, vanno via e zitti tutti…”

    2. Infatti…avete notato Totti in panchina inquadrato dopo il secondo goal di Dzeko? Si stava addormentando..non glie ne fregava un cazzo..e manco a noi di lui ormai. Povero Luciano, tutta la mia comprensione.

  35. che sia felice perché la Roma ha vinto è ovvio. No, no, no, stasera son tanto felice perché finalmente abbiam portato una nota di gioia a tanti depressi, ho detto gioia… tutto il resto è noia, no, non ho detto gioia, ma noia, noia, noia… maledetta noia.
    SempreForzaMagicaRoma.

    1. Veramente io sto ancora piuttosto incacchiato. E il pareggio del derby a Torino è stata la ciliegina sulla torta

      1. … ti dirò, se spallo avesse fatto più attenzione su alcune partite mal gestite, in campionato si poteva stare moooolto più su, matematicamente sarebbe ancora possibile…. ma se anche vinciamo lo scudetto spallo non sarà mai il mio allenatore e non è la prima volta che lo scrivo.
        Abbracci Giallorossi e SempreForzaMagicaRoma.

  36. ottima partita.giocata con disciplina.potevamo vincere per 8 a 1

    1. il Gruppo Nord deve essere sempre presente alle trasferte ( Tutte ) !!!

  37. no ma perche si perdeva contro il milan… PRONOSTICI AHAHAHA

    Scarsi dalla A alla Z.

  38. daje,daje,daje !!!!!!!

  39. Emerson sulla destra è la prova provata che non sa più a chi affidarsi su quella fascia.

    E comunque bravo Emerson. Spero che resti perché è un ottimo elemento e di prospettiva.

  40. Finalmente uno che sa tirare gli angoli

    1. sera oblo!!

      Cera qualcuno che diceva che paredes gli angoli e i cross non li sa fare…

      Dzeko doppietta… ma logicamente questa è una partita che non conta nulla.

      37 goal.

  41. Che forte sto Scesni. È uno dei pochi che mi dispiacerebbe se se ne andasse.

  42. E’ tornato Perotti. Ci darà una mano.

  43. Abbattetelo.

  44. minchia quante seghe mentali che vi fate.
    Ma la partita non vi interessa?
    Golaszo di Dzeko 😂😂😂😀😀😀😀☺☺☺😝😝😝😲😲😲

  45. Gollone di dzeko.

  46. …Noi ci scordiamo sempre il burattinaio e cioè la SOCIETA’….
    …Monchi sarà lasciato solo come tutti quelli che arrivano qui…Soliti proclami animati per carità da buonissime intenzioni ma destinati a essere fagocitati da tutto il sistema “Roma”… Visto tutto..niente di nuovo..

  47. Purtroppo la societa’ e’ stata assente, o meglio, e’ stata disastrosamente presente. E pure noi tifosi, appena qualcuno fa qualche partita decente di seguito lo osaniamo subito a “grande condottiero”, “il giocatore giusto per una grande Roma, eccetera eccetera.
    Mo e’ arrivato Monchi. A che fa’? Appena arrivato fa comunicati stampa, rilascia interviste, fa proclami. Prima guardati intorno, studia, parla anche con i tifosi, e poi, magari questa estate, cominci a parla’.
    Per i giocatori, se la societa’ non c’e’, possono fare quello che gli pare. In poche parole, Ci vorranno anni prima di arrivare a dire che la Roma e’ da primi posti nella Champions.

    1. Giusto, ricordo che dopo la vittoria sull’Inter qualcuno azzardò addirittura la parola triplete… che ridicoli! Mi sarebbe bastato arrivare in finale di coppa Italia e giocarmela con la Rubbe. E dico pure, mi basterebbe arrivare secondi, perchè se è vero che il Napoli oggi è più in forma è anche vero che noi siamo stati secondi per tutto il campionato.

  48. Qualcuno ha scritto: venderei Dzeko (per questione di età/stipendio) Manolas (con la testa già altrove) e con dispiacere ma per offerte folli pure Nainggolan (ha raggiunto il livello massimo?) e Rudiger. Di colpo sistemeremmo i conti!

    Certo, sistemiamo i conti, ma l’anno prossimo arriviamo settimi, Monchi o non Monchi.

    E magari teniamo Paredes, Gerson, Peres ecc ecc.. con quelli vinciamo di sicuro il triplete.

    1. La parte finale del mio discorso non la riporti?

  49. E una cosa su Monchi: a Roma c’è l’abitudine di osannare chi arriva, considerandolo un eroe… quando arrivò Sabatini tutti a dire che avevamo preso il migliore ds italiano, poi abbiamo visto com’è andata. Io sarei cauto ,aspetterei di vedere cosa combina prima di osannarlo.

    Se penso che Sabatini era nell’ambiente Palermo, da dove sono passati gente come Cavani, Dybala, Belotti!! Vuoi dirmi che un bravo Ds non riusciva a portarne almeno uno a Roma a prezzo abbordabile, quando ancora non era straquotato?

    E tempo addietro, Zeman – sempre vicino alla Roma – al Pescara aveva Immobile, Insigne e Verratti, sarebbe stato un gioco da ragazzi portarli alla Roma quando erano ancora promesse, ma dov’era la società? Non c’èbisogno di Monchi o di pescare all’estero, basterebbe saper lavorare e programmare bene anche in casa propria (vedasi Pellegrini).

  50. Condivido l’opinione di Giemmolette – anche se spero di sbagliarmi – e lo avevo già scritto giorni fa che il secondo posto era quasi compromesso.

    Secondo me l’unica speranza di arrivare secondi è che si vinca stasera, ovviamente, e che il Toro riesca a strappare un punticino al Napoli domenica prossima, cosa non impossibile visto il derby. In quel caso anche perdendo contro la Rubbe saremmo a pari punti e dovremmo farcela vincendo le ultime due sullla carta facili.

    Sul mercato avrei una domanda per Monchi… ma perchè invece che pensare a vendere i forti non ci libera dall’esercito di pipponi che abbiamo in rosa o quelli che non hanno giocato mai?? Una lista?
    Gerson, Paredes, Grenier, Mario Rui, Peres, Juan Jesus ecc ecc… vuoi dirmi che se vendi tutti questi non racimoli gli stessi soldi che vendendo un pezzo forte? Oltre a ridurre di molto il monte ingaggi, ovviamente.

    A quelli che vorrebbero cedere il Ninja perchè ormai ha 29 anni rispondo che anche Higuain ne ha 29 ma ti fa vincere gli scudetti e la Champions.

  51. Ho letto e condivido: il Napoli è due punti sopra di noi e, senza pessimismo, ma con semplice realismo, noi domani a San Siro non vinciamo, quindi bene che vada, saremo a un punto che non credo recupereremo alla prossima giornata, anzi…
    Ringraziamo la Lazio che non riuscirà a raggiungerci solo per questione di tempo in scadenza, sennò c’eravamo giocati anche il terzo posto.
    Effettivamente, cominciamo a parlare di preliminari, sperando che la discreta figura, nel senso di qualche partita vinta, fatta quest’anno in EL abbia migliorato il nostro ranking, per non rischiare altri Porto.

  52. Pablito: te lo puoi scordare. Non solo dalla parte dei giocatori, ma anche dalla parte della dirigenza.

  53. Voglio vedere se ,dopo le recenti prestazioni mortificanti , i nostri giocatori hanno un orgoglio che li porta a reagire e ad affrontare la partita di domani con il fuoco dentro ……
    Vorrei vedere dal primo secondo di gioco la rabbia agonistica e la voglia ……
    Vorrei vedere palloni scaraventati nella porta avversaria o anche in tribuna all’ occorrenza …..
    Vorrei vederli battersi alla morte anche per un fallo laterale a metà campo …..

    Voglio vedere gli attributi di questi giocatori …….

    1. Allora purtroppo credo rimarrà deluso. Possibile che la Roma vinca. Ma gli attributi,le palle…in campo non le vedrai. Perché questi giocatori hanno dimostrato di non aver nessun attaccamento ai colori. Non gliene sbatte un cazzo. So tutti milionari mercenari stranieri. Prendono pizzoni e fanno figuracce sul campo. Il giorno dopo o la sera stessa stanno già a ridere e divertirsi in qualche locale. Tra puttane e fiumi di champagne. Alla faccia nostra che stiam ad avvelenarci a causa loro.

      1. che amarezza, bastava così poco

        visto il pareggio di torino potevano arrivare allo scontro diretto con la possibilità di batterli e andargli a 1 punto, che squadra di falliti che abbiamo

    2. Seee…stamo freschi!
      Sto finale di stagione m’ha fatto proprio cascare i coglioni.
      Un abbraccio giallorosso a tutti gli amici del sito. Ci si rivede (per modo di dire) all’inizio della prossima stagione. ..spero solo di nn dover vedere sulla nostra panchina Mancini o peggio qualche pseudo santone straniero . Un buon allenatore italiano please

      1. ecco: xfetta sintesi dll’attuale tifoso giallorosso.
        incominciamo a dare un okkiata alla griglia dlle squadre xi preliminari Champions.

  54. rebel boy 6 maggio 2017 il 08:30
    In ogni caso la crisi sembra non avet colpito solo la squadra,dopo uno dei derby perso nel peggior modo possibile degli ultimi 20 anni,e ora in profonda crisi di risultati e immagine,ma anche la tifoseria giallorossa. Infatti leggevo che il passaggio pedonale al colosseo dove i laziali hanno appeso quei manichini,da sempre in mano alla tifoseria giallorossa,ora sia diventato territorio dei laziali.

    Ma sono il solo a trovare assurdo che un ponte pedonale davanti al Colosseo debba essere territorio di una o dell’altra tifoseria?
    Pensavo fosse calcio e tifo, ma messa così sembra la sceneggiatura di guerrieri della notte.
    Boh, per me ha ragione Spalletti….persone deviate….

    1. Non è assurdo. È la realtà. Anche nel derby la curva nord ha fatto una coreografia,la sud non ha fatto nulla. Non conosco le dinamiche interne alla tifoseria organizzata giallorossa ma visto così sembra una curva sud e,più in genere,una tifoseria depressa e intristita, incapace anche di una contestazione che ci starebbe tutta.

  55. perché nel sito non ci sono articoli dopo il 29 Aprile???
    Cosa è successo a Mr.Gorzio????

    🙄

  56. facciamo un pronostico?
    io dico ke alle 18 il napoli asfalta il cagliari. di conseguenza ci supera in classifica. noi contro il milan nn vinciamo (xkè nelle partite + importanti abbiamo sempre toppato in qsta stagione) e quindi adios secondo posto.

    1. ma è un sito laziale o cosa? Ma è possibile che devo leggere tifosi romanisti che siano cosi pessimisti ancor prima di giocare una partita, non contro il real madrid ma contro il milan da settimo, ottavo posto…

      ma io dico che asfaltiamo il milan e adios.

      1. xkè se uno è pessimista ora è lazziale? nn lo sapevo.
        credo sia un sentimento comune qllo di nn credere più in qsta squadra ke ha la capacità maggica di buttare nl cesso in poke partite 18mesi di lavoro. qlke settimana fa il sito laroma24 ha fatto un sondaggio. pensate ke la roma arriverà 2 o 3? il 70% ha votato 3. azz.. saranno tutti formellesi?

  57. PETERPAN:”non ha tutte le colpe del deludente cammino da gennaio a questa parte
    con una squadra corta e che forse ha ottenuto molto più di quello che poteva offrirgli”

    partiamo dal presupposto che spalletti non ha fatto nulla in piu di garcia e gia a gennaio la stagione se uno deve essere pignoli, era una normale stagione come le ultime tre.

    bene in campionato, della serie CONTRO LA JUVE è UNA MISSION IMPOSSIBLE, ma malissimo nelle coppe, ma ancor piu male negli scontri importanti in stagione… TUTTI FALLITI.

    Spalletti h fatto il minimo indispensabile con questa rosa, sfruttandone al minimo le potenzialità, facendo fuori e non usando diversi elementi della rosa.

    La roma in questa stagione per 4-5 mesetti ha offerto un buon-ottimo calcio, poi quando doveva uscire la personalità della squadra e il valore in piu dell’allenatore si è collassati su se stessi.

    1. La Roma ha non tanto negli 11, ma nella panchina, qualcosa in meno rispetto al Napoli.
      Il fatto di stare ancora sopra i partenopei, sebbene di un misero punticino, è un merito di Spalletti o un demerito di Sarri.
      Con Garcia forse veleggiavamo a metà classifica.
      Allenatore ai livelli di Andreazzoli.
      Ancora tiri fuori Garcia? Per favore non ti sono bastati 2 anni e mezzo di schema “palla a Gervinho”?

      1. attenzione, ho solo fatto un paragone di secondi posti, terzi e fallimenti europei e nazionali ( coppa italia ).

        Tra spalletti e garcia cosa cambia sotto il punto di vista dei risultati sportivi con questa casacca?

        NULLA.

        Buoni allenatori, che hanno dimostrato limiti evidenti sotto determinati aspetti.

        MA PERCHE è UN MERITO DI SPALLETTI? me lo spieghi? cosa ha fatto di cosi assurdo in campionato spalletti, cosa che non ha fatto garcia?

        E TE LO DICE uno che detestava il modo di essere di garcia e di far giocare la squadra.

        Il sunto del discorso, è che la frase “grazie a spalletti siamo ancora secondi, senno questa era una rosa da 4-5 posto”, non trova riscontro, perche da 3-4 anni, questa, dopo la juve, è la miglior squadra del campionato, un po corta, ma nei 14-15 la migliore.

  58. Spero che Monchi, con grande coraggio e freddezza, faccia una pulizia intelligente sistemando fin da subito i conti del club. In modo tale che in futuro avremo una crescita continua senza limitazioni e problemi di soldi.

    Non trattenere chi non è convinto di restare e abbassare il monte ingaggi spero siano le sue prime mosse. Vendere alcuni “big” anche al costo di risultare impopolare.
    Fino ad oggi abbiamo sprecato troppi soldi che potevano essere utilizzati meglio. E visto che il nostro fatturato senza Champions è limitato, a questo punto è il caso di iniziare proprio dagli stipendi dei giocatori.
    Abbiamo la possibilità di risparmiare parecchi soldi con i contratti in scadenza e la fine dei prestiti.

    Prestiti: Szczesny (+3) Vermaelen (+3)
    Scadenze: De Rossi (+6,5) Totti (+1,2)
    Altri: Dzeko (4,5) Doumbia (3/3,5) Iturbe (2,3)

    Questi quelli più elevati.
    Per quanto riguarda le cessioni dei big, venderei Dzeko (per questione di età/stipendio) Manolas (con la testa già altrove) e con dispiacere ma per offerte folli pure Nainggolan (ha raggiunto il livello massimo?) e Rudiger. Di colpo sistemeremmo i conti!
    Il livello della squadra potrebbe risentirne parecchio ma facendo i giusti acquisti neanche poi tanto. Vedremo…

    1. Altro appunto.
      Via Spalletti e se proprio si vuole rinnovare a De Rossi, solamente per cifre adeguate alla sua età. Massimo 1,5 di ingaggio!
      Oltre è follia. 3-4 non deve proprio esistere…di soldi ne ha già scippati tanti. Ci ha presi per il collo una volta, due può pure andare altrove!

      1. Ne fai una questione economica.
        Io invece penso che debba essere una questione tecnica.
        Rimane, anche 2 anni, ma senza pretese di titolarità per fare da chioccia ai giovani che dobbiamo far crescere.
        I nostri giovani obiettivi a centrocampo (Pellegrini, Kessie, Ascacibar, Ozyankup….) verrebbero con maggiore entusiasmo sapendo che DDR non ha il posto assicurato.

      2. Che poi se lui volesse rimanere e non fare un’esperienza all’estero (USA?), come dice Monchi, dovremo essere davvero imbranati a non fargli un rinnovo. Infatti ritengo che se anche qualcuno gli offrisse 5 ml all’anno, rimarrebbe da noi anche per cifre inferiori (3 ml). In fondo con l’addio di Totti diventerebbe finalmente capitan presente e continuerebbe a giocare per la squadra per la quale tifa (altro che Inter!).

  59. Giusto Peter!
    Sono entusiasta (in un momento in cui esserlo della Roma, è difficile…) dell’arrivo di Monchi.
    Porta un pò di Spagna (Nazione che adoro…..da cui sono rientrato ieri sera), calcistica e non solo, vincente nel calcio in modo devastante.
    Porta esperienza e trofei.
    Mio organigramma preferito:
    Spalletti, allenatore (vale da solo 10 punti, lo scopriremo se andrà via…);
    Monchi, DS
    Totti D.T. (spero, però, che Totti prenda l’incarico con amore e passione – con le quali potrà far bene – e senza “rosicamenti”, altrimenti se diventa una lotta a chi comanda in Società, diventa un massacro….
    E comunque, domani tutto il Gruppo Roma Nord, alllo Stadio di MIlano, compatto.
    Perchè la Roma è una passione, anche se becca nel Derby, e le amicizie giallorosse vanno coltivate!
    in attesa di tempi migliori….
    Tra i quali, la vittoria del mio Real (mia seconda squadra del cuore, dal 1980….. causa amore per la città di Madrid….contro i gobbi….) nella finale CL.
    Non potrei sopportare i festeggiamenti attorno a me….

  60. Poi secondo me Monchi si contraddice da solo, vuole convincere Spalletti a restare e Totti a fare di Ds, ma sappiamo benissimo che le due cose si escludono a vicenda.
    Secondo me non ha ancora capito bene cos’è l’ambiente romano e se ne accorgerà presto, cosa che comincerà a incrinare i rapporti anzitempo.

    1. ciao alex
      per ora sono solo chiacchiere e strategie interne
      vedremo cosa combineranno
      mi sembra prematuro giudicare il nulla
      e partire scoraggiati non é conveniente
      Diamogli tempo!

    2. Criticare Monchi a 2 settimane dall’insediamento mi sembra un tantino prematuro.
      Peraltro Totti non diventerà DS, quello è il ruolo di Monchi.
      Diventerà Direttore Tecnico, salvo sorprese, come da contratto firmato dallo stesso Totti nel giugno scorso senza che nessuno gli puntasse una pistola alla tempia.
      Monchi non deve convincere Totti, semplicemente attende che lo stesso si cali nel nuovo ruolo a fine stagione.
      Dove posso darti ragione è invece la scelta dell’allenatore.
      Spalletti non mi sembra proprio l’allenatore ideale per un direttore sportivo che è abile nel prendere giocatori in rampa di lancio perché quest’ultimi rischierebbero di fare panchina a favore dei senatori.
      Meglio ripartire con un allenatore nuovo e idee nuove.
      Peraltro la convivenza di Spalletti allenatore e Totti dirigente sarebbe quantomeno difficile.

      1. quoto su Spalletti
        dopo tutto quello che é successo, meglio voltare pagina
        troppa tensione, pressione, polemiche inutili con ambiente giornalisti giocatori…
        anche se….
        non ha tutte le colpe del deludente cammino da gennaio a questa parte
        con una squadra corta e che forse ha ottenuto molto più di quello che poteva offrirgli

  61. In ogni caso la crisi sembra non avet colpito solo la squadra,dopo uno dei derby perso nel peggior modo possibile degli ultimi 20 anni,e ora in profonda crisi di risultati e immagine,ma anche la tifoseria giallorossa. Infatti leggevo che il passaggio pedonale al colosseo dove i laziali hanno appeso quei manichini,da sempre in mano alla tifoseria giallorossa,ora sia diventato territorio dei laziali. Da qui anche il messaggio della coreografia della nord al derby,che rinfacciava ai romanisti di aver sbagliato colosseo, e di dover essere finiti all’EUR, ovvero al cosiddetto colosseo quadrato, per affiggere uno striscione. Insomma,una crisi a 360 gradi. Stupisce poi la totale assenza di reazioni del tifo romanista alla sconfitta e al delicato momento della squadra.

    1. A me sta lotta tra tifoserie, inclusi tifosi di sto genere mi sembra una guerra fra cojoni… Territorio di chi? Agahahag

    2. Monchi ha detto che la Roma e il Siviglia sono simili, non prendono i giocatori da 50 milioni ma qualli più giovani e non ancora affermati e ha fatto l’esempio di Pianic… infatti è vero… solo che ha dimenticato di completare la frase con “… per poi rivenderli alla Rubbentus… ” li m… tua!!!

  62. Io non so se i cinesi fanno sul serio.

    Ma un conto è pagare il giusto valore anche alto alla società, un conto è riempire di soldi uno sconosciuto anche se con prospettive.

    In definitiva poi i bilanci societari non sono mai sconquassati dagli esborsi per gli acquisti ma dal monte ingaggi. Senza contare il pessimo esempio.

  63. Considerazioni sulla tazza.

    – Milan-Roma
    Vedremo un pó se il calo di prestazioni era dovuto a un fatto di testa o se hanno proprio finito la benzina.

    – Manichini
    Per la Lazio questa è solo goliardia o sfottó post derby. Il pesce al solito puzza dalla testa. La nostra società non avrebbe mai dato una simile idiota giustificazione. Per questo mi aspetto azioni conseguenti.

    – Rinnovo Totti
    La società è sempre stata chiara sull’argomento. Questo era l’ultimo anno di Totti da giocatore, poi sarebbe diventato Direttore Tecnico. Semmai è stato il giocatore durante tutta questa stagione quando interrogato sul suo ritiro a giocare sull’equivoco e ad essere sibillino. E pure Spalletti ha utilizzato il presunto rinnovo di Totti per sue strategie comunicative.
    Queste le frasi di Totti lo scorso giugno dopo il rinnovo:

    “Ho fortemente desiderato questo contratto, che rappresenta la realizzazione del mio sogno” le prime parole del n.10 giallorosso dopo la firma. “Ho sempre sperato di chiudere la mia carriera con una sola maglia addosso, quella della Roma”, aggiunge, “Spero di poter riuscire a vincere il mio secondo scudetto. Sono felicissimo, perchè dopo quest’anno da calciatore ho altri sei anni da dirigente. Come ho sempre detto a Pallotta e alla società, preferirei fare un ruolo ben specifico come il direttore tecnico, loro hanno acconsentito e glie ne sono molto grato. Sono ancora più convinto che restando uniti potremo centrare grandi obiettivi”, conclude Totti.

  64. Un’altra riflessione – amara ma reale – la faccio sul mercato in entrata… siamo sicuri che si tratti solo di soldi? Pensateci… mettetevi nei panni di un ragazzo di 20-25 anni che dovrebbe venire alla Roma… ma chi glielo fa fare di questi tempi?
    Voi ci andreste in una squadra in cui se perdi un derby ti linciano o ti perseguitano per mesi?? Dove i vermi dell’opposta tifoseria ti fanno minacce di morte coi manichini appesi da un ponte?
    Ma dai, davvero crediamo alla teoria riduzionista dei lazziesi che erano solo sfottò?
    Sfottò è quando fai una battuta allo stadio, non quando impicchi un manichino da un ponte.

  65. Io non entro nel merito del singolo giocatore o di quanto costi.
    Io affermo un concetto più ampio sulla società AS Roma: da quel che si legge e si sente, in pratica tutti gli 11 della squadra – e pure Spalletti – sono sul mercato, invece in entrata non c’è nessuno, perchè sulle nostre scelte, come da copione, piomba subito la concorrenza. Questo è quel che vedo, non so voi.
    E questo, a mio parere, è il modo peggiore di gestire il momento più delicato della stagione, perchè toglie certezze e getta ombre sull’ambiente, e infatti ce ne siamo accorti. Oggi il Napoli sarà secondo e – spero tanto di sbagliarmi – ci resterà fino alla fine.
    Complimenti a tutti: da Pallotta a Spalletti e ai giocatori, che hanno fallito anche l’obiettivo minimo che più minimo non si poteva, se pensiamo che siamo stati noi secondi per tutto il campionato.

    1. Non ti lasciare influenzare dalla mosse di un procuratore interessato.

      La roma è interessata a Kessie L’Atalanta ha confermato tutto compreso le cifre.

      Quindi non è una opinione giornalistica, è un fatto

      Il Milan sembra interessato, ma le cifre sono sparate a caso o comunque determinate in presunto superamento ma non confermate dall’atalanta.

      D’altronde se così fosse il contratto sarebbe già stato chiuso per il milan che a dire del procuratore avrebbe già l’accordo con il suo assistito.

      Probabilmente la mossa del procuratore è tutta campata in aria.

  66. La storia dei manichini ha già abbuffato.

    Non è una questione di sport.

    E’ una questione al massimo di ordine pubblico o criminale. Ma più propriamente goliardica e di cattivo gusto.

    Recriminare sopratutto da parte della società e dei tesserati su queste stronzate non fa altro che alimentarle, come qualsiasi goliardata di cattivo gusto.

    L’unica risposta possibile è uno striscione per le rime da parte degli ultrà della roma.

    Se ci sono ancora e se hanno smesso di fare politica ed essere strumentalizzati dai catorci romani.

  67. Rancorosa? Doveva stare zitta?
    Ha detto la sacrosanta verità e io la condivido in pieno e non da oggi.
    Dire che Pallotta è asesnte è forse una bugia?
    Dire che Spalletti doveva pensare a vincere invece di fare misteriose elucubrazioni filosofiche sul suo futuro è sbagliato?
    Ma per favore dai, ma da che parte state?
    Da quellla della Roma o da quella di Pallotta?

    1. Non è di buon gusto usare la verità come una clava. Non è di buon gusto buttare veleno sul tuo avente causa solo perchè ritieni ti abbia usurpato il diritto divino di essere il padrone della roma.

      Sei una giornalsta? Sei unatesserata? Sei una dirigente?

      Sei una tifosa come tutti e buttare veleno sulla quella che affermi essere la tua squadra non è di buon gusto.

      Io lo faccio sempre contro i catorci, ma come sanno tutti, io sono un infame.

      1. ma stai zitto imbecille che puzzi de merda quando parli e scrivi

    2. Libero di pensarla come vuoi.
      Io noto solo che con cadenza regolare, specie nei momenti di difficoltà della squadra, sia lei che la madre spalano m…. sulla Roma, da Pallotta a Spalletti a Totti. Lo trovo poco elegante. Lo pensassero pure, ma doverlo esternare continuamente, a che pro?

    3. reputo spalletti un buon allenatore e nulla di più, non sa fare i cambi, non gestisce le pressioni interne ed esterne ecc, faccio questa premessa perché non voglio si pensi che la mia sia una difesa accorata dell’allenatore e mi si associ a stupide fazioni, ma se se sta valutando la possibilità di andarsene e combattuto tra i dubbi si diffonde in elugubrazioni filosofiche è perché la società è ridicola

      non solo la società a doveva gestire l’affair totti e parlare chiaro sin dall’inizio senza timore di ritorsioni della piazza, ( una società con idee chiare e polso fermo fa valere la sua filosofia imprenditoriale e difende la bontà delle sue scelte anche a costo di farsi dei detrattori in ogni campo altrimenti la tua politica è perdente) e non l’ho fatto

      ha lasciato all’allenatore tutto l’onere della questione e l’ha abbandonato al suo destino, lasciandolo in pasto alla stampa che in questi anni l’ha demonizzato, spalletti giustamente non si è sentito tutelato e se ne va ma voi cosa avreste fatto al posto suo.

      Questa è una società di omuncoli miserrimi, vili opportunisti che mandano avanti gli altri e li immolano a capri espiatori per non mettersi contro la piazza e continuare a fare i loro interessi, questo pagliaccio di pallotta perché parla solo per dire banalità, possibile che in tutti questi anni non sia entrato ancora nei meccanismi di questa piazza e di questa squadra? si è possibilissimo se non te ne frega una ceppa e vieni a roma una volta l’anno, ma chi è questo tizio, di chi è la roma veramente

      1. altro esempio monchi, l’ha dovuta prendere lui una posizione chiara sulla questione totti ( sabatini invece da altro vigliacco opportunista qual’era in questi anni si è limitato a dire che avrebbe deciso francesco) e sicuramente questo gli metterà sin da subito contro parte della stampa e della piazza rischiando di disturbare il suo lavoro da ds, dal punto di vista della gestione si stanno già gettando basi sbagliate anche per il prossimo anno

        ma io voglio chiedervi una cosa, quella di monchi è stata una gaffe involontaria o le sue parole sul contratto erano mirate a risolvere la questione una volta per tutte?

        A) se è vero il primo caso la disorganizzazione e il pressapochismo di questa società continuano ad essere disarmanti, possibile che nessuno abbia informato monchi su questa spinosa vicenda preparandolo sul come affrontarla?

        B) Se invece monchi ne è stato informato e la sua risposta è tutt’altro che casuale è ancora peggio perché vuol dire che la proprietà insiste con la solita strategia, manda avanti i tesserati e li costringe ad esporsi al vilipendio di piazza e stampa per non doverlo fare direttamente, le grandi società i loro tesserati li difendono per consentirgli di lavorare tranquillamente e serenamente, non si fanno difendere o risolvere i problemi

  68. le dichiarazioni di Rosella Sensi alla Rai, a voi i commenti

    a Sensi non usa mezzi termini: “Sono allibita. Una società come la Roma non può lasciare che il suo simbolo sia trattato così e la colpa è della lontananza del presidente che avrebbe dovuto accompagnare il capitano nella gestione di tutto l’anno. Chiederei a Pallotta di essere più presente e se non ce la fa, faccio una battuta: lo facesse Totti il presidente”. La Sensi non è tenera neanche con Spalletti, che proprio lei, con il padre, Pradè e Bruno Conti, portò a Trigoria nel 2005: “Aveva bisogno di qualcuno che gli dicesse che non doveva parlare di futuro a gennaio, mettendo in crisi la squadra. In questo momento è una persona svuotata internamente. Spalletti non ha capito Totti, non doveva gestirlo così. Un grande allenatore deve saper gestire tutti, altrimenti non è un grande allenatore”.

