L’obiettivo è Borja Valero, possibile solo in caso di qualificazione in Champions

di Francesco Gorzio 9

La Roma sta lavorando sul mercato ma i colpi saranno possibili solo con l'eventuale qualificazione in Champions League.

Rassegna Stampa Forza-Roma.com – Gazzetta dello Sport, D. Stoppini – Aprire il paracadute o regalarsi uno smartbox: dentro una botta di entusiasmo, un conto in banca che sorride e un Walter Sabatini un po’ più libero di dipingere l’ultima settimana di mercato. La differenza è tutta nel Porto, una città che seppe resistere all’avanzata di Napoleone e una squadra che 200 anni dopo promette di essere un ostacolo complicato, il peggiore possibile pescato nell’urna di Nyon dopo il Manchester City. Sarà per questo che la reazione della maggior parte dei giocatori della Roma, rientrati ieri a scaglioni da Montreal, può essere sintetizzata con un «up and down»: aeroporto di Monaco di Baviera, iniziale soddisfazione per aver evitato il City, poi qualche silenzio di fronte all’accoppiamento con i portoghesi. «Dovremo essere all’altezza, per i valori in campo vale più di un playoff – ha commentato il tecnico Luciano Spalletti –. Il Porto ha tradizione e giocatori importanti, oltre a uno stadio caldo dove sono stato con lo Zenit. Noi dovremo spingere subito sull’acceleratore. Siamo pronti per farlo».

I SOLDI – In fondo non c’è alternativa. Pronti per forza. Pronti con Thomas Vermaelen, convocato da Luis Enrique per l’amichevole di Londra contro il Liverpool, ma non lontano dal diventare ufficialmente giallorosso. Appuntamento all’inizio della prossima settimana: «Siamo molto avanti, ma non è ancora fatta – ancora Spalletti –. Ci può dare tanto, qualità ed esperienza». Quello che potrebbe regalare l’accesso ai gironi di Champions è un conto in banca migliore, ovvio. Venti milioni, questa è la differenza tra l’eliminare il Porto oppure retrocedere in Europa League. Il conto è presto fatto. Dieci milioni entrerebbero comunque in cassa, anche in caso di k.o. col Porto: è il paracadute Uefa, ai quali va aggiunto un market pool per l’Europa League di almeno 5 milioni (può salire fino a 10). In caso di successo, invece, va calcolato un incasso garantito di circa 35 milioni (e siamo al +30 di cui sopra): 12 di premio Uefa per l’accesso ai gironi, qualcosa sopra i 20 di market pool minimo. La stima è fatta per difetto: il numero non è calcolabile con precisione e potrà crescere in base all’andamento di Juve e Napoli (più strada fanno, meno incassa la Roma). Il tutto al netto del botteghino e dei premi-risultato.

OBIETTIVI – In soldoni: è una differenza meno abissale rispetto al passato, grazie al paracadute dell’Europa League. Ma il 20 è comunque un numero che rallegrerebbe Pallotta. E darebbe la spinta per l’ultima settimana di mercato. Borja Valero è il giocatore individuato per rinforzare il centrocampo, colpo che però comporterebbe l’addio di Paredes. Occhio pure a Diawara: il guineano resta in orbita Roma. E ancora: dentro un terzino destro e un esterno offensivo, nello specifico Ziyech, che Sabatini tiene in stand by da settimane. Il quadro è chiaro, basta metterlo in pratica. Basta riuscire lì dove fallì Napoleone.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Commenti (9)

  1. Io ho qualche dubbio che possa premiare un mercato fatto di acquisti di soli giocatori esperti, peraltro strapagati.
    Perché la Fiorentina non ci farà sconti e Borja Valero lo pagheremo uno sproposito.
    Non dimentichiamoci chi siamo.
    La nostra forza sinora è derivata dagli acquisti di giocatori con meno di 26 anni (Benatia, Manolas, Strootman, Pjanic, Radja……) che hanno finanziato i mercati successivi.
    Il mercato migliore è sempre quello che mira al presente ma con un occhio anche al futuro.
    Diawara in questo momento non ti dà nulla, non ha nemmeno fatto la preparazione!
    Ma nel corso della stagione e per gli anni a venire sarebbe invece un innesto prezioso.