    1. Lei e la madre sono due rancorose.
      Brutta cosa l’invidia!

    2. Parole senza senso (i)
      A parte la pessima ( mia)!battuta ha perso occasione per stare zitta.
      Purtroppo il
      Politically correct, sta interessandosi anche della fine della carriera di Totti.
      Passiamo a cose più serie
      Tipo che Kessie dato per certo alla Roma a gennaio e poi dieci giorni fa fagli stessi giornalisti che faranno prime pagine sui manichini, ora non lo è più.
      Ventotto milioni per uno che nei venti minuti giocati con la Juve ha fatto ridere ?
      Mah…

      1. Era infortunato credo.

  69. Per me Kessie è uno forte e con margini di crescita.
    Certo se lo paghi cifre folli potresti non rientrare dell’investimento fatto, perché è difficile ipotizzare con elevate cifre di acquisto chissà quali plusvalenze.
    Ma sul mercato se ci si muove tempestivamente e con decisione si possono fare ottimi acquisti.
    Dahoud è costato 15 ml.
    Bazoer 12 ml.
    Due ottimi giovani centrocampisti affermatisi in squadre di ben altro livello rispetto all’Atalanta.
    Intanto riprendiamoci Pellegrini e facciamone un titolare o comunque il primo cambio.

  70. Ricordo ora questo sfasamento di un’ora in un certo periodo che, se ben capisco, andrà da fine marzo e fine ottobre: cos’è, una sorta di insofferenza del sito per ciò che è legale?

  71. Co’ ‘sti manichini la farei finita, e alla svelta.
    È chiaramente un sfottò, magari trucido, cafone, di pessimo gusto, ma viene dai laziali, non dall’accademia della crusca.
    Credo che le forze dell’ordine dovrebbero occuparsi di cose serie, delle quali è pieno il nostro paese, e che la Roma faccia benissimo ad ignorarli, per curarsi di cose altrettanto serie, anche se diverse.

    1. Io invece penso che lasciar correre sia un segno di debolezza.
      Che la società Lazio si è affrettata a lodare come una volontà della Roma di stemperare la tensione.
      Ma resta un segno di debolezza e non è il primo.
      Passino i lumini, ma adesso si è superato il limite.
      Queste sono frasi intimidatorie non goliardiche, né sfottò.

    2. Carissimi, Abbracci Giallorossi.
      Consentitemelo, sono in disaccordo con entrambi:
      – non bisogna lasciar correre, perché altrimenti si da adito ai “tifosi” ed agli “idiots” della Roma ad una replica e si rischia di ingenerare una escalation che non presagisce niente di buono.
      – il non rispondere per le rime, non è segno di debolezza ma serve a due propositi, uno volto a indebolire il significato “semiotico” del gesto l’altro a far capire ai tifosi ed agli “idiots” della Roma che non sono loro i preposti a “punire” il gesto ma le autorità, in quanto questo non è uno sfottò, né una “boutade” ma un gesto intimidatorio ed in quanto tale va contrastato dalle autorità.
      Ave Atque Vale

      1. Non ho capito la tua risposta.
        Credo che la Roma debba tutelare i propri tesserati.
        Lo deve fare sporgendo denuncia, non rispondendo per le rime.
        Rispondendo a chi poi!

      2. il non rispondere per le rime, non è segno di debolezza … significa che non sempre “causa => effetto”, è la strategia migliore, non lo dico come volessi affermare un dogma ma è semplice mia opinione.
        La Roma, sempre secondo mia opinione, non è tenuta a denunciare nessuno, sono semmai i tesserati riferiti nelle maglie appese che devono sporgere denuncia, motu proprio o richiedendo sia la Società in veste ufficiale a farlo.

    3. Concordo al 1000 per mille.
      In Italia si muore di tasse e di burocrazia, in Siria di gas, roma è travolta da tutto, ma si fanno articoli e indagini per scoprire chi scrive striscioni .
      Giusto, fatelo.
      Ma due righe di notizia a pag. 38.
      Forse.

  72. romanistavero 5 maggio 2017 il 13:26
    Credo che Tutti voi sappiate ciò che è accaduto questa mattina : i manichini e i cori

    … scusate ma lo sfottò “un consiglio dormite con la luce accesa” che vuol dire? Siccome dormono tenere la luce accesa altrimenti si portano via tutto?

  73. Mediaset taglierà i costi sui diritti tv per il prossimo triennio sia per Serie A che champions.

    Dopo essersi aggiudicata i diritti per 690 milioni, la prossima offerta sarà di 450 milioni.
    Tradotto meno soldi per le italiane, anche se potrebbe subentrare sky, ma dubito vada a giocare al rialzo rispetto ai 690 del precedente accordo.

    All’estero si cresce, in UK pare si vada verso 1,2 mld di euro per il triennio champions, vedremo germania, spagna e francia.
    In italia invece si decresce e i diritti tv sono il sostentamento principale per tutti i club italiani. La forbice tra Italia e top 3 (premier-liga-bundesliga) sembra destinata ad allargarsi.

    In soldoni gli altri fatturano di più, in italia di meno, gli altri possono pagare di più, in italia di meno….e i giocatori vanno dove si paga. E con il FFP che blocca chi vuole investire di tasca propria sarà dura rialzare la competitività del campionato, ad esempio i cinesi se ricchi come sembra avrebbero potuto dare fastidio alla juventus, ma anche noi senza FFP forse avremo avuto molti meno problemi.

    Invece l’Inghilterra potrebbe

    1. L’inghilterra potrebbe davvero diventare l’NBA del calcio.

      1. i 690 milioni di mediaset erano per la champions, ora hanno dichiarato che per loro vale max 150 l’anno, quindi 450 per il triennio

  74. Io non so se 28 milioni sono troppi, ma quanto è stato pagato Kondogbia?

    E quanto è stato pagato Dybala?

    Lo so che ora vale un botto ed è un top player, ma quando è stato acquistato dalla juve non è che avesse fatto più di kessie anche se era evidente che fosse bravo. E infatti il prezzo d’acquisto a me allora apparve stratosferico. Ben oltre quello di Iturbe.

    Oggi. per la sua valutazione attuale sembrano bruscolini.

    1. ok giusto ragionamento. io ne faccio uno legato agli acquisti ultra costosi fatti
      dlla Roma (e intendo sopra i 20ml).
      a memoria nn mi ricordo ke ci sia mai stato un giocatore acquistato a peso d’oro ke poi abbia fatto bene (forse l’ultimo è stato Batistuta e c’era ancora la lira).
      xsonalmente ritengo ke i casi iturbe e gerson dovrebbero far riflettere.

      1. 1. Lamela. Comprato 19enne a 20 mln, faville con Zeman, venduto a 35 bonus compresi.
        2. Naingollan, pagato circa 20 tra prestito e riscatto. Migliore dei nostri da quando è a Roma. Nonostante i 29 suonati ad oggi vale circa il doppio.
        3. Strootman, pagato 19 mln a 22 anni. Nonostante il gravissimo infortunio e le complicanze, anche lui vale circa il doppio.
        4. Manolas pagato 15 mln a 22 anni, ora che ne ha 25 ne vale più di 40.

      2. dvi leggere bene xò qllo ke uno scrive. ho sottolineato sopra i 20ml.
        qnto a Lamela è stato molto altalenante cme rendimento ed io ste scintille cn Zeman nn me le ricordo proprio.

  75. mah, ripeto: a ste cifre ke circolano su kessiè te ne compri 2 di centrocampisti buoni. e poi attiriamo sempre i procuratori-marpioni benatià style.
    quindi se al suo agente nn gli garba lo stipendio può andare dve vuole.
    un giocatore forte cme l’africano è Hojberg 21anni e gioca nl Southampton.

    1. il vantaggio di acquistare in italia è che puoi farlo con formule diverse, con modalità di pagamento dilazionate e inserendo altri giocatori nella trattativa. All’estero spesso vogliono tutto e subito.

      Su kessie vedremo, spesso i media hanno toppato sulle cifre, poi potrebbe essere appunto una modalità vantaggiosa aggira FFP.

      Hojbjerg non è male ma costa pure lui, l’estate scorsa l’hanno preso a 15 milioni e i club inglesi sono tutti ricchi, quindi se rivendono e per farlo a cifre più alte e non di poco.

      1. è l’insieme ke nn va. continuo a pensare ke abbiamo una società debole e le minkiate ke facciamo noi la rubentus nn le fa e anke xqsto vince.

  76. Infine, ma non in ordine di importanza, termino i miei sproloqui post prandiali dicendo che contro il Milan, viste anche le assenze, tornerei alla difesa a 3, con quest’anno formazione:
    3421
    Szczesny
    Manolas Fazio JJesus
    Peres Paredes Radja Palmieri
    Salah El Sha
    Dzeko

    Arretrerei Radja davanti alla difesa con Paredes e terrei fuori DDR, tornato a livelli di lentezza improponibili. Sono però quasi certo che non saranno queste le scelte di Spalletti.

    1. Con Deulofeu e Suso è diventata una squadra da contropiede.
      Meglio attenderli e farli uscire allo scoperto per poi sfruttare Salah nella profondità.

    2. Mangiato pesante eh 😂 !
      Sai Dero quello che vorrei rivedere?
      Il grande Perotti ammirato l’anno scorso che giocava dietro le punte.
      Ma perché non lo mette più in quel ruolo? Era strepitoso.
      Dalla tua formazione toglierei El Sha e inserirei Perotti o Grenier.

      1. No, in realtà sono a dieta, il che è farse anche peggio per via delle allucinazioni da carenza di zuccheri 🐖🍷🍺☠️
        Perotti quest’anno a me sembra l’ombra del giocatore ammirato l’anno scorso.
        Non solo, a parte dal dischetto, non segna manco con le mani, ma sbaglia cose banali e perde troppi palloni pericolosi a metà campo.
        Inoltre, avendo auspicato una partita con squadra chiusa e ripartenze, ho preferito mettere El Sha, molto più adatto a questo tipo di gioco.

  77. Facciamo i seri, non c’è nessuna squadra di premier che cerca Kessie. Stesso dicasi del Milan, che potrà si essere interessato, ma di questi presunti blitz non ci credo manco per sbaglio. È solo una patetica strategia dell’agente per guadagnarci di più. Credo che le parole di Sartori siano piuttosto chiare ed esaustive

    1. era chiaro fin dall’inizio, i 35mln del milan sono impensabili, per il semplice fatto che 35mln per kessie sono pazzia quanto i 30 per gagliardini che trovo 2-3 volte meno forte di pellegrini.

      Per quanto riguarda kessie, penso che non ci sia una via di mezzo per quello che possa diventare.

      O si rivelerà un bidone stile iturbe, o un crac assoluto a livello mondiale, che tra 2 anni vendi a 60mln.

      Per tale giocatore non vedo vie di mezzo stile el sharawy, cioè un talento mai del tutto sbocciato.

  78. Quanto a Kessie, secondo il ds dell’Atalanta (che avrebbe interesse a dire il contrario per alzare il prezzo) non c’è mai stata un offerta del Milan, sicché le indiscrezioni giornalistiche provenienti da calciomercato.com (Jacobelli) sono bufale destituite di ogni fondamento.
    Le società, stando alle fonti bergamasche, avrebbero un accordo già da gennaio, mentre ora si discute per l’ingaggio del giocatore.
    Fa bene la società tenere il punto ed a non aderire ciecamente alle richieste del procuratore perché il controllo del monte ingaggi è un aspetto per noi cruciale.
    Roma è l’ideale X Kessie e l’ivoriano è perfettamente complementare al nostro centrocampo, potendo giocare bene sia da mediano basso a fianco di Kevin in un 4231, sia nel ruolo attualmente ricoperto da Radja.
    Si parla di 25 mln più bonus che non sono certo pochi, ma un ventenne di questo livello non c’è in giro e la scarsità si paga.
    Peraltro, se si pensa che Bertolacci lo abbiamo venduto a 20 e che Sturaro è stato pagato 13 più bonus, il prezzo appare addirittura più che ragionevole.

    1. le ho lette nei giorni scorsi le ricostruzioni di quel sito che ormai fino a ieri sera ci davano per spacciati su tutti i fronti, impacchettandolo in braccio a Fassone e Mirabelli..

      alla luce delle dichiarazioni di Sartori ed io aggiungo anche alla visita di ieri di Percassi a Roma che sta a significare più di un incontro interlocutorio (altrimenti ci sono tante sedi ed opportunità per provare un contatto) probabilmente siamo più vicini di quanto pensassi

      Che Kessie sia attratto dalla premier è un dato di fatto ribadito dallo stesso calciatore già mesi addietro

      Che se al ragazzo qui a Roma venisse garantito un progetto tecnico importante potrebbe essere che venga anche con giusta voglia

      A me questo ragazzo stuzzica proprio per essere un profilo ibrido e tatticamente collocabile in diverse situazioni

    2. Berolacci e’ stato venduto si a 20 ma dopo una stagione top col genoa non dimentichiamocelo, in questi anni ha avuto purtroppo molte ricadute fisiche!

      1. Tutto quello che vuoi, ma mica mi vorrai paragonare Bertolacci a Kessie?
        Eppure, stando alle cifre che girano, come prezzo non siamo poi così distanti.

      2. il senso era il paragone dovrebbe essere fatto il Kessie attuale con il Bertolacci di 2 stagioni fa!

  79. Credo che Tutti voi sappiate ciò che è accaduto questa mattina : i manichini e i cori

    contro la Nostra Amatissima Roma .

    Io,come credo tutti voi,mi sarei aspettato “fuoco e fiamme” da parte della nostra società

    contro questo atto vile,ciodardo,da ominicchioli,da laziali,insomma…

    La nostra dirigenza che fa ? NIENTE !!! Non denuncia l’accaduto !!!

    Vabbè che siete della lazio ma a Tutto c’è un limite !!!

    Pallotta,tu che hai chiamato idioti i tifosi della Sud,adesso che dici? Che fai ?

    Gli altri dirigenti dove stanno ? Stanno a formello con i loro amici laziali,magari prendendola a ridere,magari dicendo ” so’ regazzi” , “sono ragazzate “?

    Ve rendete conto che dirigenza/società inetta abbiamo ?

    1. con tutto il rispetto cosa dovrebbe fare la società? denunciare l’accaduto contro ignoti?

      fare magari un comunicato per dire cosa?

      1. Il comunicato lo emetti per dire che si è superato il limite della goliardia e che la società a.s. Roma adirà le vie legali per tutelare i suoi dipendenti e la sua immagine. All’inizio fai una denuncia contro ignoti e poi denunci i coglioni che hanno fatto questa “genialata”,uno per uno,con tanto di nome e cognome,una volta identificati ( c’è un video di quanto accaduto).
        Poi ci sono le eventuali denuncie ,a livello personale ,dei calciatori interessati ( in questo caso ci penseranno gli avvocati dei calciatore se questi ultimi vorranno deninciare quelli che hanno fatto questa cosa).
        Quando la Sud fece i cori contro Pallotta,la contestazione dei tifosi contro la squadra sotto la curva ( cose normali nel mondo del calcio quando le cose vanno male) e lo striscione verso la madre del tifoso napoletano (criticabile ma che penalmente non costituisce reato) subito ci fu la ritorsione, Oggi,invece,fino ad ora,non si muove una foglia.Tutto tace.
        Chi la tutela la Roma ?

  80. Adesso non facciamo come X là stage di piazza Fontana, che se vai in giro a chiedere per strada scopri che i più sono convinti che è stata opera delle BR.
    Quella vigliaccata di striscione con manichini è senz’altro opera delle quaglie e si innesta nel filone di umorismo (si fa X dire) noir cominciato con il funerale e le scritte a Trigoria.
    Peraltro un romanista, tra i tanti manicuhini, non avrebbe certo scelto Radja e Momo, il primo per distacco il migliore giocatore della stagione, il secondo l’unico dei nostri che si è salvato nell’ultimo maledetto derby.

    Quanto all’annuncio del ritiro di Totti, leggo e sento per radio una marea di sciocchezze.
    Tanto per cambiare si incolpa la società e la dirigenza (ormai siamo al livello di “piove governo ladro”), ma, in questo caso, il primo è l’unico ad avere colpe è il Capitano.
    Il contratto che prevedeva il passaggio nei quadri dirigenziali al 30.6.2017 Totti l’ha firmato da tempo e non è un mistero per nessuno.
    Come non è un mistero X chiunque l’ha visto in campo questa stagione che ad oggi Totti sia a tutti gli effetti un ex giocatore.
    Come Gerrard, Bryant, Xavi ed altri campioni prima di lui l’annuncio, in realtà un ultronea conferma di quanto è da tempo noto, avrebbe dovuto darlo lui.
    Pare che l’occasione concordata fosse la presentazione degli scarpini dorati a lui dedicati, ma deve essersene dimenticato.
    In compenso, ai giornalisti che sopo il derby gli hanno chiesto conferma dell’imminente ritiro, ha risposto:”lo dicono gli altri, non io”, come a voler far intendere che la cosa non fosse già decisa da tempo.
    Quanto a Monchi, a precisa domanda si è limitato a dire che era a conoscenza, già prima di accettare l’incarico di ds della Roma, dell’accordo tra giocatore è società.
    Tutto il resto è la solita bava dei lecchini che sgorga dalle radio e dalle tastiere dei giornalai.

  81. @AVE, LUPOGIO, ROMANISTAVERO, CUCS, DOWN UNDER, APOLLO, OBLOMOV, THIAGO,MARIO73, ATTILIO IV, DEROSSIMAANCHENO

    Vi saluta Julia.
    😀

    1. Ciao,Amarcord

      Ringrazia Julia per i saluti : contraccambio con affetto a Lei e a tutti Voi : ) : ) : ) .

      Ma per venire a lavorare in S.A. come si può fare ? Hai qualche consiglio / lavoro da dare ?

      Io ,che ho giocato a Rugby,avrei una “corsia preferenziale ” ?

    2. Tanti saluti a tutta la famiglia, amuleti compresi.

    3. Grazie a Julia e saluti a tutta la tua famiglia

    4. Un salutone a Julia allora!

  82. ivan gamberini 5 maggio 2017 il 09:15
    “Fanculo la Juve. Se batti Empoli atalanta Cagliari e Torino lo scudetto lo vinci comunque questa e la realtà”

    Concordo, abbiamo buttato via tre scudetti per aver perso con squadre poi retrocesse.
    E’ nel nostro DNA
    Ma sarebbe bene anche iniziare a portar via qualche punto dal Merdastadium

  83. non capisco se sei ironico
    Già, pensano al terzo posto come obiettivo certo.

    lascia il tempo che trova criticare il ds dopo neanche 48 ore di attivita’
    per cosa poi per un giocatore che facile che tra un anno scriverai dio lodato che non l’abbiamo preso premesso che ad oggi non ha firmato niente
    la verita’ e’ che a molti non va mai bene niente e hanno seri problemi a prendere coscienza della reale situazione/ambizione della asr

    1. No, non sono ironico per niente…magari lo fossi stato!

  84. Se fosse vero che chiedono 35 milioni per Kessie sarebbe giusto rifiutare.
    Nella seconda parte di campionato il suo rendimento è calato, è forte fisicamente, ma anche Barusso lo era, anzi forse Barusso era più fisicato………

    I manichini appesi sono un sfottò? Boh, forse.
    Ma immaginate le conseguenze se fossero stati tifosi della Roma ad aver “impiccato” dei manichini laziali.
    Valanghe di DASPO, multe, perquisizioni delle abitazioni, ritorno delle barriere in Curva, massacro mediatico da parte di tv e giornali.
    E’ poco, ma sicuro.

    Quello che però a me interessa veramente, è sapere come giocheremo a centrocampo contro il Milan.
    Kevin giustamente fuori, Grenier dimenticato dal mister, De Rossi più o meno sempre acciaccato……non rimangono molte scelte.
    Da Spalletti c’è da aspettarsi anche Gerson titolare.

    1. credo ke utilizzerà il 4-2-3-1 quindi cn capitan paracarro e paredes in mediana.
      cmq poi nn stupiamoci se la stagione va a finire a disastro.
      grenier preso xke cosa? boh.
      gerson acquistato un botto xke cosa? boh.
      l’infortunio pesantissimo di Flo.
      Spalletti ke pure sul 3 a zero fa i cambi al 40 ed ora i giocatori sno cotti.

  85. mi accodo ad alcuni commenti sotto. poi urlo ke la società è debole. ma si può fare la guerra x kessiè? spendere un botto xun giocatore ke è al 1anno in serie a? ma avete visto ke fine ha fatto gagliardini? pensa a portare a casa Pellegrini xiniziare e poi cerca un centrocampista simile ad un prezzo giusto. è logico poi pensare male. vuoi vedere ke xtenere Strootman sacrificano Radja e lo sostituiscono cn Kessiè? qua siamo proprio messi male. e vojo vedere ke cosa combineranno visto ke al 99% arriveremo terzi xkè la squadra si è squagliata..

  86. Su kessie dico cio: il ragazzo, ha 20 anni, ha fatto e sta disputando un ottimo campionato, ma appena ho visto che si parlava di mercato le sue prestazioni sono scese di rendimento, con un recupero in questo fine di stagione.

    Il discorso è: li vale 28mln? per spendere tale cifra, che a quanto pare potresti pagare il prox anno, devi essere sicuro al 100% di questo giocatore, senno fai la fine di iturbe.

    sull’ingaggio mene frega ben poco, perche ormai son tutti cosi, tanto piu se corteggiati da top club.

  87. Escono fuori dopo un po diversi altarini: Totti doveva dare l’annuncio del suo ritiro alla presentazione dei suoi scarpini X.

    Alla fine il capitano non se le sentita e la società è entrata a gamba tesa per ribadire che questo era il suo ultimo anno, come pattuito a giugno scorso nel contratto da lui firmato.

    Si vuol sempre far passare la società come la cattiva, ma se totti non fa cio che era ed è stato concordato la colpa è di pallotta, che a sua volta ha detto che sarà direttore tecnico?

    Due pesi e due misure.

  88. ivan gamberini 5 maggio 2017 il 09:15
    Fanculo la Juve. Se batti Empoli atalanta Cagliari e Torino lo scudetto lo vinci comunque questa e la realtà

    …. ssssshhh !!! Piano, fai piano, c’è il rischio che “qualcuno” si svegli e cada dal letto tutto sudato, vuoi mettere con:
    Pallottolo, ambiente difficile, ecco il nuovo “fumante” etc etc… fa molto più figo.
    A me danno fastidio i numeri della sveglia sul comodino, figurarsi la luce accesa!
    Ave Atque Vale e SempreForzaMagicaRoma.

    1. m’ero dimenticato “la mentalità vincente” …. è quello è sicuramente quello, Buahahahah!!! Le foglie di fico, ogni giorno una nuova. Saluti Giallorossi.

  89. Totti, sempre Totti, fortissimamente Totti.
    Con tutto l’affetto per il capitano succeduto ad Aldair, che cedette volontariamente la fascia a Francesco tanti anni fa, suggerisco di staccare un po’ la spina dai fatti suoi e concentrarsi su colori e maglia: non abbiamo chiara la faccenda del dirigente e dei suoi incarichi, ma sembra che in società ne sappiano anche meno di noi.
    Un giorno ambasciatore, un altro responsabile dello spogliatoio e dei rapporti tra società e giocatori, poi direttore tecnico, non però, credo, nel senso di allenatore in pensione, ma di responsabile dell’area tecnica, come Monchi lo è di quella sportiva.
    Come ha scritto Alexacireale, prendiamoci tutti una bella pausa di riflessione, per riparlarne quando le idee saranno più chiare per tutti e per Totti.
    Per quanto riguarda i manichini, non enfatizzerei con commenti macabri: si tratta del solito sfottò, avvalorato da un fine stagione nel quale i cuginetti ci hanno bastonato ripetutamente e dolorosamente.
    Questo sì ci dispiace.

  90. VERGONA!!!

    Questa notte, a due passi dal Colosseo, alcune persone hanno esposto dei manichini impiccati e uno striscione con un messaggio di minaccia contro il club giallorosso. Un atto vergognoso e una grave offesa ai valori e al mondo dello sport”, questo è stato il commento circa l’accaduto dell’Assessore allo sport, Daniele Frongia​, apparso sul proprio profilo Facebook.
    10:45 – Uno striscione minaccioso è comparso questa notte nei pressi del Colosseo, sul ponte che sovrasta via degli Annibaldi: “Un consiglio, senza offesa… Dormite con la luce accesa!”, il testo dello stesso accompagnato da alcuni manichini impiccati con addosso le maglie di alcuni giocatori della Roma, tra cui De Rossi, Salah e Nainggolan.

    Qui ancora ce gente che parla di AMBIENTE FALSO PROBLEMA…

    Certe parti degli addetti ai lavori che instillano l’odio nel tifoso becero da raspo a vita.

    Minacce di morte per cosa?

    Per una delle cose effimere della vita cm il calcio?

    Sn senza parole.

    1. a scemo
      l’hanno messo quelle merde della squadra di Apollo

      1. ma guarda che lo sapevo… scemo? come vedi non ho scritto tifosi della roma.

      2. li ha messi qua’a stappafiletti de tu madre!

        bella pete!!! ^^

  91. strootman pagato 17mln, naingolan già esploso 20mln, pjanic fu pagato 15 ed ora volete spendere 35 mln per kessie?

    1. Ciao oblomov
      quoto la Roma deve puntare su giocatori forti pagati massimo quelle cifre li

  92. Che Kessie vada dove cazzo vuole
    chi minchia é poi sto cazzo di giocatore?
    Kessie? chi????? a 35?????

    Monchi non spenderebbe mai 35 milioni per un giocatore che ne vale 15
    e che perderesti per mesi ogni due anni, meglio Pellegrini che il nostro miglior ds c’ha impacchettato a 10 milioni (quando era nostro).
    Monchi con 7/8 milioni te ne porta 2 di Kessie.

    1. Dici? Beh, se è vero ben venga, ma io ci credo poco… se fosse vero gli altri sono scemi? Al Milan c’hanno la sveglia al collo?
      Io invece temo che Monchi sarà un altro Sabatini: azzeccherà forse un giocatore e ne prenderà altri 5 pipponi.
      Per non parlare dell’allenatore, è spagnolo e mi sa che ci porterà un altro spagnolo, una scommessa come Enrique che dopo sei mesi prenderà già la via del ritorno.
      Mettiamocelo in testa: in Italia non si vince con le scommesse, ma con allenatori bravi che conoscono il nostro calcio.

      1. ciao alex
        Monchi mi ha fatto una impressione positivissima che non provavo da tempo
        Sabatini non é un buon DS e i danni fatti da questo individuo ce li porteremo per anni, Monchi ha dimostrato di poter costruire grandi squadre, lo dice il suo curriculum e tutti i giocatori da lui scoperti e non pagati alla Iturbe o Gerson o Lamela…
        Basta pensare a Dani alves portato in Europa a 800 mila euro e poi Ivan Rakitic, Aleix Vidal, Seydou Keita, Alvaro Negredo, Kondogbia, Carlos Bacca, Sergio Ramos, Juses Navas, Alberto Moreno…

        Non proprio pippe alla Piris, Osvaldo, Destro, Iturbe, Doumbia…

    2. ciao peter!
      Bravo hai poi sottolineato un aspetto chiave
      Kessie parteciperà ogni 2 anni alla coppa d’africa
      I calciatori africani o sono dei fenomeni assurdi presi a prezzi vantaggiosissimi oppure è meglio evitare di acquistarli

  93. Sono poi contrario al fatto che Totti dall’anno prossimo abbia un incarico di responsabilità all’interno della squadra
    Rare volte si è comportato da capitano e alcuni suoi gesti e dichiarazioni spesso hanno arrecato danni a se stesso e soprattutto alla Roma
    In più non ha avuto nemmeno il coraggio di annunciare pubblicamente il suo ritiro ma l’ha affidato al neo arrivato monchi
    Per adesso ripeto secondo me non è il caso che faccia il dirigente ma si prenda una bella pausa
    Poi non ho nemmeno capito la funzione del direttore tecnico
    Su Wikipedia c’è scritto “Nel calcio, col termine di direttore tecnico generalmente si indica un allenatore che ha superato i limiti di età e può gestire una squadra professionistica solo se affiancato da un allenatore di prima categoria”
    Insomma una figura che più di aiuto può risultare di peso per l’allenatore…
    E poi va bene che Totti viene additato come matusalemme, troppo vecchio ecc.
    Ma che già a 40 ani abbia superato i limiti d’età per allenare mi sembra eccessivo xD

  94. Buongiorno a tutti!
    Una cosa che non sopporto è fare il moralista, dare giudizi
    Ma posso dire che è una vergogna i manichini appesi al colosseo?
    Di qualunque matrice sia chi l’ha fatto non è nè laziale nè romanista ma solo un coglione
    Il problema è che fa danno ai giocatori protagonisti, a una città e a due tifoserie che per la maggior parte sono fatte da persone per bene ma che verranno tacciate sempre di essere violente, aggressive ecc.
    Su Kessie condivido con rebel boy, il giocatore è fortissimo ma la Roma non può permettersi certe spese quindi viri su altri obiettivi a minor prezzo ma di pari valore e in giro ce ne sono sicuro

    1. Ciao Alex,

      Si, si ad essere forte è forte Kessie. Ma con 35 mln se hai un ds bravo te ne prendi 2 di giocatori forti.

  95. Sulla faccenda Kessie e già si nota una cosa importante ed è che Monchi dorme come un cavallo…miglior inizio non ci poteva essere!
    Voglio una proprietà cinese anche per la Roma, altro che cazzi!!!

    1. sulla faccenda Kessie e già si nota una cosa importante ed è che Monchi dorme come un cavallo…miglior inizio non ci poteva essere!
      Voglio una proprietà cinese anche per la Roma, altro che cazzi!!!

      interpretazione del tutto personale
      magari piu semplicemente non ha voluto avvallare l’idea di dirizionare una buona parte del budget su un iturbe e gerson bis, a maggior ragione adesso in cui il secondo posto appare sempre piu’ un incognita!

      1. Già, pensano al terzo posto come obiettivo certo.

      2. certo che incide le BASI!

  96. Se Kessie va al Milan tanto di guadagnato. Non vale né 35 né 28 milioni. Né tantomeno 2 di ingaggio a stagione. Già è tre mesi che è calato come rendimento. Totti giusto così. Basta. Sta diventando ridicolo. Ho visto la foto dei manichini con la maglia giallorossa impiccati vicino al colosseo. Probabilmente un messaggio forte ai giocatori della Roma che anziché lottare sul campo, pensano ai contratti e ai milioni senza dare nulla in cambio.

    1. ma non erano stati i formellesi a mettere i manichini? Comunque non mi sembra un messaggio adatto nel momento culmine della stagione… bisogna fare quadrato e vincere, non dare messaggi inquietanti

  97. Vorrei condividere una riflessione generale al di là del secondo o terzo posto e di tutto il resto: che senso ha più un campionato dove da sei anni vince sempre la stessa squadra? Certo, fa contenta la mezza italia rubbentina, ma fa bene al calcio italiano?
    All’estero almeno ogni tanto spunta una outsider – vedi Leicester – ma da noi non succede più ormai da vent’anni. Rischiamo di vedere una Juve vincente per 10 o più anni di fila, e non lo dico solo per tifo giallorosso ma più in generale per interesse dello sport e del calcio.

    Io credo – ma forse è utopia – che bisognerebbe creare una specie di lega alternativa, una coalizione in cui le big come le milanesi, il Napoli e la Roma, si mettono insieme per contrastare lo strapotere rubbentino: certo non alla luce del sole ma sottotraccia, in modo da mettergli i bastoni tra le ruote, ostacolarli in ogni modo, soffiargli i giocatori da sotto il naso (noi alla Roma siamo maestri in questo…).

    Magari così vinci uno scudetto ogni 7-8 anni ma è sempre meglio che vederne 10 di fila a strisce bianconere.

    Mi chiedo se Monchi abbia qualche idea in merito, ma a giudicare dal caso Kesie direi che siamo alle solite, se non peggio. Io mi ricordo che Sensi e Viola, con tutti i loro limiti, erano due presidenti che non si facevano comandare a bacchetta da nessuno e quando hanno deciso di portare a Roma il meglio del calcio lo hanno fatto e hanno vinto, anche se hanno poi pagato a caro prezzo. Viola non era certo uno che le mandava a dire a Boniperti… magari averlo oggi un uomo così alla guida della Roma.

    1. Fanculo la Juve. Se batti Empoli atalanta Cagliari e Torino lo scudetto lo vinci comunque questa e la realtà

  98. Anzichè concentrarci con unghie e denti sull’unico obiettivo ancora possibile, il secondo posto, come sempre questa società di dilettanti si è lasciata fuorviare da mille distrazioni e polemiche sterili, da Totti ai proclami ecc. ecc.

    Io spero di sbagliarmi, ma temo che il secondo posto ormai sia perduto: non faremo mai 12 punti (questa Roma può battere questa Juve?), mentre il Napoli può farne 12 e superarci sul filo di lana. L’unica nostra speranza, sempre ammesso e non concesso che si vinca a Milano, sarebbe di farne almeno 10 (dunque strappare un punticino contro la Rubbe) e sperare che il Napoli stecchi almeno una gara, facendo 10 punti anche lui.

    Vediamo cosa si inventeranno i geni della lampada, per giustificare l’ennesima tranvata, quando ci verranno a mancare anche i soldi della Champions.

  99. I giocatori vanno dove vogliono loro non dove vuole la società di appartenenza. Per questo sarebbe stato saggio trattare con Atangana. Invece dopo l’accordo con l’Atalanta mi risulta si è tentato di bypassarlo attraverso intermediari e lui giustamente essendo il procuratore del giocatore si è risentito e farà di tutto per non venderlo a noi.
    Errori strategici del giovane Massara a parte, c’è da chiedersi se è opportuno effettuare ora un’asta col Milan per il giocatore a cifre decisamente alte.
    Io credo di no. I 25-28 ml già erano una bella somma. Al massimo si può alzare il compenso del giocatore ma alla fine quella che conta è la voglia di venire a Roma.
    Se Kessie ci sceglie convintamente bene altrimenti vada dove vuole.

  100. adesso piangiamo su kessie? non è mai stato nostro, un giocatore è di una squadra quando firma un contratto, fino ad allora può arrivare un paris saint germain qualsiasi e te lo fotte il giorno prima di firmare con un po’ di soldi.. questa è la realtà, i soldi..

    1. QUOTO e aggiungo sti cavoli del rastafaiano
      tornasse Pellegrini e rimanesse Parades

      1. Straquotone….andasse affanculo al milan quest’altro mercenario.

  101. Anche se non ancora, il secondo posto l’abbiamo perduto con quelle partite
    che invece dovevamo vincere. Potevamo avere dei punti in più.
    Lo scontro diretto con la juve, e la nostra scarsa condizione sarà la condanna ?
    Non ci resta che perdere.

    1. maro che gufata gratuita non sarai vagamente umorale?

      1. Non c’è un orizzonte chiaro, si vede solo nebbia…la stagione si preannuncia
        nel finale come sempre, era già tutto previsto…anzi, direi che è stato più bello
        il campionato scorso con Spalletti intervenuto a mezza via, la Roma ha cambiato faccia…ora invece vista la squadra al derby stiamo annaspando,
        nella vana speranza che Dzeko ce coje….e devono essere tutte palle e gol facili, altrimenti nisba….ora che ne avremmo bisogno come il pane sbaja in continuazione, è inguardabile..
        Ci mancherebbe che non avessi piacere in un finale di stagione strepitoso…
        la realtà però è diversa, si presenta inesorabile…. stringiamo i pugni…
        e Forza Roma in eterno.

    2. Gufo o civetta, se non quello che penso, è certamente quel che temo anch’io.

    3. ciao Giemmolette che esternarlo non scongiura il rischio, che innegabilmente è reale.. detto ciò per caso sapresti farmi chiarezza di cosa accadrebbe se le squadre si trovassero a pari punti? so che il primo fattore preso in analisi saranno gli scontri diretti, ma mi chiedevo se si considererà solo il risultato e quindi nel caso 1:1 oppure se si aggregerà il punteggio delle due partite? i pulcinellari se dovesserò scavalcarci troverebberò pari pari i soldi necessari all’acquisto di Scezni che come già in precedenza detto a mio avviso la sua conferma dovrebbe essere una priorità!

      1. Nel caso in cui arrivassimo a pari punti si aggregherà il punteggio delle due partite.
        Noi abbiamo vinto 3 a 1 e loro 2 a 1,quindi 4 a 3 per la Roma ( passiamo noi
        grazie alla classsifica avulsa ).

  102. Leggo che il Milan ha preso Kessie: vero o non vero, e questo prima o poi emergerà, mi è venuto da riflettere sui rapporti tra giocatori, squadre di appartenenza, procuratori, squadre di possibile approdo, contratti, scadenze.
    Dalla vicenda Bosman in poi il consenso del giocatore è indispensabile al trasferimento, e di questo prendiamo atto.
    Ma una volta firmato il contratto, le prestazioni sportive del giocatore appartengono alla squadra, fino alla scadenza e per l’importo concordato.
    Da queste premesse devono derivare, anche con una modifica alle norme vigenti, conseguenze immodificabili:
    1. giocatori e procuratori non possono richiedere o trattare modifiche, né del compenso, né della durata, pena sanzioni pesanti per entrambi, fino alla squalifica anche pluriennale per il calciatore e al ritiro della licenza per il procuratore, durante la vigenza del contratto;
    2. giocatori e procuratori non possono intrattenere rapporti, neanche interlocutori e/o indiretti con altre società, fino alla scadenza, pena sanzioni come sopra e, per il calciatore, fino alla radiazione;
    3. miglioramenti contrattuali, unilateralmente offerti dalla società, unitamente a eventuale prolungamento, decorrono comunque dalla scadenza del contratto in corso;
    4. istituzione di un albo delle trattative che stabilisca una priorità a termine prestabilito per coloro, società, giocatori e procuratori, che ne sono attori, alle condizioni esposte, con divieto di inserimento di altri soggetti fino a scadenza del termine predetto, con sanzioni bilanciate tra quelle previste ai precedenti nn. 1 e 2.
    Ho esposto il succo di riflessioni conseguite all’interferenza del Milan e alle proposte di numerose società ai nostri calciatori: mi sembra che avessi considerato altri aspetti che, al momento, mi sfuggono, ma che potranno emergere in seguito a un costruttivo dibattito in questo sito.
    Quel che è inaccettabile è questa caccia all’uomo da parte di società danarose: ricordo che tanti anni fa, quando Moggi lasciò il Napoli, approdò per alcuni mesi, non più di un paio, alla Roma, per la quale acquistò Ferrara dal Napoli e Buffon dal Parma. Prima della scadenza dei termini del calciomercato approdò alla Juventus, alla quale si presentò con i nostri due giocatori. La sua misconoscenza dell’esistenza e del significato dell’onestà concettuale e professionale, condusse poi lui, Giraudo e Bettega dove sappiamo e la Juventus in serie B, con l’annullamento di due scudetti: ma l’agnello perde il pelo…
    Quel che è parimenti inaccettabile, soprattutto ad opera di procuratori privi di scrupoli e attenti solo a riempire le proprie tasche, è il giocare su più tavoli, costruendo trasferimenti fuori termine.
    Quel che è, ancora, inaccettabile, da parte di calciatori professionisti solo a chiacchiere, è pretendere adeguamenti di compensi poco dopo la sottoscrizione di un contratto pluriennale: la squadra che intendesse prometterlo sa che rischia sanzioni pesanti, insieme a chi lo pretendesse.
    In attesa di osservazioni e integrazioni.

    1. Ciao Giemme.

      Io so che la Roma abbia aumentato il compenso a kessie : 1.800,000 a stagione (contro 1.100.000 offerto dal milan ).
      Il costo del cartellino sarebbe di 25 milioni + 3 milioni di bonus ,quindi 28 milioni totali.

      1. Ciao Romanista. Ho letto cifre invertite rispetto a quelle lette su altro sito: 1,2 noi, 1,8 il Milan; del costo del cartellino non so niente.
        Ma il problema è anche un altro, di cuore giallorosso: chi non ci ama non ci merita.

    2. Ciao Giemme.

      indipendentemente dalle cifre ( in queste occasioni ne girano tante anche contraddittorie tra di loro ),questo “rifiuto” / “ripensamento” avviene perché la Roma è considerata una piazza non appetibile a livello calcistico ( se noi fossimo stati la juve sarebbe venuto correndo a piedi scalzi ).
      Giustamente,uno potrebbe chiedersi : ” allora perché preferisce il milan ? “.
      La risposta è semplice : il milan ha una storia vincente e tanti trofei e titoli in bacheca ( gli stessi del Boca,altra mia squadra del cuore).
      La Nostra Roma aveva questo potere d’attrarre i calciatori forti ( i calciatori avrebbero fatto “carte false” per giocare nella Roma).Questo appeal è scomparso grazie a questi 7 anni da incubo,di questa dirigenza.
      Io vorrei sapere :” gli attuali dirigenti della Roma hanno rotto uno specchio” ?
      Lo chiedo perché sono sette anni che facciamo solo figure di emme.

  103. Il Milan dei cinesi piazza il primo colpo. Come riportato da Matteo De Santis de La Stampa è fatta per Franck Kessie per una cifra pari a 35 milioni di euro. Beffata quindi la Roma anche sull’offerta all’Atalanta.

    1. ho guadato attentamente durante roma atalanta come ha giocato kessie e devo dire che oggettivamente già da li si poteva dire con certezza che nn sarebbe venuto a roma…..aggressivo al limite della provocazione con molti senatori della roma…se hai intenzione di venire nella capitale di certo nn giochi così.

    2. se fosse confermato sarei contento
      ma ci rendiamo conto che il
      35m il napoli a quella cifra ci prese Mertens e Allan
      la juve con qualcosa in piu’ Pjaca e Sandro oppure Pjanic miglior centrocampista del toreno noi senza contare il nonsense Ibarbo Strootman e Naingollan
      l’inter Jao Mario uno che ha trionfato agli europei e che era il perno della mediana dello sporting da 4 anni circa
      fino a 2-3 anni con quella cifra ti prendevi a mani basse la migliore punta under 21 del torneo targata ex blaugrana un certo Icardi (noi a parita’ di prezzo andammo su quel fenomeno di Destro)
      sono prezzi fuori mercato
      ben venga l’ossatura italiana ben venga la primavera

      1. Con questo sistema e a queste cifre l’anno scorso la roma ha perso Diawara.

  104. Che palle

  105. Lory san
    quote
    Il mondo romanista penso che si possa racchiudere in una parola: INCOERENZA.
    Perche incoerenza?
    Perche si dice lincontrario di tutto.
    Prima ci si lamentava del perche la societa nn prendesse posizione su Totti, poi la si attacca perche la prende… A che gioco si sta giocando?
    Ne faccio un altro di esempio. Molti si son lamentati del fatto che ls roma fara ricorso per strootman per la simulazione ( netta ), e per molti intendo radio, giornali e tifosi normali; cosa molto simile alla rivolta GENERALE cn annesse manifestazioni di insulti verso pallotta, per nn aver fatto ricorso alla squalifica della curva in occasione di napoli roma ( o roma napoli ) quando si ê esposto lo striscione che insultava la madre di ciro.
    Ritornando al tema principe, in realtà di totti non gliene frega quasi nulla a nessuno e lo si usa per andar contro la societa.
    Ormai lo scopo principe del tifo romanista é stare costantemente contro questa societa, ragione o torto, é cosi.
    Mi dispiace per Totti che venga usato da maiali delletere romano cm mezzo di attacco.
    Perche si é sempre detto che totti é un male per la roma? Perche lui DIVIDE, perche lui ha creato ( senza saperlo ) una cosa chiamata tottismo che é uno dei tanti mali di questo ambiente.
    Per molti Totti é la roma, ma se da anni stiamo discutendo del capitano, da altre parti si vince.
    Della ROMA non gliene frega piu nulla a nessuno.
    unquote

    tutto giusto ma alla fine dove sarebbe la novita’?
    dal 2002 e voglio essere generoso a dire 2002
    dimmi un annata in cui un buona parte dei tifosi
    non sia andata contro la rispettiva societa’?
    comunque Palotta oltre a non averle le basi
    (ne reali interessi) per gestire una societa’ sportiva
    si e’ dimostrato ancora una volta viscido
    sono il primo che si auguravo il ritiro di Totti
    ma sei un codardo se aspetti il 03/05 che arriva
    il caio di turno a farti il lavoro sporco!!!
    questa notizia l’avrebbe dovuta comunicare
    al diretto interessato quando si e’ preso la briga
    di degnarci della sua regale presenza
    e avrebbe dovuto lasciare a lui le modalita’
    di decidere la circostanza di quando comunicarla

  106. “Higuain non segna mai nelle partite decisive” [cit.]

    Quello che ieri sera ha segnato due gol in una semifinale di Champions, a me sembrava proprio lui.

    1. Saggio Amarcord…..
      un salutone a tutta la famiglia!!

  107. Opinioni condivisibili
    tranne quelle del laziale-bianconero apollo (detto a-pollo o semplicemente merda)
    e del tuttologo lorysan

    Ok Totti si ritira, ma che cazzo di modo é di annunciare la fine di una campione e leggenda di una squadra?
    E non é colpa di Monchi, anzi, lui rispetto allo schifo di Pallotta e Baldissoni é un professionista rispettabilissimo e che sicuramente gaserà l’ambiente.
    Parla in modo chiaro e direct to the point, non come quella vecchia zitella che delirava e si autoproclamava.

    1. Ma guarda che la societa si é espressa gis a giugno scorso con tanto di COMUNICATO UFFICIALE.

      Lo ha ribadito baldissoni e massara la scorsa settimana.

      Il polverone lo stanno creando stampa, giornalisti e radio specializzate nel buttare fango e raccontare falsità.

      Noi, almeno io e pochi altri, erano entusiasti dell’arrivo di monchi, ma a roma invece di parlare dello spagnolo si parla ancora di totti.

      Questo é il problema.

      Ma di milan roma, chi parla?

      1. quanto sei poco romanista quando parli cosi di Totti
        e cosi di Baldissoni e Massara

      2. ma quale chiarezza. nessuno che si è presentato davanti ai giornalisti a dire che questo sarebbe stato l’ultimo anno di totti… nessuno.

      3. Il contratto parla. Il fatto è che Totti è sempre stato abituato a fare come vuole. Tanto se pallotta avesse detto che questo era l’ultimo anno l’avreste linciato ( coaa effettivamente accaduta), da possibilista viene linciato e se gli propone 300 anni di contratto verrà linciato… Sempre le pietre

      4. Sbagliato posto

  108. Potrebbe essere Kurt Zouma l’erede di Kostas Manolas, vicino all’addio alla Roma in estate. La società giallorossa monitora da tempo il difensore francese classe 1994 del Chelsea, che in questa seconda parte di stagione sta riacquistando confidenza sul campo dopo la rottura del legamento crociato subita lo scorso anno. Proprio per farlo ristabilire al 100% consentendogli di giocare con maggiore continuità, Antonio Conte appare disposto a lasciarlo partire in prestito annuale alla riapertura del calciomercato in estate e la Roma è pronta a bussare nuovamente alla porta dei ‘Blues’. La dirigenza giallorossa potrebbe stringere un accordo con il Chelsea per garantire un ampio minutaggio al giocatore, come fatto (ma con poca ‘fortuna’) col Barcellona per Vermaelen la scorsa estate.

    Posto questo articolo anche un po’ x uscire dalla querelle Totti.
    Per quest’ultima, prima o poi (comunque fuori tempo utile) arriveranno le dichiarazioni del Capitano, quindi conosceremo anche il suo pensiero. Almeno fino ad allora direi di smetterla con una polemica sterile e dannosa per il già fragile equilibrio del nostro spogliatoio.
    Venendo alla notizia, Zouma era forse il centrale ventenne più promettente in Europa 2/3 anni fa.
    Tecnico e veloce a dispetto di una stazza da colosso, fortissimo di testa, potenzialmente vale il greco e, per via di una migliore tecnica, anche di più.
    Purtroppo per lui ha avuto un infortunio ai legamenti ed al rientro ha trovato poco spazio.
    Come tutti i calciatori reduci da questo tipo di operazioni ha bisogno di giocare con continuità per recuperare al meglio e la Roma potrebbe approfittarne.
    Spero però con un prestito con diritto di riscatto, perché un prestito secco mi sembrerebbe in contrasto con i piani dichiarati di aumentare la competitività valorizzando giocatori nostri.

    1. Spero sia una bufala, non lo prenderei, di gente da recuperare dopo infortuni al crociato ne abbiamo già troppi, perché prenderne un altro?
      Non vogliamo mai imparare la lezione

      1. veramente un Vermalen bis cosi’ gratuito ma anche no a maggior ragione se sprovvisto di diritto di riscatto.. se tanto mi da tanto punto su Jesus che alla fine l’hai pagato 10 pippini ed e’ sicuramente cresciuto da inizio campionato (ricordiamoci che e’ pur sempre un centrale di ruolo mancino e che essi siano merce rara seppur non abbia queste abilita’ di palleggio fuori dal comune) o ancora meglio punterei su Marchizza ma tanto e’ come parlare al muro comunque prima di fare questi discorsi bisogna capire chi verra’ e che modulo vorra’ usare perche’ con la difesa a 4 anche con una partenza di Manolas/Rudiger Zuma nello specifico sarebbe inutile quanto meno se messo in realzione alle nostre disponibilita’!

  109. Il mondo romanista penso che si possa racchiudere in una parola: INCOERENZA.

    Perche incoerenza?

    Perche si dice lincontrario di tutto.

    Prima ci si lamentava del perche la societa nn prendesse posizione su Totti, poi la si attacca perche la prende… A che gioco si sta giocando?

    Ne faccio un altro di esempio. Molti si son lamentati del fatto che ls roma fara ricorso per strootman per la simulazione ( netta ), e per molti intendo radio, giornali e tifosi normali; cosa molto simile alla rivolta GENERALE cn annesse manifestazioni di insulti verso pallotta, per nn aver fatto ricorso alla squalifica della curva in occasione di napoli roma ( o roma napoli ) quando si ê esposto lo striscione che insultava la madre di ciro.

    Ritornando al tema principe, in realtà di totti non gliene frega quasi nulla a nessuno e lo si usa per andar contro la societa.

    Ormai lo scopo principe del tifo romanista é stare costantemente contro questa societa, ragione o torto, é cosi.

    Mi dispiace per Totti che venga usato da maiali delletere romano cm mezzo di attacco.

    Perche si é sempre detto che totti é un male per la roma? Perche lui DIVIDE, perche lui ha creato ( senza saperlo ) una cosa chiamata tottismo che é uno dei tanti mali di questo ambiente.

    Per molti Totti é la roma, ma se da anni stiamo discutendo del capitano, da altre parti si vince.

    Della ROMA non gliene frega piu nulla a nessuno.

  110. Monchi ha già iniziato col piede giusto… sparando il primo proclama: “sulla Roma non c’è il cartello si vende, c’è il cartello si vince”.
    Molto bene Monchi, noi tifosi ti prendiamo sulla parola: vediamo cosa riuscirai a non vendere e soprattutto cosa riuscirai a vincere.
    Io resto in attesa.

    1. io ho smesso di credere alle promesse di questa società

  111. Ma come si fa ad avere un presidente che dopo l’ignobile figuraccia nel derby non trova nulla di meglio da dire che queste banali parole di circostanza:
    «Vorrei che i tifosi della Roma fossero orgogliosi dei nostri giocatori».
    «Orgoglioso di essere il presidente della Roma, non voglio che i nostri tifosi siano tristi, io odio perdere e vorrei solo vedere la felicità della gente che va allo stadio».

    Ma che buffone, vattene, sparisci, datti al baseball o al basket perchè di calcio non ne capisci niente. Non vuoi che i tifosi siano tristi? Bene, allora caccia i soldi e costruisci una squadra di uomini.

    1. Chissà se si è reso conto di aver avallato acquisti di gente scocciata, gente da recuperare,
      parecchi investimenti sbagliati….anche cose buone, ma sono quelle sbagliate che poi fanno
      la differenza.

  112. Dopo anni leggo e sento sempre la stessa roba…
    La Roma non è e non è mai stata una squadra vincente. Inutile ci si riempia la bocca con tempi passati,fastosi ecc… Semplicemente li si gonfia perché pensare al passato lo rende sempre romantico e si romanza la verità. Si pretendono risultati di un certo tipo ma non si capisce su quali basi …. Leggo di stagioni disastrose e penso :” ma in che mondo vivete?”. Forse oggi siete tutti più abituati a pretendere che ad apprezzare o riflettere ed io nemmeno sono vecchio. 90 anni di storia, 3 scudetti, qualche coppa nazionale e mo pretendevate che in 6 anni saremmo diventati il Real? Ma ve le siete scordate le vere pezze al culo? I giorni in cui si parlava di fallimento li ricordo e pure bene. Non sono cosí lontani… E non dite” eh ma la dirigenza ha detto”, vi prego, lo dicono tutti… Cazzo ma le fregnacce che vi dicono i politici ve le bevete tutte e quelle di Baldissoni diventano Bibbia?
    Non voglio convincere nessuno a cambiare idea su nulla ma lo sconforto non viene tanto da una sconfitta contro la Lazio ( 4 derby persi di fila e le risa di Gottardi qualcuno le ricorda?) ma dalle reazioni e dai commenti che si leggono in giro.
    Totti… Ma cone si può parlare ancora de sta storia? Non ce la fa. Qua se arriva Conte e non lo fa giocare diventa na pippa pure lui e cosí chiunque altro. Invece esiste una realtà ovvia a cui pochi cresono : gli anni passano, Totti non corre ed io non reggo piú l’alcool. Umiliante che giochi 5 minuti? Ma perché Giggs non ha finito cosí? Chi si è scandalizzato? Nessuno, è normale.
    Sturm und drang serale finito.

    1. Quindi ? Che si deve fare ? Come ci si deve comportare ?

      Quali saprebbero i giorni del fallimento ?
      Se i nuovi propietari hanno detto quelle cose “perché lo dicono tutti”, “perchè scherzavano”, non dovrebbero andarsene,visto che ci hanno preso per il culo ?
      Non abbiamo vinto niente in 90 anni e quindi non dobbiamo vincere mai ?
      Dobbiamo continuare a perdere ?
      Mi fai venire in mente la storia di quello che non si lavava mai ” perché tanto dobbiamo morire “.
      La juve,quando sono arrivati gli americani (per meglio dire unicredit,perché gli americani li hanno chiamati i laziali di unicredit) veniva dalla serie B ,da un paio di campionati mediocri e contestazioni feroci.
      Che hanno fatto ? Si sono guardati in faccia ed hanno detto : “dobbiamo vincere”.
      Come hanno fatto ? Programmandolo .
      Capitalizzazioni di centinaia di milioni,chiamando gente esperta che ha comprato poche sole e tanti giocatori buoni e alcuni campioni.Lasciando i campioni e comprandone altri.
      Se hanno venduto un campione,i soldi li hanno investiti in giocatori forti come quello che hanno venduto o più forte di chi è stato venduto.Nel frattempo, hanno incominciato a vincere ( i primi due scudetti con qualche aiuto arbitrale).
      Il fatturato attuale della juve è stato costruito con programmazione e vittorie; non è piovuto dal cielo…
      Qui abbiamo avuto 7 anni ( sono 7 e non 6) di figure di merda e grandi prese per il culo.
      Fatalità,quando a Roma si è voluto vincere ( Viola e Sensi ), la Roma ha vinto.
      Come è successo ‘sto miracolo ? Investendo soldi per comprare Campioni .
      Questo è il segreto per vincere ( praticamente è la scoperta dell’acqua calda).
      Potevamo vincere di più nell’epoca Viola e nell’epoca Sensi ? Sì ,certo.
      Non si è vinto di più per sfortuna (ma anche qualche sbaglio di troppo) contro il Liverpool,per troppa sicurezza contro il lecce ,per prosopopea spocchiosa con capello,e per colpa di litigi per questioni personali (mogli) contro la sampdoria.
      Il Chelsea non era nessuno. E’ arrivato Roman ( con quel nome doveva comprarsi la Roma…) ,che ha messo un sacco di soldi, e ha vinto (e continuerà a vincere…) .

      1. P.S. : cric e croc notturne quasi finite

      2. Cvd …. Non c’ hai capito un cazzo… Che se po pretende.

    2. ” Cvd …. Non c’ hai capito un cazzo… Che se po pretende.”

      gillu

      meno male che ce stanno fenomeni come te che capiscono pure per gli altri.

      si vede dalla foto del tuo avatar e leggendo il tuo nickname che sei uno che capisce

      ( ammazza se capisci….)

      Comunque scusa ,Einstein,se non ti ho riconosciuto.

      Correggi la tua risposta ; usa la prima persona del verbo avere e non la seconda persona : devi essere coerente con il tuo nickname e la foto del tuo avatar.

      Sturm und Drang ( comunque,per te, si intona meglio ndringhete ndrà )

  113. L’addio di Totti è diventato un alambicco: ognuno di noi dice e disdice nella stessa colonna.
    Dispiace, ma è nella natura delle cose: a una certa età, che per un avanti possiamo definire venerabile, la fine della carriera diventa inevitabile.
    C’è chi aspetta la cresta dell’onda e chi la manca.
    Totti l’ha mancata: dispiace, ma peggio per lui, che non ha colto l’occasione avuta.
    Oggi qualcuno ha ricordato i patti di un contratto dello scorso anno e non risultano interventi in contrario del capitano: lo facciamo maggiore e va in pensione.
    Francesco appende al tavolino le scarpette d’oro.
    Peccato. Poteva finire meglio: in fondo in venticinque anni il tempo c’era stato.

  114. continuate pure a parlare di totti.. fra poco, quando si ritirerà, perderete il vostro capro espiatorio per giustificare la mediocrità calcistica di roma.. vi sveglierete tutti sudati e non saprete più a chi dare la colpa..

    1. Non è una questione di capre respiratorie.
      Sull’addio di Totti qualcuno ha capito la cosa prima, qualcun altro lo deve ancora metabolizzare e la capirà più tardi.

      1. sì, ma l’argomento è sempre inutilmente lo stesso.. resta, non resta, danneggia la roma, distrugge la roma.. i problemi di questa squadraccia sono ben altri..

  115. Pallotta disse:”perche devo dire a voi le strategie del club?” Riferendosi ai giornalisti tempo fa.

    Totti che smette di giocare é una faccenda vecchia di un anno, quando ha firmato un contratto con su scritto che questo era il suo ultimo anno da calciatore ( gli aspettano 6 anni da dirigente, cosa mai vista per un calciatore ).

    Totti lo sa meglio di noi che questo era il suo secondo anno, mi ci ha giocato sopra, fregandosene delle conseguenze.

    Ma la vera cosa da capire é: Questa citta ê pronta per un addio di Totti?

    La risposta é NO.

    La gente crede che il problema sia spalletti, ma qualsiasi allenatore non farebbe giocare un 41-42enne.

    Perche rinnovare un altro anno per un giocatore che giocherebbe massimo 2-3 partite?

    La gente gli vuole bene, ma non capisce che volendo il suo rinnovo non gli fa altro che male.

    É vero, questa società non si é espressa, ma perche dire a noi cose che gia si sanno? Se hanno accordi in società, perche dovrebbero dire a noi?

    Non prendiamoci in giro, se Totti vuole parlare, PARLA, cm ha sempre fatto.

    Stanno tutti interpretando le loro parti, i loro copioni.