    1. Mario Rui, jesus, gerson, allison, vermalen e forse borja valero con il ritorno di scesni, paredes, iturbe, ricci per me é un mercato da 7-8.

      Senza calcolare altri colpi cm un terzino di ruolo e forse ziyech.

      Per me non é un mercato solo di giocatori esperti e strapagati.

      Vermalaen ha gli stessi anni di benatia, borja ha 31 anni e io direi: Sia lodato il cielo di giocatori fatti e pronti.

      PS: Non scordiamoci il grande ritorno di Kevin strootman che già al 70% é uno, se non il migliore centrocampista d’Italia.

      1. mercato da 7-8 ma dai ok fare lodi a saba ma quest anno mancano ancora i terzini mercato da 6.5 massimo 7 gerson e na scomessa e jj deve dimostrare tanto.E ripeto manca un terzino destro.

      2. La mia era una considerazione generale. In questo mercato sono arrivati anche giovani è vero ma nel reparto centrali di difesa si poteva fare meglio.
        Si poteva fare tranquillamente a meno di JJESUS e concentrarsi solo su Vermaelen. Due difensori che ci costano ora più di 20 ml di cartellino e 11 ml lordi all’anno di stipendio. Con queste cifre mi aspettavo molto ma molto meglio. Ecco magari spendendo la cifra su Benatia che peraltro ha 2 anni in meno di Vermaelen.

  2. Io non mi preoccuperei tanto dell’età di Vermaelen.
    Ne delle stronzate che spara Pruzzo.
    Le riserve del Barcellona sono formidabili.
    Senza gli acciacchi,il belga sarebbe potuto diventare un titolare.
    La qualità del calciatore non si discute.
    Ma il problema è quello,la sua condizione fisica.
    In prestito con diritto di riscatto potrebbe rappresentare un ottimo affare.
    Obbligo di riscatto o titolo definitivo sono mosse da suicida,invece.

  3. Borja valero sarebbe un tassello molto piu importante di diawara.

    Poi non capisco a cosa serve diawara se abbiamo con le sue caratteristiche radja, kevin e de rossi… bha…

    Serve gente tecnica, serve un regista pronto.

    Personalmente punterei su paredes, ma è anche vero che lo spagnolo darebbe sicurezza ed esperienza al reparto.

    Gerson a detta di spalletti è una mezzala, quindi non un regista.

    Ad oggi abbiamo solo paredes come regista ( penso giocherà il preliminare, perche de rossi contro l’impact ha fatto vedere di essere fuori condizione e lento nell’impostare ).

  4. Penso che gli unici due veri obiettivi della Roma siano Vermaelen e Borja Valero.
    Spalletti vuole gente pronta.
    Scordiamoci i Tielemans, i Bazoer e lo stesso Diawara (che finirà ad una tra Juve, Napoli, Fiorentina o Milan) il quale tra l’altro ha pure saltato la preparazione.
    Sabatini ha cercato di fare il mercato dei giovani ma Spalletti l’ha subito stoppato (vedasi caso Shick).
    Anche il ragazzo del Twente (Ziyech) dubito proprio arrivi.
    Comunque al 6 agosto ancora non si vede uno straccio di terzino destro o polivalente.
    Considerato anche che l’unico buono sinistro si è rotto è inspiegabile l’immobilismo sul fronte terzini.

    1. Concordo.
      Però non credo che la Roma non acquisti Tielemans perché non pronto.
      Secondo me costa troppo.
      Diawara potrebbe arrivare cedendo Paredes.
      Per me ci guadagneremmo solo da questo cambio.
      Detto questo,abbiamo bisogno di un calciatore come Borja Valero.
      E tanto.

    2. Questo è un mercato molto spallettiano!!

      COn sabatini eravamo abituati a vedere ragazzi o scommesse, con spalletti piu uomini d’esperienza e bravi soldati.

      Io poi non capisco perche bisogna prendere diawara quando hai come riserva de rossi che ha le stesse caratteristiche piu o meno.

      Borja valero sarebbe cio che manca ad oggi in mezzo al centrocampo: esperienza e sicurezza.

      SU ziyech non ne sono sicuro, perche secondo me partirà ricci, quindi se a buon prezzo il marocchino lo prenderei ad occhi chiuso, perche secondo me è un potenziale campione.