  116. derossimaancheno 3 maggio 2017 il 14:40

    ” Per Totti sono contento. Finalmente, dopo tante ambiguità, uno che parla chiaro e si assume la responsabilità di una dichiarazione impopolare. Anzi, da come l’ha messa il ritiro a fine anno di Totti deve essergli stato garantito al momento di discutere delle premesse X il suo arrivo a Roma “.

    Quindi,secondo te, Monchi avrebbe chiesto certezze sul ritiro di Totti sennò non sarebbe venuto ( come tu lasci intendere ) ?

    Monchi ,su Totti,ha detto quello che la società gli ha detto.che gli ha comunicato,che gli ha riferito.

    Monchi dice ,riferendosi alla decisione su Totti,questo : ” todo lo que he sabido ,lo que he escuchado es que ya hay una decision tomada ,un acuerdo cerrado…”

    trad. ” tutto quello che ho saputo,tutto quello che ho sentito (ascoltato) è che ci sia già una decisione presa,un accordo chiuso…”

    Questo vuole dire che è già stato tutto deciso dalla società. Non è, quindi ,un’idea di Monchi,una sua decisione.
    Quelle cose, sul futuro di Totti, le avrebbe dovute dire il presidente (se esistesse ) oppure il dg della ( se esistesse ) e non il neo ds .
    Questa è l’ennesima prova provata dell’inettitudine ( in questo caso anche della codardia ) dell’attuale dirigenza della Roma ; inettitudine che influisce,non poco, anche nelle prestazioni sportive della squadra,prestazioni già incasinate da un allenatore sempre più in confusione ( in Russia, Carrera,dico Carrera sta vincendo,con sette punti di vantaggio sulla seconda in classifica,il campionato russo.Quindi è tutto dire chi possa vincere in Russia.Anche noi (io e te) possiamo vincere in Russia ) .

    Quello che ha detto Monchi nella sua conferenza stampa di presentazione è ,più o meno,quello che dice un nuovo allenatore,un nuovo ds,ecc.,cose scontate : ” bisogna lavorare,dobbiamo vincere per i tifosi,dobbiamo realizzare i sogni dei tifosi,bla,bla,bla,ecc.,ecc.”. Mai sentito un nuovo allenatore,un nuovo,ds e/o dirigente dire durante la sua conferenza stampa di presentazione : ” voglio perdere,non farò allenare nessuno,i giocatori possono presentarsi agli allenamenti quando vogliono,ecc.”.
    Tutti sono venuti per vincere (a parole).
    Io farò come altri hanno detto qui nel forum : mi baserò solo sui risultati (trofei e titoli) ottenuti dal sig. Rodriguez Verdejo.

    Tralascio le minchiate scritte circa gli scarpini indossati da Totti ( per i suoi 25 anni di carriera,tutti nella Roma ) .
    La Nike è lo sponsor tecnico della Roma ma alcuni non lo riocordano o non lo sanno (?)

    Pensate agli inetti che abbiamo come dirigenti che,in caso di figure di merda reiterate e fallimenti sportivi, non vengono mai cacciati ( pagano sempre i giocatori o gli allenatori,mai i dirigenti…) e non agli scarpini: i problemi della Roma sono altri.

    1. Io non ho detto che Monchi ha chiesto garanzie, ho invece scritto che, stando alle recenti dichiarazioni del nuovo ds, al momento di discutere della suo arrivo a Roma, gli è stato riferito, adducendo a garanzia di ciò l’esistenza di un contratto formato tra le parti, che questo sarebbe stato l’ultimo anno da calciatore per Totti.
      In altre parole che prima di firmare per la Roma Monchi sapeva con certezza, per via di quel contratto, che Totti a fine anno avrebbe appeso gli scarpini.
      Per il resto non concordo con quello che scrivi.
      Agnelli fece un grave atto di sopruso nei confronti di del Piero quando gli annuciò a tradimento ed in faccia, in occasione di un’assemblea societaria, che il suo contratto non sarebbe stato rinnovato.
      Monchi ha invece parlato di un contratto firmato da tempo tra la società e Totti, ma in realtà l’onere è l’onore di comunicare l’addio spettava al Capitano che avrebbe, peraltro, dovuto confermare una decisione messa nero su bianco già da tempo.
      Invece solo qualche giorno fa, alla domanda in tal senso dei cronisti, faceva il vago.
      Ripeto, c’e chi la gestita diversamente ( non solo Kobe, ma anche Gerrard, Xavi etc.. ) secondo me uscendone meglio.

    2. concordo in pieno con il tuo pensiero, la società in primis che ha dato adito ai mille malintesi, spesso in malafede, dei tifosi sul termine della carriera di totti. la società doveva ovviamente farsene carico ma aimé la società non c’è. per vincere servono 3 elementi indissolubili; società, gestione tecnica e calciatori. se manca anche solo uno di questi elementi è molto, molto difficile vincere. o si decidono a fare una società ben strutturata con ruoli e responsabilità ben definite, senza zone grigie ricoperte dal Ds di turno o da un consulente esterno che vive a londra (solo ad titolo di es.) e a dare un chiaro mandato, uno stile un’identità che si ottiene con il lavoro quotidiano e la presenza del manico a trigoria o continueremo ad essere un hobby di pallotta, senza prospettive di vittoria, galleggiando….e pian piano naufragando fino al prossimo cavaliere bianco

  117. Si moltiplicano gli epitaffi per il capitano da parte delle grandi squadre europee.
    A questo punto è difficile pensare che Totti smentisca una notizia che ormai è virale.
    E dire che qualcuno dice che dovremo uscire dall’Europa!
    Come venir pensionato a propria insaputa!

    1. caro australe ,gli epitaffi si usano per i morti. qui mi pare che non sia morto nessuno anzi qui è nata LA LEGGENDA.

      1. Mai sentito parlare di metafora?
        Ovviamente si parla di fine carriera non di fine vita.
        La leggenda Totti non nasce questa stagione, anzi trovo che questo prolungamento forzato di carriera abbia nociuto all’immagine del capitano.
        Io ho trovato imbarazzanti e umilianti molte delle prestazioni di Totti quest’anno, non per il minutaggio ma per la mediocrità delle stesse che macchiano una grande carriera.
        Sarebbe stato molto meglio smettesse l’anno scorso dopo quel filotto di partite incredibili.
        E se alla fine il suo pensionamento fosse figlio di un equivoco, benvenuto equivoco!

  118. troppo comodo
    Empoli Atalanta Cagliari Porto Lione
    troppo comodo…

  119. qui non è questione di Monchi Totti o di altri cento giocatori
    qui è questione di Roma come squadra

    non mi importa di avere campioni
    mi importa di avere una squadra determinata a vincere

    che ci riesca poi è un altro discorso
    ma voglio un gruppo con la voglia di farlo

    sono stanco di vedere gare come contro l’Empoli Cagliari Atalanta e gli ultimi tre derby disputati

    decine di occasioni buttate al vento
    paghiamo ingaggi faraonici per gente che nei momenti cruciali falliscono sempre

    volevamo competere contro i golia del calcio
    non siamo pronti, non siamo preparati ed attrezzati per farlo

    mi auguro che Monchi avendo assistito al derby, se ne sia reso conto
    una squadra sulla carta inferiore ci ha stracciato

    costa si o no la metà della nostra, un pivello come allenatore
    ma ho visto in loro la voglia di vincere

    un passo indietro, ritroviamo l’umiltà e la consapevolezza che il fatto di chiamarsi Roma
    non basta nel calcio

    serve normalità
    secondi o terzi posti non ti fanno diventare grandi

    le grandi squadre sono quelle che vincono…e basta

  120. Il 99% dei tifosi e non hanno la memoria corta.

    LO SCORSO GIUGNO Totti ha firmato un contratto dove c’erano diverse cose: Un altro anno e al fine di tale anno un contratto da dirigente per sei anni.

    Che questo fosse l’ultimo di Totti lo si sapeva da giugno scorso, ma ora cascano tutti dalle nuvole.

    Massara, baldissoni e oggi monchi ( direttore sportivo della roma ) lo ha ribadito dicendo che LUI SAPEVA che in tal contratto cera questo futuro da dirigente. Stop.

    Gia molti cecchini a pagamento si sono inventati:”monchi scarica Totti”,”monchi fa smettere Totti”, quando é stato Totti a firmare tale contratto un anno fa.

  121. Tutti contenti per Monchi? Speriamo faccia tanti gol… Totti? Io stento a credere che sia stato dato questo annuncio senza che lui lo sapesse: fosse cosi sarebbe l’ultimo sgarbo di una stagione piena di cattiverie nei suoi confronti. Se Monchi ha fatto ció si è presentato malissimo, questa Roma sta togliendo a tutti suoi tifosi qualsiasi cosa (FRANCO MELLI, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)
    Monchi ci ha messo la faccia sul capitolo Totti ed è un punto a suo favore, fa capire che ha il coraggio di prendere le decisioni, peró mi sorge un dubbio: Totti lo sa? (FURIO FOCOLARI, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)
    Era già chiaro da diverse settimane che questo sarebbe stato l’ultimo anno di Totti, a me peró mi sarebbe piaciuto viverlo in modo diverso: è sembrato un peso per tutti, dalla società alla tifoseria, e penso che uno come lui meritasse qualcosa di diverso (STEFANO CARINA, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)

    1. Dei commenti di Melli e compagnia sparlante non mi curo, tanto è una solfa stantia vecchia di decenni.
      Evidenzio però che solo la settimana scorsa, dopo che alcuni dirigenti avevano rilasciato commenti che confermavano l’ipotesi dell’addio al calcio giocato da parte del Capitano, incalzato a tal proposito, Totti ha risposto: “lo dicono gli altri, non l’ho detto io”, con ciò facendo pensare a molti che la decisione definitiva del Capitano, se non di senso opposto, quantomeno fosse ancora da prendere.
      Credo che tutti avrebbero preferito un’uscita di stile alla Kobe Bryant, con il Capitano che annuncia il suo addio in una conferenza stampa.
      Come Bryant avrebbe potuto dire che, da giocatore dominante quale era, non poteva più giocare in condizioni nelle quali il suo fisico, per via di età ed acciacchi, non rispondeva più ai comandi.
      Avrebbe come Kobe potuto dedicare parole d’amore e di gratitudine alla Roma ed al calcio, per aver avuto la fortuna di lavorare, guadagnando molto, facendo ciò che più gli piaceva e sempre nell’amata squadra della sua città.
      Avrebbe potuto….. ma si vede che non era nelle sue corde.
      Forse, semplicemente, da gladiatore quale è stato, non riesce a riporre il gladio ed ha avuto bisogno che qualcun’altra gli chiudesse in faccia le porte dell’arena.

      1. Kobe e Totti caratterialmente sono agli antipodi.

        Kobe é un grande capitano e grande campione. Lo ê stato fino alla sua ultima partita dove faceva ancora la differenza. Totti ha deciso da solo di vivere cio.

      2. Interessante il raffronto che hai fatto con Bryant, marca bene la linea tra chi è campione nella testa e chi non lo è e Totti nella testa campione non lo è mai stato, in questo triste epilogo non sta facendo altro che darcene delle dimostrazioni sempre più lampanti

  122. Si parla di Monchi, di Spalletti se va o resta, di Strootman che prende due giornate……………..ma non si parla della partita contro il Milan.
    Vedremo una reazione o i nostri presunti campioni continueranno a passeggiare regalando il secondo posto ai ciucci?

    1. Meglio. Questo è il senso di essere concentrati. Le spacconate sono deleterie. Mou tutte le partite le spara grosse e fuori contesto per tenere lontani i calciatori dalle telecamere e concentrati.

  123. derossimaancheno 2 maggio 2017 il 17:54

    Muntari squalificato un turno per essere uscito dal campo senza permesso dopo aver ricevuto gli insulti razzisti, mentre al Cagliari nessuna squalifica perché erano solo una decina a giocare a “daje al negro”.
    Allora la prossima volta che dagli spalti pioveranno motorini si potrà sempre dire che è il gesto di pochi.
    Certo, meglio sarebbe se quei dieci venissero idividuati, denunciati e daspati, ma la mancata sanzione del giudice sportivo ha dell’incredibile.
    O meglio, avrebbe dell’incredibile se non venisse dalla federazione retta dal nano leghista delle banane e di opti pobà.
    Caro Amarcord, voglio asilo in Sudafrica!!!

    Saresti il benvenuto 😀

    1. Tutte le squadre italiane hanno neri in campo. Quando si insulta qualcuno il razzismo non c’entra nulla. Non ci prendiamo in giro. E’ solo per innervosire l’avversario. E il fesso di turno ci casca.

      In tutte le partite si insinua sulle virtù morali della consorte dell’arbitro, ma evidentemente non vi è intenzione di calunniarla.

      1. Mah, che dietro gli insulti razzisti dei tifosi delle quaglie, notoriamente per buona parte filonazisti, ci sia solo voglia di provocare e non autentica inciviltà discriminatoria in base al colore della pelle, mi permetto di dissentire.

    2. Hanno 7 neri in squadra.

  124. Non so se ve ne siete accorti ma è iniziata una campagna internazionale per il pensionamento di Totti.

    Tutti a congratularsi senza che lui abbia nulla manifestato apertamente, anzi dichiarando l’esatto opposto.

    Segno che ormai sta sulle scatole a tutti e non lo sopporta più nessuno.

    1. “Francia, Inghilterra, Spagna, Portogallo: all’estero le edizioni online dei prinicipali quotidiani sportivi salutano il numero 10 che a fine stagione lascerà il calcio (come annunciato dal diesse Monchi), esaltandone la classe e l’eterna fedeltà alla Roma”

      Alla fine ci voleva Monchi per estrometterlo definitivamente.

      Inizio ad avere il sospetto che questo fa proprio sul serio.

      1. Ma non è tutto.

        Spalletti senza palle aveva detto che lui non rimaneva se non rinnovavano a Totti.

        Ora come la mette?

      2. …….ormai va per i 41, Monchi non c’entra nulla, è semplicemente arrivato il momento della pensione (d’oro)

  125. Pensieri in ordine sparso.
    Capitolo Monchi.
    Le conferenze stampa non le ascolto nemmeno.
    Come dice Aleste, parleranno i risultati.
    Da lui non mi aspetto miracoli, ma neanche la plusvalenza a tutti i costi, va solo lasciato lavorare

    Totti si ritira e sarà dirigente?
    Da un lato dico “Era ora, avrebbe dovuto farlo da un paio d’anni” ma dall’altro lato c’è un po’ di tristezza e la consapevolezza che prima di avere un altro come lui, ne dovrà passare di tempo.

    Squalifica di Strootman giusta? Si, ma due giornate è troppo.
    Come sempre, quando c’è di mezzo un giocatore della Roma, si applica il massimo della “pena”.
    Chissà quante gare avrebbero saltato noti simulatori del passato quali Pippo Inzaghi e Pavel Merdved……..

  126. derossimaancheno 3 maggio 2017 il 14:40
    Quanto a Spalletti, […] c’è anche da dire che, se avesse avuto a disposizione una rosa più competitiva nei panchinari, forse staremmo qui a parlare di una stagione completamente diversa.

    down under 3 maggio 2017 il 16:17
    […]Vedi però di fare il miracolo di vendere down under 3 maggio 2017 il 16:17

    Io a Spalletti non credo più: credo abbia prestato i testicoli a un amico che ha dimenticato di restituirglieli. La panchina più ampia sarebbe servita solo ad avere più giocatori tra i quali scegliere i cambi degli ultimi dieci minuti, salve le scarpette trans che, notoriamente, raddoppiano.
    I miracoli: spero sia già attrezzato o che, in alternativa, si stia attrezzando, anche se quello che chiedi, tra l’altro molto grosso, è addirittura doppio.

    1. GM, credo che la questione allenatore sia in realtà molto fluida.
      Monchi non può in questo momento rifiutare Spalletti pubblicamente, la stagione non è finita.
      Bisogna tenere tutti sulla corda.
      Le stesse fortune di Spalletti come allenatore di altre squadre dipendono da come saprà chiudere questa stagione.
      Per me, se Emery venisse lasciato libero dal PSG, Monchi lo porterebbe a Roma, e tanti saluti a Spalletti!

      1. Voglio che chi lavora per la Roma sia, almeno nell’istinto, sincero: Spalletti è diventato un filosofo pazzo che parla per enigmi. Basta! Meglio uno meno titolato, anche se solo in Russia, ma più chiaro.
        Io, come noto, aspiro a Di Francesco, ma con le sue credenziali va bene anche Emery, con tanti saluti a chi li merita.

  127. derossimaancheno 3 maggio 2017 il 14:40
    Quanto a Spalletti, […] c’è anche da dire che, se avesse avuto a disposizione una rosa più competitiva nei panchinari, forse staremmo qui a parlare di una stagione completamente diversa.

    down under 3 maggio 2017 il 16:17
    […]Vedi però di fare il miracolo di vendere down under 3 maggio 2017 il 16:17
    Io a Spalletti non credo più: credo abbia prestato i testicoli a un amico che ha dimenticato di restituirglieli. La panchina più ampia sarebbe servita solo ad avere più giocatori tra i quali scegliere i cambi degli ultimi dieci minuti, salve le scarpette trans che, notoriamente, raddoppiano.
    I miracoli: spero sia già attrezzato o che, in alternativa, si stia attrezzando, anche se quello che chiedi, tra l’altro molto grosso, è addirittura doppio.

  128. L’importante non è vendere ma comprare bene ………. Perfetto!
    Vedi peró di fare il miracolo di vendere Doumbia e Iturbe!

  129. Monchi sembra essere uno che va al centro del problema, certo i risultati parlano per lui ma a Roma è un altro pianeta quindi gli auguro tanta fortuna e tanti successi…speriamo bene, bienvenido!

  130. ho smesso di farmi imbonire dalle conferenze stampa. per lui parleranno i risultati, come hanno parlato per sabatini.

  131. Dalla conferenza stampa di Monchi alcune indicazioni importanti:
    – Totti appenderà gli scarpini al chiodo a fine stagione per indossare l’abito da dirigente. La sua prima finzione sarà quella di introdurre Monchi nell’ambiente e di consentirgli di capirne le peculiarità.
    – DDR, invece, con ogni probabilità rinnoverà con la Roma.
    – La partenza di Spalletti è tutt’altro che scontata.
    – Monchi avalla il tentativo di chiudere X Kessie.
    Per il resto la posizione circa l’approccio al mercato era quella attesa da uno come lui.
    Nessuno è incedibile, ma nessuno ha il cartello vendesi appeso.
    Le offerte per i nostri giocatori verranno valutate insieme alle opportunità di acquisto, e si deciderà nell’intento di creare una squadra sempre più forte.
    Il personaggio mi piace molto, il suo palmares parla per lui.
    Da lui tutti ci attendiamo che venda bene e compri meglio.
    Ovviamente è atteso alla prova dei fatti qui a Roma.

    Per Totti sono contento. Finalmente, dopo tante ambiguità, uno che parla chiaro e si assume la responsabilità di una dichiarazione impopolare. Anzi, da come l’ha messa il ritiro a fine anno di Totti deve essergli stato garantito al momento di discutere delle premesse X il suo arrivo a Roma.
    Personalmente avrei preferito una dichiarazione pubblica del Capitano in stile Kobe Bryant, ma non si può avere tutto.

    Confesso che non sono contentissimo per il probabile rinnovo di DDR, a mio parere ormai troppo lento per una squadra che aspira ad essere competitiva.
    Tuttavia, mi rendo conto che ha ragione Spalletti laddove dice che uno con le sue caratteristiche tattiche e la sua esperienza serve, e se lo cedessimo, per prenderne uno con caratteristiche simili, dovremmo andare a spendere sul mercato, sicché tanto vale tenersi lui che ha anche il plus dell’attaccamento ai colori. La manfrina sul contratto però non mi sta piacendo per niente. Poco più di due mesi fa aveva dichiarato che, avendo già guadagnato tantissimo, lo stipendio, in caso di rinnovo, non era un problema. Ora invece sfrutta la corte (vera o presunta) di altre squadre per giocare al rialzo.

    Quanto a Spalletti, sono sempre stato speranzoso per la sua permanenza, ma l’ultimo derby ha aumentato non di poco le mie perplessità. Mi ha dato la brutta di non saper apprendere dai precedenti errori e di non avere pienamente in pugno la squadra.
    C’è anche da dire che, se avesse avuto a disposizione una rosa più competitiva nei panchinari, forse staremmo qui a parlare di una stagione completamente diversa.
    Credo che il finale di stagione influirà non di poco sulla scelta dell’allenatore.

    1. La sua prima “finzione” …. Ahahahah
      Se non è opera del correttore (funzione) questa è buona!

      1. A dire il vero è un errore di battitura o l’opera del correttore, ma si sa che i lapsus freudiani sono opera dell’inconscio….

  132. Monchi mi piace!
    molto diverso dal resto
    semplice e chiaro

    Daje Monchi!

  133. comunque bisogna tener presente che Monchi non porterà soldi e si muoverà anche lui in base alle direttive societarie

    l’importante è che quello che avrà a disposizione venga speso nel modo migliore
    che cominci però con una bella pulizia
    altrimenti sarà tutto inutile

    1. ciao ave. Io penso che monchi non sia un pivello!!

      Non ha accettato il progetto che con zero euro in tasca, ma ha avuto delle rassicurazione non indifferenti, perche stiamo parlando di uno dei ds piu bravi su piazza internazionale.

      Bisogna aver fiducia, tutto qua.

      Inizialmente abbiamo dato fiducia ad uno che veniva da lazio e palermo e non dovremmo darla ad uno che ha fatto vincere il sivigllia piu trofei di tutta la storia della roma?

      1. su di lui mi pronuncerò quando lo vedrò all’opera, ha fatto bene e non lo nego
        ma voglio vedere quello che farà nella mia squadra

        ripeto se già facesse una seria pulizia, partirebbe con il piede giusto

        un’altra cosa che ritengo importante
        CHE IMPONGA IL DIVIETO DI DICHIARAZIONI STRAFOTTENTI, PROCLAMI E BRAVATE VARIE AI GIOCATORI

        sono stufo di sentire dire vinceremo perchè siamo più forti
        poi arrivano gli sbiaditi, che mantengono sempre un basso profilo
        ti vincono una coppa italia e ti buttano fuori da una finale

  134. Pallotta vorrebbe che tutti i tifosi fossero orgogliosi di questa maglia.
    Ma io della maglia sono orgoglioso.
    Il mio problema sei proprio tu James…

  135. finchè non lo vedremo all’opera, una si basa solo su quello che ha fatto in passato (Monchi)
    sperando che si ripeta

    comunque al di là di quello che dice “il mangiatore di hamburger” la Roma non potrà mai competere con le grandi d’europa
    storia e mentalità sono lontane anni luce
    possibilità economiche idem

    1. Ripeto AVE, finche anche in italia ci sarà una squadra che fatturerà il doppio di te, è ovvio che parti gia in svantaggio, poi mettici un ambiente piu lecchino del padrone ( è noto che la juve paga radio e stampa per far tacere ogni tipo di gossip o critica nei suoi confronti ), stadio, televisioni sottomesse ecc, ci sarà poco da fare.

      1. è quello che ho scritto possibilità anche economiche
        ma nella Roma non si tratta solo di soldi

        è vista non come un punto d’arrivo, ma di transito
        non abbiamo storia calcistica
        sconosciuti in europa, sempre ai margini, noti solo per le batoste prese

  136. Oggi presentazione di Monchi :come celebrare un compleanno dopo un funerale
    ma questa gentaglia dirigenziale é fuori di testa!!
    Pallotta Baldini baldissoni… cambiano gli attori ma i registi sono sempre gli stessi
    ci siamo liberati solo del ds peggiore del mondo

    evvai

    Con tutto il rispetto per il povero Monchi che sicuramente porterà aria nuova in questa topaia

    1. una possibilità è giusto darla a tutti, vedremo come si muoverà monchi questa estate. devo dire che le premesse mi preoccupano un po’

  137. Pallotta: “Orgoglioso di essere il presidente della Roma. Odio perdere e non voglio vedere i tifosi tristi”

    la perla della giornata

    1. ha detto tre cazzate in due righe

  138. con tutto il rispetto per sebastian, sono anni che alcuni di noi vanno dicendo queste cose

    ora stamattina quelli che volevano o sognavano Ibra alla Roma, hanno scoperto “l’acqua”calda”

    per sei anni la Roma ha viaggiato sopra le proprie possibilità

    allenatore giovane
    giocatori giovani che lo seguano
    ingaggi con non troppa differenza uno dall’altro
    e voglia di giocare, tanta voglia di giocare
    e non di farsi strumentalizzare dal procuratore di turno

    fai una stagione buona e nonostante un contratto di ancora due tre anni, batti cassa

    ma ci vorrebbe una società…

    1. io ho un’idea sul perché battano tutti cassa dopo un anno.
      la roma per pagare meno di ingaggio promette in fase di trattative con il giocatore , di elargire aumenti in caso di prestazioni positive. quindi lo prendono sotto richiesta e poi sono costretti ad aumentare subito. è una tattica sabatiniana. spero che con monchi le cose cambino

      1. devono cambiare, hanno provato a stare al passo con la juve. Ma per le ragioni che oramai conoscono anche i muri non è possibile.
        Questo ha portato nel corso degli anni a scelte scellerate, che non hanno fatto altro che peggiorare la situazione.

        Pallotta non è un uomo di calcio, ha delegato ai Zanzi e Baldissoni, ad una società come la Roma

  139. NON sono per niente d’accordo con la politica di smobilitazione per incassare soldi.
    Quando hai venduto hai venduto e l’unico risultato è che hai rinforzato gli altri, vedi l’esempio di Pianic e Higuain solo per stare al recente passato.
    Io invece terrei i giocatori e RILANCEREI la sfida, puntando su un dirigente capace ed esperto come Monchi, motivandoli e allestendo una rosa competitiva, inserendo sì 2-3 giovani di prospettiva (Kessie, Pellegrini o altri) ma lasciando l’ossatura della squadra.
    Così si può sperare di vincere qualcosa, altrimenti si fa solo casino ogni anno di più

    1. io concordo di più con la tua visione onestamente.
      rifondare onestamente ogni anno si è visto che non porta risultati.
      puntiamo su qualche italiano in più, che magari ha meno interesse ad andare all’estero e sente di più il peso della maglia, e dentro qualche giovane da far giocare

      1. in questo caso la rifondazione parte dal sollevare alcuni paletti che invece negli anni addietro erano cardini e basi

        Se poi la stessa verrà fatta non solo negli uomini ma nella filosofia di come concepire una rosa con dei parametri totalmente diversi rispetto a prima allora potrebbe essere interessante

        Per dire non vedrai più i mario Rui o i Juan Jesus gente presa a 8-10 milioni

  140. Shoun, per favore, la Var e la Lazzie… credi a me… se ci fosse stata la Var negli ultimi 20 anni avremmo già vinto 5-6 scudetti scippati vergognosamente, e credo che questo lo sappia bene ogni romanista

    1. il problema non è che la VAR è la lazio ma che la VAR sarà a discrezione esclusiva del direttore di gara, che deciderà in modo autonomo per quali episodi fermare il gioco e consultare le immagini

      se pensate che la serie A sia fatta di arbitri e in buona fede ma incompetenti, risolveremo il problema degli errori arbitrali, se invece partire dal presupposto che c’è malafede purtroppo la var potrà fare ben poco, lo ripeto, decide l’arbitro cosa visionare e l’ultima decisione spetta comunque a lui, lo immagino rocchi che deve decidere su un fuorigioco della juve contro la roma

    2. no, no, io mi riferivo solo e soltanto alla partita con le quaglie e quindi dicevo che forse sarebbe stato meglio, avremmo evitato oltre alla sconfitta la figura barbina. Assolutamente non mi riferivo agli anni precedenti, anzi.
      Sulla questione posta da 22.07.1927, ovvero il fatto che sarà la discrezionalità dell’arbitro a decidere se avvalersi della VAR non voglio neanche pensarci, potrebbe accadere che oltre al danno ci sia la beffa, quando entrerà in vigore spero che non aggiunga ma tolga il malaffare, finger crossed.

  141. il problema è che partite dal presupposto che ci coprano di soldi per i giocatori che abbiamo in rosa. intanto se gli altri sanno che hai necessità di vendere automaticamente perdi potere contrattuale per una banale legge di mercato.
    oltretutto pensate al giocatore più costoso in rosa…chi potrebbe essere? io direi naingollan
    pensate veramente che qualcuno offra più di 35 milioni per naingollan? e quali grandi giocaotri compri con 35 milioni nel mercato di oggi? nessuno.
    ergo bisogna puntare sui giovani e si ritorna al sabatini pensiero, siamo tornati a 4 anni fa.
    o pallotta decide di investire o non se ne esce

  142. Concordo totalmente con Sebastian, w il modello Monaco, il modello Porto ecc.
    giovani affamati e bilancio sempre sotto controllo. Tra l’altro con quelle situazioni finanziarie hai anche la possibilità di alzare i prezzi dei tuoi giocatori, perché non hai urgenza di vendere (vedasi i vari Mbappe per 130, mln Bernardo per 80/100, 40 per Bakayoko e così via). Insomma, vuoi un ingaggio da top? Vai in un top club, ma porti anche tanti soldi, come successe per Martial e James.

    1. anzi, io direi cosi. VUOI UN INGAGGIO TOP?

      dimostra di essere top e fammi vincere qualcosa, poi ti posso aumentare l’ingaggio.

  143. LUMIROMA:”andare oltre il limite lo puoi ottenere solo con chi ha voglia di sfondare e dimostrare tutto il suo valore”

    frase fantastica che dipinge cio che non è la roma.

    Squadra che sta lassù con il minimo sindacale, senza correre ed impegnarsi.

    Serve gente tosta ragazzi, solo cosi si possono conseguire obbiettivi importanti, un obbiettivo comune chiamata vittoria.

    1. la gente tosta sta tutta ad aspettare l’offerta della roma

  144. COncordo con quello detto sa sebastian e aggiungo: Cosa ci ha portato questa squadra?

    NULLA.

    Se non secondi o terzi posti.

    Quello che posso dire è che un monte ingaggi piu basso ci permetterebbe di avere piu manovra sul mercato.

    QUest’anno deve essere l’anno della rivoluzione completa, partendo dalla società, in primis, fino ad arrivare al parco giocatori e allenatore.

    POI SENTO DIRE:”emery allenatore fallito?”, ma veramente arriviamo a tanto? uno che in 3 anni ha vinto quanto la roma in tutta la sua storia? monchi che ha fatto vincere il sivigli, squadra inferiore sia economicamente che tecnicamente della roma, quasi il doppio di cio che ha vinto la roma in tutta la sua storia.

    Ma magari ci fosse l’accoppiata monchi-emery, almeno non vedremmo piu lotte interne ed esterne, con giocatori mai fatti giocare e lasciati marcire inspiegabilmente in panchina.

    NORMALITA!!

    1. un allenatore che non conosce il nostro calcio , straniero, che rischia di essere il primo a non vincere una sega al psg.
      allenare senza pressioni (come lui ha fatto al siviglia) è una cosa. il difficile arriva quando le pressioni di vincere arrivano forti … quando non sei un outsider ma il favorito.
      cambia tutto. è il motivo per cui molti buon allenatori di provincia alla gasperini falliscono in una big.
      io emery lo lascerei dov’è onestamente

  145. Il vantaggio di emery sarebbe la sua sintonia con monchi. Molto probabilmente si eviterebbero situazioni viste in questi anni con investimenti voluti dal ds ma non sfruttati dal tecnico. Ultimo caso evidente quello di gerson.

    Sul ridurre il monte ingaggi dico finalmente, permetterebbe una gestione più agile della società, senza dover fare cessioni urgenti per non venire sanzionati dall’UEFA.
    Questo comporterà che i giocatori più forti attratti da offerte danarose vorranno andarsene, beh se ne vadano e portino tanti soldi con loro. Un monte ingaggi consono ci permetterebbe di spendere quei soldi in nuovi giocatori e non negli stipendi di chi resta.
    Oltretutto questo ci permetterebbe di avere una rosa più ampia, con più risorse da destinare alla panchina.

    Se questo porterà ad un depotenziamento della rosa? Beh non credo, eccetto la Juventus, nessuno in Italia può permettersi al momento certi ingaggi e comunque anche spingendosi al limite con il monte ingaggi come fatto in questi ultimi anni non ci siamo andati nemmeno vicino.
    Forse ci andremo più vicino con un gruppo di giovani talenti con voglia di emergere a 1,5-2 milioni l’anno di ingaggio.

    1. concordo
      florenzi fino a due anni fa quanto prendeva?
      Inutile prendere “fenomeni” che dopo una buona stagione poi ti chiedono il triplo.
      Alla fine non abbiamo vinto nulla. Né con ddr a 6 mln ne con totti a 5mln.

      1. Sebastina fa una analisi schietta e vera

        Effettivamente queste sarebbe una rivoluzione dell’ intera concezione della rosa e potrebbe garantire oltre ad una gestione migliore soprattutto una continua evoluzione delle risorse tecniche disponibili

        Qui poi si può innestare il pensiero che io facevo giorni fa quando dissi che per andare in alto c’è bisogno di alzare l asticella fin oltre le normali situazioni

        andare oltre il limite lo puoi ottenere solo con chi ha voglia di sfondare e dimostrare tutto il suo valore

      2. si ma si tratta di situazione estemporanee.
        se veramente vuoi diventare grande non puoi puntare su questo.
        una tattica così la può avere l’atalanta non noi.

    2. quoto

  146. cit. rebel boy 3 maggio 2017 il 08:59 Tanta gente sopravvalutata partirà.
    … apriamo le finestre, l’estate è alle porte, aria fresca prima del gran caldo. Consoliamoci con il fatto che se avessimo vinto, spallo sarebbe stato confermato e con lui tutti il “resto”, ricordo è ancora memore della fatica che facemmo per rivendere Pizarro, abbiam “rischiato” di riempire Trigoria con vecchie glorie e parametri zero, quello è il giocatore tipo di spallo.
    cit. aleste85 3 maggio 2017 il 08:55 a quanto pare ci stiamo apprestando all’ennesima estate di stravolgimenti
    Preferisco essere il Sassuolo di turno che questa Roma moscia ed abulica. Cmq merito a tutto lo staff Roma, per il fatto di arrivare secondi se non terzi ed occhio alle quaglie perché i nostri 8 punti di vantaggio sono molti meno, dei 9 che abbiamo di svantaggio sulla juve, di quanti aritmeticamente siano.

    cit. alex27 3 maggio 2017 il 07:46 Che calcio schifoso e ipocrrita!!
    … consolati con il fatto che il prossimo anno ci sarà la V.A.R. e se ci fosse già stata il rigore per le quaglie c’era il nostro no, la partita sarebbe finita ancor prima di iniziare.

  147. Concordo con ave e giannini.
    e lorysan, tu non vai all’origine del problema.
    Il problema nostro è che non abbiamo una società all’altezza.
    Presidente assente, dirigenti incapaci = ognuno pensa ai cazzi propri.

    Ho tifato Roma anche quando lottavamo per il 7-8o posto. Era una squadra fatta di giocatori con limiti tecnici ma che davano tutto in campo.
    Di Francesco ad esempio non era un fenomeno, ma ricordo che lottava , idem Tomasi.
    Ora invece abbiamo qualche giocatore forte, ma che passeggia in campo e pensa solo all’aumento o al rinnovo.

  148. Tanta gente sopravvalutata partirà. Ed è giusto così. L’unica mia paura è questa proprietà. Che a mio parere,specie se la Roma arriverà terza, più che un rafforzamento compirà un ridimensionamento. Monchi non conosce il calcio italiano. Ho letto già della volontà di tagliare il monte ingaggi del 20%. Giusto. Però ora bisognerà vedere chi verrà preso. Già il fatto di voler tenere Fazio e dar via Manolas mi fa pensare male.

    1. se deve tagliare del 20% parte chi guadagna tanto o chi vuole un aumento. quindi la lista dei partenti ce l’abbiamo già

  149. a quanto pare ci stiamo apprestando all’ennesima estate di stravolgimenti, non so se ridere o piangere.
    siamo di nuovo al punto di partenza

  150. Che calcio schifoso e ipocrrita!!
    Noi alla minima infrazione veniamo duramente punti, invece i vermi sbiaditi possono fare e dire qualunque cosa: dare del pezzo di m… a Totti, insulti razzisti a Rudiger sia all’andata che al ritorno, e non pagarla mai.

    Non assolvo Kevin, ma siamo onesti dai, quanti tuffi ci sono in una domenica media del campionato italiano? Decine! Se tutti fossero squalificati, ci sarebbe mezza serie A in tribuna.

    E poi voglio dire una cosetta al quel tizio che siede sulla panca dei topi di fogna e il cui nome non pronuncio per non sporcarmi la bocca: da che pulpito viene la predica!!
    Si ricordi che suo fratello maggiore era il campione mondiale dei tuffi in area di rigore e ne ha avuti a decine di rigori quando giocava nelle strisciate, solo che allora la prova tv non esisteva e la faceva sempre franca.

  151. Leggo dal Corsport:
    Monchi farà una rivoluzione.
    In partenza Manolas, Nainggolan, Dzeko, Szczesny, forse anche Salah. La nuova Roma si reggerà sullo zoccolo duro composto da Alisson, Fazio, De Rossi, Strootman e Perotti , mentre Rüdiger e Paredes sono due giovani sui quali la società vuole puntare…

    Cominciamo bene… vendi i pezzi grossi per rinforzare le concorrenti e apri le porte all’ennesima stagione di fallimenti, magari con Emery in panca, perchè no, uno che ha fallito a Parigi e che non capisce una sega dek calcio italiano.

    Questi non hanno ancora capito che non serve a niente fare le rivoluzioni, basterebbe solo sedersi a tavolino e riflettere sugli errori, cercando di non ripeterli.

  152. Maldini non ha mai legato con i tifosi della Sud. Il capitano rossonero si è sempre rifiutato di partecipare alle riunioni, presentarsi alle feste degli ultrà, e ha sempre criticato gli atteggiamenti violenti della tifoseria. L’inizio di questi dissidi coincide al giorno seguente dopo la sconfitta a Istanbul contro il Liverpool. Maldini sembrerebbe essersi rifiutato di rispondere adeguatamente alle domande degli ultrà sul perché di quella sconfitta e, secondo alcune fonti, avrebbe chiamato “poveri pezzenti” un gruppo di tifosi che lo contestavano. A questo brutto episodio segue il dito davanti alla bocca dopo l’eliminazione dalla Coppa UEFA per mano del Werder Brema nel 2009 in risposta ai fischi della tifoseria.[71]
    I dissidi tra Maldini e gli ultras sono poi culminati alla partita d’addio al calcio del capitano rossonero. In questa occasione, un gruppo di tifosi ha contestato Maldini con due striscioni e invocando con coro il nome di Franco Baresi. Dopo quella contestazione, Maldini commentò così: «Non è stato un momento facile ed è stato tra l’altro inaspettato. C’erano settantamila spettatori quel giorno, ma ricordiamo solo quella piccola frangia di tifosi. Sono una persona pensante, ho detto le cose come stavano. Con il tempo ho capito che quello è stato un successo perché ha marcato una linea ancora più grossa tra me e quel tipo di calcio, non penso che quello sia il futuro dello sport»

    QUESTO è UN CAPITANO.

    LE 5 COPPE DEI CAMPIONI VINTE SONO PURE SUPERFLUE SENZA CONTARE I RESTANTI TITOLI.

    1. Ultima coppa dei campioni a 39 anni.

      Il 24 maggio 2009, Maldini ha giocato per l’ultima volta a San Siro nella sconfitta subita dalla sua squadra per 3-2 contro la Roma. La cerimonia d’addio si è svolta con la consegna ai tifosi di album di figurine e di una sciarpa commemorativa. Inoltre la squadra rossonera ha indossato per l’occasione la nuova divisa 2009-2010 con un patch commemorativa che raffigurava il volto di Maldini e la frase “Tre Solo per Te”.[80][81] Durante il giro di campo finale (pur nel contesto di uno stadio con quasi 80.000 spettatori che si sono alzati in piedi ad applaudirlo, compresi i tifosi ospiti della Roma) il difensore è stato contestato da un settore di tifosi organizzati della Curva Sud: questi hanno intonato cori a favore di Franco Baresi ed esposto alcuni striscioni polemici verso Maldini, in relazione ad alcune considerazioni del capitano milanista sul tifo organizzato, rovinando così in parte il suo addio al calcio giocato.[

  153. vucinic e pjanic sono due pippe, punto..

  154. Il menefreghismo della società e dell’allenatore per l’umore dei tifosi, veri padroni della squadra, è imbarazzante, triste, amaro: ma dove lo trovi un altro che, dopo lo schianto del derby, quanto di peggio ci potesse capitare, perso senza combattere, dove lo trovi un altro che dice domenica andiamo a Milano e li asfaltiamo, i milanisti, che ci faranno un sedere come una damigiana, per poi sentir parlare di sfortuna, da chi avrà sfruttato ancora i soliti undici, ormai spossati, senza idee, senza grinta, senza voglia.

  155. Muntari squalificato??…Che giudici di merda razzisti…cosa doveva fare???Chiedere scusa e mangiare una banana??E poi Strootman ricorso di cosa??Forse perché 2 giornate sono poche…ripeti società del cazzo.

  156. apollo 2 maggio 2017 il 17:34

    Voi stupidi coglioni romanisti, come me del resto, pensate che contro la Lazio si è giocata una partita che poteva essere determinate per vincere lo scudetto, ma la verità è che serviva solamente a fare pubblicità agli scarpini dorati da trans.

    Da settimane si discute se spalletti resta o va via. Ora lo sappiamo. Vuole rimanere a tutti i costi, ma cerca di cambiare l’andazzo fallendo miseramente.

    Ma quale allenatore sano di mente e fra questi ci metterei pure Maifredi o Mondonico, ti fa entrare un qurantunenne a 20 minuti dalla fine di una partita che perdi solo 2 a 1 e che si può riacciuffare per tentare di vincere uno scudetto solo per fare pubblicità agli scarpini di Luxuria

    Ti quoto totalmente Apollo.
    E mi ci metto pure io tra quei coglioni che sapevano benissimo che Totti non avrebbe combinato una emerita fava, ma che speravano nel miracolo, nel goal del capitano da ricordare per decenni con tanto di selfie sotto la curva, e che soprattutto non volevano sottrarre al capitano l’ultima passerella di fronte al suo pubblico.
    La realtà però è quella che tu hai scritto.
    Ancora una volta sono stati anteposti obiettivi/interessi personali al bene della squadra.
    Anzi stavolta c’erano pure gli interessi economici del club legati al merchandising.
    E Spalletti si è piegato a tutto questo, alla volontà di una intera tifoseria, al volere del capitano e allo sponsor, al di fuori di ogni logica, facendo capire che a quella panchina in fondo ci tiene.
    Poi la realtà forse è che quella partita non l’avremo mai pareggiata, né tantomeno vinta anche se avessimo giocato fino al giorno dopo, in 18, facendo entrare tutti i panchinari.
    Ora, con grave ritardo, è definitivamente giunto il tempo che noi si esca da questa dimensione provinciale.
    Bisogna tagliare il cordone ombelicale.
    Solo così potremo crescere.
    Sabatini riferendosi a Totti utilizzò la definizione di tappo.
    Definizione calzante anche per il nostro DDr che ha giocato il derby mettendo in panchina Paredes che meritava invece una riconferma.
    Se per Totti siamo ai titoli di coda, DDR per quanto mi riguarda può anche rimanere.
    Se accetta il ruolo di chioccia non ne farei nemmeno una questione economica, ma se pretende il posto da titolare anche lui, aria!

    1. Selfie sotto la curva…quale?..non volava una mosca…..

  157. Poi non capisco una cosa: il grande Napoli che l’anno scorso ha preso una barca di soldi tra vendita del Pipita e diritti di C.L. è considerata una forza e noi che al momento stiamo ancora sopra (penso per poco) siamo considerati delle m…de.

    1. magari perché loro non dicono ogni anno di voler vincere tutto.. questo aiuta a fine stagione a non sentirti dire che non hai vinto un cazzo

  158. E poi un ULTIMA COas non che me frega molto di pallotta ma ndo cazzo sta ??? ndo cazzo sta ora che la roma ha bisogno di lui ma imbecille fai qualcosa di qualcosa carica la squadra imbecillle! Nel periodo piu difficile della roma (lione lazio napoli etc) nn diceva na minchia ma solo parlava dello stadio ma bah

  159. Roma-Juve, prezzi alle stelle e la furia dei tifosi: “Biglietti a 35 euro per veder festeggiare Pjanic”

    Meio de cosi…

  160. Nela Giannini RIzzitelli Conti IL GRANDE E MAI DIMENTICATO DIBA, dovrebbe ro entrare negli spogliatoi
    mettere da una parte Spalletti, prenderei giocatori ad uno ad uno e dirgli
    “ora te lo spieghiamo noi cosa significa indossare quella MAGLIA E COMBATTERE PER QUEI COLORI!

  161. Adesso quasi tutti sono disposti a tagliare parecchi giocatori, perchè indegni di questa maglia. Però se Monchi inizia non dobbiamo rompere i cog…oni (sia i tifosi che la stampa.)

  162. “Perché Bruno Conti, unico e indiscusso Romanista di questa dirigenza, è stato messo ai margini della società?”

    Principe chiedilo al commerciante

  163. Il “Principe” Giuseppe Giannini non ci sta più e scoppia in uno sfogo ai microfoni di Centro Suono Sport. Ecco le parole dell’ex capitano della Roma:

    “Il vero tifoso della Roma oggi è affranto e incazzato per quanto visto ieri: uno spettacolo ignobile, che questa tifoseria non merita. Mi sono rotto i coglioni di assistere a stagioni così, a figure in campo così vergognose: ai miei tempi ho subito contestazioni, mi hanno abbozzato la macchina, ho litigato per strada con tifosi romanisti e laziali, quindi oggi non sarò certo io a tirarmi indietro e a far finta di niente. Vedere gente in campo passeggiare, senza un minimo amor proprio, senza un minimo di orgoglio per la maglia che indossa, che ha giocato solo i primi dieci minuti, in un derby, fa male da ex giocatore e da tifoso di questa squadra. I giocatori devono pensare a giocare, non a parlare del futuro dell’allenatore, non a tirare la volata a questo o a quello. Siamo la Roma, siamo la Roma! Basta… Non si può più gestire una società a migliaia di km di distanza, Baldini non può comandare la Roma da Londra, decidendo chi entra e chi esce, chi arriva e chi parte. Ieri guardavo con stupore Monchi che per oltre dieci minuti è rimasto a guardare la curva, i colori, la tifoseria. Una dirigenza e una proprietà che non ha l’anima giallorossa, non capirà mai dove mettere le mani e come rimediare ad eventuali errori commessi. Perché Bruno Conti, unico e indiscusso romanista di questa dirigenza, è stato messo ai margini della società?”

    Spalletti?
    “I fenomeni non esistono, a causa delle sue dichiarazioni, dei suoi ripensamenti, dei suoi dubbi, ha perso di mano le redini della squadra, compromettendo la stagione. Conte è un fenomeno forse, perché ovunque va vince, Spalletti è un buon allenatore, nulla di più…“.

    ho letto ora lo sfogo del “Principe” sottoscrivo in pieno
    parole di un Romanista vero!

  164. questo derby m’ha fatto male, molto male
    tutto il resto mi interessa relativamente
    chi resta chi parte

    messaggi e telefonate che hanno ancora una volta messo in risalto una cruda verità
    PERDENTI CHIACCHERONI

    STAI ZITTO E ABBOZZI
    una volta sei incudine, una volta martello

    da troppi anni siamo INCUDINE e l’andazzo non fa presagire niente di buono

    non riusciamo ad alzarci, da anni programmazione se così si può dire fallimentare
    società inesistente, il loro scopo è ben altro

    vedere gli sbiaditi mettere l’anima per vincere e noi DDR e Strootman che si passavano il pallone a due metri uno dall’altro, m’ha fatto male

    senza gioco, privi di idee, tre partite fotocopia, nessuna soluzione alternativa
    squadra molle, che ha fatto diventare molle pure il tifoso

    selfie e una sciarpa in due
    sono della Roma, vado in curva Sud, tanto per sentirti importante
    poi allo stadio ti fai i cazzi tuoi

    a livello di tifo ci hanno superato in molti
    pessimo il ricambio generazionale

    è tutta una delusione

  165. Su de rossi leggo cifre assurde come i 5.5mln offerti dall’inter o i 4 della roma…

    Non stanno ne in cielo ne in terra, che un giocatore di 34 anni che il prox anno farà panchina prenda anche solo 3mln.

    Se l’inter è disposta a spendere 5mln per de rossi di ingaggio, ben venga, perche io lo vedo bene come panchinaro, piu di questo no.

    Giocatore che guarda caso ogni anno che deve rinnovare si impegna e gioca.

  166. Escono notizie di possibili rivoluzioni della rosa con 5 o 6 riconfermati soltanto
    Monchi avrà da fare un duro lavoro che mi auguro venga fatto senza peli sullo stomaco magari restando lo stesso direttore insensibile a tutti i beceri attacchi che partiranno un minuto dopo alcuni addii

  167. monchi gode del beneficio del dubbio quanto meno.
    certo che se parte con il rinnovo di de rossi a cifre milionarie per me avrebbe già dimostrato di non capirci un cazzo

    1. Sarà una dura stagione estiva del calciomercato per noi
      Sai quanti ce ne accosteranno?
      Su DDR spero che passi la linea dell’ arrivederci e grazie

  168. L’ERRORE DEL TIFOSO MEDIO è dire:”questi so tutte pippe”, perche in realtà non lo sono.

    Questi sono il minimo sindacale stanno sopra il napoli che invece sta mettendo tutto.

    Questa è una squadra che corre per 15-20minuti, poi si siede e guarda cio che accade.

    Non corrono e il NON CORRERE non è sinonimo di pippaggine o di scarsità, ma di pigrizia e scarsa voglia di impegnarsi.

    Mettiamoci pure un allenatore ormai impazzito e siamo apposto.

    MA IL DISCORSO è QUESTO: come fa un giocatore come peres che lo abbiamo conosciuto per le sue offensive devastanti sulla corsia di dx, non saper fare manco piu un semplice controllo di pallone? COme fa uno come radja a non correre piu?

    Il discorso è molto semplice: giocatori che non seguono ormai piu il toscano e una ormai scarsa voglia di lottare.

    UNA VOLTA ESISTEVA LA GLORIA, oggi non esiste piu.

    CONDIVIDO CIO CHE DICE OBLOMOV, questi so COGLIONI.

    Poi logicamente se devo fare un analisi completa delle partite importanti, TUTTE TOPPATE, metto anche in mezzo come primo responsabile un allenatore che parla di ossessione della vittoria o i MEDIOCRI NELLA ROMA NON CI DEVONO STARE, quando lui è il primo artefice di questa stagione piatta e scialba per errori ben evidenti suoi.

    POI se vogliamo dire che so tutte pippe, ok fatelo, ma questi so forti ma paraculi, perche basta vedere un anno fa, quando con garcia eravamo 5-6 e poi con l’avvento di spalletti si so decisi di salvare un minimo la stagione e si son messi a correre.

    LA CONVINZIONE FA LA DIFFERENZA, IL SACRIFICIO E A QUESTI NON VA DI FA UN EMERITO CAZZO,.

    1. Stra d’accordo e scommetto pure che il Milan domenica ce lo mangiamo

  169. Muntari squalificato un turno per essere uscito dal campo senza permesso dopo aver ricevuto gli insulti razzisti, mentre al Cagliari nessuna squalifica perché erano solo una decina a giocare a “daje al negro”.
    Allora la prossima volta che dagli spalti pioveranno motorini si potrà sempre dire che è il gesto di pochi.
    Certo, meglio sarebbe se quei dieci venissero idividuati, denunciati e daspati, ma la mancata sanzione del giudice sportivo ha dell’incredibile.
    O meglio, avrebbe dell’incredibile se non venisse dalla federazione retta dal nano leghista delle banane e di opti pobà.
    Caro Amarcord, voglio asilo in Sudafrica!!!

  170. Ho soltanto visto 40 min del derby, poi ho fatto altro perché avevo capito come sarebbe finita.

    La rosa che abbiamo è da 2-3o posto e non perché è forte ma semplicemente perché le altre squadre fanno cagare più di noi.
    Di fare analisi lunghe su colpe, cause ed effetto non ne ho proprio voglia. Per sti coglioni non spreco più il mio tempo.
    Fanno tutti schifo. Presidente, dirigenti, ex ds, allenatore, giocatori, capitani…..tutti mercenari del cazzo.

    1. Sono con te oblo

  171. Voi stupidi coglioni romanisti, come me del resto, pensate che contro la Lazio si è giocata una partita che poteva essere determinate per vincere lo scudetto, ma la verità è che serviva solamente a fare pubblicità agli scarpini dorati da trans.

    Da settimane si discute se spalletti resta o va via. Ora lo sappiamo. Vuole rimanere a tutti i costi, ma cerca di cambiare l’andazzo fallendo miseramente.

    Ma quale allenatore sano di mente e fra questi ci metterei pure Maifredi o Mondonico, ti fa entrare un qurantunenne a 20 minuti dalla fine di una partita che perdi solo 2 a 1 e che si può riacciuffare per tentare di vincere uno scudetto solo per fare pubblicità agli scarpini di Luxuria.

  172. Voi stupidi coglioni romanisti, come me del resto, pensate che contro la Lazio si è giocata una partita che poteva essere determinate per vincere lo scudetto, ma la verità è che serviva solamente a fare pubblicità agli scarpini dorati da trans.

    Da settimane si discute se spalletti resta o va via. Ora lo sappiamo. Vuole rimanere a tutti i costi, ma cerca di cambiare l’andazzo fallendo miseramente.

    Ma quale allenatore sano di mente e fra questi ci metterei pure Maifredi o Mondonico, ti fa entrare un qurantunenne a 20 minuti dalla fine di una partita che perdi solo 2 a 1 e che si può riacciuffare per tentare di vincere uno scudetto solo per fare pubblicità agli scarpini di Luxuria.

  173. se il ruolo di totti è far fuori gente come osvaldo, vucinic e destro.. allora speriamo resti altri 10 anni.. anche perché chi invece ha fatto bene come dzeko è rimasto in campo..

    1. Vucinic si è vinto da solo due scudetti e Pjanic quest’anno si fa il triplete dopo che a roma è stato preso letteralmente a calci e sputi fuori da trigoria.

  174. A Carl taut dico che concordo su tutto. Tranne su Peres pippa a metà, per me è pippa conclamata!!!ah! ah ah! Ci rido perché hai con poche parole messo a fuoco l’attuale valore del parco giocatori della Roma. La serie A è ridicola. Dietro la Juve c’è il vuoto assoluto. Milan,inter,Lazio,fiorentina anche nel campionato francese non arriverebbero tra le prime 4. Il Napoli e la Roma in un campionato come Quello spagnolo sarebbero seste o settime.

    1. O anche viceversa.

      Il barca che gioca tutte le settimane contro i catenacciari italiani tipo lazio e atalante mica è sicuro che si sfonda.

      Non esageriamo.

      SE UNA SQUADRA E’ SCARSA LO E’ DALL’INIZIO E VICEVRSA.

      I PROBLEMI SONO ALTRI.

      1) OGNI ANNO LA ROMA è FORTE FINO ALLE ULTIME 5/6 PARTITE DI CAMPIONATO POI CROLLA MISERAMENTE.

      2) IL MARPIONE HA GIOCATO POCO FINO A QUEL MOMENTO E PROVOCA IL FINIMONDO, MAGARI RECANDOSI AL TG1

      3) NEL FRATTEMPO TUTTI GLI ALTRI SI ROMPONO I COGLIONI, SI GUARDANO INTORNO E CHIUDONO LA COMPETIZIONE PENSANDO COME FUGGIRE A FINE STAGIONE

      QUESTA E LA SOSTANZA

      IN SQUADRA I DUE CATORCI NON LI SOPPORTA NESSUNO PIU’ E LA SQUADRA ESPLODE

      MA VE LO RICORDATE OSVALDO CHE TOGLIE LE PALLA DALLE MANI DI TOTTI PER BATTERE IL RIGORE. AVEVA SEGNATO UNA SERIE OTTIMA DI GOAL MA DA QUEL MOMENTO è MORTO.

      O DESTRO, O VUCINIC, MA PURE DZEKO. IL FILM E SEMPRE LO STESSO.

      O VI RICORDATE JEDVAJ CHE NON VEDEVA IL CAMPO PER AVER DERISO UNA VOLTA IL CATORCIO NUMERO 2. E STIAMO A DISCUTERE DEL VALORE DI PAREDES O GERSON.

  175. Dai su anziano che corre sui talloni, accetta il contratto dell’Inter ( se è vero e non architettato da Berti..) e levati dalle balle. E la società tiri fuori le palle..che non ha..
    E quell’altro anziano che in campo ora fa tenerezza…cosa aspetta per il bene di tutti, pure il suo a ritirarsi?
    Lo direi anche vedendo Cruyff o Maradona a 41 anni sovrappeso camminare in campo e a dividere la propria tifoseria…
    Ci vogliono segnali forti e cambi di mentalità a Trigoria se no da questo torpore provinciale non ne usciamo più..ergo nun se vincera’ mai ncazzo.
    Forza Roma Sempre.

  176. Leggendo sotto tra i commenti del rotazioni e di impiego dei calciatori di altre squadre ed in particolare di Rog e Diawara nel Napoli..
    Sono figure da paragonare a Gerson e Paredes
    La differenza sta nella considerazione e nel lavoro di inserimento che fai su di un calciatore e nel livello di intensità che gli metti nella testa per farlo stare pronto
    Rog ha lavorato sei mesi prima di esordire cambiando ruolo in campo e il Napoli lo ha pagato quasi 14 milioni
    Diawara una stagione precedente a Bologna
    Questi 2 a Roma avrebbero fatto la stessa fine di Gerson e Paredes perché i risultati sono sotto gli occhi di tutti..
    La nostra panchina sembra contare figurine per la foto di gruppo..le altre calciatori..
    Ci sarà un colpevole?sono tutti terribilmente scarsi o forse sono parecchi che sono sfiduciati e poco concentrati data l ovvietà di scelte spesso banali?
    Bruno Peres è scarso! Ma a Torino il suo modo di giocare quale era?
    Lo stesso di oggi calciatore che inizia l azione palla nei piedi e che la ribalta molto velocemente avendo campo dinanzi a lui..un calciatore che ha bisogno di fascia e spazio per puntare e poi scaricare o scambiare..
    Ninja è stato messo alto perché nel pressing doveva Salvatore addosso agli avversari!ma la Roma quando è che fa pressing se solo sulla pressione al portatore la squadra si spacca in due perché il mediano solo per salire di posizione ha bisogno del taxi
    Strootman spompato dopo 43 partite giocate in 9 mesi quando nei 3anni precedenti in totale ne aveva giocate 40 a fare la mezza ala alta quando il suo stile di gioco è ben altro..
    Grenier calciatore che tocca la palla max 2 volte e sa giocare alto oltre che ha predilizione per filtrante o passaggio smarcante qua fa fatica pure a fare 15 minuti…
    Monchi dovrebbe far bene a non ascoltare ne pareri ne dritte perché a Trigoria pure le mura ormai sono incrancrenite…

  177. Se solo lo showman si fosse limitato a fare il suo lavoro con modestia anziché voler prendere tutti per le palle convinto di essere lui il comandante della baracca dentro e fuori dal campo probabilmente alcune cose fossero state al loro posto
    Invece no! Ha voluto andare oltre dimostrando sul campo l esatto opposto e perdendo tutte le gare decisive e uscendo indebolito dallo spogliatoio e antipatico mediaticamente
    La rosa è una buona rosa per fare questo che è stato fatto..la bravura sta nel fatto di alzare il livello di rendimento sia fisico che mentale in alcuni momenti dove devi andare oltre..
    Praticamente non ha fatto questo nei momenti decisivi..
    Per me non è il secondo posto di Spalletti ma sarà invece in virtù del film del campionato e se accadrà un terzo posto colpa di Spalletti..

  178. Questa è la situazione attuale (e son serio):

    Szczesny: Ottimo portiere
    Allison: Buon portiere
    Lobont: Pensionato
    Juan Jesus: Pippa conclamata
    Mario Rui: Pippa conclamata
    Vermalen: Rottame
    Palmieri: Pippa
    Rudiger: Pippa conclamata
    Florenzi: incognita
    Peres: Pippa a metà
    Nainggolan: Cerebroleso
    Paredes: Buon giocatore
    Gerson: Andrade la vendetta
    DDR: Pensionato
    Strootman: Pippa diventata
    Perotti: Buon giocatore
    Grenier: Giocatore normale
    Salah: Buon giocatore
    Dzeko: Pippa stratosferica
    Totti: Pensionato
    El Shaarawy: Pippa a metà

    1. …e Manolas ?

      1. vero attilio,
        Manolas: ottimo giocatore/ campione

        Comunque, spiace dover ripetere le stesse cose da 6 anni… e passare sempre per la capra di turno

    2. vabbè ma che stai a dì

      1. la verità

        la serie A fa ridere

        arriveremo terzi perchè al di là della Juve non c’è una squadra decente

      2. la serie A è senz’altro in un momento difficile. ma comunque piazziamo una squadra in semifinale e probabile finale di champions. il grande campionato inglese non produce una sega di nulla.
        la juve quest’anno è illegale… è impossibile starle davanti con la nostra rosa.
        certo è che non sono tutte pippe. stai dando della pippa ad un giocatore che ha segnato quest’anno 35 gol…
        cmq in generale concordo che la nostra rosa è sopravvalutata

    3. ho un solo dubbio: la definizione -pippa a metà- è quella che a Roma si esprime come -è ‘na mezza pippa-?
      chiaramente sto scherzando e non mi sognerei mai di definire chicchessia una capra (spero non fosse rivolto a me nella risposta).
      Un caro saluto.

      1. no, è da intendersi che sa fare bene alcune cose e fa in maniera pessima delle altre

        comunque, Attilio, il mio commento non era rivolto a nessuno in particolare

  179. Qua gli unici giocatori insostituibili sono Szczesny e Manolas

    nessuno dei due molto probabilmente farà parte della rosa 2017-2018

    è un dramma

    1. mo non esageriamo. nella peggiore delle ipotesi arriviamo terzi non quindicesimi.
      non riusciamo a creare una rosa vincente, ma anche perché investendo 50 euro l’anno diventa difficile

      1. arriviamo terzi per mancanza di avversari

        il campionato italiano sta precipitando

  180. L’Inter offre un ricco biennale a Derossi che attende ulteriori rilanci dalla Roma.
    E no eh, abbiamo già dato!!
    Mo rifà la stessa manfrina dei tempi del rinnovo di contratto, quando per scongiurare l’esplicita minaccia del suo procuratore (Berti) di andarsene in premier a parametro zero gli è stato riconosciuto lo stesso ingaggio offerto dal City, fino a l’anno scorso il più alto della serie A ed ora superato da quello di Higuain.
    DDR l’ho sempre apprezzato per la sua intelligenza e la franchezza delle sue dichiarazioni, non comune nel mondo del calcio, ma ora ha toppato.
    Due mesi fa, a proposito del rinnovo, diceva che la cifra non era importante, visto che aveva già guadagnato in abbondanza in questi anni.
    Ora gioca al rialzo utilizzando l’Inter come spauracchio.
    Spero che Monchi esordisca con una bella mossa da DS che non guarda in faccia a nessuno e lo mandi a Milano senza rimpianti.
    Tra l’altro la partenza di DDR, secondo me, agevolerebbe l’arrivo di Pellegrini e di Kessie, visto che nelle perplessità sul venire a Roma l’anno prossimo mostrate dai due pesa anche il rischio di dover contendere il posto ad un giocatore che lo ottiene più per ciò che rappresenta, che non per come gioca.

    1. Ciao Dero
      Hai messo il 2 al Nick..
      Suggerirei invece un mo basta! al posto del 2..
      Non vorrei si ripetesse un rinnovo sanguinario
      Sempre simpaticamente detto

      1. Già, all’epoca dell’iscrizione a F-R, quindi della nascita del mio nickname, si discuteva se cederlo al City di Mancini per una trentina di mln.
        Io pensavo, DDR (all’epoca ancora un giocatore di livello) è forte, qui di vorrei che restasse, ma se ci danno tutti quei soldi per un trentenne che guadagna più di tutti in Italia, in un momento in cui dobbiamo rifondare, mi sta bene che parta. Da qui ddrmaancheno.
        Se lo avessimo ceduto allora, probabilmente, Verratti sarebbe della Roma (lo avremmo preso insieme a ZZ).
        Però ora basta!!!

  181. buonpomeriggio a tutti

    sento molto disfattismo in giro

    premessa che non ho potuto vedere la partita’

    ma mi sono dovuto accontentare di sentirla alla radio per del malfunzionamento del vpn

    comunque detto cio’ quattro rapide considerazioni:

    la prima e’ che siamo veramente una tifoseria umorale
    prima del derby abbiamo ancora un barlume di speranza nella vittoria del campionato e dopo 90 minuti la squadra e tutto il resto sono tutti da buttare

    la seconda e’ che come detto da altri utenti il problema a mio avviso non e’ nei titolari bensi nei ricambi e in parte anche della mancata volonta’ del tecnico di fare di neccessita’ virtu’ e nello specifico dare ai giovani la possibilita’ di mettersi in mostra e agli insostituibili di rifiatare

    la terza e’ che Dzeko sara’ anche capocannoniere ma non ce giornata in cui non si caga 2-3 gol ridicoli penso seriamente che Borriello e Nestrorowski gli siano superiore quanto meno in media realizzativa

    per finire ricordo che per quanto le sconfitte nei derby possano essere pesanti e deprimenti dopo quella del 26 maggio ci rendemmo protagonisti di una super stagione che cio’ sia di buon auspicio

    la nostra fortuna comunque e’ che aldila’ di tutto malgrado il napule abbia dalla sua il vantaggio di un calendario piu’ modesto e’ in atto un costante confronto tra l’allenatore e l’eccentrico presidente!

  182. iniziamo a mandare a casa tutti i funzionari e tecnici inutili, da quel coglione del marketing al pluricelebrato Norman & co

    1. e i guri dei sensori, del tracking, software statistiche e minchiate varie

  183. Io credo che questa sconfitta, l’ennesima stagionale, abbia quantomeno spazzato via le ultime illusioni di coloro che ancora ritenevano la Roma una squadra Competitiva, perlomeno nell’undici titolare. Non è così. La Roma campioni in rosa non ne ha. Nemmeno uno. Naingollan non è un fenomeno,come non lo è Strootman. Fazio sta facendo pena da febbraio. Juan Jesus è una pippa immane quanto lo è Peres. Rudiger fa un sacco di cazzate. Gli unici che salvo oltre i due portieri sono Salah e Manolas. Ovviamente oltre a Florenzi. Ma il resto è tranquillamente sostituibile. L’unica cosa che hanno sopra la media sono gli ingaggi milionari che percepiscono. Ma sul campo tutti quei milioni non si vedono…Tare si è dimostrato un DS migliore del fenomeno (da baraccone) Sabatini.

    1. Che tutti siano sostituibili concordo, che però nell’11 titolare non siamo competitivi non sono d’accordo, non del tutto.
      L’unico vero difetto “strutturale” è il mediano davanti alla difesa, perché DDR è un ex giocatore di una velocità non comptibile con la serie A, mentre Paredes si è rivelato troppo incostante ed ha alternato buone partite ad altre molto meno buone.
      Il derby tra le altre cose ha dimostrato che i nostri più forti, a cominciare da Kevin e Radja a centrocampo, hanno la lingua di fuori per averle giocate tutte.
      Anche se la cosa era ovvia, se una dimostrazione c’è stata, è che non si può pensare di affrontare una stagione su tre competizioni con sempre o quasi gli stessi giocatori in mezzo al campo.
      Ieri il Napoli schierava Diawara e Zielinski titolari, dopodiché ha potuto sostituirli con Rog e Allan. Noi ??
      Se si vanno ad analizzare le batoste più pesanti di quest’anno, dal secondo tempo di Lione, a quello della partita di Bergamo, per finire con il derby di domenica, il filo conduttore è che il centrocampo ha ceduto per stanchezza e gli avversari ci hanno massacrato.
      Fazio non è un campione, ma è stato uno dei migliori difensori della serie A fino a febbraio, quando poi ha accusato la stanchezza.
      Il problema è che anche lui le ha giocate tutte, anche quando era stanco e bisognoso di riposare.
      Se vai a veder partite come quella al rubentus stadium, persa immeritatamente per un errore di DDR ed una prodezza di Higuain, vedi che il problema non è la competitività nell’11 titolare, ma la competitivita nel lungo termine X assenza di sostituiti all’altezza.

    2. concordo con rebel, ogni anno in molti sopravvalutano la rosa.
      è una buona squadra , ma di campioni non ce ne sono

      1. Non ho parlato di campioni e concordo circa il fatto che alcuni giocatori siano sopravvalutati.
        Ho solo detto che l’11 titolare, ( col 433: Szczesny Florenzi Manolas Rudiger Palmieri Radja DDR strootman Salah Dzeko Perotti )
        fatta eccezione per il mediano davanti alla difesa, è competitivo.
        Quello che manca sono sostituiti all’altezza, sopratutto X il centrocampo (dove comunque per me Paredes è meglio di DDR) e per Dzeko.

      2. non parlavo di te in particolare… io stesso mi faccio ingannare spesso da alcuni nomi.
        credo che serva più realismo in generale sui nostri giocatori

      3. cmq l’11 da te elencato lo trovo meno competitivo di quello che probabilmente pensi tu.
        è una buona rosa ma da 2° – 3° posto in Italia. ma sopratutto è gente che non lotta .senza la il sangue agli occhi non si ottengono risultati. e noi non abbiamo mai cattiveria agonistica.

    3. discorso condivisibile il tuo ma nn ci metterei nemmeno manolas, tecnicamente veramente troppo scarso, distratto al limite del dolo e quest’anno veramento troppo sotto le sue capacità… certamente in una squadra che vuol fare il giropalla è l’ultimo da prendere cmq non è un top player.
      capitolo salah forte dal punto di vista fisico, ottimo sinistro poi però tecnicamente se lo metti in una posizione più accentrata perde enormamente i tempi di gioco, e crea più disordine che altro inoltre troppi passaggi a vuoto nel suo rendimento per me nn giocherebbe in nessun top club come titolare….sicuramente non un top player ma uno di livello. l’unico quest’anno che ho visto giocare da top è stato naingollan per 2 mesi, poi probabilmente per carenza di eventuali sostituti nn avendo tirato troppo il fiato ( e con una vita diciamo nn proprio da sportivo) è crollato anche lui. la squadra era buona altrimenti nn avremmo fatto tutti questi punti e nn vedo in qsto meriti di spalletti anzi, però oggettivemante nn abbiamo buoni elementi in panchina o meglio nn lo sappiamo perchè nn hanno mai giocato e per giudicare un giocatore ce ne vogliono di partite ( e per me Gerson e Granier ad esempio sono ingiudicabili allo stato attuale ). il napoli invece ha una rosa più competitiva ha almeno 18 giocatori che possono essere titolari, piuttosto è strano che sono ancora sotto a noi….ma come pronosticavo mesi fa noi dobbiamo guardarci le spalle nn guardare la juve che rispetto a noi è di un altro pianeta….ricordo che per noi il top player era pijanic…con loro uno qualunque

  184. La colpa è anche degli arbitri che ci danno un rigore del cazzo. Ridicoli . compresi Gasparri e soci che devono solo stare zitti per tutta la merda che ci fanno mangiare. Il calcio è un bisness tra sponsor sky nike adidas favori e giro di soldi fra potenti. Non vinceremo mai 6 scudetti di fila perdendo solo 19 partite. Non è sportivamente umano. Forza Magica Roma

  185. Oggi giorno libero, poverini, non stavano in piedi al derby
    Monchi mostrerà tutte le lacune di Sabatini
    il vero responsabile di questo schifo

    La squadra é cotta!
    a gennaio ti sei presentato con Grenier!
    c’hai 3 terzini pippe o modeste riserve
    un centrale che riscalda i lettini dell’infermeria
    una riserva di un attaccante di 41 anni
    e te credo che giochi con 4 centrali in difesa

  186. IO NN ME LA BEVO che questi so pippe…

    Questi son gran paraculo viziati bamboccioni strapagati e stracoccolati!!

    Questi dopo inter roma, non hanno piu giocato, esempio radja che fino allinter é il centrocampista piu forte dell’ultimo ventennio, poi scompare fino ad oggi.

    Gente senza palle, questo sono.

    Questi so forti, ma non hanno capito dove giocano… Portano il nome ROMA sulle spalle, dovrebbero dare il fritto, ma scendono in campo in ciabatte, sti bamboccioni.

    Arroganti quasi quanto quel mezzo allenatore di spalletti che fa le guerre fuori… Non in campo.

    Per un giocatore giocare alla roma é un sogno: Strapagato e puoi fare quel Azzo che gli pare senza che nessuno ti dica nulla.

    Società, ma do stai? GIANNINI ha ragione, ma chi comanda questa roma? Pallotta da boston? Baldini da Londra? Baldissoni che é un avvocato? Zecca?

    Qui ci vuole la santa inquisizione per rimettere in riga ste quattro fighette.

    1. anche tu ascolti la radio?

    2. sul fatto che i giocatori da noi sono in vacanza hai ragione.
      sul fatto che sono forti meno.
      la rosa è buona, ma campioni non ce ne sono

  187. Kevin avrebbe dovuto alzarsi e dire che il rigore non c’era o con una cazzo di società seria obbligato a chiedere scusa per la simulazione, invece libero di battibeccare sui social con i tifosi. I 2 catorci capitani che pensano solo ai cazzi loro e ai geriatrici rinnovi, che noia e che tristezza.
    Curva sud di fantasmi, si sentono più cento tifosi dell’Empoli quando vengono all’olimpico che 40mila romanisti.
    Ogni domenica un pretesto x non tifare ma non essendo di roma e non essendo un ultra’ non capirò mai ..ma lo spettacolo è deprimente.
    Il toscano depresso puntualmente arriva a deprimere e demotivare i giocatori..era prevedibile ..
    E mo pure le scritte a Trigoria As Roma R.I.P…
    Monchi..buon lavoro…

    1. Io non discuto le ragioni della protesta.
      Non conosco bene la vicenda legata alla ventina di daspo recentemente rifilati, quindi non mi esprimo e rispetto chi ritiene di protestare perché pensa che i tifosi in questione abbiano subito un torto.
      Però X me chi protesta sbaglia bersaglio e modo.
      I daspo mica li dà la società o la squadra, mentre la protesta del tifo silente colpisce lì.
      Alle pubbliche autorità del fatto che i tifosi della Roma facciano lo sciopero del tifo non può fregare di meno.
      Se poi è vero che alcuni tifosi si sono imposti su altri costringendoli a non tifare, questo è sicuramente sbagliato e da censurare.

  188. Ho appena letto le dichiarazion di Giannini. Ha detto ciò che penso anch’io. Non si può comandare una squadra da Londra (Baldini) o da Boston (Pallotta). Non si possono vedere giocatori che passeggiano in campo dopo 10 minuti di gioco. E soprattutto che Spalletti non è un fenomeno, ma soltanto un buon allenatore,nulla di più. E che si è rotto i cojoni di veder stagioni così,di assistere ad umiliazioni e figuraccie.

  189. BUONGIORNO LUPACCHIOTTI !!!
    Abbiamo una società del cazzo e non cambio idea neanche se mi torturano .
    è vero che siamo ancora secondi ma non è un pretesto per dire che la squadra ha fatto bene ………. Nella Roma c’è troppa gente ridicola che con una società seria avrebbe preso a calci nei coioni soprattutto a Spalletti perchè se fate caso è proprio da quando ha iniziato a dire SE NON VINCO UN TROFEO ME NE VADO che la squadra si è arresa soprattutto mentalmente .
    SEMPRE FORZA ROMA e un saluto a tutti .

    1. Infatti io già tempo fa avevo scritto che secondo me quando una squadra sa già a febbraio marzo che l’allenatore se ne vuole andare, che motivazioni può avere per vincere??

      1. Ciao alex !!! ………….. Infatti , che pensava di averci a inizio stagione il Barcellona ? il Real ? il PSV ?

      2. io questa cosa non la capisco. voglio dire la vittoria resta nell’albo d’oro pure se cambia l’allenatore, non è che ad ogni cambio si azzera tutto.
        la verità è è faticoso mentalmente entrare sempre in campo per vincere ed i giocatori appena possono si rilassano come è nella natura dell’uomo.
        sta alla società ed all’allenatore tenere sempre alta la tensione

  190. Buongiorno a tutti.
    Continuo sull’argomento degli ultimi commenti: il PARCO ATTACCANTI.
    Premetto che ho sempre considerato tutti cedibili al giusto prezzo, solo ritengo che sia molto difficile vincere rivoluzionando la rosa ogni anno, da qui l’idea che si possa vendere chiunque, ma che la squadra, quantomeno nell’undici titolare, debba essere ritoccata e non stravolta, salvo a fine ciclo, quando si procede alla rifondazione.
    Partite come l’ultima fanno venire voglia di mettere sul mercato tutti, anche i magazzinieri, ma onestamente, considerando qualità ed età dei nostri giocatori, non vedo i presupposti per una rifondazione totale.

    Pertanto, con riferimento all’attacco, farei di tutto per trattenere Salah, a mio parere il nostro giocatore più forte del reparto, quello che per età può anche essere rivenduto tra 3 anni a prezzi anche più elevati e che, come caratteristiche, è più difficile rimpiazzare adeguatamente a prezzi ragionevoli. Avendo il contratto in scadenza 2019 sarebbe opportuno un rinnovo.
    Serve un’alternativa per l’ala destra che manca dalla cessione di Iturbe, non per niente si parla dell’interesse per alcuni parametri zero come Jesus Navas o Ghezzal del Lione.
    Nel ruolo di vice Momo è ipotizzabile anche una soluzione interna come Verde o Ricci.
    Altra ipotesi è che si prenda un vice Dzeko adattabile anche sulla fascia dx, come il Defrel cercato a gennaio.

    Quanto al centravanti, di fronte ad un’offerta importante valuterei la cessione di Dzeko, vista l’età, lo stipendio ed il fatto che difficilmente ripeterà un’annata prolifica come quella attuale, ma anche qui, sostituirlo a prezzi alla nostra portata con un giocatore di pari qualità non è per niente facile, per cui, in assenza di tali offerte importanti e di buone opportunità per l’acquisto di un sostituto all’altezza, me lo terrei.
    Con o senza Dzeko serve comunque un’alternativa nel ruolo, e sono certo che Monchi provvederà, anche perché, con ogni probabilità, non ci sarà più in panca Totti ad occupare una casella da riserva per l’attacco.
    Nel ruolo di centravanti di riserva si parla di riportare a casa Sanabria che sia quest’estate che la prossima potrà essere ricomprato X 11mln. Si parla anche di trattenere Ponce, quest’anno in prestito secco al Granada ed autore di un’annata discreta, allorquando impiegato, come apprendista punteros in un campionato competitivo. Le soluzioni interne non mancano (Sadiq, Tumminello etc..). Stiamo a vedere.

    Il ruolo dove interverrei alla ricerca di un titolare è l’attaccante per la fascia sinistra.
    Penso che anche Spalletti ritenesse questo un punto debole dell’undici titolare, visto il tentativo fatto per prendere il Papu Gomez a gennaio.
    Perotti ed El Sharaawy sono infatti buoni giocatori, ma entrambi non convincono come titolari.
    Il primo è bravissimo nel dribbling, ma a parte dal dischetto non segna manco con le mani e questa è una lacuna non da poco per uno che, per il nostro modo di giocare, di occasioni da gol se ne ritrova tra i piedi diverse a partita, sbagliandole sistematicamente tutte.
    Il secondo ha buona corsa ed ottima tecnica complessiva, ma al contrario del compagno di reparto difficilmente salta l’uomo in dribbling ed ha uno schema di approccio all’area monotono ed ormai ampiamente prevedibile per i difensori avversari. Bisognerebbe quindi monetizzare con uno dei due e sostituirlo con un titolare più forte.
    Tra i due per l’età, il calo di rendimento mostrato quest’anno, il fatto che va per i trenta e la lunga storia di infortuni gravi alle spalle sacrificherei Perotti, ma anche il contrario mi starebbe bene lo stesso.
    Come titolare nel ruolo punterei sulle capacità di Monchi per individuare un giovane di talento già in grado di dare un contributo elevato, ma anche una soluzione rodata come il Papu potrebbe rafforzare sensibilmente il nostro attacco.

  191. Voglio spezzare una lancia a favore di Kevin, pur senza giustificarlo.
    Quante simulazioni ci sono in una qualunque domenica di calcio italiano? Decine, dunque non buttiamogli la croce addosso se in quel momento topico della gara ha voluto “approfittare” della situazione.

    E poi noi romanisti lo dovremmo ricordare bene quante decine e decine di rigori fasulli abbiamo avuto contro le strisciate nei decenni, o no? Solo per stare al recente passato, mi rode ancora quel Rubbe – Roma 3-2 con Garcia che faceva il gesto del violino dopo che i ladri vinsero con due rigori per falli fuori area e un gol in fuorigioco!
    Per favore, dai.

    1. si ma qui non ha accentuato un contatto. qui si è inventato il contatto… è diverso

  192. Leggo di calciatori sopravvalutati. Di giocatori,poco più che buoni giocatori,ma fino a poco fa descritti anche da moltissimi qui dentro, come ottimi giocatori o addirittura campioni nel loro ruolo. Indispensabili,insostituibili. Ora,all’improvviso, sono tutti vendibili e sostituibili. La Roma al momento campioni in rosa non ne ha. È da tempo che dico che l’unico giocatore sopra la media nella Roma è Salah. Il resto è una squadra di giocatori buoni,medi e scarsi. Certo non si possono vendere tutti. Ma credo che una buona cosa sarebbe ripartire da alcuni singoli,come i portieri,Manolas, Florenzi,Salah, forse Perotti,e…il resto onestamente non lo vedo insostituibile. Anzi. Un primo segnale sarebbe tenere Pellegrini e creare una base di qualità e solida italiana. Se la Roma vende pellegrini sarà il segno di una nuova era Sabatini. Che porterà ad annuali rivoluzioni,con infornate di giocatori stranieri poco conosciuti,che a loro volta saranno ceduti dopo breve per soldi o perché scarsi. E senza mai vincere un cazzo. Mi auguro di no. Che la dirigenza capisca i propri errori e cambi strategia rispetto al passato. Ma onestamente ci credo poco.

  193. Salah, per potenziale é il miglior giocatore della AS ROMA e non esagero: 17 goal e 13 assist stagionali fino ad adesso, ha una tecnica superiore abbinata ad una velocità straripante.

    Ha un ottimo piede sx, e un buon piede destro.

    Ha una buona visione di gioco e ottimo dribling in velocità.

    Io penso che ancora possa migliorare sotto ogni punto di vista, perche i margini ci sn.

    Intendiamoci, non ha il dribling nello stretto di messi o cr7 o al limite di Perotti, rimanendo in ambito roma, ma ha ottimi movimenti e scambio palla nello stretto che riempiono questo aspetto limitante.

    É un giocatore al quale nessun allenatore farebbe a meno.

    1. ha detto bene un utente pochi giorni fa

      la cosa positiva a questo punto è che chiunque venga ceduto non sarà indispensabili

      secondo me questi giocatori in questi anni li abbiamo sopravvalutati troppo, nainggolan per carità grande a recuperare palloni e a rompere il gioco, salah bravissimo negli spazi larghi sulle ripartenze, dzeko la sua doppia cifra stagionale la porta sempre a casa ma sono tutti calciatori che con i dovuti accorgimenti tattici ( che ormai hanno capito in molti) vengono annullati, quindi mi domando, nainggolan è così forte da valere il sacrificio che comporta tenerlo? il sacrificio equivale a rinunciare a tanti soldi, per me no, se il prossimo anno ricominciamo vendendo i giocatori dai super stipendi è meglio, perchè hai più spazio di manovra per rinnovare la rosa, ma basta rinnovi anche a giocatori a fine carriera vi prego, via totti, via de rossi e quel pippone infame di peres

      1. ho capito ma qualcuno tocca pure gioca

      2. fosse per me ripartirei solo dai due portieri, florenzi, rudiger, fazio, florenzi, dzeko ( che supportato da un altra punta in rosa ci può stare), perotti, gli altri non sono insostituibili, (strottman non è più tornato quello di prima)

      3. se vendi manolas, strott e nainggolan i soldi ti bastano per fare un gran calciomercato ( magari per giovani ma già dal sicuro avvenire modello tielemans), che poi se arriviamo terzi non ci allontaniamo molto dalla realtà, anche se dubito che la dirigenza li investirebbe tutti sulla campagna acquisti

    2. Buon piede destro?
      Il destro gli serve solo per correre!

  194. derossimaancheno 1 maggio 2017 il 22:15
    Concordo al 101% con aleste

    Dissento al 102% con entrambi
    Salah contro le squadre chiuse non fa un dribbling che uno.
    Ieri infatti tra lui e Rudiger hanno fatto a gara a chi crossava peggio.
    E l’incapacità a saltare l’uomo col dribbling cos’è se non una mancanza di tecnica!
    Perotti ad una velocità inferiore ne salta 3 come birilli.
    Nessuno discute il valore del giocatore.
    A campo aperto siamo d’accordo che sia devastante grazie alla sua velocità.
    E il numero di segnature quest’anno è importante.
    Ma contiamo anche tutte le occasioni che puntualmente si magna, i passaggi sbagliati di metri, i movimenti sbagliati in area.
    Per me è uno dei 5 giocatori migliori della Roma, ma da qui a dire che potrebbe giocare in una big Europea ce ne passa. Giocherebbe nel Real? Nel Barca? Nel Bayern?
    Per me no, come già successo al Chelsea.

    1. invece perotti se ne magni pochi

    2. perotti non prende lo specchio della porta su azione dalla stagione 2011/2012

    3. Il discorso é che per giocare in una big europea nn devi esser per forza messi o cr7.

      Bale nn ha dribling nello stretto, ma dribling nell’allungo, cioè sfruttare lo spazio oltre lavversario per driblarlo, cosi Salah.

      La tecnica é una cosa molto vasta: El sharawy, per dire, che é un mostro di tecnica, non dribla mai nello stretto, ma fa sempre la solita finta a rientrare.

      Ognuno ha il suo modo di giocare, di driblare, ma nn vuol dire che se nn dribli nello stretto hai poca tecnica.

      Salah é un giocatore particolare, NON É UN DRIBLOMANE O FUNAMBOLO, ma un grimaldello!!!

      Sbagliamo a considerare Salah un giocatore alla Perotti, perche sn agli antipodi cm esterni.

      PS: Callejon é l’esempio del tuo discorso… Giocatore che nn dribla mai, ne nello stretto, ne nell’allungo, cio vuol dire che ha poca tecnica? No, ma semplicemente ha un modo di giocare diverso da altri esterni che hanno affinato altre caratteristiche.

  195. @down under
    prova a fare caso ad una cosa.
    salah è tra i pochissimi della nostra rosa a non subire l’andamento della squadra nelle sue prestazioni personali. per spiegarmi meglio: lui può giocare bene anche se la roma gioca male, e ogni tanto non brilla anche se la roma sta giocando bene.
    quello che voglio dire è che , secondo me, questo capita ai giocatori particolari che hanno qualcosa in più.
    la maggior parte dei giocatori se la squadra sta giocando bene giocano bene e viceversa.
    lui invece è di quelli che non subisce questa influenza. tutti gli altri attaccanti della roma (come perotti elsha etc..) fanno cacare se la roma gioca male e sembrano fenomeni se gioca bene. perché sono giocatori che spostano poco, salah ha le caratteristiche per spostare invece

    1. Ale ho scritto a te e a Dero sopra, prima di leggere questo tuo post.
      Hai fatto un’analisi interessante.
      La posso condividere fino ad un certo punto.
      Nel senso che il giocatore ha delle qualità che lo portano ad emergere tra i nostri attaccanti quando la squadra rende meno, bisogna però capire quali siano queste qualità.
      Per me lui emerge grazie alla rapidità con la quale fa le cose.
      Rapidità, non necessariamente tecnica.
      Tira in velocità, controlla in velocità, si smarca in velocità.
      Ieri è stato il migliore, ma da 6 in pagella.
      E non mi risulta abbia segnato, fatto chissà quali assist.
      Solo corse fino in fondo, brusche frenate e poi il solito cross.

      1. ma è bastato per essere il migliore … pensa gli altri…
        per questo dico che è ingiusto prendersela con lui

      2. E chi se la prende con Salah?
        Non certo io!
        Si disquisiva solo se avesse potuto giocare in una big, tutto lì.

      3. mi riferivo al commento di vitolo che era piuttosto polemico

  196. aleste85 1 maggio 2017 il 21:53
    volgio dire cristo santo, hanno vinto tutti col psg dall’arrivo dell’arabo. lui è il primo a non vincere dai

    Forse il PSG non vincerà (manca in realtà ancora qualche partita) ma se non vincesse la Ligue 1 la perderebbe a favore di un Monaco che ha dimostrato grande qualità. Gli altri anni il PSG non ha avuto rivali in campionato perché il livello delle altre era modesto.
    D’altronde non si arriva a caso in semifinale di Champions.
    E poi Ale, 3 vittorie di seguito in Europa League parlano da sole.
    Per me Emery è la soluzione n° 1, anche come carisma.
    Dovesse rimanere al PSG, tutta la vita Di Francesco.

  197. SALAH SAREBBE FORTE?
    ma scusate, le vedete le partite? la maggior parte delle squadre si chiudono e salah non è un apriscatole come perotti o mertens, per dirne uno che ha le palle..
    lione, lazio in coppa italia e campionato, partite decisive in cui l’avversaria si è chiusa e salah non è in grado di aprire le difese..

    1. Salah è tecnicamente limitato.
      La sua miglior dote è la velocità.
      Fosse lento sarebbe un giocatore normalissimo.
      Perotti tecnicamente è di un’altro pianeta.

      1. però salah ha 25 anni perotti 29…

    2. a mio avviso salah è l’unico giocatore della roma che potrebbe essere titolare in una big vera(con a tratti naingollan). è forse l’unico della rosa capace in qualsiasi momento di poter creare qualcosa ed oltretutto vede anche la porta che non guasta.
      secondo me è veramente l’ultimo con cui prendersela

      1. Salah in una big farebbe la muffa in panca.
        Tralasciamo il fatto che ha un solo piede, ma anche col sinistro ne fa di errori.
        Controlli sbagliati, metà dei passaggi sbilenchi e in fase di finalizzazione non è il massimo.
        L’unico giocatore della nostra rosa che potrebbe giocare in una big è Naingollan. Forse Szczesny e Manolas se la giocherebbero.

      2. Concordo al 101% con aleste.
        Mi sembra veramente sbagliato definirlo tecnicamente limitato. Ma li avete visti gli stop in velocità che fa?
        Certo non è Messi, ma se a quella velocità aggiungi una tecnica superiore a quella (comunque buona) in possesso di Momo, staremmo parlando di un top assoluto che certo non giocherebbe nella Roma e X poco più di tre mln a stagione.
        Definirlo inutile poi, con 13 gol e 10 assist solo in campionato, nonostante l’assenza per la coppa d’Africa, mi sembra veramente un commento di chi le partite non le guarda nemmeno.
        Ieri comunque Momo è stato l’unico ad averci veramente provato, nonché l’unico dei nostri a meritare la sufficienza.

  198. Comunque, a prescindere da tutto, un mercato che prevedesse:
    – mancato rinnovo Totti
    – non titolarità per DDR
    – cessione di mr Marlboro
    sarebbe già automaticamente un mercato sufficiente poiché getterebbe le basi per la crescita dei giovani e consentirebbe all’allenatore di poter fare scelte meritocratiche e pretendere comportamenti virtuosi e professionali da tutti.

  199. prossimo allenatore? Simeone oppure un suo emulo, non mi portate un marziano, un filoso, un teologo della zona, e via dicendo, ho già dato. Voglio un allenatore che lavora tanto, parla poco e bada al sodo.

    1. Aggiungerei pure, che sia bravo.
      E allora il discorso si complica.
      Perché di uno stacanovista autoritario e di poche parole ma scarso non sappiamo cosa farcene.
      Emery ha dimostrato di essere fenomenale con una squadra normalissima come il Siviglia.
      Di Francesco ha dimostrato di saperci fare con i giovani e se il Sassuolo non fosse stato falcidiato dagli infortuni e non avesse fatto la coppa, avrebbe ben altra classifica.

      1. emery ha dimostrato pure di essere una merda con una squadra di stelle però

      2. Merda…..
        È pur sempre secondo dietro ad un Monaco spettacolare.

      3. dai su col psg che ha a disposizione è ridicolo non vincere nel campionato francese . poi se vogliamo credere che sia un fenomeno crediamolo… ma la realtà resta tale

      4. volgio dire cristo santo, hanno vinto tutti col psg dall’arrivo dell’arabo. lui è il primo a non vincere dai

      5. concordo 😉 “bada al sodo” era riferito a quello, lo stakanovista lo abbiamo già avuto 2 volte zeman il maetro …rings a bell?

      6. … ad ogni modo, se rifondazione deve essere, posto che spallo lascia, per monchi avere un allenatore che conosce (emery o pochettino) potrebbe agevolare il suo lavoro di rifondazione. Altrimenti tocca aspettare che il nuovo allenatore testi tutta la rosa, decida cosa vuole e cosa può essergli funzionale, solo allora monchi avrebbe i desiderata del nuovo allenatore a disposizione. A meno di non fare come faceva il sabatini che comprava a prescindere o di non doversi trovare a fine luglio a cercare di svendere chi non serve ed a pagare a peso d’oro ciò che serve.

  200. Abbiamo perso il derby se lo sono meritato. Dobbiamo ripartire da questi undici e migliorare molto la panca, con o senza spalletti. Forza Magica Roma

  201. FOLLIA: Julian Nagelsmann

    1. Opzione ardita.
      Allora ti sparo Semplici della Spal!

    2. il Di Franceso di Germania ?! 🙂 cmq stavo rivedendo l’azione di Strotty lui cambia peso sul piede per smarcarsi quando capisce che sarebbe stato spazzato leva il piede e cade, se lasciava il piede al suo posto gli rompeva la caviglia. Poi chiaro che ha sbagliato a non rialzarsi immediatamente e fare come fece quel famoso campione al tramonto che disse a quel famoso arbitro che non era rigore, avremmo perso lo stesso ma senza tutto il battage mediatico, che, per inciso non vedo sul giocatore di colore del Napule (non mi ricordo il nome) che si lancia senza essere toccato forse perchè non è stato dato nessun rigore. Perchè il battage non è su un rigore inesistente ma essenzialmente sulla anti-sportività del gesto e Strotty ha già il precedente della bottiglietta di acqua con seguente accasciamento a terra, dopo essere stato sfiorato al bavero.

  202. Buonasera a tutti!
    Quoto con chi dice che è il momento di una rivoluzione totale
    Finirla con gli intoccabili e mandare via chi lo è stato e chi era sulla scia di diventarlo
    Una mia personale analisi sulla squadra attuale e su quella che verrà

    Szczesny lo avrei tenuto portiere e uomo da grande squadra ma non possiamo permettercelo quindi grazie sei stato un vero professionista in una squadra piena di dilettanti
    Allison preferisco il polacco ma lui è forte quindi si può ripartire benissimo da lui come titolare
    Lobont mai spiegato il suo rinnovo, senza senso, se deve rimanere come dirigente o preparatore poteva ritirarsi prima, solite cose stupide di Trigoria, che si levi dalle palle e faccia spazio a Crisanto

    Bruno peres vattene via pippa immonda, ho visto cose migliori in piris e ho detto tutto
    Mario Rui pagato al massimo del suo valore e non è bene per una media società come la nostra ma è una ottima riserva, può rimanere
    Juan Jesus idem come rui pagato un fottio(dannato sabatini) ma non è scarsissimo come riserva con un buon allenatore può rimanere e dare il suo contributo senza dare fastidi
    Rudiger posso sembrare folle ma per me è più forte di manolas e siccome non possiamo venderli tutti e meglio che rimanga per costruirci per favore una difesa che sia sempre la stessa per anni con lui titolare
    Fazio le troppe partite giocate e le assurde mosse tattiche di spalletti hanno generato un fazio involuto, ma è un ottimo difensore che non rompe il cazzo soprattutto, può rimanere
    Manolas ottimo difensore ma fa troppo spettacolo che lo fa apparire più forte di quello che è, pallotta il pezzente lo ha messo sul mercato già da mesi così lo venderanno a meno di quanto si poteva vendere ma vabe au revoir kostas
    Vermaelen via per sempre da trigoria la gente come te (giocatori semipippe con problemi fisici aggratis ma con stipendi enormi)
    Marchizza guai a non puntarci per l’anno prossimo, gli si dia spazio anche se sbaglia tanto sbagliano eccome pure i cosiddetti “esperti”, il giocatore è forte e merita di stare in squadra per tanti anni
    Emerson può rimanere, una delle poche note liete in squadra

    Florenzi è un grande professionista e sinceramente attaccato alla Roma non è totti e nemmeno de rossi ci possiamo fidare, in più è un grande giocatore, da tenere e che aspettiamo per ripartire assieme a uno zoccolo duro di giocatori italiani
    De Rossi via così senza tante spiegazioni
    Strootman non è più lo Strootman pre infortunio e mi ha terribilmente sorpreso la simulazione di ieri da parte sua, un giocatore grintoso e sempre corretto, ma nel suo ruolo è sempre fra i migliori, buono se rimane l’anno prossimo, ok il rinnovo(anche se non lo merita non ha fatto niente per meritarselo) ma a cifre contenutissime
    Nainggolan ottimo giocatore, pessimo leader(nonostante voglia esserlo) e capitano, non è affatto un campione, sto cazzo per il rinnovo cerchiamo di guadagnarci il massimo vendendolo prima che sia troppo tardi
    Gerson l’unico calciatore giovane pagato uno sproposito che pure su youtube si vedeva che era una mezza sega, troviamo una squadra folle che se lo prenda e cerchiamo di recuperarci qualcosa
    Paredes inspiegabilmente considerato forte, ha delle discrete doti tecniche ma ci sono centinaia di centrocampisti più forti di lui e che costano meno, in questa ondata di follia è possibile venderlo per oltre 10 milioni, magari ce cascano
    Grenier grandi doti tecniche e in quei pochi minuti in cui si è visto giocare(dannato spalletti) ho visto il Calcio con la c maiuscola, il suo riscatto è basso rispetto al valore del giocatore, è degnissimo di stare nella squadra del prossimo anno

    Perotti buon giocatore ma se c’è di meglio in giro a poco prezzo meglio sostituirlo
    El Shaarawy non è il giocatore della sua prima stagione in serie A ma è italiano e può dare il suo contributo e non ha grandi pretese, può rimanere
    Totti via
    Dzeko ha fatto una grande stagione e ha giocato tantissime partite e adesso ne paga in termini di stanchezza ma quella svogliatezza che spesso ha fatto vedere è intollerabile e irrispetoso e non vale lo stipendio che prende, proprio per questo meglio che vada anche se un pò mi dispiace, paradossalmente non è stato sfruttato come si deve secondo le sue caratteristiche
    Salah buono se rimane senza però aumenti del suo lauto stipendio
    Tumminello puntarci come riserva e secondo me non ci si pentirà

  203. Se a Pellegrini proponi un futuro a Roma da titolare, viene di corsa.
    Il discorso è che adesso verrebbe dopo Radja, DDR, Kevin e forse pure Paredes. E tutto questo senza considerare Kessie. Chi glielo fa fare? La conferma di Spalletti non può che essere vissuta come uno spettro per i giovani.
    Spalletti è una garanzia solo per i senatori.
    Per questo penso che il suo tempo sia finito a Roma per una squadra che ha bisogno di ripartire da un progetto giovane.
    Con Montella riconfermato al Milan nelle mie preferenze rimangono Emery e Di Francesco.

    1. emery prende 4,5 milioni,non parla l’italiano e non conosce il calcio italiano.
      Rifacciamo la fine di quando c’era il josè buonservizi delle asturie…
      Io ho sentito,invece,di contatti recenti per mancini ( un altro laziale…)

      1. quoto su emery. tra i vari ci sno pure pellegrini e blanc.

    2. allora preferisco mazzone.

  204. Sui romani.
    Il problema non sono tanto loro ma chi li mette in campo.
    A Spalletti va riconosciuto di aver gestito bene Totti l’anno scorso (subendo va detto un massacro mediatico) fino al rinnovo poi quest’anno si è piegato al giocatore, alla volontà dei tifosi (e della società?) con sostituzioni paracule.
    Su DDR.
    Non ne farei un discorso economico quanto tecnico. Cioè se ha velleità di un posto da titolare lo lascerei andare. In caso contrario gli proporrei un contratto da riserva di lusso per i prossimi 2 anni.

    1. Quoto
      Il problema non è essere romani e romanisti
      Il problema secondo me sono proprio Totti e De Rossi in quanto tali e tutto quello attorno a loro
      Problemi con Di Bartolomei, Giannini, Conti, eccetera non credo ce ne siano stati e credo che non ce ne saranno nemmeno Florenzi, Pellegrini(anzi spazio ai giovani italiani di talento) l’importante è non creare intoccabili

      1. Problemi con Di Bartolomei ce ne sono stati e pure molti e qualcuno anche con Giannini.

        Alex se sono problemi Totti e De Rossi,Peres e Co. sono casi umani.

        Totti e De Rossi sono due Campioni,non hanno più 20 anni e smetteranno tra breve ( specialmente Totti) ma sono, e resteranno ,due Campioni .
        Campioni come loro non li avremo mai più nella Roma con la società (?) e la dirigenza (?) che abbiamo oggi. Ricordati questo concetto.Fidati.

        Ci vuole senso di appartenenza altrimenti non ha senso chiamare una squadra con il nome di una città e/o di un luogo…

        Leggiti il mio commento sull’impero Romano che ho scritto più giù.

  205. io nn me la prendo cn spalletti. si ok, può aver fatto alcune cazzate ma qle mister nn le fa? nn mi sembra ke guardiola al city se la passi bene e se dobbiamo considerare il budget economico a disposizione poi.
    la storia dlla lupa mi fa puntare il dito + sui giocatori. qsti dll’oggi al domani si addormentano (leggere l’intervista di capello). arriva il periodo ke letteralmente si grattano i coglioni e si godono la vita dimenticandosi ke a certi livelli se vuoi vincere qlkosa.. nn te lo puoi xmettere.
    qndo si accorgono ke le cose vanno in merda, ke la gente comincia ad incazzarsi, improvvisamente si rianimano xrimediare. peccato ke oramai la stagione risulta compromessa et voilà: zero tituli.

  206. Ma squadra competitiva di che poi?
    In riferimento a tutti quelli che vanno dicendo questa stronzata.
    Abbiamo un centrocampo ridicolo composto dai soli Nainggolan e Strootman.
    Ma un centrocampo nel quale De Rossi è titolare(vi ricordo i suoi 34 anni e gli innumerevoli infortuni stagionali),come si fa a definirlo competitivo?
    Ma vi drogate?
    Paredes è una mezza tacca che,si chiamasse Paredessi e venisse da Benevento,varrebbe non più di 6-7 mln.
    Ma scherziamo.
    In attacco 4 calciatori non di certo stratosferici per 3 posti. Un abbondanza straordinaria.
    In pratica dal centrocampo in su abbiamo 2 riserve.
    Il problema non è solo la terza competizione. Ma anche la seconda…

  207. Serve un taglio netto al passato.
    Mi spiace,ma questa società non può fare cazzate(predette da molti utenti qui)e poi ripartire come nulla fosse.
    Monchi è un mister plusvalenza alla Sabatini.
    Questo mi porta a credere che Pallotta sia da manicomio.
    Via Totti e De Rossi.
    Via tutti quei calciatori vicini ai 30 con valutazioni più che discrete.
    Via Spalletti. La Roma ha bisogno di un allenatore da diavolo a quattro quando si pareggia con l’Atalanta. Non di uno contento del secondo tempo pareggiato…
    abbiamo bisogno di un allenatore che non accetti le passeggiate. Uno di quelli che grida durante gli allenamenti per richiamare attenzione,stimolare la concentrazione e,soprattutto,che abbia la pretesa di vedere i calciatori correre a mille con e senza palla.
    Per 95 minuti.
    Devo essere coerente. Non ammettevo le passeggiate della squadra di Garcia.
    Perché adesso dovrei stare con Spalletti.

  208. Cioè ci stiamo facendo prendere per il collo ancora da De Rossi?

  209. Intanto Pellegrini a roma non ci vuole tornare.

  210. L’inter offre 5,5 milioni per de rossi. Se Monchi non capisce che deve accettare al volo sarà l’ennesima meteora.

  211. poi una considerazione: prima il problema era lo stadio vuoto, prima ancora la pressione ke mette la tifoseria o la città ke vuole vincere, la rosa corta etc.. la verità?
    se nn hai le palle e la mente forte nn vinci un emerito c****.
    solo i deboli tirano fuori le scuse. e noi siamo deboli: di testa, di uomini e cme società.

  212. RIVOLUZIONE DIRIGENZIALE E TECNICA.

  213. ke arriviamo terzi è sicuro. già domenica il napoli ci supera. xkè cn sta massa di sopravvalutati e spompati, ed inoltre contando le defezioni di Rudiger e probabilmente di Strootman (uno ke dà sempre il fritto cmq) è impensabile andare a vincere a milano. ce lo meritiamo il 3posto. poi ripartirà l’ennesima rivoluzione. di sicuro la proxima stagione mi dimetto da tifoso giallorosso.
    dite ke poi corro il riskio di salire sul carro? nn credo proprio, i cavalli è da un bel pò ke so scappati e le ruote so pure bucate.

  214. Molti invocano giocatori romani e romanisti ,ma abbiamo sotto gli occhi gli esempi di Totti e De Rossi : uno fa sparate e sfoggia scarpini dorati prima del derby poi sparisce (come sempre) ,l’altro esulta in modo spropositato per il gol del pareggio ,mica della vittoria e sparisce pure lui …..

    E questi 2 sarebbero i nostri due capitani ????

    Dove stanno nascosti adesso ???

    1. Chiediamoci il perché nn c’è stato un solo allenatore in grado di tenere in pugno questa squadra …….

      O meglio se lo chiedessero i nostri dirigenti

    2. paolino ,

      Chi è che sparisce ? Totti ? De Rossi ?

      Se spariscono questi gli altri ,allora,non sono mai apparsi.

      Lo scorso anno Totti ci ha salvato il culo nel derby ( e non solo) dove perdevi per due a zero e ci ha fatto arrivare ai preliminari di CL ( poi eliminati grazie all’incapacità del toscano spiritato).

      I miracoli Totti li ha fatti;sono gli altri che latitano ed hanno latitato…

      De Rossi segna e esulta : è vietato ? La sua esultanza ha dato nocumento et disturbo al

      tuo animo radical chic ,abituato a comportamenti et costumi oxfordiani et pariolini ?

      Sei,per caso, parente/amico di Baldini e/o di Baldissoni , che stanno al tifo della Roma

      come Cicciolina sta alla verginità dell’imene,che vogliono portare la Roma “fuori dal raccordo anulare ” ? ( Ci sono parzialmente riusciti : grazie a loro e a questa dirigenza,le nostre figure di merda,pardon di feci/sterco,sono popolari in tutta Europa e non solo ).

      La maggior parte dei dirigenti dell’attuale Roma sono laziali ,altro che Romani e Romanisti.Quei pochissimi Romani e Romanisti che ci sono vengono,ogni giorno,denigrati ed emarginati .
      Magara ce fossero dirigenti Romani e Romanisti ,Tutta questa Merda ( compresa quella che abbiamo visto ieri ) non ci sarebbe mai stata.

      1. Mi fraintendimenti : dicendo che spariscono intendevo che nn si comportano da capitani ,non ricordo (anche in passato) dichiarazioni che incoraggiano il gruppo nei momenti difficili o che tengano lo stesso sull’ attenti

        Riguardo l’esultanza criticabile il fatto che essendo una partita da vincere ad ogni costo nn era il caso di perdere troppo tempo a festeggiare il pari

        Le gesta calcistiche di Totti sono sotto gli occhi di tutti noi,ma a mio parere non è mai stato un grande capitano

      2. pablito,

        Totti,qualche anno fa ,dopo avere giocato contro la juve (la Roma subì l’ennesimo furto ),disse : ” quando giochiamo contro certe squadre ,giochiamo 11 contro 14 “.

        Per queste parole Totti fu deferito e non fu convocato con la nazionale.

        Molte cose Totti ,ma anche De Rossi,le dice nello spogliatoio.

        Totti,quando venne americanunicredit ,aveva convinto Buffon a venire alla Roma. La nuova proprietà ,tramite Baldissoni,lo reguardì duramente,proibendogli di occuparsi di queste coste :
        Il trasferimento di Buffon non ci fu più.

        Un Campione come Totti la Roma non lo avrà più (almeno fino a quando avremo questa dirigenza).
        La Roma sarà una società sportiva senza “anima”.
        L’ Impero Romano cadde quando a combattere per Roma non cerano più i Romani ma i mercenari che si vendevano al nemico oppure scappavano durante la battaglia . Questa cose ,quando l’esercito era composto esclusivamente da cittadini romani,non erano mai accadute.
        Questo si chiama “senso di appartenenza “

  215. vorrei ricordare a chi invoca giocatori romani e romanisti che questi sarebbero il vero colpo mortale per la roma. i vari totti, de rossi e florenzi sono stati delizia, ma anche croce per questa squadra (soprattutto i primi due)
    voglio dire che un giocatore romanista rischierebbe di diventare il nuovo “proprietario” della roma, il nuovo e ennesimo re di roma di cui secondo me questa squadra, per “sprovincializzarsi”, non ha certamente bisogno
    sono d’accordo sui giocatori italiani ma non sui giocatori tifosi. il senso di appartenenza lo si costruisce.
    la juve ad esempio ha giocatori italiani ma non juventini

    1. ma che sei un parente/amico di paolino ?
      Lo volete capire (te,paolino e compagnia cantante) che il problema si chiama dirigenza incapace,dirgenti incapaci,presidente incapace ,giocatori inadeguati,scarpari e scarponi spacciati per campioni
      Questi sono i problemi della Roma e non i giocatori Romani e Romanisti.

      Poi,per la cronaca,la squadra si chiama Roma, è stata fondata a Roma e a Roma,per chi non lo sapesse,ci sono i Romani e i Romanisti.
      Non vuoi/volete l’ambiente romano ?
      Chiudete la società a.s. Roma , fondatene un’altra in un altro luogo e chiamatela con un altro nome. Problema risolto.

  216. La cosa divertente é che ancora leggo:”questo é incedibile”, oppure:”se vendiamo questo ci indeboliamo”…

    Manco avessimo vinto qualcosa.

    Chi vuol rimanere deve essere convinto al 100%, Anzi… Al 1000%, se anche esiste il 99% allora é meglio che vai via.

    Via la gente vecchia cm de rossi e Totti, dentro giovani che vogliono sfondare.

  217. Il problema principale di questa ROMA alla deriva
    é la DIRIGENZA
    la nostra é incompetente, incapace, impreparata, insensibile….

    Batserebbe liberarsi di gente che pensa solo alla finanza in posti dove dovrebbe invece pensare allo sport, alla competitività!
    Basterebbero personaggi influenti, romanisti, cazzuti.
    In altre società situazioni simili vengono risolte a tempo, da noi si lascia tutto nelle mani dell’allenatore
    In altri club ci sarevbbe stato un silenzio stampo imposto dopo l’eliminazione dalla EL e coppa I.
    In altri club ci sarebbe stato un dirigente incazzato!
    Da noi gli unici incazzati sono i tifosi con la pistola del daspo in testa

    1. Come sai Peter io sono meno critico di te sulla nostra proprietà e dirigenza.
      Ma dopo la partita vergognosa di ieri ho sentito solo le dichiarazioni di un Massara che ha espresso solo considerazioni al miele.
      Pallotta?
      Baldissoni?
      Silenzio.
      Qualcuno si sarebbe dovuto scusare per l’ennesima disfatta.

  218. Peter Pan 1 maggio 2017 il 13:13

    “non é salah il problema, anzi lui é l’emblema di un calcio allegro e sorridente
    non capisco perché debba giocare a destra se é mancino?”

    un po come dire perche mettere messi a destra se è mancino.

    La risposta è molto semplice: Perche sono giocatori che entrano e tirano avendo come piede preferito il sx ( usando poco o nulla il dx ).

    Mettere salah a sx vorrebbe dire limitarlo del 70-80%.

    Io invece avrei l’idea di mettere salah dietro le punte o dietro LA punta.

    Veloce, ottimo dribling, ottima tecnica, buona visione di gioco, secondo me sarebbe un 374ARTISTA perfetto.

  219. Poi contano anche le motivazioni.
    Paredes ha sempre detto di voler rimanere.
    Ultimamente ha messo su una grinta, una cattiveria, insomma una garra da vero argentino.
    E’ migliorato nei contrasti e nella corsa.
    Non vedo perché non puntare su di lui.

    1. Perche a spalletti i giocatori tecnici non piacciono.

      Pjanic lo scorso anno lo mise giusto perche lo aveva e a centrocampo non cera nessuno, senno non lo avrebbe mai messo.

      Paredes era giusto riconfermarlo dopo le ultime ottime prove da lui offerto. Invece ha messo un giocatore che non correva.

      Gerson, paredes e grenier, 3 giocatori di cui uno andrebbe sempre fatto giocatore.

  220. PARTENDO DAL PRESUPPOSTO che non si è vinto nulla, sicuri che qualcuno in questa rosa è indispensabile?

    La riposta è NO.

    NESSUNO è INDISPENSABILE, nessuno è incedibile.

    SONO 5-6 anni che parliamo di giocatori incedibili come se con loro avessimo vinto qualcosa, come se fossero veramente dei fenomeni alla ibrahimovic, messi o cr7.

    Strootman, manolas, radja, dzeko, ddr, tutta gente che si, è forte, ma non ci ha fatto vincere nulla, ergo se arrivasse un offerta congrua li venderei anche in blocco.

    LOGICAMENTE la mia è provocazione, ma il ragionamento è quello da me detto in precedenza.

    SERVE GENTE CON SENSO DI APPARTENENZA, CAZZUTA CON LA VOGLIA DI BUTTARE IL CUORE OLTRE L’OSTACOLO.

    1. Senso di appartenenza = base di giocatori italiani.

      1. magari

      2. ancora meglio giocatori romani e romanisti.

        Sento in questi giorni che il milan avrebbe strappato il si di pellegrini.

        Io penso che sarebbe pazzia vendere pellegrini, perche rappresenta il miglior centrocampista under 21 italiano, meglio di gagliardini che reputo sopravvalutato.

        Riporterei casa daniele verde che ha disputato 2 ottimi anni via da roma.

  221. ATTACCO

    Dzeko: Grande stagione la sua. Però ieri per l ennesima volta ha dimostrato che nel momento del bisogno non la mette dentro. E visto il suo comportamento con il pescara ieri doveva dimostrare di aver ragione. Cosa non avvenuta.
    Visto l ingaggio e l età, e dopo una stagione del genere, lo venderei al miglior offerente per tantissimi soldi!
    E’ l ultima occasione per monetizzare.

    Perotti: Finché era in forma è stato fondamentale. Poi i soliti problemi fisici lo hanno rallentato. E da li non è più riuscito a prendere il passo. Dispiace perché la sua qualità era importante e ci serviva molto. Non so a questo punto quanto ancora possa dare alla squadra. Se non ha continuità incide poco. Valuterei una sua cessione.

    El Shaarawi; Giocatore molto incostante. Giovane e italiano, però se non inizia ad incidere di più rischia di non essere utile alla causa. Eppure le qualità le ha. Speriamo in un suo miglioramento in futuro!

    Salah: Gran stagione la sua. Dopo la Coppa D’Africa è tornato più stanco, però sempre importante. Sfortunato quando nel suo momento migliore è stato azzoppato da Vermaelen….
    Deve migliorarsi ancora in alcune cose però è uno dei pochi da cui ripartire. Poi stesso discorso vale per lui. Se vuole andare ciao! basta che ci porti una grande offerta…

    Totti: Grazie di tutto Capitano. Ma ora basta. Non reggi più!! la Roma deve andare oltre. Per lasciarti spazio non abbiamo potuto comprare un attaccante di riserva. E questo poi ha inciso nei momenti più importanti. Molti speravano e sperano di vederti di più in campo. Ma si vede lontano un miglio che non reggi più…è straziante la cosa. Veramente, basta. Che la società si faccia forte e non rinnovi il contratto.

    ALLENATORE:

    Spalletti: Il suo tira e molla ha stancato tutti. Ha commesso molti errori di gestione che abbiamo pagato nei momenti importanti. Non vedo con che pretesto continuare, si è impegnato a parole e non si è vinto niente….una sua permanenza sarebbe ridicola. Che venga un altro al suo posto!

    Se dobbiamo scommettere puntiamo su Julian Nagelsmann. Fanculo!

  222. Avete visto i possibili avversari champions (preliminari) se dovessimo arrivare 3i?
    poi noi con la fortuna che abbiamo beccheremo certamente una delle più forti
    anche se il Porto era battibilissimo.

    La SOCIETA’ va rivoluzionata poi tutto il resto viene da se!!!
    La società é stata sempre assente, pêr il mercato di gannai, per le esternazioni di spalletti, per totti, per ddr, per dzeko…
    Ora che non c’é più il principale artefice di questo disastro (Sabatini) bisogna assolutamente rifondare il sistema societario.
    E lavorare in silenzio senza proclami, entusiasmi inutili per il ds, massaggiatore, preparatore…
    E PLUSVALENZE

  223. CENTROCAMPO

    De Rossi: Che dire. Croce e delizia…
    A livello caratteriale può essere utile al gruppo però questi discorsi si fanno da troppi anni. Prende uno sproposito e pretende ancora qualcosa di importante. Io direi di separare le strade. Risparmiamo sull ingaggio e puntiamo su Pellegrini!

    Nainggolan: Quest anno il migliore per rendimento. Giocatore che non fa mai mancare l impegno, per questo indispensabile. E’ migliorato molto anche in fase realizzativa. Però ogni volta che apre bocca è un danno. E forse per questo è ora di valutare altre ipotesi. Come anche i vizi fuori dal campo, che su quest ultimo poi non si notano. Però se da altre parti vincono grazie ai soldatini…forse non è il caso di iniziare anche noi a fare cosi?
    Tral altro il momento per monetizzare il più possibile è adesso. E una sua cessione ci toglierebbe tutti i guai a livello economico! quasi quasi…

    Strootman: Uno dei pochi da cui ripartire. Non lo discuto, però il gesto di ieri lo ha macchiato non poco. Perché lo ha fatto?
    Anche per lui lo stesso discorso che vale per gli altri. Se vuole andare via porti una grande offerta e tanti saluti!

    Paredes: Buon giocatore. A vederlo quest anno ho notato che per ingranare nel rendimento ha bisogno di giocare tante partite di fila. Mentre quando subentra è quasi nullo. Lo terrei, ma se dovesse servire una sua cessione (per molti soldi) non mi strapperei i capelli. Magari poi mi sbaglio!

    Gerson: Oggetto misterioso. Pagato tanto e visto poco. Forse mal gestito. Buttarlo nella mischia contro la Juve a Torino e per di più fuori ruolo è stata una pessima idea! C’è da chiedersi cosa vogliamo fare con lui. Se provare a valorizzarlo oppure no. Altrimenti qua son soldi buttati. Anche se Sabatini spesso ha dichiarato di volerselo portare dietro in una sua eventuale nuova squadra. Vediamo. Di sicuro qua fino adesso ci ha perso solo la Roma!

    Grenier: Giocatore di qualità che fino a qualche anno fa aveva ben altra valutazione. Rinnoverei il prestito oppure lo riscatterei direttamente. Per 3,5 milioni è quasi un regalo. Andrebbe visto un po di più..

  224. Per vincere bisogna avere giocatori buoni.
    Meglio se campioni, cioè capaci di fare cose sconosciute ai più, di trovare la giocata vincente quando la situazione è ormai compromessa.
    Tipo Baggio col suo goal contro la Nigeria.
    Questa Roma l’unico campione che ha è Totti 40 enne, il che dice tutto.
    I migliori in rosa quest’anno, Dzeko e Naingollan non sono campioni, ma ottimi giocatori. Anche loro nel momento della verità si sono dissolti.
    Come non lo sono Strootman, DDR e tutti gli altri.
    L’ultimo che abbiamo avuto in rosa ben sopra la media era Pjanic.
    Siccome comprare i campioni costa, dobbiamo farceli in casa.
    E i giocatori che sono in grado di diventarlo sono i Gerson e i Pellegrini che per molti potrebbero essere tranquillamente ceduti per fare cassa !!!!
    Da Monchi mi aspetto anche questo.
    Puntare su giocatori di talento (tipo Ante Coric) sperando che possano sbocciare alla Roma grazie ad un tecnico in grado di valorizzarli o dandoli prima in prestito.

    1. d’accordo e non: nel senso che non necessariamente hai bisogno di campioni per vincere qualcosa o per far finali.

      La roma di ottimi giocatori ne ha e pure tanti, partendo da scesni, allison, fino a dzeko e salah.

      I potenziali campioni la roma ne ha?

      La risposta è si.

      Radja finche ha retto fisicamente vinceva le partite da solo, idem momo salah.

      Non rpendiamoci in giro ragazzi, la roma aveva ed ha una rosa che se gestita in altro modo poteva arrivare in fondo nelle competizioni.

      1. Dipende dal concetto che si ha di campione.
        Per me Radja non lo è al pari di Salah.
        L’egiziano ha un piede solo e questo lo limita enormemente.
        Fa un’enormità di errori ogni partita sia nel controllo della palla, nei passaggi, nelle conclusioni, nei movimenti in area.
        Anche Maradona aveva solo un piede ma era un pennello.
        Radja fintantoché ha avuto modo di giocare indisturbato ha fatto la differenza, poi marcato a uomo ha fatto vedere tutti i suoi limiti tecnici: enormi.

      2. non é salah il problema, anzi lui é l’emblema di un calcio allegro e sorridente
        non capisco perché debba giocare a destra se é mancino?

      3. A Spalletti piace il piede pervertito

  225. Scusate ma rispondo qui a vitolo. Parli di ossessione per “l’inutile Salah” quando è l’unico, che anche ieri,ha dimostrato in campo di avere qualche qualità. Vorresti cedere Manolas, unico difensore che ha la Roma di qualità,e tenerti due scarsoni come Fazio e Juan Jesus!!!!!! Scusa ma non ho ben capito se scherzi o se fai sul sero.

    1. salah é il meno responsabile di tutto questo schifo visto che la Roma ha segnato parecchio

    2. fazio scarso? manolas che ha un rendimento inferiore a quello di rudiger e fazio di quest’anno.

  226. SPALLETTI RESPONSABILE..
    è inutile che vi attaccate a tutto, gli altri anni era tutto da cambiare, ma quest’anno la rosa c’è e andava gestita da un allenatore che sa metterla in campo.
    invece schieramento tattico ridicolo, sempre gli stessi cambi, equilibrio inesistente..
    -nella stessa partita passi da difesa a 3 a difesa a 4 senza necessità dovute ad infortuni
    -i terzini giocano interni e non danno mai larghezza e profondità al gioco
    -l’ossessione per l’inutile salah
    -sempre gli stessi cambi comandati, senza capacità di adattarsi alla partita
    -km di distanza fra attacco e difesa in ripiegamento, prendiamo schiaffi in ripartenza
    -difensori mai schierati correttamente, in certe moviole televisive hanno riso dello schieramento difensivo
    -ossessione per de rossi
    -antipatia per l’utile perotti
    -incapacità di valorizzare i terzini
    -nelle interviste si attacca alle deviazioni sfortunate, quando invece l’arbitro ha provato a regalarci 3-4 volte il risultato
    E’ VERGOGNOSO avere un allenatore così, partito per cambiare Roma e finito a tormentarsi e rivoltarsi nei suoi stessi limiti..

  227. DIFESA

    Manolas; È l indiziato numero 1 per la cessione che sistemerà, in parte, il bilancio entro giugno. Si dice che giochi con la testa altrove da parecchio tempo, causa rinnovo anche. Se la situazione è questa è dev’essere ceduto, che venga ceduto per tanti soldi e non a prezzo onesto.

    Rudiger: Altro nome da mercato. Quest anno ha fatto una buona stagione, dopo l’infortunio non era facile. Ma le cazzate che ha fatto nei momenti topici della stagione dove poi seguivano partite importanti hanno condizionato pesantemente l andamento della squadra. Merita una tirata di orecchie. Se vuole restare ok. Altrimenti via anche lui per soldi.

    Fazio; Partito come riserva, si è preso a suon di ottime prestazioni il posto da titolare. Per qualità prezzo uno dei migliori acquisti. Anche lui ogni tanto pecca però ha tenuto un rendimento altissimo per quasi tutta la stagione dopo anni un po così così. È confermabile.

    Juan Jesus; in partenza non l’avrei mai comprato. Figurarsi per 10 milioni. Rispetto all inizio è migliorato. Però non entusiasma. È un bravo ragazzo, molto professionale. Può restare come riserva.

    Vermaelen; Disastroso. Acquisto evitabile. Fin dall inizio. Gli infortuni non sono una novità… può tornare da dove è venuto.

    Emerson; all’inizio non potevo vederlo. Per via delle sue follie in campo europeo. Poi a suon di ottime prestazioni ha fatto ricredere tutti. Uno di quelli da cui ripartire. Se vuole restare e mantiene la testa sulle spalle. Altrimenti…

    Rui: molto sfortunato per via dell infortunio. Per di più Emerson in sua assenza ha fatto benissimo. Ora è la riserva. L’agente ha aperto più volte al Napoli di Sarri. Se vuole seguirlo basta che vada pure. Basta che ci pagano…

    Fiorenzi; Molto sfortunato. Non se lo meritava. Ripartiremo con lui la prossima stagione!

    Bruno Peres; Giocatore da cui ci si aspettava di più. È forse uno di quei giocatori che per rendere deve essere inquadrato bene in un determinato contesto tattico. Altrimenti non rende. La sua valutazione la rimanderei al prossimo anno.

    1. Mario Rui e Peres sono due giocatori che il prossimo anno potrebbero fare bene.
      Se uno dei due terzini sinistri venisse ceduto, punterei su Masina.

      1. Non sarebbe male!
        Però come li vedi 2 buoni giovani in rampa di lancio per un ruolo?

  228. Quando scrivevo che nel trittico Lazio, Milan, Juve avrei firmato per 5 punti purtroppo ci avevo visto giusto. Come pure sul fatto che nonostante il + 4 in classifica, il Napoli aveva il 50% di superarci in virtù di un calendario favorevole.
    Se così fosse sarebbe anche giusto. Oltre ad esserci leggermente superiori, non tanto negli 11 ma nel valore totale della rosa, giocano molto meglio di noi.

  229. naturalmente arrivare terzi comporterà 2 cessioni: se Monchi si dimostrerà gagliardo, uno cme Manolàs può essere venduto pure a 46ml. poi ci vorrà un altra cessione da 30 e qui nn so a ki possa toccare..
    capitolo kessiè: speriamo ke il milan kiuda l’affare, xkè se spendiamo ql botto di soldi, l’africano fa la fine di iturbe.

  230. in pratica è la stessa roma (di sempre) versione primo spalletti, cn gli stessi difetti. domenica proxima ci sarà il napoli davanti in classifica e noi dietro ormai rassegnati ai preliminari di champions. giusto così: nn ce lo meritiamo il 2posto. almeno il napoli nn ha mai mollato credendoci fino alla fine di superarci. noi invece siamo andati in vacanza già sicuri ke il 2posto fosse nostro.
    capitolo mister: a qsto punto tanto vale cambiare visto ke a livello mentale la squadra si è squagliata.

  231. Szczesny: Fine prestito. Come elemento mi piace, mi piacerebbe restasse ma abbiamo alternative valide e i costi per trattenerlo sono alti. Iniziamo a risparmiare e sistemare i conti da qui. Le alternative ci sono. Meglio puntare su Alisson.

    Alisson: Portiere titolare. È ora di puntare su di lui. Lo abbiamo cercato e comprato, la sua attesa merita la porta da titolare della prossima stagione. Skorupski dispiace, deve aspettare o valutare altro.

    Skorupski: Come detto sopra, ha davanti Alisson. È il suo turno. Giustamente lui vuole giocare da titolare, avendo fatto bene in questi ultimi anni. Ma nel frattempo la Roma aveva fatto altre scelte. Che deve proseguire ora. Se vuole restare come secondo per un anno…bene. Altrimenti cederlo e monetizzare. Anche se un altro prestito sarebbe il top.

    1. L’ideale sarebbe tenerli entrambi.
      Alisson campionato.
      Skorupski coppe.

      1. Si. Però il polacco vuole giocare titolare. La situazione sarebbe come quella di quest anno!

        E lui sapendo già com’è la cosa ha messo le cose in chiaro. Se dobbiamo cederlo spero sia per una bella cifra! Ha potenziale…

  232. Io direi che è ora di finirla una volta per tutte. Ripartire da 0 con gente seria, professionale e che in campo ha voglia di fare bene! gente veramente motivata.

    Basta intoccabili. Veramente. Chi vuole andarsene che se ne vada, chi invece vuole restare invece, lo deve volere veramente. Deve dare tutto.

    Non esistono Nainggolan, Totti o Manolas che tengano. Anzi. Forse è proprio di loro che ci dobbiamo liberare.

    Basta gente che parla, fa proclami (anche se questo parte anche dall alto) o che si permettere di mandare a fanculo per una stagione.

    Monetizziamo al massimo con la vendita di questa gente, sistemiamo i conti e ripartiamo con ordine. Basta gente strapagata che non vale i soldi che chiede. Basta.

    Che non si rinnovi a De Rossi, che si vendano Dzeko, Manolas, Nainggolan e ripartiamo da altri. Con criterio!

    Qua c’è da fare piazza pulita!

    1. so 6 anni che ripartiamo tommy…
      un altro anno di ripartenze non giova a nessuno.
      l’unica cosa saggia da fare è prendere un allenatore che non si faccia schiacciare dalla squadra. chiaro che senza dirigenza all’altezza è tutto vano, l’allenatore non fa miracoli

      1. Bisogna calmierare gli ingaggi.
        Troppi ingaggi Top per giocatori che non fanno la differenza.
        Monchi ha anche questo compito.
        Capire chi può servire e chi no, chi merita un aumento e chi no.
        Se questo passa per una rivoluzione, ben venga una rivoluzione.
        Ed inoltre serve anche riabbassare l’età media della rosa con gente giovane e di gamba.

  233. Vi faccio una domanda: Si é mai visto una squadra che gioca con un allenatore gia partente a gennaio?

    Un allenatore che sbandiera ai quattro venti che non rimane?

    “io rimango se Totti firma”, Peró poi Totti non gioca, quindi si crea del malumore.

    “io rimango se de rossi rinnova”, ma nn era Totti?

    “se non si vince nulla vado via”,”se non si vince un titolo vado via”.

    Ma dove vogliamo andare cn uno cosi?

    LE PAROLE DI DZEKO SONO EMBLEMATICHE:”ancora il furbo fai éh?”

    Quel FAI ANCORA IL FURBO, non é una frase di scherno, ma la verità. Questo é un allenatore che sta facendo ESATTAMENTE cm la sua prima esperienza a roma: Usa la roma per andare in altri club, ma nelle ultime settimane a quanto pare questi grandi club si son defilati, ha cambiato atteggiamento, parlando di secondo posto cm una vittoria.

    Strano vero?

    Da 4-5 mesi a questa parte si son visti i paradossi piu grandi, le incoerenze piu assurde, dette e fatte, tattiche e tecniche.

    Il napoli conta gli stessi giocatori usati della roma, conta quasi gli stessi minutaggi, ma loro corrono ed offrono un calcio fantastico, noi nn corriamo, offriamo un calcio penoso.

    Perche direte voi?

    Semplice: Noi abbiamo una squadra che nn segue piu l’allenatore che si é fatto letteralmente fuori da solo, nel napoli, invece, i giocatori seguono sarri ciecamente, cm fsnno quelli della Lazio con Inzaghi.

    Aggiungo che se siamo ancora secondi é un miracolo non perche hai una rosa scarsa, ma perche si vede lontano un miglio che questa squadra gioca senza allenatore.

    In tal caso é colpa della dirigenza che nn lo manda via, ma dire:”é grazie a spalletti se siamo ancora secondi, perche questa é una rosa da 4-5 posto”, é sbagliatissimo perche é cm dire:”il napoli senza sarei é da 4-5 posto”, oppure:”ai tempi il barca di guardiola era da 3-4 posto se nn cera quest’ultimo”… Spalletti ha fallitto TUTTI i big match decisivi in maniera stupida, mentre in campionato ha fatto quello che anche Garcia ha fatto, nulla piu nulla meno.

    1. lory nessun grande club se l’è mai cacato. dobbiamo smettere di pensare di avere i grandi giocatori ed i grandi allenatori.
      spalletti prima di tornare da noi era fermo tipo da 3 anni. non se lo caca nessuno, altro che grandi club .
      lui pensava che la situazione a roma fosse cambiata, quando ha trovato tutto invariato ha dato di matto

  234. Ad aleste dico che se ieri in campo c’era Dzeko è semplicemente perché la Roma non ha un’altra punta di ruolo. Bonucci va in punizione perché se non c’è lui Allegri può schierare Rugani o Benatia o anche Barzagli. E scusa se è poco. Ma vogliamo parlare di Peres??? Ma è da serie A??? O di Fazio??? Addirittura c’è chi sostiene sia meglio di Manolas!!! O di Naingollan che dopo la partita contro l’Inter è sparito??? Però chiede 5 milioni netti a stagione per rimanere…siamo veramente alla follia. DDR è un ex giocatore,ha uno scatto e una resistenza atletica da calcio amatoriale… E guadagna 6,5 milioni di euro netti a stagione!!! Se questa non è follia…le disfatte della Roma nascono anche da queste che sono precise responsabilità manageriali,cose di questo tipo non succederanno mai alla Juve. Li se non vali,se non sei un’atleta più che serio vieni sfanculato. Altro che aumenti di ingaggio …

    1. Una cosa mi è finalmente apparsa chiara ieri.
      La società non ha nessuna intenzione di rinnovare a Totti nonostante lui voglia fare un’altro anno. Lo scarpino è l’ultima concessione fatta a Francesco sul campo per ragioni di sponsor. Meglio tardi che mai.
      La società vuole calmierare gli ingaggi.
      Se Kessie non arriverà è proprio per questa nuova politica societaria.
      Il rinnovo a DDR avverrà a cifre contenute altrimenti aria.
      Radja non riceverà nessun aumento e per una cifra congrua adios.
      Manolas se non accettasse l’offerta Roma adios pure lui.

    2. lo avrebbero fatto comunque.
      una società seria non può fare finta che l’episodio non è accaduto.
      e la multina di merda per gente che guadagna quelle cifre non sposta niente (ammesso che gliel’abbiano fatta). vuole vincere la classifica cannonieri? bene lo tieni fuori apposta così non segna. la prossima volta esce a testa bassa prendendosela con se stesso perché di 4 gol fatti ad una squadra da serie B non è riuscito a realizzarne no

  235. Cerco di pensare positivo, ragionando su come giocare la prossima col Milan.
    La scossa può venire solo cambiando gli interpreti, quelli di ieri avranno bisogno dello psicanalista per un po’ di tempo.
    Ieri giustamente Sebastian faceva notare che la nostra era una formazione di contropiedisti. Una formazione che si sarebbe dovuta schierare eventualmente a Milano, mentre contro una Lazio ad una punta e tutti dietro a difendere aveva poco senso. La squalifica certa di Kevin (brutta simulazione, non me l’aspettavo da lui) e quella probabile di DDR obbligano Spalletti a fare scelte che altrimenti non avrebbe mai fatto e che invece potrebbero rivelarsi salvifiche per noi.
    Dentro gente con i piedi buoni a centrocampo e che ieri era tutta regolarmente in panca. Anche per mettere giocatori un po’ più freschi visto che hanno giocato di meno quest’anno.

    Fuori Rudiger anche ieri pessimo, addirittura umiliato dal tunnel di Lulic.
    Fuori Fazio, ieri il peggiore dietro.
    Fuori Palmieri, moscio come pochi.
    Fuori Kevin per squalifica.
    Fuori DDR per squalifica o, se graziato, per eccesso di lentezza.
    Fuori El Sha giocatore che ormai non salta più l’uomo e quindi inutile sulla fascia.
    Radja riportato dietro nel ruolo più consono alle sue qualità.
    Perotti dietro le punte, ruolo nel quale si esalta mentre in fascia rende il 50% in meno.

    Schema 4:3:1:2

    Szczesny
    Peres JJ Manolas Mario Rui
    Radja Paredes Grenier
    Perotti
    Salah Dzeko

    1. Mi piace molto la tua formazione, Down, che conferma la presenza, purtroppo, di un solo attaccante di ruolo, che altrimenti meriterebbe anche lui la panca, se la tribuna fosse sold out: spererei solo che Grenier e Perotti non si pestassero i piedi incrociando le linee; ma sono due ragazzi intelligenti.
      Mi sembra che questa squadra costituisca una feroce critica al mister, che anche ieri ne ha azzeccate poche e che, ahimè, non la schiererà mai, per non tenere fuori i morti da lui risuscitati ma che, ora, non stanno, di nuovo, mica tanto bene.
      E insomma, Luciano a casa Juve o a casa Inter, dentro Di Francesco che valorizzi i pochi superstiti meritevoli di colori e maglia, e i tanti primavera, loro, e nostro, vanto.

      1. Caro GM, fino al derby mi auguravo la riconferma di Spalletti, ma dopo l’obrobrio tattico di ieri forse è meglio svoltare completamente.
        Una tale insulsa testardaggine mi ha fatto ricordare Garcia.
        L’intelligenza di un tecnico sta anche nel saper cambiare.

  236. Film gia visto con Garcia …..i giocatori stanno giocando contro Spalletti (forse c’era nell aria la riconferma),non si puo’ giocare camminando e il motivo non è la forma o altre cazzate questi sono atleti abituati a correre a palla…ma se cammini mi viene da pensare male !!!!!
    Forza sempre Roma (vi leggo sempre con piacere)

  237. io penserei di dare via strootman onestamente. purtroppo è l’ombra del giocatore arrivato a roma, ieri si è anche comportato in maniera scorretta ma gliela perdono.
    ormai perde molti contrasti, sbaglia stop elementari. se qualcuno arriva con 25 è da mollare.
    i nostri veri problemi sono a centrocampo secondo me.

  238. concordo con chi fa notare la differenza di monte ingaggi.
    la lazio ci ha purgato con un monte ingaggi ridicolo rispetto al nostro.
    noi corriamo ad elargire aumenti di stipendi appena un giocatore fa bene 3 partite consecutive.
    questa storia deve finire.
    anche il mandare in campo dzeko dopo che ha sfanculato spalletti è stato un errore.
    guardate cosa ha fatto la juve con bonucci… l’ha tenuto fuori nella partita più importante dell’anno perché aveva fatto la stessa cosa con allegri.
    da noi i giocatori vengono in vacanza, complice una società inesistente e dei dirigenti beoti che a nulla pensano se non all’iter dello stadio (peraltro in gravoso ritardo anche li).
    hanno trasformato l’as Roma in una società turistica , di passaggio. dove ci vai prima di arrivare ad una squadra più importante

  239. anche se so già che nessuno leggerà … tant’è! Abbracci Giallorossi a tutti ma proprio a tutti, quagliemmmmmmerda e SempreForzaMagicaRoma.

    Non è tanto il vincere od il perdere ma il come si vince ed il come si perde.
    Sei stato dominato tatticamente, atleticamente e mentalmente. Al termine del match non puoi ma soprattutto non devi andare a dire le cose che ha detto spalletti ai microfoni.
    Così facendo instilli nei giocatori false deduzioni, aspettative ma soprattutto crei un infausto processo mentale nella mente del tuo atleta. La psicologia umana è portata, causa istinto di sopravvivenza, a fare la scelta più semplice con maggior guadagno ed appagante al proprio ego, è una legge di natura. Quindi, se poi davanti la tua squadra ed a porte chiuse modificherai il tuo giudizio, della serie i panni sporchi in famiglia, il danno è ormai fatto e non ai operato nulla per sopravanzarlo ma anzi hai aggiunto discriminanti pregiudiziali ad un corretto progresso atletico.
    Le dichiarazioni di spalletti nel dopo partita sono deliranti e non aderenti ad una realtà neanche lontanamente verosimile. Le seguenti dichiarazioni di DDR, sono il risultato di quanto sopra. Con queste premesse il tuo atleta la prossima gara, salvo episodi favorevoli, compirà gli stessi errori e non progredirà, sostenuto da un falso ego e non dalla effettiva percezione di essere migliore del suo avversario.
    Che poi stanotte mi son sognato che Strottman si rialzava dicendo no! No, non è rigore…. ma questa è un’altra storia, della serie anche la juve ruba, ma rubare e poi convincere. Nella mente del tifoso, dell’addetto ai lavori e nell’atleta, crea un meccanismo per il quale anche senza rubare avresti vinto lo stesso. La famosa e tanto sproloquiata, qui a Roma ma non solo, “Mentalità Vincente” è questo solamente questo.
    Ave Atque Vale e SempreForzaMagicaRoma.

    p.s.
    e adesso via a parlare di mercato. Credete a me amici miei il Barcellona di Guardiola e quello di Enrique (con tutto il bene e la stima che gli porto) son due squadre che seppur entrambe vincenti, grazie ad abili giocatori, sono distanti anni luce.
    Chiosa: non basta aver decenti, buoni od ottimi giocatori, bisogna poi saperli mettere in campo e far fruttare al meglio. Questo a Roma son parecchi anni che non viene fatto e questi sono i risultati.

  240. Non è piacevole trovarsi amici e conoscenti laziali che ti sommergono di prese per culo su whattsapp. Ma stavolta,come in coppa Italia, poco da dire. Hanno stravinto loro. E stavolta c’è anche l’aggravante dell’unico goal della Roma arrivato grazie ad un rigore inesistente e regalato. E la Lazio ha un monte ingaggi che è grosso modo circ la metà di quello della Roma. Ma in campo non si vede. La Lazio ha vinto fisicamente e tatticamente. Come in coppa Italia. Spalletti che parla di sfortuna è ridicolo e quasi grottesco. Via. A fine stagione deve essere cacciato a calci nel culo. La Roma in questi ultimi anni è diventata la squadra più presa per il culo della serie A. Totti poi che entra con gli ennesimi scarpini (orribili) personalizzati è stato davvero da presa per il culo. Fazio,Naingollan, Peres, Palmieri, Rudiger, De Rossi il prossimo anno via. Dzeko mammoletta,alto due metri non struscia una palla di testa,si fa anticipare da gente che ha 20 centimetri e 20 chili meno di lui. A fine stagione via. Basta con i finti campioni.

  241. spalletti primo responsabile.purtroppo potrebbe arrivare qualcuno anche peggio di lui se ne va

  242. Il 99 % dei tifosi romanisti, quando a 20 minuti dalla fine è entrato il catorcio con il catetere e gli scarpini da trans ci hanno creduto davvero e si sono alzati in ovazioni.

    Manco fosse entrato Maradona a 24 anni.

    Ma siete normali?

    Ma avete subito un trauma da piccoli?

    Ma pensate davvero che il senza palle lo avrebbe fatto entrare se voi romanisti non aveste avuto il cervello formattato male?

    Il senza palle ci ha colpa, ma meno di voi.

    Perchè poi alla fine pure lui ha famiglia. E fino a un certo punto può combattere con i mulini a vento. Ci ha provato ma alla fine ha attaccato l’asino dove il padrone vuole.

    E il padrone è il tifoso romanista tipo rappresentato egregiamente da quella figura tipica ed istituzionale di Bombolo. Non l’attore naturalmente, figura degnissima, ma la maschera, non diversissima da quel coatto uscito dalle fogne di Battista, in questo caso comico per insufficienza di prove.

    Va via l’americano e viene Berlusconi o Briatore o Marchionne o un cinese o Verdone.

    Ma che cazzo cambia?

    Ma sono anni con sta solfa e non ancora vi siete ripresi.

    Come perdere l’onore e fare figure di merda. Ora anche strootman uno dei calciatori più corretti che esistono mi diventa un vile simulatore. Esattamente come quel coatto con la barba e quell’analfabeta seriale che va per i 50 e pretende di giocare con il catetere per fare ancora soldi, manco ne avesse bisogno, con degli scarpini da trans.

    Mai la Roma è caduta così in basso nonostante che da 20 anni tutto è cambiato tranne i due catorci e le figure di merda non sono mancate. Anzi sono state una costante assieme ai lauti compensi pretesi.

    E non è neanche finita. A domanda precisa la mummia risponde: il ritiro? lo state dicendo solo voi.

    Figurarsi l’etilista.

    Ma se uno non ti ha fatto vincere niente a 25 anni ma che cazzo ti può far vincere a 40?

    E non è finita.

    La storia della cattiveria e della voglia di vincere è solo una scusa per i perdenti.

    La sostanza è altrove.

    A roma per fare uno stadio ci stiamo mettendo 10 anni e siamo a 0.
    L’anno scorso Dzeko ha giocato con una scimmia enorme sulla schiena e giustamente ha stentato, quest’anno che sembrava che la scimmia era stata messa al suo posto, esattamente come l’anno passato, verso la fine del campionato si fa sentire e i risultati si vedono.

    Un allenatore senza palle per l’ennesima volta ostaggio di calciatori sopravvalutati, superpagati e senza neanche dignità, i quali, sempre gli stessi da 20 anni, scaricano la responsabilità sui nuovi arrivati che sono costretti a fuggire a gambe levate, alcuni facendo fortuna tipo Pjanci e Vucinic altri rovinandosi la carriera.

    E ancora una volta stiamo a massacrare giovani tipo emerson Gerson Paredes oppure gente di talento come Dzeko Perotti, manolas che onestamente ne hanno le palle piene di questo andazzo e le avrebbe chiunque e non vedono l’ora di cambiare aria.

  243. SPALLETTI.. ecco il nome di chi non sta funzionando..
    qualcuno ha notato i terzini accentratissimi che si passano la palla fra loro non sapendo che fare, invece di allargarsi per dare larghezza e profondità al gioco? non può essere un caso..
    questa porcheria di tattica si è vista in tante partite e fa il gioco di chi si difende, cioè gli altri.. un ridicolo imbottigliamento tutto da un lato del campo, ma le vedete le immagini? io non ho mai visto niente di più ridicolo..

  244. anche quelli che gocano a scacchi e non si occupano di calcio, sapevano che i luridi avrebbero giocato nello stesse identico modo con cui ci hanno sbattuto fuori dalla coppa italia

    dietro a far muro e pronti a ripartire
    anche i giocatori di scacchi

    due gol facilissimi sbagliati da Dzeko negli ultimi due derby e subito loro segnano
    destino impietoso…

    1. Quindi i 3 goal che hai preso più il rigore non concesso alla lazio è colpa di Dzeko?

      Fatti vedere senti a me:

  245. Grazie Ragazzi

  246. Ridicolizzati dalla Lazio. Salah unico a salvarsi. Peres,Naingollan, Dzeko, Palmieri,Fazio hanno fatto pena.

  247. Bene il rinnovo di Strootman. Ma personalmente manderei via DDR e Naingollan. Uno a fine carriera e fuori condizione fisica e l’altro che chiede 5 milioni netti a stagione per rimanere. Una follia per quello che è il suo reale valore.

    1. Uno a fine carriera e fuori condizione, l’altro… pure

    2. Il naingollan della prima parte di stagione 5mln li valeva tutti, senza nessuno che gli da ilc ambio e con tre competizoni è inevitabilmente scoppiato.

      Se avessimo avuto un kessie/diawara/zelinski/gagliardini/pellegrini o chi per loro in panchina a rimpiazzarlo in determinate partite, a quest ora probabilmente sarebbe ancora in grado di correre e fare la differenza

      La difesa va rifondata (manolas partente) e non sappiamo manco se l allenatore resta, stravolgere pure il centrocampo sarebbe l ennesima rivoluzione (cambi sicuro difesa e portiere, pure il CC titolare è troppo) quando per vincere serve costanza nella rosa